Autore Topic: Primi passi con SPP  (Letto 1130 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 5.268
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #30 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 14:01:26 »
Citazione
...  solo con un file, occasionalmente, ha "tenuto botta"
In questo caso potrebbero avere qualche problema i files che hai scaricato.... prova a cercarne altri!  ;)
Sigma DP2m+DP3m+SD10_17-70:2,8-4,5_Apo__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline KappaWu

  • Newbie
  • Post: 31
    • Prov. Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #31 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 14:10:36 »
A giorni dovrebbe arrivare...o funziona o mi sparo.
No, scherzo  :).  Vorrà dire che fotografare con Sigma sarà ancora più "slow foto", tanto, l'avevo già capìto a cosa sarei andato incontro....

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 5.268
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #32 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 14:16:05 »
Ma il tuo MAC è troppo vecchio o troppo nuovo? Di solito con SPP non è la scheda grafica che crea problemi ma la velocità della CPU / GPU.
Sigma DP2m+DP3m+SD10_17-70:2,8-4,5_Apo__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline KappaWu

  • Newbie
  • Post: 31
    • Prov. Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #33 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 14:20:59 »
Beh, vecchio è vecchio però i file delle ultime reflex se li macina come ridere. Uso un dorso PhaseOne h25 (anche quello datato...) ma non fa una piega. A memoria dovrebbe essere un 6 core 3,33 con 16Gb di ram. Cero che è di fine 2010....😳😳😳

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 5.268
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #34 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 14:39:59 »
Citazione
I raw sigma convertiti a freddo in tiff e suppongo in jpeg al solo scopo di importarli  su PS adobe per li' lavorarli sono  strani e difficili da riequilibrare sia nel colore che nell'esposizione
A livello dilettantistico, salvare gli X3F in TIFF non serve a nulla ma per conservare la compatibilità dei colori con monitor ed altre periferiche è invece necessario mantenere il profilo sRGB.
Citazione
Per svangarlA con uno sviluppo puro senza aiutini finali di maschere di contrasto ,nitidizza ecc ,insomma tutti quegli interventi di post sviluppo che tridimensionalizzano la foto e la rendono croccante (spesso a scapito di perdita di info ma insomma hanno un loro perche' ) bisogna essere bravini ...poco manieristi ...e molto essenziali...
Anch'io passo i jpeg in PS ma certamente non per applicare nitidezza, maschere zonali o effetti speciali... le foto del foveon sono già "croccanti" di suo... semmai qualche ritocco lo applico all'istogramma per modificare l'equilibrio tonale e per ridimensionare ad hoc per il web.
Sigma DP2m+DP3m+SD10_17-70:2,8-4,5_Apo__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 5.268
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #35 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 14:48:12 »
Citazione
Beh, vecchio è vecchio però i file delle ultime reflex se li macina come ridere.
Probabilmente qualche altro mac user si lamenterà, così Sigma correggerà il sw sul prossimo aggiornamento di SPP.
Sigma DP2m+DP3m+SD10_17-70:2,8-4,5_Apo__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline steno

  • Militant
  • ***
  • Post: 293
    • emilia
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #36 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 15:22:54 »

Citazione
Buongiorno Steno,
ho una limitata esperienza con spp dato che sono "foveonista" da pochi mesi ma comprendo assai bene quello che scrivi. Il punto è che questo modo di fotografare, come giustamente hai scritto, ti pone (più che il mosaico) davanti ai tuoi limiti.
La semplicità di SPP rimane, a distanza di mesi dal suo utilizzo, semplice. Quello di cui mi sono accorta nel tempo è la sua "potenza" sulle luci, ogni spostamento minimo produce effetti grandi per cui, a differenza di CMR (io sviluppo lì il mosaico), ci vado con la mano molto leggera. Dopodiche, il passaggio su PS, lo faccio per la parte dei colori o se c'è qualche piccolo intervento zonale ma devo dire che io PS lo ho sempre usato molto molto poco, lo sviluppo su CMR era spesso già sufficiente al mio gusto e modo di fotografare.
Comunque io ho trovato e trovo molto stimolante il fatto di essere messa davanti ai  miei limiti.
Diciamo che il foveon, sia nella fase di scatto che in spp, richiede a mio avviso un'attenzione forse maggiore e sicuramente un processo mentale differente.
Ritornando a SPP io normalmente porto la definizione a -0,7 (uso dp merril), desaturo di qualche punto (ma è una questione di mio gusto personale) o del tutto per il b/n, poi faccio un controllo su istogramma e su come vorrei le luci e intervengo su fill light in negativo o positivo a seconda dell'effetto che immaginavo su quell'immagine (più "onirica" o più realista). Normalmente chiudo sempre sempre un pelo le ombre di qualche punto. I colori non li tocco su spp, se proprio devo fare qualcosa vado su PS. Bon, ci mette di più a caricarsi in spp la foto sulla ciofeca di pc che ho che ad intervenire sulla foto  :))
Questo il mio approccio a spp  ^-^


