Autore Topic: Primi passi con SPP  (Letto 1129 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Simone

  • Moderator
  • Senior
  • *****
  • Post: 595
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #45 il: Martedì, 31 Gennaio 2017, 17:20:46 »
Ho provato. Nel 6.5.0 immagino che sia il pulsante alla sinistra della percentuale d'ingrandimento. In effetti così è molto veloce ma praticamente sei in posizione "fit" cioè vedi tutta l'immagine e riesci abbastanza bene a valutare le varie luminosità  e il colore d'insieme. È difficile stabilire la nitidezza, le sfrangiature e le eventuali "chiazze". Devi battezzare un valore a - x e poi speri, altrimenti ingrandisci ed allora si apre il raw. Ho usato unicamente file da sd quattro. Ho visto che nel download della versione pc è presente la 6.5.1 e la diversità dovrebbe essere unicamente nella gestione della scheda video. Se è così, penso sia solo questione di pazientare un pò...almeno spero...


In effetti anche a me si blocca e si chiude, anche solo quando tento di modificare le preferenze, direi che la versione è ancora piuttosto instabile ma è "normale" in Sigma.


Per il resto, come hai già capito, conviene lavorare in piccolo (anche così non ci fai più di una trentina di scatti senza rallentare) fare un po' l'occhio sulla resa dei settaggi particolari come quelli del rumore, trovare lo zero nitidezza aggiunta della quattro che sarà simile al merrill, salvi i settaggi, esporti, lavori in altro sw e non ci pensi più... ormai lo faccio da anni con la merrill.  ;)


 

Offline Lorenzo

  • Senior
  • ****
  • Post: 794
    • Mezzolombardo TN
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #46 il: Giovedì, 02 Febbraio 2017, 21:24:21 »
Citazione
2) DOPO aver finito con le luci, verificare la presenza di rumore e frange colore ed eventuale correzione, e solo questo richiede il passare al 100% per la valutazione

 :con:

Mi perdo qualche cosa da più di un anno? Passare al 100%? Che significa? Solo ingrandire l'immagine spero...  :pau:

L
  • Lorenzo
     
Litigo con Sd15 da settembre 2015.

Poi faccio pace...

Online elerum

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.892
    • Milano
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #47 il: Venerdì, 03 Febbraio 2017, 00:09:04 »
Citazione
2) DOPO aver finito con le luci, verificare la presenza di rumore e frange colore ed eventuale correzione, e solo questo richiede il passare al 100% per la valutazione

 :con:

Mi perdo qualche cosa da più di un anno? Passare al 100%? Che significa? Solo ingrandire l'immagine spero...  :pau:

L
Passare al 100% e lavorare direttamente sul raw , finché l'immagine e piccola lavori sul jpeg incluso nel raw e solo in fase di salvataggio vengono applicate tutte le modifiche al raw per salvare il jpeg/tiff finale.
  • Micky
     
IL FOVEON SCEGLIE LA PERSONA CON CUI STARE E NON LA PERSONA IL FOVEON

Vivi & ricorda con il cuore & pensa alla morte come se domani verrà,
la logica di porterà dal A al B ma l'immaginazione ti porterà dappertutto
"Zac"

  :prof: RICORDATEVI DI PARTECIPARE ALLE VOTAZIONI DEL ULTIMO CONTEST- puoi andare al contest N12 cliccando direttamente su questa scritta

Offline majortom

  • Poster
  • **
  • Post: 219
  • Gli faremo un proposta che non potrà rifiutare.
    • Bergamo
    • Mostra profilo
    • Omniares
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #48 il: Domenica, 05 Febbraio 2017, 10:19:12 »
Beh, vecchio è vecchio però i file delle ultime reflex se li macina come ridere. Uso un dorso PhaseOne h25 (anche quello datato...) ma non fa una piega. A memoria dovrebbe essere un 6 core 3,33 con 16Gb di ram. Cero che è di fine 2010....😳😳😳
Deduco sia un Mac Pro 2010 5.1 che può fare anche uso di schede di terze parti con firmware non Apple  o preso da analoghe Apple ed inserito.
Quindi: è una scheda di Apple o di terze parti?
  • Simone
     
