Autore Topic: Capri dal sentiero CAI n.300  (Letto 186 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 572
    • Germany
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Capri dal sentiero CAI n.300
« il: Domenica, 15 Aprile 2018, 21:15:47 »
Sveglia all'alba e arrivo alle 9 nella bellissima baia di Ieranto, tuffo, cazzeggio e un po' di foto. Poi ripartenza subito dopo pranzo con destinazione "punta campanella", che da 0m slm ti porta a 500m slm da dove è possibile ammirare tutto il Golfo di Napoli e la Costiera Amalfitana. Questo è anche uno dei punti della terraferma più vicini alla bellissima isola di Capri, qui immortalata un paio d'ore prima del tramonto.

Sigma SD1
Sigma 18-35 Art

Capri by mo.ro.ph., su Flickr
www.moroph.eu

SD1 Merrill 18-35ART  24-105ART + Sigma DP1x
Ricoh GR II + GW-3 21mm f2.8

Offline agostino

  • Militant
  • ***
  • Post: 396
    • Roma
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #1 il: Domenica, 15 Aprile 2018, 21:36:18 »
Semplice e perfetta. Un invito per me a riprendere a fare passeggiate.
  • Agostino
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Online Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 6.061
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #2 il: Domenica, 15 Aprile 2018, 21:53:01 »
Più "isola" di così!   :si:
L'hai virata da monocromatico?   ::)
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline pacific palisades

  • Militant
  • ***
  • Post: 448
  • andrea
    • Forlì
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #3 il: Domenica, 15 Aprile 2018, 22:01:31 »
Aperto di botto il topic senza guardare l'autore, davanti all'immagine ho detto: Excel!  :si:
  • andrea
     
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 572
    • Germany
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #4 il: Domenica, 15 Aprile 2018, 23:40:35 »
Più "isola" di così!   :si:
L'hai virata da monocromatico?   ::)

No, ma il colore faceva un po’ schifo per via di una foschia persistente lungo tutta la giornata. Questo Ha ammazzato gran parte dell’informazione cromatica che in giornate limpide è invece ricca, così ho optato per una siluette leggermente leggibile e aumentato la vividezza.
www.moroph.eu

SD1 Merrill 18-35ART  24-105ART + Sigma DP1x
Ricoh GR II + GW-3 21mm f2.8

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 572
    • Germany
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #5 il: Domenica, 15 Aprile 2018, 23:52:52 »
Aperto di botto il topic senza guardare l'autore, davanti all'immagine ho detto: Excel!  :si:

Eeeee in verità non fotografo solo paesaggi, ma faccio quel che capita a tiro, anche urban e talvolta un po’ di architettura, tutto dipende da dove mi trovo in quel periodo.
www.moroph.eu

SD1 Merrill 18-35ART  24-105ART + Sigma DP1x
Ricoh GR II + GW-3 21mm f2.8

Offline conla

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.581
    • Piemonte
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #6 il: Martedì, 17 Aprile 2018, 15:49:52 »
mi piace semplice da cartolina e con un filo di malinconia ... stampala in fine art :si:
CRISigma :si:

Offline SigmaDeltaEta

  • Newbie
  • Post: 40
    • Roma
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #7 il: Martedì, 17 Aprile 2018, 18:40:56 »
Mi piace. Ti ho messo il "like" su Flickr e ribadisco qui l'apprezzamento.
E aggiungo: ho un amico che una foto come questa la definirebbe "didascalica", perché si limita a ritrarre un luogo (un elemento fisico/naturalistico/paesaggistico "senza raccontare niente"). Generalmente gli rispondo che quando si scatta a un soggetto del genere non ci si può aspettare una navicella aliena all'improvviso all'orizzonte o un clochard patinato à la McCurry che, rantolando, cammina trascinandosi in un angolo del frame. Ho anche un altro amico, che è anche un vostro amico perché è un "sigmaiolo", che sostiene che una foto senza l'elemento umano non è veramente una foto. Lo stimo molto ma concordo non su questo punto. In tutte le mie foto l'elemento umano è accessorio, l'uomo è decentrato e diventa parte (infinitesima) del tutto. Nelle foto cerco di ritrarre un mondo ideale, quale sarebbe se la maggior parte degli umani (Οι πλειστοι κακοί) non vi fossero. Tutto questo sermone semplicemente per comunicare che è questo il genere di foto che amo (vogliamo chiamarla "landscape"? e chiamiamola così): senza effetti speciali (né in pre né in post), lineare, tecnicamente disciplinata, capace di raccontare senza urlare, ricca di pathos (diciamo: romantica in senso tecnico), e con l'elemento umano decentrato (fino al punto di sparire del tutto talvolta).

In alto a sx trovo disturbevoli quelle alte luci bruciate. A parte questo mi piace decisamente, viraggio compreso (sarebbe stato interessante vedere di questo scatto lo sviluppo in-camera del raw con emulazione "Foveon Blue" disponibile sulle CSC).