Buongiorno Silvia,
chiarissimo e spendibile il riassunto del tuo protocollo o work-flow che dir si voglia in SPP.
Mi sembra chiaro da quel che e' la tua esperienza che la semplicita' di SPP cela una 'potenza' che richiede garbo e precisione di utilizzo...
E volonta' di imparare....
Vedremo attraverso l'esperienza appena posso caricare qualche scatto della dp2 merrill, in arrivo .
Per quanto il contest mi piaccia moltissimo e lo ritenga utile alla maturazione del gusto fotografico collettivo (tu hai partecipato all'ultimo?) la mia idea e' che il senso fotografico sia un tutt'uno tra scatto e elaborazione imprescindibile, insomma scollegare le due cose e' possibile ma il massimo e' portare a compimento il processo in modo collegato..
Questo lo scrivo perche' anche caricare files raw sigma scaricati dal web per fare esercizio su SPP e' utile fino a un certo punto...
Io se perdo la componente emotiva della foto (ovvero il senso del perder tempo sull'immagine da 'sviluppare' in funzione della previsualizzazione maturata in fase di ripresa) mi stanco presto a star seduto davanti a un monitor a spistolare dei tasti per far tornare a bolla immagini che non sento mie,che non mi coinvolgono ...
Cioe' non sono un arredatore ,un grafico, uno stilista ecc...
Sono uno che deve portare a compimento una idea fotografica nel modo piu' semplice e congruo possibile.
Questo per sottolineare la NON separazione tra la ripresa e l'editing , ci tengo moltissimo a questo aspetto.
Preferiro' sempre un bello scatto malsviluppato a una buona immagine vacua e insignificante , non so se e' chiaro ..
Quello che si cerca  di fare e' trovare i massimi punti di tangenza e collimazione tra i due aspetti  :D :D :D
E questo porta a cercare di migliorarsi...
Appena sono operativo ti ricontatto per avere pareri sulle immagini..
Mi piace che tu chiuda SEMPRE un pelo le ombre ;) suppongo che ti piacciano le immagini croccanti ,che spesso presuppongono un certo sacrificio dei dettagli delle ombre.
Scherzo ma non troppo, e' una questione di gusti...e di stile.
La vedo dura un'ombra chiusa in Luigi Ghirri (a mio parere il piu' grande fotografo a colori italiano)
Ma un'ombra chiusa in Mario Giacomelli era la norma eh eh :))
Per cui alla fin fine quello che deve fare SPP ,cosi' come qualsiasi altro programma di fotoritocco o sviluppo e' assecondare  l'idea del fotografo ,mica blindarlo .
Bene,ecco che  mi sono lasciato andare a un po' di anarchia fotografica ,tanto per rifarmi dalla frustrazione del non avere ancora il controllo del mezzo!...
SOrry! ;)
  • S.
     

Offline steno

  • Militant
  • ***
  • Post: 293
    • emilia
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #37 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 16:25:15 »
Citazione
Anch'io passo i jpeg in PS ma certamente non per applicare nitidezza, maschere zonali o effetti speciali... le foto del foveon sono già "croccanti" di suo... semmai qualche ritocco lo applico all'istogramma per modificare l'equilibrio tonale e per ridimensionare ad hoc per il web.

ah ah Italo ^-^ ^-^ ^-^
Al netto di ogni diplomazia  O:-), ti reinterpreterei  sbagliato se dicessi che utilizzi adobe Ps piu' come servizio di packing postale per i tuoi files che come programma di sviluppo ? :))
 :-X
  • S.
     

