Autore Topic: Glossario Fotografico A-L  (Letto 412 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline elerum

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.988
    • Milano
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Glossario Fotografico A-L
« il: Sabato, 23 Marzo 2013, 21:13:52 »
Citazione
Il "copia & incolla" dal vecchio forum ha comportato la perdita di accenti e apostrofi. Con un po' di pazienza stiamo provvedendo a ripristinarli...

Aberrazione Cromatica -  Difetto delle lenti in presenza in luce bianca. L'indice di rifrazione delle lenti è legato alla lunghezza d'onda (colore) della luce. Ciò significa la stessa lente assume una focale diversa a seconda della radiazione che la attraversa. Quindi il punto di fuoco del rosso o del blu non coinciderà provocando un'immagine sfocata. Il difetto si compensa combinando due lenti costruite con vetri dotati di diverso indice di rifrazione (obiettivo acromatico) o con l'utilizzo di una lente asferica.

Aberrazione Sferica -  Il difetto si verifica nelle lenti semplici in quanto i raggi che passano attraverso i bordi più esterni della lente non vanno a fuoco nello stesso punto di quelli che passano per le zone centrali o l'asse ottico. Il difetto, sfocatura al centro dell'immagine, si compensa chiudendo il diaframma.

Astigmatismo -  Si tratta di aberrazione ottica che si presenta lontano dall'asse ottico. Una lente astigmatica trasforma un punto in un segmento che si presenta in posizione radiale per una certa distanza di messa a fuoco e in posizione perpendicolare all'asse ottico per una distanza diversa. I segmenti sono ortogonali fra loro e la loro distanza indica il grado di astigmatismo. Il difetto procura la sfocatura delle relative immagini e viene ridotto con la chiusura del diaframma.

Autofocus Passivo  -  Sistema che esegue la messa a fuoco dell'obiettivo confrontando il contrasto di diverse aree della scena. Efficace anche con soggetti fuori centro.

Auto Focus Singolo con Blocco della Messa a Fuoco  -  Premendo il pulsante di scatto a metà corsa, la fotocamera esegue la messa a fuoco e la mantiene bloccata. Ciò consente di ricomporre l'inquadratura conservando invariata la regolazione del fuoco.

Auto Focus Spot  -  L'area di rilevazione è concentrata in un ristretto spot al centro del mirino, per un controllo di maggior precisione.

Autoscatto  -  Ritarda l'esposizione di circa 10 secondi, per dar tempo al fotografo di entrare nell'inquadratura.

Autoscatto a Distanza  -  Azionamento dell'autoscatto tramite telecomando. Possono funzionare con sistemi di raggi infrarossi, tramite onde radio o via cavo.

BAYER PATTERN o Filtro Bayer -  Consiste in un retino composto dai tre colori fondamentali (rosso, verde e blu), collocato sul sensore di ripresa il quale è composto da pixel monocromatici. Tramite tale retino si ottiene la formazione del colore per sintesi additiva. Tale filtro e presente sui sensori fotografici di tutte la marche, Sigma escluse

Bilanciamento del Bianco  -  Nelle fotocamere digitali quando si scatta in jpeg è necessario 'adattare' il sensore della fotocamera al tipo di luce in cui viene ripresa l'immagine, per riprodurre più fedelmente le tonalità cromatiche della scena. Di solito questa operazione viene compiuta in modo automatico. Alcune macchine digitali hanno però la possibilità di regolare il bilanciamento del bianco anche manualmente per una resa migliore o per ottenere effetti particolari.

Bit per Pixel -  Il numero dei bit utilizzati nel immagine digitale per rappresentare il colore di ciascun pixel.

Blocco AE (AEL)  -  Memorizza i dati rilevati prima della ripresa, e consente di variare l'inquadratura dopo la misurazione, mantenendo inalterato il valore di esposizione.

Blocco dell'Autofocus  -  Consente di mettere a fuoco un punto preciso dell'immagine spostando poi l'inquadratura senza che cambi la messa a fuoco. Su maggior-parte delle  fotocamere è possibile premendo a metà corsa il pulsante di scatto.