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 572
    • Germany
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #8 il: Martedì, 17 Aprile 2018, 21:02:41 »
Mi piace. Ti ho messo il "like" su Flickr e ribadisco qui l'apprezzamento.
E aggiungo: ho un amico che una foto come questa la definirebbe "didascalica", perché si limita a ritrarre un luogo (un elemento fisico/naturalistico/paesaggistico "senza raccontare niente"). Generalmente gli rispondo che quando si scatta a un soggetto del genere non ci si può aspettare una navicella aliena all'improvviso all'orizzonte o un clochard patinato à la McCurry che, rantolando, cammina trascinandosi in un angolo del frame. Ho anche un altro amico, che è anche un vostro amico perché è un "sigmaiolo", che sostiene che una foto senza l'elemento umano non è veramente una foto. Lo stimo molto ma concordo non su questo punto. In tutte le mie foto l'elemento umano è accessorio, l'uomo è decentrato e diventa parte (infinitesima) del tutto. Nelle foto cerco di ritrarre un mondo ideale, quale sarebbe se la maggior parte degli umani (Οι πλειστοι κακοί) non vi fossero. Tutto questo sermone semplicemente per comunicare che è questo il genere di foto che amo (vogliamo chiamarla "landscape"? e chiamiamola così): senza effetti speciali (né in pre né in post), lineare, tecnicamente disciplinata, capace di raccontare senza urlare, ricca di pathos (diciamo: romantica in senso tecnico), e con l'elemento umano decentrato (fino al punto di sparire del tutto talvolta).

In alto a sx trovo disturbevoli quelle alte luci bruciate. A parte questo mi piace decisamente, viraggio compreso (sarebbe stato interessante vedere di questo scatto lo sviluppo in-camera del raw con emulazione "Foveon Blue" disponibile sulle CSC).

Il fatto è che per me il paesaggio, la natura, raccontano sempre qualcosa. Le persone sbavano davanti ad una fuoriserie, ad una TV 4K da 60 pollici, io invece resto ammagliato alla vista di un pioppo secolare, un lago, un ghiacciaio o alla vista di Capri dall’alto con i suoi faraglioni in controluce (e scusate se é poco!!). La foto è semplice perché il grosso l’ha fatto già madre natura, in questo caso il fotografo deve unicamente limitarsi a non rovinare tutto con composizioni oscene e pp di dubbio gusto.
www.moroph.eu

SD1 Merrill 18-35ART  24-105ART + Sigma DP1x
Ricoh GR II + GW-3 21mm f2.8

Offline SigmaDeltaEta

  • Newbie
  • Post: 40
    • Roma
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #9 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 10:58:41 »
Il fatto è che per me il paesaggio, la natura, raccontano sempre qualcosa. Le persone sbavano davanti ad una fuoriserie, ad una TV 4K da 60 pollici, io invece resto ammagliato alla vista di un pioppo secolare, un lago, un ghiacciaio o alla vista di Capri dall’alto con i suoi faraglioni in controluce (e scusate se é poco!!). La foto è semplice perché il grosso l’ha fatto già madre natura, in questo caso il fotografo deve unicamente limitarsi a non rovinare tutto con composizioni oscene e pp di dubbio gusto.
Concordo. Sono completamente in sintonia.
Aggiungo una domanda sulla foto: il tuo è un viraggio seppia vero e proprio o un bn con un particolare warm-up, diciamo un bn riscaldato?

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 572
    • Germany
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #10 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 11:23:47 »
Il fatto è che per me il paesaggio, la natura, raccontano sempre qualcosa. Le persone sbavano davanti ad una fuoriserie, ad una TV 4K da 60 pollici, io invece resto ammagliato alla vista di un pioppo secolare, un lago, un ghiacciaio o alla vista di Capri dall’alto con i suoi faraglioni in controluce (e scusate se é poco!!). La foto è semplice perché il grosso l’ha fatto già madre natura, in questo caso il fotografo deve unicamente limitarsi a non rovinare tutto con composizioni oscene e pp di dubbio gusto.
Concordo. Sono completamente in sintonia.
Aggiungo una domanda sulla foto: il tuo è un viraggio seppia vero e proprio o un bn con un particolare warm-up, diciamo un bn riscaldato?

E' una foto nativa a colori.
Il viraggio seppia è più tendente al giallo, qui invece ho spinto un po' sul magenta, che tra le altre cose era il colore nativo della scena, ma che a causa di una  foschia orribile era totalmente sbiadito, quindi ho aumentato la vividezza.
Senza foschia avrei opato per altre scelte in fase di pre e post scatto, mentre in questo caso ho tentato di valorizzare le forme bellissime dell'isola (con i ripidi pendii ed i faraglioni) e darle un senso di dispersione, lasciando ampio spazio intorno ad essa.
www.moroph.eu

SD1 Merrill 18-35ART  24-105ART + Sigma DP1x
Ricoh GR II + GW-3 21mm f2.8

Online Lorenzo F.

  • Senior
  • ****
  • Post: 817
    • Calcinato (BS)
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Capri dal sentiero CAI n.300
« Risposta #11 il: Lunedì, 23 Aprile 2018, 17:53:52 »
Peter pan....l'ho visto...zooomate!


Bellissima ed essenziale, ottima interpretazione.
Non sapere chi siamo è grave. Non sapere cosa si vuole è rischioso. Non capire con chi si sta parlando può essere drammatico.
M.Villani