Autore Topic: Doppia caverna e arco  (Letto 228 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vieri

  • Militant
  • ***
  • Post: 299
    • San Ginesio
    • Mostra profilo
    • Vieri Bottazzini Fotografo
  • Foveon User: Ex
Doppia caverna e arco
« il: Domenica, 05 Marzo 2017, 17:09:26 »
"Doppia caverna e arco" a Playa de Campiecho, Asturie.



Leica SL e Voigtlander 15mm v. III. Grazie per la visione,

Vieri

Offline Lorenzo

  • Senior
  • ****
  • Post: 769
    • Mezzolombardo TN
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #1 il: Domenica, 05 Marzo 2017, 22:57:55 »
Chiedere di spiegare una fotografia... forse una richiesta assurda, ma non riesco a leggerla questa immagine. La guardo e riguardo e cozzo continuamente e ripetutamente sul cofano dei miei limiti di lettura...  :-[
Cerco le chiavi di lettura compositive di questo scatto, per nulla banale.
Lancio il sasso. Vieri non volermene...
L
  • Lorenzo
     
Litigo con Sd15 da settembre 2015.

Poi faccio pace...

Online conla

  • Senior
  • ****
  • Post: 916
    • Piemonte
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #2 il: Lunedì, 06 Marzo 2017, 08:50:57 »
io vedo un albero di pietra e degli scogli sullo sfondo ... ottima composizione :si:
CRISigma

Offline Vieri

  • Militant
  • ***
  • Post: 299
    • San Ginesio
    • Mostra profilo
    • Vieri Bottazzini Fotografo
  • Foveon User: Ex
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #3 il: Martedì, 07 Marzo 2017, 11:57:38 »
Chiedere di spiegare una fotografia... forse una richiesta assurda, ma non riesco a leggerla questa immagine. La guardo e riguardo e cozzo continuamente e ripetutamente sul cofano dei miei limiti di lettura...  :-[
Cerco le chiavi di lettura compositive di questo scatto, per nulla banale.
Lancio il sasso. Vieri non volermene...
L


Ciao Lorenzo, figurati perché mai dovrei volertene :) La questione della lettura di un'immagine (e per estensione della lettura di un portfolio) è tutt'altro che banale, e di grande importanza. Fin dove possiamo attribuire a quelli che tu chiami "i limiti di lettura" di chi legge un'eventuale incomprensione o non apprezzamento di un'immagine, e da dove invece comincia l'insuccesso di un'immagine di per se, causato dal creatore dell'immagine e non dal fruitore? È un dibattito interessante, ma poiché coinvolge cose intangibili come il gusto del bello etc, è un dibattito praticamente irrisolvibile  :ohi:  Cambiando ambito completamente, prendi ad esempio la musica classica contemporanea: molta di questa, io che ho fatto il musicista classico per 20 anni, faccio estrema fatica non solo a digerirla e apprezzarla, ma anche a considerarla musica... è un mio limite? Forse; è invece un limite di chi l'ha scritta? Forse; forse è la combinazione dei due limiti, e c'è un "concorso di colpa" nel non comprendersi...


Nel caso di una fotografia, così come della musica e di ogni altra arte, come dicevo sopra il problema della fruizione è secondo me irrisolvibile. Fotografiamo solo per esperti, che quindi sono ultra-attrezzati culturalmente per capire quello che proponiamo, per quanto astruso? O fotografiamo solo per la famosa "casalinga di Voghera" (non me ne voglia!), e quindi dobbiamo solo fare cose di immediata comprensione?


Non mi pare che nessuno di questi due approcci sia sensato; personalmente, la mia soluzione a questo dilemma è la seguente (come forse ricorderai da Arran). Io fotografo prima di tutto per me; se una foto mi piace e mi "parla" del luogo in cui l'ho scattata, delle emozioni che ho vissuto scattandola, allora la propongo alla visione altrui. Questo "altrui", naturalmente, ci vede (o meno) quello che ci vede, a seconda della sua esperienza di vita e del suo bagaglio di cultura e "gusto" fotografico, e mi propone una reazione, positiva o negativa, che per me diventa un input. A questo punto, raccolgo ogni input - positivo o negativo - e li processo. Il processo non risulta praticamente mai in una modifica della foto stessa, ma aggiunge conoscenza e cultura fotografica al mio bagaglio, conoscenza che poi applico (inconsciamente, nel 99% dei casi) al mio lavoro futuro. Certamente, questo non vuol dire che ogni foto "parli" a tutti; anzi. E questo è il bello, alla fine :)


Grazie della stimolante domanda, e scusami per la prolissa risposta :)



io vedo un albero di pietra e degli scogli sullo sfondo ... ottima composizione :si:


Grazie mille conla, sono contento che ti sia piaciuta! :)

Online conla

  • Senior
  • ****
  • Post: 916
    • Piemonte
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #4 il: Martedì, 07 Marzo 2017, 12:11:40 »
la lettura delle immagini è personale ...  cambia in base alla cultura e ad altre mille variabili ma è sempre personale.


