Autore Topic: Glossario Fotografico M-Z  (Letto 384 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online elerum

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.849
    • Milano
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Glossario Fotografico M-Z
« il: Sabato, 23 Marzo 2013, 21:17:20 »
Citazione
Il "copia & incolla" dal vecchio forum ha comportato la perdita di accenti e apostrofi. Con un po' di pazienza stiamo provvedendo a ripristinarli...

Misurazione Media-Ponderata  -  La misurazione viene effettuata sull'intera scena, ma conferendo maggior importanza alla porzione centrale dell'inquadratura.

Misurazione Multi-Zona  -  Determina l'esposizione più appropriata elaborando i dati di luminosità rilevati in aree separate dell'inquadratura e compensa automaticamente le situazioni di luce più complesse.

Misurazione Spot  -  Legge una porzione molto ristretta al centro del campo inquadrato, per una valutazione selettiva. Particolarmente utile per un'accurata misurazione nelle situazioni di luce più complesse.

Misurazione sul punto centrale  -  Legge soltanto il punto centrale del campo inquadrato, per una valutazione molto selettiva.

Modo Flash-On  -  Attiva forzatamente il flash, anche in piena luce diurna, per lo schiarimento delle ombre.

Modo No-Flash  -  Cancella l'attivazione automatica del flash, per conservare l'effetto della luce ambiente (tramonti, ecc.) o per fotografare dove non è permesso l'uso del lampo.

MTF (Modulation Transfer Function, Funzione di modulazione della frequenza) -  Metodo di valutazione della capacità di un obiettivo basata sulla percentuale di informazione che riesce a far passare attraverso i suoi gruppi ottici rispetto ad una mira originale. Le prestazioni dell'obiettivo vengono valutate in percentuale in base al rapporto tra il contrasto dell'immagine riprodotta e quella dell'oggetto originale. Questa misura elimina l'elemento di giudizio soggettivo di chi esegue la valutazione come nel caso della lettura delle linee per millimetro. La curva MTF mostra la resa di un obiettivo in base al contrasto (asse verticale) e una serie di frequenze che aumentano per simulare la maggior finezza di dettaglio (asse orizzontale).


Nanometro (nm) -  Unità di misura usata per indicare la lunghezza d’onda della luce. Corrisponde ad un miliardesimo di metro. Lo spettro della luce visibile all'occhio umano si estende da 400 nm circa (luce violetta) a 700 nm circa (luce rossa). Ha sostituito l’Angstrom (Å) pari ad un milionesimo di millimetro.


Obiettivo Marco - Certi obiettivi riescono a riprendere alla minima distanza di messa a fuoco (macro) una superficie reale grande quanto la dimensione di un sensore, doppia o tripla  al sensore da qui anche rapporto macro 1:1, 1:2, 1:3 con i tubi di prolunga si può arrivare anche a rapporti 2:1 ed oltre ammesso che l'accutanza del obiettivo permette


Obiettivo Standard  -  Un'ottica caratterizzata da un angolo di campo e da una prospettiva molto simili a quelli dell'occhio umano. Per le pellicole 35 mm. l'obiettivo standard è quello da 50 mm. di lunghezza focale. Per il formato 6 x 6 il 'normale' è l'obiettivo da 80 mm per il Foveon e il 30mm


Panning -  L'effetto prodotto dal panning (ovvero la panoramica cinematografica) determina in fotografia il risultato di un soggetto in movimento veloce nitido su fondo mosso. Si ottiene inseguendo con la fotocamera il soggetto e scattando con un tempo di otturazione abbastanza lento (1/15 di secondo).


Parallasse -  L'errore di parallasse si presenta come una diversità nell'inquadratura della stessa scena in quanto osservata da due punti di vista diversi. In fotografia, si verifica negli apparecchi biottica o dotati di mirino galileiano il cui asse non coincide con quello dell'obiettivo di ripresa. Questo errore non comporta problemi nelle riprese a media o lunga distanza. A distanza ravvicinata, invece, la pellicola o il sensore non registreranno esattamente ciò che è stato inquadrato nel mirino. In alcuni apparecchi il mirino viene corretto automaticamente per ottenere un'inquadratura coincidente, in altri occorre modificarla seguendo cornicette di riferimento se previste.


Posa B (Bulb)  -  Tempo di esposizione prolungato, utilizzato soprattutto per le riprese notturne. L'otturatore rimane aperto finché si tiene premuto il pulsante di scatto. Un tempo di posa prolungato serve quando la luce è molto debole.

Posa B con Flash  -  Come la Posa B, ma con aggiunta del lampo per illuminare il soggetto in primo piano.

Presollevamento dello specchio - "MLU" (Mirror Lock Up) - pratica molto usata per le foto macro o li dove si vuole eliminare il micromosso; permette di ridurre la trasmissione alla macchina, delle vibrazioni dovute alla movimentazione, dello specchio reflex al momento dello scatto anticipando di circa un secondo (dipende dalla macchina) l'apertura del otturatore. (sulle macchine dove non presente tale funzione, si puo usare il "live-View" per evitare tale vibrazione)

Profondità di Campo  -   Si definisce profondità di campo l'area nella quale un obiettivo è capace di formare un'immagine nitida. L'estensione della profondità di campo varia in base alla lunghezza focale dell'obiettivo ed alla apertura del diaframma. Essa è inversamente proporzionale al diaframma. Più il diaframma di un obiettivo sarà aperto meno sarà estesa la profondità di campo. Chiudendo maggiormente il diaframma la profondità di campo, cioè l'area nitida dell'immagine aumenterà.

