Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - EXCEL

Pagine: [1] 2 3 ... 36
1
Immagini / Re:Iris
« il: Sabato, 19 Maggio 2018, 12:08:10 »
Stampata grande, anche molto grande, dev'essere spettacolare!  :si:

Già, lo credo anche io   :si:

2
Immagini / Re:L'incredibile cupola del Brunelleschi
« il: Giovedì, 17 Maggio 2018, 22:01:44 »
Devo aver confuso le tue intenzioni con altra foto.   O:-) Detta così il target è raggiunto :)

talvolta è proprio "l'intenzione" o quello che "vogliamo comunicare" a piacere o a non piacere  :idea:

3
Immagini / Re:L'incredibile cupola del Brunelleschi
« il: Giovedì, 17 Maggio 2018, 21:46:46 »
come scritto al primo post, l'intento era incastonare la cupola nel contesto, altrimenti avrei ricercato la classica foto da cartolina. La cupola è il focus, ma non certamente l'unico elemento d'interesse, il palazzo sulla sinistra ha una splendida facciata (o almeno lo era per me) che il contrasto luce-ombra metteva in evidenza e lo sguardo dovrebbe prima cadere sulla facciata di sx e poi seguire verso il centro in direzione della cupola, che c'è, si intravede ma non benissimo, è parzialmente coperta e questo talvolta stuzzica curiosità e voglia di vedere qualcosa in più. Poi è ovvio che una foto di non immediata lettura può piacere o non dire assolutamente nulla  :P

PS: per la stampa ho però optato per almeno un 10% di leggibilità in più su tutto il frame, al netto dei "calcoli" tra superficie emittente (monitor) e riflettente (stampa).

4
Immagini / Re:L'incredibile cupola del Brunelleschi
« il: Giovedì, 17 Maggio 2018, 19:11:22 »
Ciao Simone,

le ombre ed i contrasti in questa foto sono un elemento compositivo che erano già presenti, ma che ho consapevolmente mantenuto in PP.
Secondo la mia lettura fotografica, sotto a quelle ombre ci sono elementi poco interessanti che distraggono e raccontano poco, inoltre le ombre aperte è come se guidassero meno lo sguardo verso il fulcro dell'immagine che è la cupola.
Da quando l'ho scattata ho capito che è una foto che divide, alla mia ragazza - cito - "fa schifo" non le piace perchè "troppo scura" (in verità non apprezza le ombre, ma ovviamente si esprime col gergo di chi non smanetta con la fotografia) e per lei si deve vedere sempre tutto, un amico fiorentino invece, ha talmente apprezzato che mi ha chiesto se potevo regalargli la stampa.

5
Immagini / Re:Lago di Tovel
« il: Giovedì, 10 Maggio 2018, 09:09:21 »
Citazione
Ma questo tipo di interpretazioni sono così volubili che spesso se guardo il raw qualche giorno dopo, potrei fare altre scelte.
Questo capita anche a me, ma generalmente ne provo tante la prima volta che in seguito ricasco sempre nelle versioni già viste o con differenze minime.
In fondo lo sviluppo è la fase più eccitante della fotografia digitale... a proposito non è che mi passeresti la versione meno esposta per vedere cosa ne cavo con il mio gusto?  O:-)

Antonello nel link in basso trovi i due scatti esposti per il cielo (il link scade domani  alle 09:00):
https://1drv.ms/f/s!AlPAUBd5rPoeku16vThMtWEtElxSLQ

questo we, prima di mandare tutto allo stampatore, proverò anche io una diversa elaborazione a "freddo".

6
Immagini / Re:Lago di Tovel
« il: Mercoledì, 09 Maggio 2018, 16:43:24 »
Citazione
.... anche se personalmente ritengo che sarebbe meglio svincolarsi da questi preconcetti.
Più che "preconcetti" li definirei "preferenze": preferire la fotografia come documento non è un preconcetto, semmai è incompetenza e disinteresse artistico.
Il tag potrebbe almeno servire per liberarti dei commenti critici come i miei.  ;) 

anche io ho una preferenza, ma verso la fotografia artistica, però guardo con piacere e spesso apprezzo la fotografia come documento e provo a valutare l'uno e l'altra senza il preconcetto della mia preferenza, era questo il senso. Però posso capire che magari alcuni sono del tutto disinteressati ad una certa tipologia di foto e in tal caso il tag aiuta.
Citazione
Per quanto riguarda la modifica dell'istogramma, nella seconda foto ritengo che si sia persa molta atmosfera....
Si, ma come sarebbe stato l'aspetto globale se il cielo fosse stato ottimamente esposto?  ::)
eh bella domanda, ho scattato con diverse esposizioni, anche quella con il cielo privo di bruciature. Alla fine ho optato per mantenere le luci bruciate, perchè perdevo quell'atmosfera  "angelica" che percepivo dal vivo. Per enfatizzarla, ho anche volutamente ucciso i neri. Ma questo tipo di interpretazioni sono così volubili che spesso se guardo il raw qualche giorno dopo, potrei fare altre scelte. 

