Autore Topic: SD Quattro H  (Letto 372 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Acheo

  • Newbie
  • Post: 21
    • Italia
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
SD Quattro H
« il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 02:06:04 »
Nessuno possiede la SD Quattro H ? Semplice curiosità.

Offline pacific palisades

  • Militant
  • ***
  • Post: 404
  • andrea
    • Forlì
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #1 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 08:51:59 »
Io ci ho la H.
Col senno di poi ha più senso comprare la APS-C in kit, perché la H ha solo il file un po' più grande che non mi pare giustifichi, tra obiettivo e corpo macchina, il doppio del prezzo. Tanto si ha comunque un file ricchissimo e soprattutto spropositato rispetto alle esigenze comuni di stampa.
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Online Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 6.006
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #2 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 10:29:18 »
Citazione
Tanto si ha comunque un file ricchissimo e soprattutto spropositato rispetto alle esigenze comuni di stampa.
Stampa? Chi è che stampa oggi? Lo scopo del fotografo dilettante di questo tempo è testare tutte le possibili combinazioni di corpo / ottica alla perenne ricerca della fotocamera "perfetta".
Si spendono migliaia di euro per l'HW di ripresa, ma nemmeno 100 € per una stampante... questo la dice lunga sul modo di utilizzare le immagini.... si dispone di file capaci di stampe da 2 x 3 metri ma non si stampa nemmeno un 10x15 cm.  :ohi:

Chissà se riuscirò a resistere alla tentazione di acquistare un telefono con fotocamera per disinvolti scatti adatti alla mia sublimazione formato cartolina?  :-\
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline DANYZ

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.480
    • Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Ex
Re:SD Quattro H
« Risposta #3 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 10:41:53 »
Citazione
Tanto si ha comunque un file ricchissimo e soprattutto spropositato rispetto alle esigenze comuni di stampa.
Stampa? Chi è che stampa oggi?...


Io stampo  :D anche 70x100!

Scattare e pubblicare sul web solitamente mi deprime e mi porta a non scattare più
ALOHA

Offline SigmaDeltaEta

  • Newbie
  • Post: 40
    • Roma
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #4 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 10:47:57 »
Che poi se si stampa con cognizione (scelta della carta, calibrazione, profili ecc.) è un conto, se si stampa "come viene viene", magari affidandosi a qualche sito online che a fronte di prezzi aggressivi propone stampe con dominanti e altre alterazioni, tanto vale non stampare proprio.

E comunque io, al di là della stampa, noto una cosa che probabilmente non è solo una mia autosuggestione: le foto sfornate dal Foveon X3 (ho visto quelle prodotte dalle DP 1-2 Quattro di un amico e quelle della mia SD Quattro) sono navigabili, non so come dire. Come nella diapositiva, una ricchezza e profondità di dettaglio in cui, perdonate la volgare banalizzazione, anche "pinchando e zoommando" distrattamente con uno smartphone è facile imbattersi: si va avanti e indietro nel jpeg magnificando senza sgranare.

Non ho preso la H perché non ho competenze né esigenze tali da sfruttarne le potenzialità, farò già abbastanza fatica a valorizzare le qualità della C.

Online Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 6.006
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #5 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 11:24:38 »
Citazione
Io stampo  :D anche 70x100!
Non intendo le stampe da poster (una ogni 1000 scatti) ma quelle di tutti i giorni che valga la pena conservare anche in solo formato 10x15.
Penso sia inutile sottolineare che difficilmente, un giorno, qualche nipote avrà la possibilità di vedere le immagini salvate in una vecchia unità di memoria finita nei rifiuti, oppure non più leggibile con i futuri sw / hw.
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline DANYZ

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.480
    • Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Ex
Re:SD Quattro H
« Risposta #6 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 11:25:51 »
E comunque io, al di là della stampa, noto una cosa che probabilmente non è solo una mia autosuggestione: le foto sfornate dal Foveon X3 (ho visto quelle prodotte dalle DP 1-2 Quattro di un amico e quelle della mia SD Quattro) sono navigabili, non so come dire...