Sigma SD Quattro + 30mm ART
Fuji X-Pro 2 + 10-24 f4
Fuji XE2s * 18-55 f2.8-4 * 23 f1.4
Nikon D3300 * D7200 * 18-55mm f/3.5-5.6G ED II * Sigma 18-250 f/3.5-6.3 DC Macro OS HSM * Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM * Tamron SP AF 17-50mm F/2.8 XR Di II LD

Offline KappaWu

  • Newbie
  • Post: 31
    • Prov. Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #49 il: Domenica, 05 Febbraio 2017, 19:52:45 »
Ati Radeon 5870  1024 vram

Offline majortom

  • Poster
  • **
  • Post: 219
  • Gli faremo un proposta che non potrà rifiutare.
    • Bergamo
    • Mostra profilo
    • Omniares
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #50 il: Domenica, 05 Febbraio 2017, 20:16:14 »
Dovrebbe essere una scheda "originale" Apple. Non credo il problema sia li.
Purtroppo nonostante Mac OS sia il mio mestiere non ho esperienza di SPP su Yosemite.
Ho però guardato in tete e si trovano più problematiche su Sierra (del 6.5.0) che non su Yosemite.
S.
  • Simone
     
Sigma SD Quattro + 30mm ART
Fuji X-Pro 2 + 10-24 f4
Fuji XE2s * 18-55 f2.8-4 * 23 f1.4
Nikon D3300 * D7200 * 18-55mm f/3.5-5.6G ED II * Sigma 18-250 f/3.5-6.3 DC Macro OS HSM * Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM * Tamron SP AF 17-50mm F/2.8 XR Di II LD

Online Silvia V

  • Militant
  • ***
  • Post: 387
  • - DP3M -
    • milano
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #51 il: Lunedì, 06 Febbraio 2017, 09:19:43 »

La vedo dura un'ombra chiusa in Luigi Ghirri (a mio parere il piu' grande fotografo a colori italiano)
Ma un'ombra chiusa in Mario Giacomelli era la norma eh eh :))


Hai citato due tra i fotografi Italiani che amo di più e che più mi hanno sorpresa avvicinandomi alla fotografia  :)
Per quanto riguarda le "immagini croccanti"  ovviamente ogni foto fa un percorso differente però mi rendo conto che il mio gusto personale mi porta spesso a ripetere questa tripletta: chiusura ombre (ma spesso proprio di poco), diminuzione contrasto, diminuzione saturazione.
Ti sei ormai lanciato in SPP anche tu, mi dirai come ti trovi, vedrai che più passa il tempo più l'essenzialità che trovi sul menu della DP ti sembrerà di ritrovarla in SPP: entrambi semplici ma potenti, fanno esattamente quello che è più importante, senza fronzoli. A me il "nuovo workflow" con il Foveon mi piace parecchio  :si:


2) DOPO aver finito con le luci, verificare la presenza di rumore e frange colore ed eventuale correzione, e solo questo richiede il passare al 100% per la valutazione, cosa che indubbiamente rallenta di molto il lavoro perché costringe il software ad una mole impressionante di lavoro (che non esiste e non ha eguali nel trattamento del mosaico), ma che è indispensabile per il Foveon, ergo.... abbiamo voluto la bicicletta, allora pedaliamo!



Mi riaggancio nuovamente a questo topic per chiedere lumi proprio sulla correzione frange colore. Non me ne sono mai occupata in SPP per imparare il resto, ora però vorrei capirci di più per completare direttamente lì il processo (senza passare da PS o Affinity) quando possibile. Ho provato a lavorare un po' sulle frange colore ma non mi ritrovo, vado praticamente a caso e non ho il controllo di quello che faccio. Forse perchè non aprivo il raw e restavo a lavorarci in jpg? C'è qualche dritta che potete darmi per iniziare a lavorarci?
  • Silvia
     