7
Immagini / Re:Lago di Tovel
« il: Mercoledì, 09 Maggio 2018, 15:18:36 »
Citazione
La scelta di tenerle bruciate, condivisibile o meno, è data anche dal fatto che provando a recuperarle mi sembrava che la foto perdesse un pizzico di atmosfera.
Infatti è quello che vado dicendo sempre anch'io: bisogna esporre in modo da non essere costretti a recuperare le luci, in seguito si possono recuperare i mezzi toni mentre le ombre estreme devono restare per mantenere un contrasto globale gradevole (cosa che normalmente non fa un HDR)... in definitiva la curva dell'istogramma (in PS) deve quasi toccare gli estremi opposti mentre quello che determina l'aspetto desiderato è il valore dei mezzi toni (assolutamente da evitare l'uso del FL in SPP).
Allegato il confronto dell'istogramma di luminanza dell'originale (1) e quella corretta (2) secondo soggettiva migliore distribuzione tonale.
Contrariamente a quanto possa sembrare guardando l'immagine, nella versione originale non esiste il nero... nella seconda, si!

Tutto il discorso per un aspetto "naturale e gradevole" di un'immagine, specialmente a colori, mentre in chiave artistica dichiarata ognuno può farci quello che vuole.... a tal riguardo avevo appunto proposto di apporre il prefisso "Doc" o "Art" alle proprie immagini in modo da evitare inutili commenti fuori luogo.  ;)

il tag è un'idea interessante, che forse può aiutare da subito l'utente nella lettura fotografica, anche se personalmente ritengo che sarebbe meglio svincolarsi da questi preconcetti.

Per quanto riguarda la modifica dell'istogramma, nella seconda foto ritengo che si sia persa molta atmosfera, motivo per cui ho tenuto gli alberi in primo piano leggibili, ma appena.

8
Immagini / Re:Lago di Tovel
« il: Mercoledì, 09 Maggio 2018, 14:56:43 »
Anche io in genere sono piuttosto contrariato dalle luci bruciate.
Ma in questo caso c'erano le condizioni ambientali per l'uso di un C-PL?

Per quanto riguarda la composizione aver distribuito in questo modo il soggetto nel frame tende a appiattirlo, staticizzarlo. In sostanza la foto è meno epica di quanto non potesse essere perlomeno potenzialmente. My two cents.

l'intento era appunto creare la simmetria, un equilibrio di pesi a scapito del "dinamismo".

9
Immagini / Re:Lago di Tovel
« il: Lunedì, 07 Maggio 2018, 18:08:38 »
Gna.... Uff.....
Ma Roberto, dillo no che ci andavamo insieme!  :si: E' qui dietro l'angolo della montagna!


hai ragione, ma era una  fuga d'amore dove la fotografia era persino l'ultimo dei miei pensieri   :D

10
Immagini / Re:Lago di Tovel
« il: Lunedì, 07 Maggio 2018, 16:20:29 »
Bella simmetria! Peccato per le bruciature sulle nuvole.  O:-)
In questi frangenti sarebbe saggio esporre, con prudenza, per le luci... le ombre si possono recuperare più facilmente e, se affiora troppo rumore, si possono lasciare chiuse.   ;)
Altra soluzione: un filtro neutro degradante leggero (lo prenderei in lastra da tenere, durante l'inquadratura e lo scatto, provvisoriamente appoggiato con le mani su qualsiasi obiettivo).

Ce l'ho lo scatto esposto per le alte luci e le ombre sarebbero recuperabili, non facilmente, ma credo di potercela fare.
Però questa immagine è più o meno quello che vedevo io, bruciature comprese e di solito non sono un purista della realtà, ma in questo caso era tutto (quasi) perfetto come atmosfera.
La scelta di tenerle bruciate, condivisibile o meno, è data anche dal fatto che provando a recuperarle mi sembrava che la foto perdesse un pizzico di atmosfera.

11
Immagini / Lago di Tovel
« il: Lunedì, 07 Maggio 2018, 12:42:32 »
il lago di tovel è stata una piacevole scoperta, uno specchio d'acqua circondato dalle Dolomiti, i cui contrasti sono stati tanto belli quanto difficili da gestire. Questa immagine appartiene ad una serie che ho scattato lo stesso giorno, dove ho cercando di catturare sia l'atmosfera, sia le simmetrie che alcuni scorci presentavano.