Offline Simone

  • Moderator
  • Senior
  • *****
  • Post: 595
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #38 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 17:44:18 »
Beh, vecchio è vecchio però i file delle ultime reflex se li macina come ridere. Uso un dorso PhaseOne h25 (anche quello datato...) ma non fa una piega. A memoria dovrebbe essere un 6 core 3,33 con 16Gb di ram. Cero che è di fine 2010....😳😳😳


Non preoccuparti il mac va bene è SPP che purtroppo non è un granché e invecchia male, io lavoro i raw della merrill con un pro 8x3,2 del 2008 e due cinema da 30, ho anche qualche imac e il portatile con gli ultimi processori e OS e non c'è differenza.  ;)

Offline KappaWu

  • Newbie
  • Post: 31
    • Prov. Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #39 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 20:56:14 »
Beh, vecchio è vecchio però i file delle ultime reflex se li macina come ridere. Uso un dorso PhaseOne h25 (anche quello datato...) ma non fa una piega. A memoria dovrebbe essere un 6 core 3,33 con 16Gb di ram. Cero che è di fine 2010....😳😳😳


Non preoccuparti il mac va bene è SPP che purtroppo non è un granché e invecchia male, io lavoro i raw della merrill con un pro 8x3,2 del 2008 e due cinema da 30, ho anche qualche imac e il portatile con gli ultimi processori e OS e non c'è differenza.  ;)

Io ho installato l'ultimo SPP che implementa la possibilità di utilizzare la scheda grafica con sd quattro.  Tu hai l'ultimo OS e il 6.5.0?  Non so se la scheda grafica lavora anche con il sensore precedente.  Se disattivo il suo utilizzo non mi va in crash ma ogni operazione che faccio è veramente lenta (anche se non so dire se questa sua lentezza è la norma)

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 5.268
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #40 il: Lunedì, 30 Gennaio 2017, 21:52:48 »
Citazione
anche se non so dire se questa sua lentezza è la norma
Si, è la norma se carichi la dimensione originale, ma puoi lavorare più velocemente sulla dimensione ridotta come ho consigliato a Silvia nella pagina precedente.
Sigma DP2m+DP3m+SD10_17-70:2,8-4,5_Apo__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline Simone

  • Moderator
  • Senior
  • *****
  • Post: 595
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #41 il: Martedì, 31 Gennaio 2017, 10:53:31 »
Io ho installato l'ultimo SPP che implementa la possibilità di utilizzare la scheda grafica con sd quattro.  Tu hai l'ultimo OS e il 6.5.0?  Non so se la scheda grafica lavora anche con il sensore precedente.  Se disattivo il suo utilizzo non mi va in crash ma ogni operazione che faccio è veramente lenta (anche se non so dire se questa sua lentezza è la norma)


Sul desktop ho Yosemite ma non ho l'ultima versione di SPP, provo a scaricarlo e faccio qualche prova di lentezza. :))


Segui il consiglio di Italo. ;)

Offline EXCEL

  • Militant
  • ***
  • Post: 326
    • Germany
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #42 il: Martedì, 31 Gennaio 2017, 11:17:18 »
Beh, vecchio è vecchio però i file delle ultime reflex se li macina come ridere. Uso un dorso PhaseOne h25 (anche quello datato...) ma non fa una piega. A memoria dovrebbe essere un 6 core 3,33 con 16Gb di ram. Cero che è di fine 2010....😳😳😳


Non preoccuparti il mac va bene è SPP che purtroppo non è un granché e invecchia male, io lavoro i raw della merrill con un pro 8x3,2 del 2008 e due cinema da 30, ho anche qualche imac e il portatile con gli ultimi processori e OS e non c'è differenza.  ;)

Non so se la scheda grafica lavora anche con il sensore precedente. 