Se nella caverna ci fosse stato un tuo amico (Lorenzo) la foto l'avresti subito letta. giusto?
CRISigma

Online steno

  • Poster
  • **
  • Post: 248
    • emilia
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #5 il: Martedì, 07 Marzo 2017, 15:42:19 »
Ciao Vieri ,cosa leggo io nella tua foto:


un'eruzione di lava e lapilli glacializzata nell'istante del presente.
un fungo atomico visto dalla parte della contaminazione ^-^
La registrazione di una sfida della Natura alle leggi della Fisica 
ECCETERA!.......................................................................

Sono infinite le connessioni di senso  che una buona foto riesce a produrre...
Per fortuna siamo molto meno cerebrali nella fruizione di una immagine!
Altrimenti fiorirebbero castronerie tipo:
"Fibonacci applicato sia all'arte visiva che a quella musicale...!
dunque c'e' un processo matematico spontaneo nel riconoscimento del bello?...Dunque cio' che noi riteniamo una scelta estetica individuale e' un mero processo matematico di scansione e riconoscimento di pattern gia' esistenti?..."
E via di questo passo: si possono scrivere fior di stronzate apparentemente intelligenti e interessanti e competenti sulle immagini fotografiche...
Molti lo fanno e lo hanno fatto,molti lo faranno.
E' UTILE che cio' avvenga ,e' utile analizzare il processo!
Credo che leggere testi di critica fotografica sia altrettanto godurioso che guardare le foto.
ma e' una goduria che appartiene a una sfera piu' intellettuale e meno istintiva che l'osservazione in se'.
Alla fine e' l'opera che conta non le divagazioni sull'opera....
Una buona foto parla a TUTTI indistintamente, a prescindere dal grado culturale .

L'ascolto di Bach o Gibbons sparato da altoparlanti tra interruzioni di reclames mentre pago alla cassa della Coop o mentre sono in attesa al telefono...a me irrita parecchio...
ma alla 'massaia' di Voghera' puo' creare un piacevole sottofondo tranquillizzante...e forse senza che nemmeno ne abbia la percezione conscia...
Conoscere la metrica amplifica la fruizione della poesia.
Conoscere la musica amplifica la fruizione di un brano
Conoscere i meccanismi della composizione amplifica la lettura di opere fotografiche ,grafiche ,pittoriche, architettoniche...
Tuttavia NON conoscere queste grammatiche NON esclude nessuno dalla fruizione!
Chiaramente dalla massaia di Voghera ci vado a mangiare il risotto ,non a parlare di fotografia... ;)
  • S.
     

Offline Lorenzo

  • Senior
  • ****
  • Post: 769
    • Mezzolombardo TN
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #6 il: Martedì, 07 Marzo 2017, 18:24:11 »
Bene, sono contento prima di tutto di aver stimolato una discussione, poi del fatto che la domanda sia stata colta proprio come stimolo!
Tuttavia mi sento di chiarire che l'immagine mi piace! E ne ho goduto a lungo prima di lasciar correre i processi razionali! Mi sto però impegnando ad imparare a comporre e parlavo infatti di chiave di lettura compositiva.
Quindi, una volta messa da parte la parte non razionale legata al gusto, al messaggio, all'interpretazione, alla godibilita' dell'immagine in quanto indiscutibilmente opera d'arte unica, allora l'aspetto puramente razionale e tecnico di cui chiedevo era veramente legato solo alle regole di composizione; forse non sono stato esplicito, ma ero volutamente delicato per tastare il terreno e non fare gaffe.  ;) Forse non avrei dovuto prenderla alla larga, anche perché un minimo ti conosco, Vieri e forse potevo essere più diretto!  :)
Ma tant'è, tutto ciò che esce da una discussione fotografica è una lezione, quindi nulla è superfluo o inutile! Al limite la lezione non è fotografica ma si sposta su altri piani...  8)
Grazie
L
  • Lorenzo
     
Litigo con Sd15 da settembre 2015.

Poi faccio pace...