DP3 Merril
Nikon D700
Olympus OMD em1
Nikon F2

"L'inizio è solo un seguito ed il libro degli eventi è sempre aperto a metà"

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 5.268
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #52 il: Lunedì, 06 Febbraio 2017, 15:15:07 »
Citazione
Mi riaggancio nuovamente a questo topic per chiedere lumi proprio sulla correzione frange colore...
Non è chiaro cosa si intenda perché esiste già la correzione dell'aberrazione cromatica, che uso quando serve, ma con le DPM 2 e 3, se non si è stati sfortunati con il proprio esemplare, generalmente non serve perché le ottiche sono già corrette ad un livello ottimale... diverso è il discorso con gli obiettivi per dslr.
I ogni caso per poter evidenziare il problema, e correggerlo / limitarlo, occorrerebbe visualizzare il raw al 200-300% ed osservare i bordi di un dettaglio ad alto contrasto sull'estrema periferia dell'immagine (un palo o i rami d'albero).  Uno dei bordi potrebbe avere una sfumatura blu e quello opposto rosso, spostando la slitta del canale del rosso a +0.3/0.4 potrebbero ridursi... se invece la sfumatura aumentasse portare l'indice della slitta ad un uguale valore negativo fino a massima attenuazione dell'aberrazione.

Il rumore di banda (verde / magenta) potrebbe invece mostrarsi come le tipiche chiazze di rumore cromatico che a volte si vedono nei grigi con una certa superficie, ma non ci giurerei perché non ho mai notato un evidente miglioramento provando questo filtro.
Sigma DP2m+DP3m+SD10_17-70:2,8-4,5_Apo__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Online Silvia V

  • Militant
  • ***
  • Post: 387
  • - DP3M -
    • milano
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #53 il: Martedì, 07 Febbraio 2017, 09:17:15 »
Grazie Italo, chiarissimo. Sui file della mia dp3 non ho mai notato questo problema ma farò tesoro di questa informazione per quando prenderò una reflex sigma
  • Silvia
     
DP3 Merril
Nikon D700
Olympus OMD em1
Nikon F2

"L'inizio è solo un seguito ed il libro degli eventi è sempre aperto a metà"

Offline majortom

  • Poster
  • **
  • Post: 219
  • Gli faremo un proposta che non potrà rifiutare.
    • Bergamo
    • Mostra profilo
    • Omniares
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #54 il: Sabato, 11 Febbraio 2017, 13:38:39 »
È difficile stabilire la nitidezza, le sfrangiature e le eventuali "chiazze".
A parte il fatto che essendo il Foveon ad informazione integrale non esiste il problema di valutare la nitidezza (è solo un'abitudine operativa ereditata dal mosaico), per velocizzare il workflow del Foveon su SPP occorre dividerlo in due tempi:

1) PRIMA di tutto, sistemare le luci (ossia lo sviluppo vero e proprio), cosa che non richiede la visione al 100% e può quindi essere fatta benissimo senza, ed ogni ritocco dei cursori è veloce e spesso "quasi" immediato;

2) DOPO aver finito con le luci, verificare la presenza di rumore e frange colore ed eventuale correzione, e solo questo richiede il passare al 100% per la valutazione, cosa che indubbiamente rallenta di molto il lavoro perché costringe il software ad una mole impressionante di lavoro (che non esiste e non ha eguali nel trattamento del mosaico), ma che è indispensabile per il Foveon, ergo.... abbiamo voluto la bicicletta, allora pedaliamo!

In ogni caso, quando andremo a salvare l'immagine finita, il software farà sempre il ricalcolo generale completo e da zero, ed è questo il motivo per il quale il salvataggio è così lento.

Insomma, l'abbiamo detto tante volte: SPP come software non è affatto lento, anzi al contrario, ma semplicemente deve eseguire una mole di operazioni che solo lui può fare (e che non esistono per il mosaico) e questo comporta un inevitabile rallentamento.