Bokeh - e lo sfuocato. indica le zone contenute nei piani fuori fuoco di un'immagine fotografica e la qualità estetica della sfocatura; per estensione, si riferisce anche alla tecnica che permette di ottenere un gradevole effetto "sfuocato" tramite un utilizzo creativo delle proprietà ottiche degli obiettivi.

Bracketing o tecnica di esposizione a forcella - prevede la realizzazione di più scatti (di solito tre) dello stesso soggetto variando l'esposizione tra il primo e l'ultimo. Alcune reflex automatiche dispongono di un sistema automatico per l'esecuzione del bracketing

CCD  -  Sensori usati nelle fotocamere digitali per convertire la luce in dati digitali che formano poi l'immagine. In pratica si trovano al posto della pellicola delle macchine fotografiche tradizionali.

Chiave bassa o low key -  un'immagine caratterizzata da toni prevalentemente scuri.

Circolo di confusione -  Esiste un limite oltre il quale l'occhio umano non riesce più a distinguere un circolo da un punto. Il più piccolo circolo ancora distinguibile è detto circolo di confusione e, in funzione del suo diametro, vengono realizzate le tabelle della profondità di campo degli obiettivi. Questo diametro, indicato in 0,25 mm per una distanza di 25 cm era valido per gli obiettivi delle fotocamere dell'Ottocento che usavano lastre stampate a contatto. Per compensare il maggiore ingrandimento dei negativi formato 24×36 mm è stato necessario ridurre questo valore in una gamma compresa tra 0,020 e 0,033 mm a seconda della focale. Ogni fabbricante adotta arbitrariamente il circolo di confusione in base a quale fornire le scale di profondità di campo dei propri obiettivi. Per questo motivo esse non sono necessariamente uguali tra due obiettivi della stessa focale ma di marche diverse

CMOS  -  Si tratta sempre di un sensore con una costruzione diversa dal CCD

CMYK - Ciano, Magenta, Giallo, Nero (dall'inglese Cyan, Magenta, Yellow e Black, in cui il nero è identificato dalla lettera K)

Comando a Distanza  -  Permette di attivare l'otturatore della fotocamera a distanza, con un'emissione infrarossa o un segnale elettrico via cavo.

Compensazione dell'Esposizione  -  Permette all'utilizzatore di variare i valori rilevati dal sistema esposimetrico in funzione di un determinato risultato. A seconda del modello di fotocamera, sono possibili sovra- o sottoesposizioni fino a 3 f/stop.  Ad esempio: nelle riprese in controluce con esposizione automatica di una persona con una finestra alle spalle, l'esposizione può essere incrementata per una miglior resa dei dettagli nelle ombre, senza far uso del flash di schiarimento. Questa modalità in sostanza permette al fotografo di 'ingannare' l'esposimetro della fotocamera obbligandolo a sovraesporre o a sottoesporre per schiarire le zone meno illuminate dell'immagine.

Compensazione dell'Esposizione Flash  -  Permette di variare l'intensità di emissione del lampo senza intervenire su tempo o diaframma.

Correzione della Parallasse  -  Risolve l'errore di parallasse mascherando nel mirino le aree dell'immagine che non appariranno sul immagine. il parallasse si presenta nelle macchine a telemetro oppure con le compatte dotate di mirino esterno come la Sigma DPx/DPxy

Correzione Automatica della Parallasse  -  Compensazione della delimitazione nel mirino per le riprese a breve distanza: fornisce una rappresentazione più precisa del risultato finale.

Costruzione Impermeabile  -  L'impermeabilizzazione cioè la resistenza alla penetrazione dell'acqua all'interno di una macchina fotografica si misura secondo le norme denominate JIS.