Online conla

  • Senior
  • ****
  • Post: 916
    • Piemonte
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #7 il: Martedì, 07 Marzo 2017, 23:35:37 »
l'aspetto puramente razionale e tecnico di cui chiedevo era veramente legato solo alle regole di composizione;
L
Chiedevi questo?
Io ci vedo diverse regole quella dei terzi ... La cornice naturale a destra ... I diversi piani dei soggetti... La forma della roccia che  sembra un albero.... Lo spazio a sinistra che lascia libero di pensare cosa ci sia....
CRISigma

Online Sardosono

  • Global Moderator
  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.071
    • Casteddu
    • Mostra profilo
    • Italian Foven Community
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #8 il: Mercoledì, 08 Marzo 2017, 02:01:33 »
Gran bella immagine anche questa, come ormai è d'abitudine!  8)

Ragazzi, è venuto fuori un bel topic, con un buono spunto di riflessione seguente l'ottimo commento di Vieri: ma davvero lo volete rovinare parlando di regole?

Personalmente, quando sento parlare di regole in fotografia, specie per la composizione... beh, non so a Vieri ma a me vengono le convulsioni...  :ohi:
Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto, o non soltanto, per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo "ammirare" (anonimo sardo)

SD15+SD10 50/1.4+17-70/2.8-4OS+17-35/2.8-4+Elmarit135/2.8
EM1+GX7+GH1 20/1.7+25/1.4+45/1.8+60/2.8+70/2.8+20-40/2.8+Vario-Elmarit14-50/2.8
X-T10 35/1.4+50/1.2+28/2.8+Sonnar90/2.8+135/2.5+16-50/3.5-5.6+70-200/4Macro
LX100  GXR+evf 50/2.4Macro+28/2.4  Alpha65  S3Pro  Digilux-2

Offline Lorenzo

  • Senior
  • ****
  • Post: 769
    • Mezzolombardo TN
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #9 il: Mercoledì, 08 Marzo 2017, 07:45:10 »
È vero, è venuto fuori un gran bel Topic con innumerevoli direzioni in cui la discussione potrebbe andare.
Io credo che parlare di regole di composizione, leggere a questo proposito e confrontarsi con altri * equivalga a fare esercizio, almeno quanto scattare fotografie. Chi ha una forte immaginazione riesce a studiare un concetto, immaginarne visivamente l'applicazione pratica e se è anche dotato di artisticita', riesce pure a trasgredire le regole che ha studiato. Ma quasi tutti devono studiare e sono rarissimi coloro che hanno il dono di un talento così marcato in una materia, da poterne ritenere superfluo a ragione lo studio. Poi ci sono i presuntuosi, ma quelli sono fuori dal mio discorso. In ogni caso rimane il concetto che la pratica vale piu' della grammatica e bla bla... ok siamo d'accordo.
Insomma, ovviamente non c'è nessun obbligo di risposta e sicuramente non ritengo che le regole siano la parte centrale di una fotografia. Quindi, la discussione andrà nella direzione naturale, quella che ognuno vorra'.
Buona giornata  ;)
L

(*) se confrontarsi con altri prevede il confronto con un buon professionista, a mio avviso il tempo non è mai perso.
  • Lorenzo
     
Litigo con Sd15 da settembre 2015.

Poi faccio pace...

Online Sardosono

  • Global Moderator
  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.071
    • Casteddu
    • Mostra profilo
    • Italian Foven Community
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #10 il: Mercoledì, 08 Marzo 2017, 14:06:12 »
Tutto giusto quel che dici, Lorenzo, certamente, figuriamoci se non sono d'accordo che sia necessario comprendere (e quindi necessariamente studiare e ragionare) prima ancora di passare alla pratica. Ma io infatti non mi riferivo a questo, bensì al fatto che le "regole" (qualunque cosa vogliamo intendere con questo termine) riguardano solo la tecnica, ma nella Fotografia in sé stessa (intesa come insindacabile scelta di sintesi estetico-compositiva) non esistono regole di sorta, perché NON POSSONO ESISTERE in quanto NON è tecnica. Ergo, parlare di regole in tema di composizione vuol dire ridurla al rango di tecnica, cosa che assolutamente NON è ma che purtroppo è ormai invalso considerarla tale da una ventina d'anni a questa parte. Ma questo, oltre che concettualmente assurdo, è DELETERIO PROPRIO PER L'APPRENDIMENTO, come dice/diceva il saggio: "se vuoi che il tuo nemico non comprenda mai cosa sia la composizione, parlagli di regole compositive".