Ma proprio questo rallentamento, dovuto alla gran mole di calcolo NECESSARIA, è la dimostrazione che andare a salvare da SPP per poi lavorare luci, frange e rumore in altro software è solo una "furbata" sciocca, in quanto ci priviamo per intero del vantaggio del trattamento del Foveon, che non è più possibile recuperare in altro software.

Copio e stampo per poi metterlo nella mia raccolta di manuali.
  • Simone
     
Sigma SD Quattro + 30mm ART
Fuji X-Pro 2 + 10-24 f4
Fuji XE2s * 18-55 f2.8-4 * 23 f1.4
Nikon D3300 * D7200 * 18-55mm f/3.5-5.6G ED II * Sigma 18-250 f/3.5-6.3 DC Macro OS HSM * Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM * Tamron SP AF 17-50mm F/2.8 XR Di II LD

Offline steno

  • Militant
  • ***
  • Post: 293
    • emilia
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #55 il: Mercoledì, 24 Maggio 2017, 15:09:33 »
Citazione
Le chiazze verdi (generalmente gemellate con chiazze magenta) non sono una dominante (che interesserebbe l'intera immagine) ma "rumore cromatico" tipico nelle zone con scarsa esposizione. Credo che il controllo "Rumore di banda" sia destinato all'attenuazione/eliminazione di questo tipo di rumore ma nutro seri dubbi sulla sua efficacia. Un altro modo per eliminare queste chiazze sarebbe quello di usare la "Saturazione selettiva" in PS o simili, selezionando con precisione quel colore per poi desaturarlo quanto basta, ma questo sarà possibile solo se il soggetto non avrà zone "legittime" di colore verde e magenta.


 la gestione di queste macchie verdi magenta (che si presentano  in quasi tutti i casi in cui occorre sottoeporre  di 1 o due stop e quindi in normalissime gestioni di ripresa di scene contrastate , niente di trascendentale...) e' affidata alla buonasorte  ...
In rete esistono milionate di articoli  su come correggere efficacemente  rumore cromatico sul bayer , rarissimi e controversi e per lo piu' pragmaticamente inutili sono quelli sulla correzione sul foveon ...
Quindi cari miei occorre un po'  di sano realismo ,anche e a maggior ragione in questo forum !
E non raccontiamoci fiaschi per fischi che' l'esperienza personale di ognuno e' quella  , e per lo piu' condivisa.
I fans sfegatati e acritici del foveon che pur ci sono , anche in questo forum ,che  ogni volta tendono nelle discussioni a bypassare se non a disconoscere il problema  dovrebbero provare a correggere  i files magentati degli altri utenti invece di pontificare su  ipotetici errori di correzioni di dominanti , su mancanza di background rispetto al software di fotoritocco (PS o altro)  ,su mancanza di cultura visiva e cromatica ecc ecc ecc.. in modo offensivo e cattedratico , con la sicumera e l'arroganza dei galli cedroni in un pollaio di sfigate gallinelle... (vedi lo stampatore 'fineart' che a scansioni periodiche fa il castigamatti sul forum) ...
Correggere come dici tu Italo, e' possibile solo nel caso non vi siano cromìe sorelle a quelle che vuoi eliminare , nella foto...
E correttamente scrivi quello che tutti sanno per 4sperienza diretta, ovvero che e' l'UNICO sistema valido....
ALTRIMENTI DEVI SACRIFICARE o stravolgere tutto l'impianto-colore del file, se vuoi riprender su' la morcia del rumoe verde-magenta e sbarazzartene...
In questo contesto di sicura verifica pratica per chiunbqyue abbia un spp , dove si naviga a vista su ogni file sottosposto ,in sede di postproduzione , per far tornare la quadra  del rumore cromatico , trovo ANCHE  francamente spiacevole e irritante che  quotidianamente utenti(e)  per lo piu' incapaci di tagliare per il dritto e posizionare una linea dell'orizzonte facciano i doganieri di ogni foto postata appostandosi al varco per il commentino laconico e sentenzioso su composizione ,sviluppo, taglio, soggetto e chi piu' ne ha piu' ne metta.
Personalmente metterei una clausola che ogni utente per ogni commento postato sulle foto altrui deve postare una foto sua---
Si neutralizzerebbero molti 'parlatori' di fotografia e si darebbe spazio ai praticanti...ai fotografi e alle fotografie..
 ::)
  • S.
     

