Autore Topic: SD1 vs SD4 virtual  (Letto 1106 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online pacific palisades

  • Militant
  • ***
  • Post: 457
  • andrea
    • Forlì
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD1 vs SD4 virtual
« Risposta #60 il: Lunedì, 05 Febbraio 2018, 18:19:24 »
Citazione
Però è presa con un filtro polarizzatore altrimenti non si vedeva una beata mazza. Per il resto il colore è standard e il bilanciamento del bianco auto.
Non so se sia colpa del filtro, ma non la vedo naturale... troppo contrasto, che si riflette anche sulla saturazione. È impossibile che non si veda più chiaramente la facciata in ombra del palazzo sulla destra.

La percezione della saturazione forse dipende dal filtro, perché è come se togliesse un velo che opacizza il colore. Il forte contrasto dipende dall'orario in cui è presa la foto, cioè intorno a mezzogiorno che è una luce orribile.
Non ho più la prima foto fatta senza il polarizzatore, ma confrontandola (vista sullo schermo piuttosto luminoso) con il panorama dalla finestra non ci azzeccava, il cielo era più spento, l'albero in primo piano era giallino, la ricchezza dei colori era persa (per esempio le tapparelle sul rosa del palazzo bianco colpito dal sole al centro dell'immagine in seconda fila). Forse l'occhio subisce meno l'effetto dei riflessi rispetto all'immagine registrata dal sensore? non ho idea.
Si può forse ruotare un po' meno il polarizzatore in modo da attenuare l'effetto di "pulizia", ma ho l'impressione che per cercare il colore delle cose, in certe condizioni, bisogna farci i conti.

  • andrea
     
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Offline agostino

  • Militant
  • ***
  • Post: 401
    • Roma
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD1 vs SD4 virtual
« Risposta #61 il: Sabato, 31 Marzo 2018, 20:51:06 »
Scopro ora questo onestissimo articolo che mi sembra, nei contenuti, corrispondere alla sintesi del nostro dialogare

http://www.nadir.it/ob-fot/SIGMA_SD1-SD4-SD4H/quale-fotocamera-sigma.htm

In questo ultimo periodo ho notato molti di voi fotografare con la SD 4 (e Naptha, se non ricordo male, ha messo in vendita la SD1: "tu che la vendi cosa ci compri di migliore?" - parafrasi deandreana): ora, dopo i miei patemi d'animo sulla scellerata scelta della SD 4 conseguiti alla scoperta - posteriore all'acquisto - del vostro forum e alle considerazioni sulla qualità delle varie generazioni di foveon in cui il Quattro risultava in coda, ritrovarmi in compagnia di tanti foveonisti-quattristi mi ri-disorienta.

La domanda, assolutamente affettuosa, è la seguente:

c'è della follia nel vostro metodo??
  • Agostino
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Online pacific palisades

  • Militant
  • ***
  • Post: 457
  • andrea
    • Forlì
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD1 vs SD4 virtual
« Risposta #62 il: Domenica, 01 Aprile 2018, 13:37:28 »
Scopro ora questo onestissimo articolo che mi sembra, nei contenuti, corrispondere alla sintesi del nostro dialogare

http://www.nadir.it/ob-fot/SIGMA_SD1-SD4-SD4H/quale-fotocamera-sigma.htm

In questo ultimo periodo ho notato molti di voi fotografare con la SD 4 (e Naptha, se non ricordo male, ha messo in vendita la SD1: "tu che la vendi cosa ci compri di migliore?" - parafrasi deandreana): ora, dopo i miei patemi d'animo sulla scellerata scelta della SD 4 conseguiti alla scoperta - posteriore all'acquisto - del vostro forum e alle considerazioni sulla qualità delle varie generazioni di foveon in cui il Quattro risultava in coda, ritrovarmi in compagnia di tanti foveonisti-quattristi mi ri-disorienta.

La domanda, assolutamente affettuosa, è la seguente:

c'è della follia nel vostro metodo??

La SD Quattro va che è una meraviglia, mantiene tutto sommato i pregi del sensore precedente e aggiunge i pregi di una macchina tutto sommato al passo coi tempi (e con obiettivi super). E costa tutto sommato poco (versione C in kit). Suvvia alla SD Quattro bisognerebbe fare non dico un monumento ma almeno un monumentino  ^-^

Comunque basta pensare che con una (oggi) "vecchia" Canon EOS1DS MarkIII che ha "soltanto" 21 mp, iso 50 - 3200, il sensore bayer e si trova usata sui 700-800 euro, Salgado ci ha fatto Genesi, dico GENESI, quindi bisogna ripeterselo al risveglio e prima di addormentarsi: le macchine che possediamo sopravanzano di gran lunga le nostre esigenze e possibilità. Ma si può lavorare sulle esigenze e possibilità, ed è un lavoro culturale.