Dal mio punto di vista (ma non soltanto mio), quindi, parlare di regole in tema di composizione (o più in generale di estetica, alla quale la composizione interamente appartiene) è il modo migliore per assicurarsi di non comprendere mai di cosa si tratti realmente e quindi non venirne mai a capo vita natural durante. Anche l'idea molto diffusa che "va bene, ma le regole servono solo giusto per avere almeno un riferimento nell'approccio iniziale " è - sempre dal mio punto di vista - del tutto sbagliata e fuorviante; il che dovrebbe essere evidente perché non c'è cosa peggiore che imparare usando idee inconsistenti come riferimento: vuol dire costruire sulla sabbia.

Esistono invece - questo sì - caratteristiche comportamentali ricorrenti dell'occhio durante la lettura dell'immagine (in realtà del cervello, ma metaforicamente si parla di "occhio"), che gradisce alcune cose mentre è infastidito/ostacolato da altre: conoscendo queste caratteristiche si può cercare di agevolare la lettura e nel contempo evitare di infastidirlo. Ma tutto questo niente ha a che vedere con regole di alcun genere, neanche di carattere generale, né questi comportamenti sono riducibili a regole di sorta. Ma in ogni caso, anche TUTTO QUESTO NON FA LA COMPOSIZIONE E NEANCHE L'ESTETICA, ma sono solo accorgimenti di contorno ad entrambe.

Se tutto ciò non appare convincente, come ultima spiaggia invito a fare la seguente riflessione.
La composizione è una questione puramente di estetica: come si può pensare che l'estetica possa essere scomposta in regole?!....  :-\


@Vieri
Le discussioni nascono quando si presenta l'occasione, ma se preferisci divido il topic, come meglio credi.  ;)
Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto, o non soltanto, per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo "ammirare" (anonimo sardo)

SD15+SD10 50/1.4+17-70/2.8-4OS+17-35/2.8-4+Elmarit135/2.8
EM1+GX7+GH1 20/1.7+25/1.4+45/1.8+60/2.8+70/2.8+20-40/2.8+Vario-Elmarit14-50/2.8
X-T10 35/1.4+50/1.2+28/2.8+Sonnar90/2.8+135/2.5+16-50/3.5-5.6+70-200/4Macro
LX100  GXR+evf 50/2.4Macro+28/2.4  Alpha65  S3Pro  Digilux-2

Online Sardosono

  • Global Moderator
  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.071
    • Casteddu
    • Mostra profilo
    • Italian Foven Community
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #11 il: Mercoledì, 08 Marzo 2017, 14:24:12 »
Preferisco scriverlo separatamente in un post a parte.

Ben venga il confronto su temi Fotografici e non soltanto tecnici (non desidero altro da quando ho attivato questo forum), ancor più se vi partecipasse chi l'estetica (e quindi la composizione) dimostra attraverso le proprie immagini di conoscerla davvero.

Invito soltanto (perché soltanto di un invito si tratta) ad evitare di fare lo stesso errore di quasi tutti i siti di fotografia, ossia di ridurre l'estetica al rango di tecnica.
Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto, o non soltanto, per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo "ammirare" (anonimo sardo)

SD15+SD10 50/1.4+17-70/2.8-4OS+17-35/2.8-4+Elmarit135/2.8
EM1+GX7+GH1 20/1.7+25/1.4+45/1.8+60/2.8+70/2.8+20-40/2.8+Vario-Elmarit14-50/2.8
X-T10 35/1.4+50/1.2+28/2.8+Sonnar90/2.8+135/2.5+16-50/3.5-5.6+70-200/4Macro
LX100  GXR+evf 50/2.4Macro+28/2.4  Alpha65  S3Pro  Digilux-2

Offline Farenzi

  • Senior
  • ****
  • Post: 854
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #12 il: Mercoledì, 08 Marzo 2017, 14:49:43 »
la discussione si fa culturalmente interessante...  :!: complimenti a tutti.
SD15 - 18-50, 50 macro, 180 macro, 20 mm. 24-70 mm.
70-200 mm. 35-80 mm. ...
dp2 m

Online steno

  • Poster
  • **
  • Post: 248
    • emilia
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #13 il: Mercoledì, 08 Marzo 2017, 20:52:48 »
Gran bella immagine anche questa, come ormai è d'abitudine!  8)

Ragazzi, è venuto fuori un bel topic, con un buono spunto di riflessione seguente l'ottimo commento di Vieri: ma davvero lo volete rovinare parlando di regole?

Personalmente, quando sento parlare di regole in fotografia, specie per la composizione... beh, non so a Vieri ma a me vengono le convulsioni...  :ohi:

eh eh :si:
  • S.
     

Offline sergiozh

  • Poster
  • **
  • Post: 234
  • PD2M
    • Svizzera
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Doppia caverna e arco
« Risposta #14 il: Martedì, 14 Marzo 2017, 02:47:41 »
Personalmente schiarirei la caverna.