Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - pacific palisades

Pagine: [1] 2 3 ... 21
1
Camera Chiara / Re:Workflow e deontologia fotografica
« il: Oggi alle 11:55:06 »
"Riuppo" questo interessante topic.

2
Attrezzature / Re:Tempi lunghi
« il: Ieri alle 20:58:49 »
La sofferenza forgia l'artista!  :D

3
Fotografi / Hiroshi Sugimoto
« il: Ieri alle 20:54:40 »
Chi avrà la curiosità di guardare questo video, al minuto 9:49 leggerà nei sottotitoli (in inglese):
<<Sugimoto ha lavorato con delicati fenomeni naturali>>
e scoprirà il mondo di questo geniale fotografo giapponese che raccoglie immagini di scariche elettriche, di teatri vuoti delicatamente illuminati in una lunghissima esposizione, di modelli matematici in tre dimensioni, di bande d'orizzonte che emotivamente riportano al lirico e solenne ciclo nero della Rothko Chapel.




Il maestro Sugimoto all'opera con il condensatore




per trarre immagini come questa








4
Attrezzature / Re:Tempi lunghi
« il: Ieri alle 19:53:26 »
Ma è arrivata?  8)

5
Fotografi / Re:Guido Guidi
« il: Ieri alle 17:32:16 »
Citazione
<<Nella misura in cui contempleremo la bellezza di questa epoca con attenzione e amore, in quella stessa misura la sua ispirazione discenderà in noi e renderà a poco a poco impossibile almeno una parte delle bassezze che compongono l’aria che respiriamo.>>

(Simone Weil, En quoi consiste l’inspiration occitanienne?, «Les Cahiers du Sud» n. 249, août-octobre 1942.)



6
Fotografi / Alex Majoli
« il: Domenica, 22 Aprile 2018, 11:00:11 »
Al MAR ho potuto vedere la mostra Andante di Alex Majoli, lui era presente ed è stato intervistato. Riporto solo una delle cose che ha detto: alla domanda dal pubblico Qual è la fotocamera che ti ha dato più soddisfazioni? - Majoli ha risposto Questa! - indicando col dito la sua testa e aggiungendo - Le fotografie si fanno con la testa, sarebbe come chiedere a uno scrittore qual è la penna che gli ha dato più soddisfazione.

La mia impressione è che Majoli sia straordinariamente intelligente, acutissimo nei giudizi, nell'afferrare la struttura e il senso dei fatti; e allo stesso tempo che sia umile, diciamo di quell'umiltà positiva che da un lato preserva dall'incartapecorirsi in un ruolo, dall'altro rende empatici verso la condizione umana.

Della parola "andante" viene data la definizione in un cartellone della mostra perché permette di capire l'autore e l'opera (l'umiltà che dicevo sopra).
Qui riporto quella del dizionario De Mauro:

Citazione
andante[an-dàn-te] agg., s.
• agg.

1 lett. Che va, che si muove

2 Di largo smercio; estens. di qualità scadente SIN ordinario, dozzinale: merce a.

3 Che si sviluppa in modo piano, facile, scorrevole: una scrittura a.

• s.m. mus. Movimento musicale di velocità intermedia tra l'allegretto e l'adagio

• sec. XIV

La mostra è bella, chi può la visiti.
Ho solo due perplessità che riguardano però soltanto l'allestimento.
La prima è sulle cornici "a cassetta" che ora vanno - o sono tornate - di moda: poiché la luce proviene dall'alto e non viene inserito il passe-partout, inevitabilmente i bordi sporgenti della cornice proiettano ombre sulle fotografie.
La seconda è sulle dimensioni: la stampa attraverso plotter dà la possibilità di ottenere facilmente dimensioni diciamo così da "televisore", ma le fotografie non sono televisori, casomai sono parti di un libro. Non dico che non si possa stampare grande e grandissimo, ma deve esserci una necessità. Faccio un esempio: una fotografia bellissima di Majoli - una delle più belle della mostra - come questa:



era stampata in modo che i corpi delle due persone eccedessero addirittura la dimensione reale, questo toglieva quella delicatezza, intimità che a mio parere un'immagine come questa chiede. Occorre per ogni immagine interrogarsi sulla necessità di dimensione. Necessità legata all'espressione - poi se i ricchi collezionisti chiedono opere enormi tanto meglio, per loro si stamperanno immagini abnormi facendogliele pagare salatissimo.

Un'ultima nota, molto bianco e nero di Majoli è diciamo così di gusto "contemporaneo" nella stampa, non c'è contrasto, e si potrebbe anche chiamare un nero e grigio-scuro. E' come se sulle immagini fosse posto un filtro ND, allo scopo non di fluidificare il movimento, ma di portare simbolicamente in una zona oscura, creaturale l'immagine. Ad esempio:




Dunque buona mostra!

Qui si può leggere un'ottima intervista a Alex Majoli

Qui, qui, e qui una video intervista.





7
Immagini / Re:Paesaggio antispettacolare
« il: Sabato, 21 Aprile 2018, 11:15:42 »
"Navigando" (come ha scritto qualcuno qui sul forum) il ricchissimo file Foveon ho individuato una creatura che mi osservava e che era restata esclusa dal crop precedente:



Mi è sembrato giusto dedicarle un'immagine (che in fondo fa parte dell'immagine precedente: le possibilità ampie di crop di questi file originano paradossi logici!).