  • andrea
     
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Online Sardosono

  • Global Moderator
  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.251
    • Casteddu
    • Mostra profilo
    • Italian Foven Community
  • Foveon User: Sì
Re:SD1 vs SD4 virtual
« Risposta #63 il: Domenica, 01 Aprile 2018, 16:53:38 »
Di solito cerco di presentare le mie argomentazioni da un punto di vista generale, cercando per quanto è possibile di non tener conto del mio punto di vista soggettivo e particolare. Ma in questo caso farò esattamente l'opposto: non mi interessa generalizzare ma soltanto come la questione interessa me personalmente, proprio nel mio "specifico fotografico".

Io lavoro per quanto possibile in fuoco manuale. O meglio, per essere più precisi, lavoro in "fuoco bloccato", il che significa che NON eseguo la MaF ad ogni scatto (tipico di chi lavora in AF), ma preferisco eseguire la MaF UNA volta per poi effettuare una serie di scatti senza variare la distanza. Di solito si lavora in questo modo in MF, ma in effetti lo si può fare anche in AF, se la fotocamera consente di bloccare la MaF tra uno scatto e l'altro: non è la stessa cosa, ma ci si può accontentare. Ci sono vari vantaggi nell'operare in questo modo, ma adesso non mi interessa discutere di questo: quel che mi preme evidenziare è che PER ME è prioritario avere la possibilità di operare in fuoco manuale o almeno a fuoco bloccato. Punto.

Ora, la SD1 prevede la possibilità di bloccare il fuoco (come anche molte fotocamere di fascia alta, non solo canikon ma anche Fuji, Sony e Pentax), la qual cosa è meglio che niente, ma la MaF manuale rimane MOLTO difficoltosa e quindi sempre molto approssimativa (problema comune con qualunque reflex, anche a mosaico).

Insomma, con la SD1 di MF non se ne parla proprio (e ancora peggio con le altre reflex SD precedenti, le quali non prevedono neanche il blocco della MaF), e questo PER ME è un problema NOTEVOLE.

Le uniche fotocamere Foveon con le quali è possibile lavorare bene in MF sono le compatte, ma in tal caso risolvo un problema da una parte per incappare in un altro dall'altra: la mancanza del mirino attraverso l'ottica. Senza mirino TTL mi trovo malissimo ed anche questo è PER ME un problema NOTEVOLE.

Morale della favola: MF e mirino TTL sono PER ME fattori assolutamente essenziali, condizioni minime che quindi determinano qualsiasi mia scelta.

Quando uscì la SD Quattro mi sembrò che queste mie esigenze fossero finalmente soddisfatte entrambe, ma dalle prime prove che feci mi accorsi che la qualità dell'immagine fornita dalla SDQ non era per nulla soddisfacente: ero disposto ad accettare un minimo di compromesso rispetto al Merrill, ma vedevo troppi artefatti che andavano ben oltre quel minimo e quindi NON la comprai e rimasi in attesa che il prodotto maturasse (devo anche dire, però, che la resa cromatica del Quattro è stata eccellente fin dal principio e per me migliore del Merrill, e non ho mai concordato con chi ritiene ottimale la risposta cromatica del Merrill).

Aspettai, dunque, e finalmente oggi il discorso è cambiato: con l'ultimo firmware la SD Quattro produce una qualità d'immagine che ha ben poco da invidiare al Merrill (nel senso che un minimo di differenza c'è sempre, è vero, ma bisogna andarla a cercare col lanternino) anche come rumore fino a 200/400 ISO (da 800 in su il Merrill è certamente migliore, ma la cosa non mi tocca perché il Foveon io lo uso soltanto a 100 ISO, massimo 200 come eccezione). Inoltre, mentre il JPEG della SD1 era decisamente mediocre (un netto peggioramento rispetto alla SD15, che ha un JPEG più che discreto), quello della SDQ è invece addirittura splendido, sostanzialmente indistinguibile dal JPEG che si ottiene da SPP (con parametri a zero, ovviamente).

Insomma, la SD Quattro è la prima fotocamera Foveon che mi consente finalmente di lavorare in MF come si deve (e come ho sempre lavorato in pellicola), cioè attraverso un mirino TTL che mi permetta di apprezzare con precisione la selezione del piano di fuoco.

In conclusione, per rispondere alla tua interessante domanda:  :-\
Citazione da: agostino
... c'è della follia nel vostro metodo??
posso dirti che, per quanto mi riguarda, non c'è nessuna delle due cose, né follia né metodo: per me ogni fotocamera è e rimane soltanto uno strumento e le mie valutazioni sono quindi sempre soggettive e finalizzate (ossia subordinate ad un fine, che non è generale ma mio personale); pertanto, anche piccoli cambiamenti nello strumento possono modificare e persino stravolgere le mie valutazioni, come è avvenuto in questo caso. Agli inizi la SDQ era per me da scartare, perché da un lato risolveva le mie necessità, ma dall'altro comportava un compromesso di qualità per me inaccettabile. Adesso che questo è stato risolto, la SDQ è diventata la miglior scelta senza alcun dubbio PER ME (cioè per i miei parametri e le mie preferenze, magari per altri non è così, o non ancora).

