Autore Topic: Guida Minimissima alla Presentazione  (Letto 602 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Admin

  • Administrator
  • Junior
  • *****
  • Post: 83
  • Antonello S. aka Sardosono
    • Sardegna
    • Mostra profilo
    • Italian Foven Community
  • Foveon User: Sì
Guida Minimissima alla Presentazione
« il: Martedì, 19 Marzo 2013, 21:32:05 »
GUIDA MINIMISSIMA ALLA PRESENTAZIONE


Perché si richiede la presentazione
In una Community del mondo fisico che aspiri realmente alla partecipazione attiva dei propri membri - o almeno in quelle che funzionano - è prassi che i membri anziani accolgano il nuovo arrivato, e lo seguano nei giorni successivi fino a che questi non si senta sufficientemente a proprio agio. Diversamente, tutto dipenderebbe dal carattere della persona e, di conseguenza, sarebbe alto il rischio che questi rimanga in disparte, non si integri rapidamente e, di conseguenza, finisca con l'abbandonare il gruppo sociale.

Questa prassi è applicabile sicuramente anche in una comunità telematica come un forum, ma con una differenza sostanziale: il primo passo lo deve necessariamente fare il nuovo iscritto, non c'è alternativa. Per ovviare al problema, questa Community - come la maggior parte di quelle che aspirano davvero ad una partecipazione attiva dei propri iscritti - ha scelto di adottare la presentazione obbligatoria, che consiste in una cosa semplicissima: il primo post di ogni nuovo iscritto deve essere di presentazione, nell'apposita sezione, con lo scopo palese di "costringerlo" fin da subito a rompere il ghiaccio.

È risaputo, dai molti studi condotti sull'argomento, che oltre i due terzi degli iscritti ai forum si limitino per lo più a leggere e scrivano solo raramente. Questo non è un problema. Non si vuole assolutamente forzare nessuno a scrivere di più. Ma gli stessi studi hanno evidenziato che chi non ha MAI scritto, neanche una volta e per molto tempo, prova una forte inibizione ad iniziare a farlo anche quando vorrebbe dire la sua. Ma partecipazione attiva non significa affatto parlare - pardon, scrivere - molto, e neanche spesso; significa, invece, partecipare quando si ha qualcosa da dire ("Meditate, Gente, Meditate!" direbbe Renzo Arbore). In ultima analisi, perciò, proprio chi parla magari poco ma a ragion veduta costituisce la partecipazione attiva migliore dal punto di vista qualitativo. Orbene, sempre i suddetti studi hanno verificato che la presentazione obbligatoria riduce in misura assai significativa tale fenomeno, anche quando - sembra strano ma, a quanto pare, è così - il messaggio di presentazione risale ad anni prima. Perché, dunque, non minimizzare il rischio di perdere tali preziosi contributi?


La presentazione è anche un'efficace misura anti-spam
Esiste anche un effetto secondario estremamente positivo, facilmente intuibile.
I sistemi automatici che continuamente ed instancabilmente cercano di postare lo spam sui forum, non sono programmati - almeno per il momento - per gestire una presentazione. Ed anche se un domani lo fossero, dovrebbero generare messaggi di presentazione non solo compatibili con la lingua usata, ma anche coerenti col contenuto di ogni singolo forum bersaglio. Si tratta, cioè, di dover intraprendere azioni specifiche, semplici ma dipendenti dal contesto, la cui comprensione non è alla portata di un processo automatico. Questo è in genere sufficiente per identificare e bloccare il falso account prima che abbia l'opportunità di inondare di messaggi.
Ma non basta. In ogni profilo appena creato viene inserito un testo predefinito all'interno del campo Testo personale, per esempio "Presentati alla Community!", oppure "Se non sei uno spammer cancellami" o più semplicemente "CANCELLAMI!". È evidente che tale scritta deve essere eliminata, eventualmente sostituita, certamente non lasciata lì. Ma un programma per lo spam non è in grado di capire e tanto meno di eseguire questa semplice operazione. Un utente reale sì, soprattutto se ha letto questa "minimissima guida". ;)


Che casa scrivere in questa presentazione?
Non c'è bisogno di scrivere un romanzo e tanto meno un'autobiografia, anzi. Bastano poche righe, anche una sola, con un paio di frasi, anche una sola; perché una sola è la sostanza del messaggio: "Ciao a tutti, ci sono anch'io!". In aggiunta, se siamo in vena, si può rendere partecipi gli altri utenti dell'unica cosa che importa in quel momento: perché ci si è iscritti. Il che, il più delle volte, sarà probabilmente una motivazione scontata e banale; ma, d'altronde, perché mai non dovrebbe esserlo? :D



"Prima di cominciare a parlare, accertati che la bocca sia collegata al cervello." --- Oscar Wilde

F O V E O N .it