Hai espresso perfettamente il concetto!
Giorni fa osservato delle immagini provenienti dalla 14 (probabilmente di quelle perfette🤣)...e ancora mi stupiscono per la resa!! (Ciò che non mi è successo.con l'immagini merrill)...
Della Merrill mi piace troppo il dettaglio!! Per questo passerò al Merrill appena posso.
ALOHA

Offline pacific palisades

  • Militant
  • ***
  • Post: 404
  • andrea
    • Forlì
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #7 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 11:30:25 »
Citazione
Tanto si ha comunque un file ricchissimo e soprattutto spropositato rispetto alle esigenze comuni di stampa.
Stampa? Chi è che stampa oggi? Lo scopo del fotografo dilettante di questo tempo è testare tutte le possibili combinazioni di corpo / ottica alla perenne ricerca della fotocamera "perfetta".
Si spendono migliaia di euro per l'HW di ripresa, ma nemmeno 100 € per una stampante... questo la dice lunga sul modo di utilizzare le immagini.... si dispone di file capaci di stampe da 2 x 3 metri ma non si stampa nemmeno un 10x15 cm.  :ohi:

Chissà se riuscirò a resistere alla tentazione di acquistare un telefono con fotocamera per disinvolti scatti adatti alla mia sublimazione formato cartolina?  :-\

Beh non so le altre e gli altri che ne pensano, ma io stampo. Anzi considero fotografia solo l'immagine stampata, è a quel punto che si chiude il processo. Stampare è fondamentale perché se anche una fotografia può piacere vista a monitor non è detto che resti tale stampata, ovvero quando inesorabilmente i difetti di esposizione, contrasto, gamma tonale (o come cavolo si chiamano) diventano evidenti perché sparisce quella super-medicina che è la retroilluminazione.
Stampo su un'ottima Canon pro-10 s, dico ottima perché davvero ha un'alta qualità sia nel bianco e nero sia nel colore. Secondo me è il compromesso di più alta qualità (insieme alla corrispondente Epson) per chi stampa a casa. Oltre ci sono macchine che offrono poche prestazioni in più, ma con costi di gestione molto più alti (e sono giustificabili solo da volumi di stampa molto più alti). La pro-10 infatti non ha i serbatoi dell'inchiostro fissi quindi non c'è quell'onerosissimo giro di inchiostro nei tubicini. Stampo piccolo, in un foglio A4 faccio stare due fotografie che hanno dimensioni poco più grandi di quelle che classicamente stampavano i laboratori quando c'era la pellicola. Le stampe piccole sono bellissime! Le fotografie piccole chiedono attenzione, attirano solo chi è attento.
La stampante certamente fa parte dell'attrezzatura essenziale, come l'esposimetro e il cavalletto e la fotocamera ovviamente.


 
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Offline SigmaDeltaEta

  • Newbie
  • Post: 40
    • Roma
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #8 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 11:53:43 »
Secondo me una terza via, un tertivm datvr, tra le fotografie stampate vere e proprie  e quelle che restano smaterializzate nei nostri dischi rigidi o nei cloud... ė il fotolibro. Certo, parlo di fotolibri che hanno come presupposto una stampa di qualità e un ampio ventaglio di scelta anche della carta oltre che del layout e di altri aspetti secondari. Generalmente a me le soluzioni ibride/crossover piacciono. La stessa SDQ la considero un crossover analogico-digitale.

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 566
    • Germany
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #9 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 12:18:33 »
Nessuno possiede la SD Quattro H ? Semplice curiosità.

Perchè ci sono più svantaggi che vantaggi:

Vantaggi:
1. Risoluzione maggiore che può essere utile per stampe di grandissime dimensioni.

Svantaggi
1. Qualità immagine identica alla versione non-H
2. Tenuta ai bordi peggiore perchè l'ottica deve coprire una  superficie del sensore maggiore
3. più calore
4. più consumo
5. Tempo di salvataggio leggermente maggiore
6. File più lenti da elaborare con SPP
7. Più spazio occupato sulla SD  per ogni foto
www.moroph.eu

SD1 Merrill 18-35ART  24-105ART + Sigma DP1x
Ricoh GR II + GW-3 21mm f2.8

Offline pacific palisades

  • Militant
  • ***
  • Post: 404
  • andrea
    • Forlì
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #10 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 13:11:14 »
Nessuno possiede la SD Quattro H ? Semplice curiosità.

Perchè ci sono più svantaggi che vantaggi:

Vantaggi:
1. Risoluzione maggiore che può essere utile per stampe di grandissime dimensioni.