solo sui file Q funziona l'accelerazione GPU.
La velocità è fortemente dipendente dalla CPU e ci deve essere anche abbastanza RAM da evitare lo swap. Col notebook nuovo,
 i file si aprono e si esportano in pochi secondi.
Ovviamente, data la quantità e la complessità dell'informazione da elaborare, pensare che possa essere veloce come gli sviluppatori raw dedicati ai bayer, è assolutamente impossibile.
SD1 Merrill 18-35ART  24-105ART
Panasonic LX100
Ricoh GR II

robertomonachello.com

Offline KappaWu

  • Newbie
  • Post: 31
    • Prov. Bologna
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #43 il: Martedì, 31 Gennaio 2017, 14:22:18 »
Io ho installato l'ultimo SPP che implementa la possibilità di utilizzare la scheda grafica con sd quattro.  Tu hai l'ultimo OS e il 6.5.0?  Non so se la scheda grafica lavora anche con il sensore precedente.  Se disattivo il suo utilizzo non mi va in crash ma ogni operazione che faccio è veramente lenta (anche se non so dire se questa sua lentezza è la norma)



Sul desktop ho Yosemite ma non ho l'ultima versione di SPP, provo a scaricarlo e faccio qualche prova di lentezza. :))




Segui il consiglio di Italo. ;)
Ho provato. Nel 6.5.0 immagino che sia il pulsante alla sinistra della percentuale d'ingrandimento. In effetti così è molto veloce ma praticamente sei in posizione "fit" cioè vedi tutta l'immagine e riesci abbastanza bene a valutare le varie luminosità  e il colore d'insieme. È difficile stabilire la nitidezza, le sfrangiature e le eventuali "chiazze". Devi battezzare un valore a - x e poi speri, altrimenti ingrandisci ed allora si apre il raw. Ho usato unicamente file da sd quattro. Ho visto che nel download della versione pc è presente la 6.5.1 e la diversità dovrebbe essere unicamente nella gestione della scheda video. Se è così, penso sia solo questione di pazientare un pò...almeno spero...

Offline Sardosono

  • Global Moderator
  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.088
    • Casteddu
    • Mostra profilo
    • Italian Foven Community
  • Foveon User: Sì
Re:Primi passi con SPP
« Risposta #44 il: Martedì, 31 Gennaio 2017, 16:09:43 »
È difficile stabilire la nitidezza, le sfrangiature e le eventuali "chiazze".
A parte il fatto che essendo il Foveon ad informazione integrale non esiste il problema di valutare la nitidezza (è solo un'abitudine operativa ereditata dal mosaico), per velocizzare il workflow del Foveon su SPP occorre dividerlo in due tempi:

1) PRIMA di tutto, sistemare le luci (ossia lo sviluppo vero e proprio), cosa che non richiede la visione al 100% e può quindi essere fatta benissimo senza, ed ogni ritocco dei cursori è veloce e spesso "quasi" immediato;

2) DOPO aver finito con le luci, verificare la presenza di rumore e frange colore ed eventuale correzione, e solo questo richiede il passare al 100% per la valutazione, cosa che indubbiamente rallenta di molto il lavoro perché costringe il software ad una mole impressionante di lavoro (che non esiste e non ha eguali nel trattamento del mosaico), ma che è indispensabile per il Foveon, ergo.... abbiamo voluto la bicicletta, allora pedaliamo!

In ogni caso, quando andremo a salvare l'immagine finita, il software farà sempre il ricalcolo generale completo e da zero, ed è questo il motivo per il quale il salvataggio è così lento.

Insomma, l'abbiamo detto tante volte: SPP come software non è affatto lento, anzi al contrario, ma semplicemente deve eseguire una mole di operazioni che solo lui può fare (e che non esistono per il mosaico) e questo comporta un inevitabile rallentamento.

Ma proprio questo rallentamento, dovuto alla gran mole di calcolo NECESSARIA, è la dimostrazione che andare a salvare da SPP per poi lavorare luci, frange e rumore in altro software è solo una "furbata" sciocca, in quanto ci priviamo per intero del vantaggio del trattamento del Foveon, che non è più possibile recuperare in altro software.
Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto, o non soltanto, per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo "ammirare" (anonimo sardo)

SD15+SD10 50/1.4+17-70/2.8-4OS+17-35/2.8-4+Elmarit135/2.8
EM1+GX7+GH1 20/1.7+25/1.4+45/1.8+60/2.8+70/2.8+20-40/2.8+Vario-Elmarit14-50/2.8
X-T10 35/1.4+50/1.2+28/2.8+Sonnar90/2.8+135/2.5+16-50/3.5-5.6+70-200/4Macro
LX100  GXR+evf 50/2.4Macro+28/2.4  Alpha65  S3Pro  Digilux-2