Autore Topic: Dinamica del Foveon, Sensibilità, Rumore.  (Letto 5414 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 6.099
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Dinamica del Foveon, Sensibilità, Rumore.
« Risposta #45 il: Domenica, 08 Luglio 2018, 10:44:31 »
Premetto che il concetto che segue, trattato anche in tutto il topic, sembra essere "metabolizzato" con difficoltà da chi ha usato fotocamere con sensori a mosaico, mentre non lo è per me che sono passato al foveon direttamente dall'emulsione poiché quest'ultima conserva le medesime prerogative.

Mi rendo ora conto che si sono sprecate due pagine per rispondere a dubbi specifici di ogni utente sulla sensibilità fissa del foveon, senza però dare una chiara idea del concetto.
La seguente citazione di un brano della prima pagina rende abbastanza l'idea di quello che intendo.

Siccome il foveon non può né aumentare, né diminuire la sensibilità, impostando 800iso (zero EV) sul foveon si chiede alla camera di sottoesporre i 100 iso (nativi) di 3 stop, che la camera però vi mostrerebbe normalmente esposta nella preview in camera e in SPP, ma con maggior rumore nelle ombre e ridotta latitudine a causa dell'effettiva sottoesposizione.

Se a questa impostazione aggiungiamo + 3EV, chiediamo alla camera di sovraesporre l'immagine (in realtà già sottoesposta della stessa entità) per cui vedremmo sul display in camera, sul jpeg, e all'apertura in SPP, un'immagine sovraesposta di 3 stop, mentre l'X3F avrebbe registrato un'immagine a 100 iso = [-3 EV (per gli 800 iso) + 3 EV come compensazione richiesta] come mostrato nell'allegato.
Abbassando la luminosità (Esposizione) in SPP, si ritroverebbe l'aspetto reale dei 100iso del raw (se la regolazione in SPP arrivasse a 3 stop).

Citazione
SD10 800 iso +3EV (100 iso) zero setting in SPP:


Interessante notare che gli ISO e i valori EV di compensazione agiscono in modo diverso sulla visualizzazione in camera, perché i secondi (EV) si riferiscono a come l'utente vuole vedere l'immagine sul display della camera e sul jpeg incorporato, anche se gli ISO impostati annullano totalmente sul RAW la sovraesposizione di compensazione.
Recuperando l'esposizione in SPP si ritrova infatti un aspetto pari a quello di 100 iso:


Se invece facessimo la stessa cosa, impostando però in camera 100 iso + 3 EV, si avrebbe una sovraesposizione reale sulla sensibilità fissa nativa (verificabile nell'aumento del tempo o dell'apertura) come se il foveon avesse 12,5 iso nativi, ed otterremmo un'immagine irrecuperabile.
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline famarm

  • Poster
  • **
  • Post: 183
  • DP123 Merril
    • Arezzo
    • Mostra profilo
    • fabrizio marmorini
  • Foveon User: Sì
Re:Dinamica del Foveon, Sensibilità, Rumore.
« Risposta #46 il: Sabato, 14 Luglio 2018, 10:24:38 »
Che senso ha allora inserire la regolazione ISO se all'atto pratico non porta nessun beneficio?
Marketing?

Offline hobbit

  • Junior
  • *
  • Post: 81
    • Udine
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Dinamica del Foveon, Sensibilità, Rumore.
« Risposta #47 il: Sabato, 14 Luglio 2018, 11:05:33 »
Citazione
Ricapitolando, usare 800 +3EV per esempio mi consente di recuperare meglio le alte luci, è corretto?
No, affatto!
800+3EV sono 100iso, che non sempre si possono usare con le Merrill, in pieno sole è più prudente usare 200 iso per avere più margine sulle luci.

Devi dimenticare quello che sei abituato a fare con il mosaico Bayer!
I valori EV servono solo per chi scatta in jpeg!
Tutti i foveon hanno sensibilità fissa (è come avere una pellicola 100 iso), la regolazione iso ha un significato opposto: aumentando la "sensibilità" si sottoespone il raw.

E' importante anche la modalità di misurazione dell'esposizione, io uso spesso la valutativa, in ogni caso un'ottimale esposizione è fondamentale a prescindere dall'eventuale possibilità di leggeri recuperi tonali.

Edit:
Può trarre in inganno il diverso risultato sul display / jpeg in camera perché il valore EV indica alla camera il modo in cui vuoi vedere l'immagine anche se sul raw l'esposizione è diversa.
Con + 1EV su 200 iso chiedi alla camera di simulare una sovraesposizione di 1stop sul jpeg, anche se sul raw l'azione viene annullata dalla sottoesposizione di 1 stop per i 200 iso... per evitare malintesi, che ti hanno creato tanta confusione, lascia sempre gli EV a zero ed aumenta gli iso quando vuoi sottoesporre.
Grazie Italo.
Mi sono messo a leggere questo vecchio thread, con questo passaggio, cercando di ricordare quello che avveniva sui negativi ho capito.

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 6.099
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
    • Mostra profilo
  • Foveon User: Sì
Re:Dinamica del Foveon, Sensibilità, Rumore.
« Risposta #48 il: Sabato, 14 Luglio 2018, 11:21:53 »
Citazione
Che senso ha allora inserire la regolazione ISO se all'atto pratico non porta nessun beneficio?
Ha senso per chi usa il jpeg in camera, così ha un'immagine già ottimizzata (più o meno) nei livelli tonali anche se in realtà sottoesposta, con il solo svantaggio di un po' di rumore e scarsa lettura delle ombre, meglio però non andare oltre -2 stop (400 iso) specialmente a partire dal Merrill, ci si può spingere alche oltre se si fa bn... e non è nemmeno necessario aggiungere finta grana analogica!  ;)
I foveon precedenti, avendo pixel più grandi, in alcuni casi potevano reggere fino 1600 iso... ma il mercato vuole risoluzione a tutti i costi, così la corsa a MPx continua.
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.