Sigma SD1
Sigma 18-35 ART

Dolomites at sunset by mo.ro.ph., su Flickr

12
Attrezzature / Re:SD Quattro H
« il: Sabato, 05 Maggio 2018, 23:09:28 »
Citazione
Ad esempio l'archivio fotografico "stampato", lo reputo il metodo peggiore per lasciare un documento ai posteri per le difficoltà di creazione di un backup e naturale decadimento fisico e chimico.
Questione di punti di vista: una stampa è facilmente identificabile, non necessita di una continua gestione ed un supporto adatto può reggere per cento anni, mentre un supporto informatico dopo la morte del "curatore delegato" non verrebbe più assistito/convertito e potrebbe anche finire nei rifiuti tecnologici per non riconosciuta importanza.
Chi erediterà il contenuto dei cassetti della mia scrivania non credo avrà cura di analizzare i file di tutti gli HDD (anche perché io archivio gli X3F rinominati) ma giudicherà la tecnologia obsoleta e la porterà alla stazione ecologica più vicina... però vedendo delle stampe in un cassetto, sono certissimo che si siederà e non alzerà le chiappe finché non le avrà viste tutte poi, avendo riconosciuto i luoghi ed i suoi antenati, porterà le copie nel suo cassetto preferito. 

Sicuramente, del resto è quello che ho fatto io con le foto del mio papà.
Ma sono altrettanto sicuro che se avesse usato un vecchio HD per archiviare le sue fotografie, lo avrei collegato al PC e me le sarei salvate ugualmente.
Poi anche "l'aspettativa" ha la sua importanza, mio padre negli anni 90 scattava le foto di famiglia col rullino,  mi aspetto quindi di trovare un archivio di sole foto stampate. Nel 2050 daranno per scontato di trovare le mie foto in un archivio digitale, anzi, non solo le mie foto, ma metà della mia vita e sarà così per tutti, quindi non sono sicuro che il ritrovare un vecchio supporto di una persona cara, sarà automaticamente sminuito come un banale ritrovamento di un vecchio dispositivo di scarsa importanza. Spero di essermi spiegato bene, in questo momento è la birra che scrive, domani ricontrollo  ^-^

13
Attrezzature / Re:SD Quattro H
« il: Sabato, 05 Maggio 2018, 17:31:55 »
Il discorso archiviazione, specie quella di lunghissima durata, meriterebbe un topic ad hoc.
Ad esempio l'archivio fotografico "stampato", lo reputo il metodo peggiore per lasciare un documento ai posteri per le difficoltà di creazione di un backup e naturale decadimento fisico e chimico.
Un backup digitale è invece facilmente duplicabile, trasportabile e inalterato nel tempo, occorre solo spostarlo sulle tecnologie che mano a mano diventano di uso comune, ma non ci vedo nulla di particolarmente complicato in questo, anzi, col tempo le migrazioni stanno diventando sempre più facili.
Tutto questo al di là del fatto se uno considera una foto "finita", soltanto quella stampata.

14
Attrezzature / Re:Tempi lunghi
« il: Venerdì, 04 Maggio 2018, 08:56:48 »
Io pensavo a questo...

https://flic.kr/p/267D68J

con l'acqua non ci sono problemi, di solito occorrono pochi secondi o addirittura mezzo secondo per eliminare le increspature dagli specchi d'acqua che in foto possono dare molto fastidio. Le nuvole invece richiedono minimo 20-30 secondi, ma sovente anche di più. In tal caso dovresti usare la  macchina in modalità "estensione" (ma non sono sicuro che questa modalità venga chiamata così in italiano), che porta la posa bulb a 2minuti. In questo caso il rumore generato può essere notevole, ed inoltre potresti sorprenderti per quando velocemente la batterià si scaricherà :-)

15
Novità in Casa Sigma / Re:SPP 6.6.0 Download.
« il: Giovedì, 26 Aprile 2018, 10:49:43 »
scaricata con le vecchie merrill funziona

SPP 6.6. funziona anche con le Merrill, ma la curva tonale è disattivata.
Ho provato questa funzione con qualche RAW che avevo della Quattro ed è uno strumento utilissimo, almeno per il mio tipo di workflow.
Se aggiungessero uno strumento raddrizza e taglierina, veramente potrei fare tutto in un singolo software, almeno nel 90% dei casi.

Pagine: [1] 2 3 ... 36