Autore Topic: La "magia" del Foveon.  (Letto 11762 volte)

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questo topic.

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.414
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:La "magia" del Foveon.
« Risposta #90 il: Domenica, 26 Gennaio 2020, 21:13:47 »
Ho sviluppato i file:
- 08_SDQ_100
- 06_DP2M_100

portandoli entrambi in colore "standard" perchè il profilo "naturale" comprime l'istogramma, e lasciando il bilanciamento originale cioè "auto".

Le fotografie non sono esposte allo stesso modo, quella della SDQ è leggermente sovraesposta.

Il file della SDQ ha il bilanciamento spostato verso il giallo (probabilmente coerente con la luce artificiale) e la solita scatervata di nero, si potrebbe anche lasciare com'è oppure applicare la color correction di Photoshop.
Il secondo file senza color correction è davvero incommentabile, corretto prende anche questo una scatervata di nero, e resta globalmente un leggero alone che mi pare sul verde.

Continuando a confrontare i colori delle copertine dei libri che possiedo, per esempio quello di Chabon, Le vie dei canti, Uomini che odiano le donne i colori sono accettabili per entrambe le macchine/obiettivi, e forse si capisce che c'è in comune il produttore; però l'alone rende l'immagine della DP2M a mio parere inutilizzabile.
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.414
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:La "magia" del Foveon.
« Risposta #91 il: Domenica, 26 Gennaio 2020, 21:27:40 »
E poi devo confessare che ho fatto questa prova soltanto perché spinto da incontenibile voyeurismo per le biblioteche altrui e quando ne vedo una ho bisogno di scorrere tutti i titoli, quindi questa era un'occasione imperdibile :D
Se c'erano delle foto di foglie, col chicco che mi mettevo a sviluppare e confrontare.

E infine bisogna ringraziare UnoDeRoma per lo sbattimento finalizzato alla scienza foveonistica  :si:
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline OneFromRM

  • Senior
  • ****
  • Post: 741
  • Tra il bene e il male, ho scelto male
    • Italia, Roma
  • Foveon User: Sì
Re:La "magia" del Foveon.
« Risposta #92 il: Domenica, 26 Gennaio 2020, 21:39:18 »
Nel caso del file della DP2M oltre al profilo standard io ho applicato una color correction B:10,5 M:10,5 per approssimare colori più realistici; quanto all'esposizione, ho volutamente lasciato tutte le macchine sulle regolazioni standard nella modalità a priorita di diaframma, limitandomi a impostare per tutte f5.6.
Ripensandoci avrei anche dovuto mettere nel quadro i cartoncini per il WB... la prossima volta!