Autore Topic: Miniatura "normale" su SPP, ma corrotta quando aperta  (Letto 315 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Pancake

  • Newbie
  • Post: 25
    • C'è tanto mare
  • Foveon User: Sì
Re:Miniatura "normale" su SPP, ma corrotta quando aperta
« Risposta #15 il: Giovedì, 18 Febbraio 2021, 14:40:03 »
Ora che è forse risolto, ci fai vedere le foto 1, 3, 6 (sono tutte sulla prima riga del provino)... sarei curioso  ;)
Quel giorno sono uscito con due macchine al collo, sono parte di un confronto con micro 4/3 + 20mm che sto cercando di portare a termine se SPP lo permette! :-X

Alla fine ho preso la DP2 Merrill come macchina generalista quotidiana, genuina e "vera", nonostante i limiti. Quindi sto cercando di capire se la cosa è fattibile e se il divario con micro 4/3 + 20mm giustifica le molte rogne in più.

Comunque sì le pubblico in questi giorni :si:

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.416
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Miniatura "normale" su SPP, ma corrotta quando aperta
« Risposta #16 il: Giovedì, 18 Febbraio 2021, 15:19:38 »
Fantastico.
Non provare a cropparle o ti sgonfio le gomme!  :D
No scherzo, è che mi incuriosiscono perché vorrei capire se la roccia in qualche modo delimita, come un sipario, un altro mondo, in questo caso è il mare. Nella terza dovrebbero esserci, se vedo bene dalla miniatura, due triangolini che quindi diventerebbero essenziali per fare da sipario.
So che in genere quando si guardano le fotografie si giudica 'lo stacco dei piani', 'la tridimensionalità', ma io sono eccentrico e mi interessa la possibilità di mettere mondi diversi nell'immagine, uno consueto e un altro che forse si potrebbe chiamare eterotopico (quello che riusciva così bene a Ghirri).
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline Pancake

  • Newbie
  • Post: 25
    • C'è tanto mare
  • Foveon User: Sì
Re:Miniatura "normale" su SPP, ma corrotta quando aperta
« Risposta #17 il: Giovedì, 18 Febbraio 2021, 15:30:27 »
Fantastico.
Non provare a cropparle o ti sgonfio le gomme!  :D
No scherzo, è che mi incuriosiscono perché vorrei capire se la roccia in qualche modo delimita, come un sipario, un altro mondo, in questo caso è il mare. Nella terza dovrebbero esserci, se vedo bene dalla miniatura, due triangolini che quindi diventerebbero essenziali per fare da sipario.
So che in genere quando si guardano le fotografie si giudica 'lo stacco dei piani', 'la tridimensionalità', ma io sono eccentrico e mi interessa la possibilità di mettere mondi diversi nell'immagine, uno consueto e un altro che forse si potrebbe chiamare eterotopico (quello che riusciva così bene a Ghirri).

Sì quell'angolo lo scatto in modo diverso ogni volta, a seconda dell'inclinazione rivela cose diverse, più giù i "lati" sono collegati, più su no, fino a inquadrare l'orizzonte incorniciato tra due pareti di roccia. Comunque puoi stare tranquillo, nonostante la differenza di focale e proporzione tra i lati non è in programma alcun crop :!:

Ghirri è stato un metafisico della fotografia e indiscusso maestro del pensiero fotografico. Le sue foto rivelano tutta la loro illusione se viste piccole, cosa che va quasi in ironica contraddizione con le 6x7 che era solito usare. E qui casca l'asino per molti fotografi che credono che i formati più grandi servano a fare foto più grandi. I formati grandi servono a fare foto profonde, che è cosa ben diversa. Senza nulla togliere ai formati piccoli. La piattezza e la durezza di un'immagine a volte sono necessarie, e alcuni fotografi hanno bisogno proprio di quello per esprimersi al meglio. Anche per questo la 5D e suoi i fissi possono anche starsene nella borsa, nelle mie foto personali non trovano (quasi) mai spazio. Vedono "troppo"