8
Immagini / Re:Paesaggio antispettacolare
« il: Sabato, 21 Aprile 2018, 11:07:17 »
Qui lavorano la ghisa (va avanti questo esperimento di ritrarre, oggi, dei manufatti umani produttivi di cose ma anche di paesaggio).



Poi quando ne avrò voglia correggerò le frange colore con la tavoletta grafica. La dominante (verde? verde-gialla?) invece mi pare accettabile.




9
Bacheca / Re:IFC in versione pilota su Reddit
« il: Sabato, 21 Aprile 2018, 10:43:07 »
Dal mio punto di vista.
Ho dato un'occhiata a Reddit, sicuramente è un'occhiata che dipende molto dai miei limiti e forse addirittura da una incapacità di comprenderlo, ma non mi attira per niente a partire dall'interfaccia che trovo poco leggibile, e non capisco a cosa servono i punti, il gradimento. Ti dico la verità: mi spaventa. Tutto questo dipenderà sicuramente da miei limiti  :ohi:

Questo forum ha qualcosa dello scantinato massonico? Forse sì, perché i membri attivi sono pochi e gli argomenti sono molto specifici quindi poco interessanti per chi non cerca proprio quella specificità. Il fatto è che questo forum, per citare il personaggio Popeye di Segar: è quel che è ed è tutto quel che è. Ovvero non è un'altra cosa, non è trasformabile in altro, insomma i difetti (ammesso e non concesso che non avere un giro enorme di utenti sia davvero un difetto) vanno accettati per averne i pregi: pochi interventi molto interessanti e zero litigiosità/flame.

I cosiddetti  "ragazzi di via Panisperna" erano cinque o giù di lì, e hanno fatto quel che hanno fatto. Non che qui siamo i ragazzi di via Panisperna, se non altro per ragioni anagrafiche (purtroppo è vero invece per la dimensione di genere). E' solo per cercare di trasmettere il mio ideale di comunità creativa.
Quindi quel che mi aspetto è che lo scantinato non sia grande perché è un grande contenitore virtuale, ma che sia grande perché anche solo poche persone appassionate portano il loro talento, la loro visione.
Per esempio tu hai postato una sola foto, ma molto interessante, e hai una scrittura interessante che si potrebbe mescolare con le tue immagini inventando una forma espressiva (sia chiaro è un esperimento ad altissimo rischio flop). Perché non provi a scrivere un microracconto col tuo registro un po' ironico e il lessico un po' desueto (alla Michele Mari per intenderci) da abbinare alla foto di Nerone e ambientare realisticamente (o con realismo magico) nella tua incredibile città? Così, è solo una suggestione...





10
Immagini non Foveon / Re:Il solito profilo del cavolo...
« il: Venerdì, 20 Aprile 2018, 19:11:53 »
Citazione
... ma è macro?
Si, la SL66 ha il soffietto incorporato, l'attacco ottiche basculante e, volendo, si potevano invertire tutte le ottiche dedicate senza nessun accessorio.
Facevo i pranzi di matrimonio in piedi su una sedia in testa ad una tavolata di otto metri e, inclinando opportunamente l'ottica, mettevo a fuoco (a tutta apertura) le teste di tutti i commensali.... avevo l'80 e il 250mm, la fotocamera ideale per ogni situazione, ma tutto in manuale.
https://www.japancamerahunter.com/2018/01/camera-geekery-rolleiflex-sl66-review/

Praticamente quasi un banco ottico medio formato.

11
Immagini non Foveon / Re:Mulino ad acqua.
« il: Venerdì, 20 Aprile 2018, 16:48:02 »

12
Immagini non Foveon / Re:Il solito profilo del cavolo...
« il: Venerdì, 20 Aprile 2018, 16:47:09 »
Ora la vedo, figata pazzesca... ma è macro?

13
Camera Chiara / Re:X3F reset
« il: Giovedì, 19 Aprile 2018, 22:34:38 »
Citazione
.... a me si apre il bilanciamento del bianco inesorabilmente in "automatico", e poi io lo cambio in "originale" (che diventa "personalizzato").
Il Raw esce con quello quando tu richiedi la versione originale (quella impostata in camera o salvata in precedenza sul raw in SPP).

Ok grazie. Comunque bisogna che mi studi meglio SPP perché vado un po' troppo a intuizione (per fortuna ci sono queste discussioni sul forum!).

14
Immagini non Foveon / Re:Il solito profilo del cavolo...
« il: Giovedì, 19 Aprile 2018, 21:55:34 »
Purtroppo non vedo nemmeno io... :ohi:

15
Camera Chiara / Re:X3F reset
« il: Giovedì, 19 Aprile 2018, 21:53:44 »
Scusate la domanda forse ingenua, ma a me si apre il bilanciamento del bianco inesorabilmente in "automatico", e poi io lo cambio in "originale" (che diventa "personalizzato"). Quello che io vedo è effettivamente il bilanciamento come l'avevo personalizzato, oppure è una via di mezzo creata da SPP perché è impostato "automatico"?

(spero che la domanda si capisca, forse non è posta bene...)

Pagine: [1] 2 3 ... 21