Diaframma  -  E' un meccanismo a lamelle all'interno dell'obiettivo la cui maggiore o minore apertura controlla la quantità di luce che raggiunge la pellicola. Si misura in f/stop e influisce sulla profondità di campo

Diffrazione -  Cambiamento della direzione rettilinea dei raggi luminosi quando passano vicini a un bordo opaco come le lamelle del diaframma. Quando il diaframma  è molto chiusa, il fenomeno trasforma i punti luminosi in “stelline” con tanti raggi quante sono le lamelle del diaframma e può rendere anche l'immagine sfumata/sfuocata

Diottria - Valore reciproco di un metro. Il potere diottrico di una lente è dato dalla sua lunghezza focale divisa per un metro. Una lente di 200 mm di focale ha un potere di 5 diottrie (1000:200 = 5)

Dispersione -  Nel passaggio dall'aria al vetro la luce subisce un rallentamento diverso a seconda delle diverse lunghezze d'onda delle radiazioni che la compongono. Questo rallentamento provoca una deviazione che è maggiore per le radiazioni corte (blu) e minore per quelle lunghe (rosso). La dispersione è il fenomeno per cui la luce bianca, passando attraverso un prisma, si disperde nei vari colori. La dispersione risulta più o meno ampia a seconda della composizione del vetro

Distanza Focale - La distanza che va dal centro ottico della lente frontale, al piano focale quando la messa a fuoco e su infinito

Distorsione Ottica/Aberrazione Ottica -  È a barilotto quando l'immagine di un quadrato è più ingrandita al centro che ai bordi (l'immagine ricorda quella di un piccolo barile). È a cuscinetto quando un soggetto quadrato viene riprodotto con un maggiore ingrandimento ai bordi rispetto al centro (l'immagine risultante ricorda la forma di un cuscino). Il difetto è dovuto al fatto che l'immagine formata dai raggi periferici viene riprodotta con un rapporto diverso da quello dei raggi che passano per l'asse ottico dell'obiettivo

Doppia Esposizione -  due immagini sovrapposte nello stesso fotogramma

DPI (Dots Per Inch) - Ovvero punti per pollice. Indicano la risoluzione geometrica di una periferica (stampante o scanner), misurando il numero di punti verticali od orizzontali che essa è in grado di risolvere in entrata e in uscita. Ovvero la risoluzione massima delle stampanti e cioè il massimo numero di dot (punti immagine) che è possibile stampare per ogni inch (1 inch = 2,54cm) di pagina

DSLR  -   Digital Single Lens Reflex, fotocamera SLR che impiega un sensore al posto della pellicola convenzionale mentre sono inalterate le caratteristiche base dell'apparecchio SLR (vedi SRL)

Effetto Zoom  -  Modalità offerta soltanto dagli obiettivi multi-focale. Zooma l'obiettivo durante l'esposizione, creando un effetto di mosso creativo.

Esposizione Automatica  -  La fotocamera rileva la luminosità della scena e imposta una combinazione tempo/diaframma appropriata per ottenere un'immagine correttamente esposta.

Esposizione Automatica a Priorità dei Diaframmi  -  Il fotografo imposta il diaframma e la fotocamera abbina automaticamente il corretto tempo di posa. Permette di controllare l'estensione della profondità di campo nelle immagini di paesaggio e ritratto, nelle riprese a distanza ravvicinata, premendo il tasto apposito sulla macchina dove presente.

Esposizione Automatica a Priorità dei Tempi  -  Il fotografo seleziona il tempo di posa preferito, e la fotocamera regola automaticamente la corrispondente apertura di diaframma.

Esposizione Automatica Programmata (P o program)  -  La fotocamera seleziona automaticamente la miglior combinazione tempo/diaframma in base ad una linea di programma predeterminata.

Esposizione Manuale con Misurazione  -  Il fotografo può regolare manualmente tempo e diaframma in base alla misurazione esposimetrica della fotocamera.

Esposizione Multipla o bracketing  -   Una modalità per effettuare 3 o 5 scatti in sequenza con una esposta correttamente e le altre sovra e sottoesposte .