Raw  - generico nome di vari formati di memorizzazione delle immagini, utilizzato dalla maggioranza delle fotocamere digitali. I dati provengono direttamente dal sensore, sono grezzi e richiedono una elaborazione successiva allo scatto. Solo in alcuni casi i dati grezzi d'immagine hanno una compressione lossless (senza perdita di dati). È un formato contenente tutte le informazioni sull'immagine catturate dal sensore che è alternativo ad altri formati, con compressione lossy (con perdita di dati), anche con elevati indici di compressione, come, per esempio, JPEG), che è direttamente visualizzabile


Regolazione Diottrica  -  Consente a chi usa gli occhiali di regolare il mirino in base alle sue esigenze e di fotografare senza ricorrere ai occhiali


Rientro Automatico dell'Obiettivo  -  Funzione che ritrae l'obiettivo in posizione di riposo all'interno del corpo camera dopo un periodo di non utilizzo, a scopo protettivo. Si usa soprattutto per ridurre le dimensioni degli zoom nelle fotocamere compatte quando la macchina fotografica non è in uso.


Sensibilità  -  E' la capacità della pellicola o del sensore nelle digitali, di catturare la luce. La sensibilità si esprime in ISO.

Sequenza Continua  -  L'otturatore scatta fotogrammi a raffica finché il pulsante di scatto viene mantenuto premuto. Ideale per la fotografia d'azione e di eventi sportivi.

Sincro Flash  -  Modo per sincronizzare automaticamente l'emissione flash con lo scatto dell'otturatore.

Sincro Flash a Tempi Lenti (Slow Sync)  -  Abbina l'emissione lampo ad un'esposizione prolungata per una resa più corretta delle luci sullo sfondo.

Sincro Flash sulla Seconda Tendina  -  Il lampo viene emesso al termine dell'esposizione, conferendo un effetto "scia" a tutti i soggetti in movimento.

SLR  -  Single Lens Reflex, più semplicemente reflex, si intendono le macchine fotografiche dotate di un sistema di mira che permette di osservare dal mirino l'inquadratura in ingresso dallo stesso obiettivo adibito ad imprimere l'immagine sull'elemento sensibile (pellicola o sensore). Il sistema è composto da uno specchio inclinato di 45° verso l'alto, posto dietro all'obiettivo e da un pentaprisma (oppure da un pentaspecchio nei modelli di fascia bassa).


Spegnimento Automatico  -  Disattiva la fotocamera dopo un periodo di inattività della macchina, di solito il tempo e impostabile


Stigmometro - Dispositivo ottico applicato agli schermi di messa a fuoco.  consiste in una lente cilindrica che spezza l'immagine quando è fuori fuoco. Spesso confuso con il telemetro ad immagine spezzata


Telemetro a immagine spezzata -  Posto al centro dello schermo di messa a fuoco degli apparecchi reflex manuali è costituito da due cunei ottici opposti che deviano l'immagine che cade in quel punto in opposte direzioni quando il fuoco non è perfetto. Una linea sfocata che passi attraverso questo dispositivo risulta spezzata. Generalmente è circondato da una corona di microprismi. E la versione semplificata dello stigmometro.


Tiraggio - si intende la distanza che intercorre tra il piano pellicola/sensore digitale e la battuta del bocchettone d'innesto degli obiettivi. Per cui il termine è valido solo per gli apparecchi con obiettivi intercambiabili


TTL (dall'inglese 'Through The Lens' = attraverso le lenti)  -  E' la sigla che definisce la lettura esposimetrica effettuata attraverso le lenti dell'obiettivo. Mentre una volta la cellula dell'esposimetro era separata dall'obiettivo e leggeva la luce dall'esterno di esso, oggi la stragrande maggioranza delle macchine fotografiche effettua invece una lettura esposimetrica TTL. In sostanza la cellula dell'esposimetro, che misura la luce della scena inquadrata, è posta proprio dietro l'obiettivo e riesce in tal modo a leggere con precisione la luce che attraversa le lenti.


Vignettatura -  Oscuramento degli angoli del fotogramma dovuto in genere all'uso di un paraluce o di un filtro inadatto all'obiettivo. Può verificarsi con i grandangolari usati alla massima apertura inquadrando superfici uniformi a causa della caduta di luce che aumenta all'aumentare dell'angolo di campo dell'obiettivo per il maggior tragitto che debbono compiere i raggi che vanno ai bordi del fotogramma. Ciò comporta una sottoesposizione anche di 2 o 3 diaframmi. Il fenomeno (legge del coseno) è presente in tutti i grandangolari e non dipende dalla qualità dell'obiettivo.

 
Zoom  -  Obiettivo di lunghezza focale a variazione continua, entro un campo di escursione prestabilito ad es. 28-80mm, 38-70mm, 35-80mm, 38-140mm, 48-200mm, 80-320mm, 250-500mm
  • Micky
     
IL FOVEON SCEGLIE LA PERSONA CON CUI STARE E NON LA PERSONA IL FOVEON

Vivi & ricorda con il cuore & pensa alla morte come se domani verrà,
la logica di porterà dal A al B ma l'immaginazione ti porterà dappertutto
"Zac"

  :prof: RICORDATEVI DI PARTECIPARE ALLE VOTAZIONI DEL ULTIMO CONTEST- puoi andare al contest N12 cliccando direttamente su questa scritta