Online elerum

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.892
    • Milano
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #56 il: Mercoledì, 24 Maggio 2017, 15:36:24 »
Ste, mangiato pesante oggi ?  :))
Scherzo neh  ;)
  • Micky
     
IL FOVEON SCEGLIE LA PERSONA CON CUI STARE E NON LA PERSONA IL FOVEON

Vivi & ricorda con il cuore & pensa alla morte come se domani verrà,
la logica di porterà dal A al B ma l'immaginazione ti porterà dappertutto
"Zac"

  :prof: RICORDATEVI DI PARTECIPARE ALLE VOTAZIONI DEL ULTIMO CONTEST- puoi andare al contest N12 cliccando direttamente su questa scritta

Offline maltorosso

  • Newbie
  • Post: 10
    • Cologno Monzese
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #57 il: Mercoledì, 24 Maggio 2017, 17:40:10 »
il comando "lens profile" serve per togliere i bordi verdi e magenta che si creano in situazioni  di forte contrasto come gli alberi su cielo luminoso.

tra l'altro in SPP e' presente anche il manuale

Offline steno

  • Militant
  • ***
  • Post: 293
    • emilia
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #58 il: Mercoledì, 24 Maggio 2017, 22:38:49 »
il comando "lens profile" serve per togliere i bordi verdi e magenta che si creano in situazioni  di forte contrasto come gli alberi su cielo luminoso.

tra l'altro in SPP e' presente anche il manuale

ciao per quanto riguarda me che ho una dp1m dp2m e dp3m  non credo serva ...
e comunque i bordi verdi e magenta non sono il rumore verde e magenta ,magari....
il filo verde magenta io  lo correggo benissimo in ps...anziche' in spp  ,con il rumore verde magenta ciccia.
se proprio la foto viene devastata uso il metodo Italo quando possibile oppure converto in un bianco nero  se fattibile oppure  cestino e via andare.


  • S.
     

Offline steno

  • Militant
  • ***
  • Post: 293
    • emilia
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #59 il: Mercoledì, 24 Maggio 2017, 22:52:17 »
Ste, mangiato pesante oggi ?  :))
Scherzo neh  ;)

mangiato pesante.
tuttavia rivendico il diritto alle mie macchie verdimagenta  e alle mie strane tonalita' magenta se faccio foto dell'ordine di secondi...o foto ad a|C con le mie tre merrill
Prima di capire che  NON si levano in postproduzione con facilita' quasi mai  ho creduto di sbagliare qualcosa  nel processo., cosi' non e'.
Comunque, in situazioni ad alto contrasto o  forte sottoesposizione di ripresa  dove devo  tener dentro le ombre e normalmente si crea rumore sporco  converto direttamente in bianconero e fine dello sbattimento.
Oppure tengo il magenta e il verde nelle ombre che a me non disturba affatto , pero' e' chiaro che poi le tonalita' generali delle foto me le scelgo al di fuori delle pipette  di colore lab e  diventano una scelta non contestabile dai puristi del lab...non ci sto a farmi metter sotto di default da dilettanti tuttologi o da pseudoprofessionisti in cerca di spazi commerciali...
Oppure dimostrino ,entrambi, raw alla mano di poterle correggere  ste  macchie di rumore cromatico ,mantenendo lPERO' e tonalita' corrette generalizzate.
Insomma preferisco una valutazione ad occhio  (ovviamente un occhio esperto ,diciamo Italo, che tra l'altro e' corretto anche a livello ideologico in quanto non nega il problema e non da soluzioni irrealizzabili, che commenti di ipotetici 'tecnici' e professionisti del colore o ancor peggio da assoluti cultori della "fotografia parlata" che pontificano senza mai postare una foto che e' una scattata dalle loro manine e sviluppata dalle stesse...
Ecco,finalmente ho digerito...  :P
  • S.