Filtro Skylight -  Di colore leggermente rosato, taglia le radiazioni ultraviolette, ma è soprattutto utile fotografando a colori per eliminare la colorazione azzurrina delle riprese in ombra o sotto il fogliame. In pieno sole, però, rende più rosso e sgradevole il tono pelle. Non è quindi adatto come filtro di protezione anti graffi o polvere da tenere fisso sull'obiettivo

Filtro infrarossi o Filtro IR - Utilizzato per le fotografie ad infrarossi, serve a bloccare le lunghezze d'onda della luce visibile lasciando passare unicamente la luce infrarossa e sono classificati per le lunghezze d'onda 

Filtro IR CUT taglia tutto lo spettro con lunghezza d'onda maggiore di 700 Nanometri potrebbe  tagliare anche lo spettro con lunghezza d'onda minore di 400 nanometri è quindi anche un UV CUT.

Filtro UV - Assorbe le radiazioni UV  presenti in alta montagna o al mare che favoriscono la perdita di dettaglio a grande distanza. Inoltre, producono una dominante azzurrina con le pellicole a colori, sovraespongono il cielo con il bianconero rendendo meno distinte le nuvole. Essendo incolore e ideale per proteggere la lente anteriore degli obiettivi.

Flash Auto Zoom  -  L'angolo di emissione del lampo si regola automaticamente in base alla focale zoom selezionata, per assicurare una corretta copertura del campo ripreso.

Flash con Riduzione Occhi Rossi  -  Minimizza, tramite l'emissione di uno o più pre-lampi o di un raggio luminoso prima dell'esposizione, riducendo cosi la comparsa dell'effetto occhi-rossi nei ritratti flash in luce ambiente debole.

Flash Fill-in Automatico  -  In una scena in controluce, il flash lampeggia automaticamente a intensità ridotta per ottenere lo schiarimento delle ombre.

Flash TTL Programmato  -  Si avvale della misurazione attraverso l'obiettivo (TTL) per interrompere l'emissione del lampo non appena i circuiti della fotocamera valutano la sua intensità sufficiente per un'illuminazione corretta.

Front o Back Focus -  Quando il piano effettivo di messa a fuoco (visto nel mirino o scelto dal AF) non combacia con il piano  di messa a fuoco sul soggetto (visto dopo lo scatto), scelto durante la composizione. Il piano di fuoco effettivo risulterà più o meno spostato dietro il soggetto nei casi di Back-Focus oppure spostato verso la fotocamera nei casi di Front-Focus.

Focale fissa, mono-focale o fisso  -  Qualsiasi ottica con lunghezza focale predeterminata e non variabile.

Fot/sec. o FpS  -  Fotogrammi al secondo. Misura la velocità massima delle foto consecutive scattate in un secondo.

Foveon  -   Sensore (Cmos) di particolare fattura assente di filtro bayer ma con la predisposizione dei pixel per l'acquisizione colori a strati , simile alla pellicola Kodachrome

Funzione Macro  -  E una predisposizione delle macchine fotografiche compatte che limitano l'escursione della messa a fuoco automatica per consentire di mettere a fuoco più velocemente sui soggetti molto ravvicinati.
 ad esempio le classiche macro ad insetti, fiori, monete, ecc.

Fuoco Fisso  -  Un obiettivo studiato per fornire un'elevata profondità di campo, con una nitidezza estesa da circa 1.5m a infinito.

Gamma dinamica -  Differenza (contrasto) fra i valori più alti e quelli più bassi di un'immagine, ossia fra le alte luci più chiare e le ombre più scure

Gamut - Estensione o gamma di colori che possono essere riprodotti o mostrati da un particolare dispositivo come un monitor o una stampante.

Grandangolo  -  -Obiettivo a focale fissa di lunghezza inferiore a quella standard. Offre un angolo di campo più ampio, cioè include nell'inquadratura una porzione maggiore della scena ritratta, facendo apparire gli oggetti più lontani

ICC - profilo colore secondo lo standard messo a punto da International Color Consortium, un organismo fondato nel 1993 da Adobe, Agfa, Apple, Kodak, Microsoft, Silicon Graphics e Sun, alle quali si sono unite molte altre aziende, viene sempre accoppiato un secondo nome che lo identifica , i più usati sono SRGB e Adobe RGB

Illuminatore di Assistenza AF  -  Il flash incorporato emette un fascio di raggi infrarossi, che consentono la messa a fuoco automatica in condizioni di luce ambiente o contrasto sfavorevoli, Ultimamente e presente sulla macchine anche un illuminatore a Led apposito che ha la stessa funzione.