Ripeto, quindi, anche a costo di annoiare, che PER ME non si tratta di stilare graduatorie di sensori per andare a scegliere il numero uno, né di "purismi" qualitativi per andare a comprare il migliore, bensì soltanto di STRUMENTI PER FARE FOTOGRAFIE, quindi non c'è da meravigliarsi se quel che penso questa mattina cambia domani mattina o questa sera stesso: oggi un certo strumento posso non ritenerlo idoneo, domani invece sì, oppure viceversa, basta poco, basta anche un piccolo cambiamento, nelle mie esigenze o nelle mie priorità oppure nelle caratteristiche dello strumento oppure anche tutte queste cose insieme.

Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto, o non soltanto, per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo "ammirare" (anonimo sardo)

SDQ+SD15+SD10 50/1.4+17-70/2.8-4OS+17-35/2.8-4+Elmarit135/2.8
GX7+GX1+GH1 20/1.7+25/1.4+45/1.8+60/2.8+70/2.8+20-40/2.8+Vario-Elmarit14-50/2.8
X-T10 35/1.4+50/1.2+28/2.8+Sonnar90/2.8+135/2.5+16-50/3.5-5.6+70-200/4Macro
LX100  GXR+evf 50/2.5Macro+28/2.5  Alpha65  S3Pro  Digilux-2

Online Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 6.073
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD1 vs SD4 virtual
« Risposta #64 il: Domenica, 01 Aprile 2018, 22:42:21 »
Citazione
Le uniche fotocamere Foveon con le quali è possibile lavorare bene in MF sono le compatte, ma in tal caso risolvo un problema da una parte per incappare in un altro dall'altra: la mancanza del mirino attraverso l'ottica.
DP2M con mirino TTL e risoluzione sufficiente per maf manuale a vista, oppure con indicatore di distanza:

  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Online Sardosono

  • Global Moderator
  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.251
    • Casteddu
    • Mostra profilo
    • Italian Foven Community
  • Foveon User: Sì
Re:SD1 vs SD4 virtual
« Risposta #65 il: Lunedì, 02 Aprile 2018, 00:01:42 »
Citazione da: Italo
Citazione
Le uniche fotocamere Foveon con le quali è possibile lavorare bene in MF sono le compatte, ma in tal caso risolvo un problema da una parte per incappare in un altro dall'altra: la mancanza del mirino attraverso l'ottica.

DP2M con mirino TTL e risoluzione sufficiente per maf manuale a vista, oppure con indicatore di distanza:
Sì, Italo, questa è l'unica alternativa efficace disponibile; infatti se la SDQ non fosse stata ancora all'altezza, avevo intenzione di non aspettare oltre ed orientarmi proprio sulla stessa accoppiata che avevi scelto tu, cioè DP2M + DP3M, accettando necessariamente come male minore la luminosità ridotta a f2.8 (rispetto a f1.4 raggiungibile sulla SDQ).
Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto, o non soltanto, per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo "ammirare" (anonimo sardo)

SDQ+SD15+SD10 50/1.4+17-70/2.8-4OS+17-35/2.8-4+Elmarit135/2.8
GX7+GX1+GH1 20/1.7+25/1.4+45/1.8+60/2.8+70/2.8+20-40/2.8+Vario-Elmarit14-50/2.8
X-T10 35/1.4+50/1.2+28/2.8+Sonnar90/2.8+135/2.5+16-50/3.5-5.6+70-200/4Macro
LX100  GXR+evf 50/2.5Macro+28/2.5  Alpha65  S3Pro  Digilux-2

Offline Silvia V

  • Militant
  • ***
  • Post: 495
  • - DP3M -
    • milano
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD1 vs SD4 virtual
« Risposta #66 il: Martedì, 03 Aprile 2018, 21:31:35 »


La SD Quattro va che è una meraviglia, mantiene tutto sommato i pregi del sensore precedente e aggiunge i pregi di una macchina tutto sommato al passo coi tempi (e con obiettivi super). E costa tutto sommato poco (versione C in kit). Suvvia alla SD Quattro bisognerebbe fare non dico un monumento ma almeno un monumentino  ^-^

Comunque basta pensare che con una (oggi) "vecchia" Canon EOS1DS MarkIII che ha "soltanto" 21 mp, iso 50 - 3200, il sensore bayer e si trova usata sui 700-800 euro, Salgado ci ha fatto Genesi, dico GENESI, quindi bisogna ripeterselo al risveglio e prima di addormentarsi: le macchine che possediamo sopravanzano di gran lunga le nostre esigenze e possibilità. Ma si può lavorare sulle esigenze e possibilità, ed è un lavoro culturale.

La penso esattamente come te!
  • Silvia
     
DP3 Merril
Nikon D700
Olympus OMD em1
Nikon F2

"L'inizio è solo un seguito ed il libro degli eventi è sempre aperto a metà"