Svantaggi
1. Qualità immagine identica alla versione non-H
2. Tenuta ai bordi peggiore perchè l'ottica deve coprire una  superficie del sensore maggiore
3. più calore
4. più consumo
5. Tempo di salvataggio leggermente maggiore
6. File più lenti da elaborare con SPP
7. Più spazio occupato sulla SD  per ogni foto

8. prezzo doppio di corpo macchina + obiettivo nuovo rispetto a sdq in kit

(Sulla tenuta ai bordi, credo sia vero solo se si usano obiettivi per aps-c, se invece si usano lenti per ff non c'è problema, le lenti sono abbondanti e al sensore arriva il meglio della lente (però costano di più, quindi si torna al punto 8 ).
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Offline pacific palisades

  • Militant
  • ***
  • Post: 404
  • andrea
    • Forlì
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #11 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 14:18:04 »
Secondo me una terza via, un tertivm datvr, tra le fotografie stampate vere e proprie  e quelle che restano smaterializzate nei nostri dischi rigidi o nei cloud... ė il fotolibro. Certo, parlo di fotolibri che hanno come presupposto una stampa di qualità e un ampio ventaglio di scelta anche della carta oltre che del layout e di altri aspetti secondari. Generalmente a me le soluzioni ibride/crossover piacciono. La stessa SDQ la considero un crossover analogico-digitale.

Dici una cosa importante e condivisibile: il libro.
Ma rilancio: la fanzine (ovvero piccola pubblicazione non costosa e con una certa creatività e innovazione nel costruire i contenuti).
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 566
    • Germany
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #12 il: Mercoledì, 18 Aprile 2018, 14:37:50 »
(Sulla tenuta ai bordi, credo sia vero solo se si usano obiettivi per aps-c, se invece si usano lenti per ff non c'è problema, le lenti sono abbondanti e al sensore arriva il meglio della lente (però costano di più, quindi si torna al punto 8 ).

Dipende, alcune ottiche ART sigma restano quasi perfette anche in FF, quindi con un APSH non hanno il minimo problema, ma altre invece accusano il colpo.
Ad esempio un'ottica che trovo straordinaria su l'APSC della  mia SD1 è il Sigma ART 24-105, ottica nativa FF che però scade molto ai bordi col pieno formato, ed anche su un APSH cede qualcosa, mentre su APSC è quasi perfetta.
www.moroph.eu

SD1 Merrill 18-35ART  24-105ART + Sigma DP1x
Ricoh GR II + GW-3 21mm f2.8

Offline Simone67

  • Militant
  • ***
  • Post: 272
  • Il difetto peggiore del Foveon? Non averlo...
    • Rovetta
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Ex
Re:SD Quattro H
« Risposta #13 il: Sabato, 05 Maggio 2018, 14:26:56 »
Vogliamo poi parlare dell'archiviazione? Quante foto perse per errori nel backup. Non che le stampate siano "imperdibili" ma in cantina ho ancora gli album con le foto risalenti ai '60. Certo, il 95% è ingiallito, invecchiato... però ci sono...
  • Simone
     
(ex SD15 - DP1 Merrill - SD4+30mm ART)
Nikon D7200 * 18-55mm f/3.5-5.6G ED II * Sigma 18-250 f/3.5-6.3 DC Macro OS HSM * Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM * Tamron SP AF 17-50mm F/2.8 XR Di II LD
Fujifilm X-10 / X-30

Online Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 6.006
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:SD Quattro H
« Risposta #14 il: Sabato, 05 Maggio 2018, 15:23:46 »
Citazione
... ma in cantina ho ancora gli album con le foto risalenti ai '60.
Appunto, anch'io!  Le uniche stampe ora quasi inguardabili sono quelle a colori del mio matrimonio (1974) fatte dal lab del fotografo e quelle home-made da negativo colore, mentre quelle su cibachrome, della stessa epoca, sono ancora perfette.

Non mi interessa la qualità fine art, l'importante per un documento (così lo considero) è che duri nel tempo per cui, all'inizio del digitale, non ho mai acquistato una inkjet ma un paio di stampanti in sublimazione usate: si accendono e si stampa anche a distanza di anni senza alcuna manutenzione, le stampe sono a prova di bimbo che mangia il gelato, si possono maneggiare senza riguardi e all'occorrenza si possono lavare senza danno alcuno.
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.