Indice di rifrazione -  Quando un raggio di luce monocromatica attraversa un cristallo la sua velocità (circa 300.000km/secondo) si riduce di circa 1/3 a causa della densità del mezzo. Questo rallentamento determina una deviazione dal suo andamento rettilineo detta rifrazione. L'angolo costituito dal raggio incidente con la normale del mezzo che deve attraversare è detto angolo di incidenza. L'angolo formato all'uscita del mezzo è detto angolo di rifrazione.L'indice di rifrazione rappresenta la capacità di un vetro ottico di deviare più o meno i raggi che lo attraversano. Ogni mezzo ha un suo indice di rifrazione costante calcolato quando il primo mezzo e l'aria. L'indice varia a seconda della radiazione (lunghezza d'onda): i raggi blu subiscono una deviazione superiore a quella del rosso. Per questo motivo, grazie al diverso indice di rifrazione dei colori dello spettro visibile, un prisma separa la luce bianca nei colori dell'arcobaleno.

Infrarosso - Radiazione invisibile all'occhio umano all'interno dello spettro elettromagnetico e si estende da 720 a 1200 nanometri.

Iperfocale  -  modalità di ripresa utilizzata specialmente con focali corte abbinate a diaframmi chiusi per fornire un elevata profondità di campo da 1 mt a infinito

Latitudine di posa -  Indica (in valori di diaframma e cioè stop) la capacità più o meno estesa di una pellicola o di un sensore di sopportare sovra o sottoesposizioni continuando a fornire risultati accettabili

Lenti floating -  Tutti gli obiettivi sono progettati per fornire il massimo della resa per una certa distanza di ripresa per cui alle altre distanze il controllo delle aberrazioni risulta ridotto. Per mantenere la migliore resa soprattutto alle brevi distanze, in alcuni obiettivi è inserito un meccanismo che modifica la distanza fra alcune delle lenti o gruppi ottici di cui è composto per ottimizzare il risultato a prescindere dalla ridotta distanza di messa a fuoco.

Linee per millimetro (LPM) o Acutanza -  Valore che rappresenta il potere risolvente di un obiettivo sottoposto a test. La misurazione viene effettuata osservando al microscopio un negativo ottenuto riprendendo con l'obiettivo in esame una speciale mira ottica (ISO 12233) ad una determinata distanza. La capacità di separare coppie di linee bianche e nere sempre più sottili della mira ottica consente di individuare il numero di linee per millimetro che un obiettivo (o anche una pellicola) è in grado di separare. Più alto il numero delle linee separate, maggiore è il potere risolvente dell'obiettivo.

Luce parassita o flare - Viene prodotta dai riflessi che si verificano tra le lenti dell'obiettivo e che, pur raggiungendo la pellicola, non produce immagine. Per questo motivo, la luce parassita comporta un notevole abbassamento del contrasto dell'immagine

Lunghezza Focale  -  II potere di ingrandimento di un obiettivo o di una lente. Maggiore è la focale, più elevato è l'ingrandimento e minore è l'angolo visivo. Gli obiettivi di corta focale (grandangolari) offrono un'ampia area di visione, ma fanno apparire gli oggetti più lontani.
  • Micky
     
IL FOVEON SCEGLIE LA PERSONA CON CUI STARE E NON LA PERSONA IL FOVEON

Vivi & ricorda con il cuore & pensa alla morte come se domani verrà,
la logica di porterà dal A al B ma l'immaginazione ti porterà dappertutto
"Zac"

PS: Non sono un "Photographer" ma un artigiano della fotografia  ;)