Autore Topic: Curvatura di campo.  (Letto 1049 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 5.565
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Curvatura di campo.
« il: Domenica, 24 Marzo 2013, 19:09:06 »
L'acquisto e il successivo test dell'Elmarit 28mm f:2,8 mi ha suggerito questo articolo che spero possa dare qualche risposta a possibili dubbi. 

La superficie del sensore, come quella della pellicola pronta per l'esposizione, è perfettamente piana e ortogonale all'asse ottico dell'obiettivo, molto spesso però l'immagine formata da questo è simile ad una vela gonfiata dal vento: forma che impedisce un fuoco uniforme in ogni punto del sensore.
La curvatura di campo (da non confondere con la distorsione) è una forma di aberrazione che generalmente affligge, in modo più o meno pesante, tutti gli obiettivi composti da poche lenti ma anche schemi più complessi che, per legge fisica, producono un'immagine tendenzialmente di forma pseudo-sferica.
Questo difetto dipende molto dallo schema ottico adottato ma, sebbene in passato alcune soluzioni abbiano dato un buon risultato, i recenti, più complessi e più costosi schemi ottici includono in qualche caso anche un gruppo di lenti spianatrici di campo.

Il seguente schizzo mostra come sia possibile fare nitido il centro, oppure i bordi, usando obiettivi con piano focale curvo.
Chiudendo maggiormente il diaframma si potrebbe migliorare la nitidezza ai bordi ma si perderebbe la condizione di massima risoluzione dell'obiettivo al centro.







Da una recensione avevo visto che questo 28mm degli anni 70 ha una bassa aberrazione cromatica (come molte ottiche Leica) e la massima risoluzione al centro a f:5,6-8, per cui ho impostato subito 5,6 e ho iniziato la serie di scatti per la ricerca del miglior fuoco all'infinito (cosa impossibile da ottenere con questa focale guardando nel mirino).








Dagli scatti è emerso che regolando il fuoco a fine corsa (come mostrato sopra) si ottiene un fuoco migliore sui bordi e peggiore al centro come si può notare nella prima serie di crop al 200% di questa immagine.









Regolando invece il fuoco come indicato in seguito si ottiene questa serie di crop che mostra un pressoché perfetto fuoco al centro e bordi completamente sfocati.




Notare che in condizioni di alta qualità ottica e perfetto fuoco, al 200% si distinguono chiaramente i pixel che formano i contorni dei dettagli.
Quest'ultima ottenuta con il fuoco come mostrato qui:




Altri dettagli su questa lente in questo post: http://forum.foveon.it/index.php?topic=122.0
Sigma DP2m+DP3m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline DANYZ

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.413
    • Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Ex
Re:Curvatura di campo.
« Risposta #1 il: Martedì, 15 Ottobre 2013, 16:22:03 »
Perché mai la messa a fuoco all'infinito avrebbe dovuto essere regolata per i bordi e no per centro?
Di questo difetto non ce se ne accorgeva in pellicola? Si tratta di un difetto del tuo esemplare o di una caratteristica di quella generazione?
ALOHA

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 5.565
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Curvatura di campo.
« Risposta #2 il: Mercoledì, 16 Ottobre 2013, 08:57:01 »
Citazione
Perché mai la messa a fuoco all'infinito avrebbe dovuto essere regolata per i bordi e no per centro?
Ho mostrato cosa succede se si mette a fuoco sui bordi per dimostrare l'esistenza del fenomeno di curvatura di campo, in realtà occorrerebbe mettere a fuoco in posizione intermedia e diaframmare molto per ottenere un buon compromesso sia al centro che ai bordi.

Citazione
Di questo difetto non ce se ne accorgeva in pellicola?
Le immagini su pellicola si vedevano solo una volta stampate, generalmente non oltre il 10x15 (quelle a colori), inoltre le nostre esigenze estetiche erano più limitate di adesso.

Citazione
Si tratta di un difetto del tuo esemplare o di una caratteristica di quella generazione?
Poiché le lenti sono curve ma il piano focale è appunto "piano", la curvatura di campo è un'aberrazione che caratterizza tutte le lenti e che è tanto più forte quanto più è corta la focale, a seconda dello schema ottico adottato nei grandangoli può essere più o meno pronunciata ma esiste sempre.... il buon Dio conosceva il problema e ci ha fatto una retina curva per eliminarla... quando faremo un sensore curvo dedicato (già inserito alla giusta distanza in ogni ottica) anche noi avremo risolto i molti problemi che il campo piano ci causa "Green Cast Vignetting" compreso.

Sigma DP2m+DP3m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline DANYZ

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.413
    • Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Ex
Re:Curvatura di campo.
« Risposta #3 il: Mercoledì, 16 Ottobre 2013, 23:38:12 »
Grazie Italo, mi è tutto chiaro adesso  :)
ALOHA