Autore Topic: regolazioni in camera e post produzione  (Letto 343 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.173
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #15 il: Lunedì, 17 Settembre 2018, 19:56:10 »
Il monopiede perché è meno ingombrante da portare appresso ;)

Dipende dal tipo di foto che scatti. Io non ho mai trovato utile il monopiede perché non mi salva con i miei tempi critici (ma lo uso molto per i video) mentre un minuscolo treppiedi da tavolo spesso mi ha fatto portare le foto a casa anche se mi condiziona le inquadrature.
Nell'ultimo viaggio ho portato con me un piccolo ma robusto treppiedi della Bilora senza del quale non avrei potuto scattare le foto notturne. Però pesa pur sempre un chilo! :)
  • Rino
     

Offline Gregor

  • Newbie
  • Post: 42
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #16 il: Lunedì, 17 Settembre 2018, 21:41:19 »
Ho l'impressione che raw+jpg su questa sigma non si possa impostare :(
E ho pure l'impressione che settata in raw non permetta l'impostazione b&w, solo su Fine lo permette... :( :(
- DP2s -

Offline Gregor

  • Newbie
  • Post: 42
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #17 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 08:54:31 »
Secondo me desaturare o settare monocromatico è la stessa cosa... a meno che non si faccia una separazione dei canali colore gli strati interessati sono sempre tre,  è una questione di gusto e alla fine i risultati possono essere casuali a seconda del tipo di soggetto, dell'esposizione e del trattamento...
Ho letto sul thread quotato quanto detto da Italo e mi rincuora la questione, non potendo usare il pannello Monocromo :)
Partirò da lì per il b&w.
- DP2s -

Online Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.173
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #18 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 11:21:26 »
Secondo me desaturare o settare monocromatico è la stessa cosa... a meno che non si faccia una separazione dei canali colore gli strati interessati sono sempre tre,  è una questione di gusto e alla fine i risultati possono essere casuali a seconda del tipo di soggetto, dell'esposizione e del trattamento...
Ho letto sul thread quotato quanto detto da Italo e mi rincuora la questione, non potendo usare il pannello Monocromo :)
Partirò da lì per il b&w.

Non te ne fare un cruccio: da che esiste il digitale si realizzano ottime foto in BN partendo dalle foto a colori anche senza avere la modalità Monochrome. Esistono tanti modi per farlo a partire da SPP azzerando la saturazione e/o passando la foto a colori ad qualsiasi editor come Photoshop usufruendo di tantissime regolazioni di fino per non parlare dell'ottimo Silver Efex. Miliardi di interpretazioni per la stessa foto ed è facile trovare quella che ci piace di più.

Però i risultati ottenuti con la modalità Monochrome e con l'azzeramento della saturazione sono del tutto diversi anche se senz'altro si può arrivare ad una certa somiglianza intervenendo coi filtri colore e gli altri controlli.
La modalità Monochrome non significa "il BN più bello", giudizio quantomai personale e condizionato dalle situazioni di ripresa, dalle luci e dalle cromie presenti nella foto, e spesso la foto a colori senza saturazione appare più gradevole e brillante. Dipende dai gusti.
Sigma, con le impostazioni della versione Monochrome si è voluta avvicinare alla resa del BN della Leica Monochrome ampliando di molto l'intensità dei grigi ottenendo un BN particolarmente corposo (anche se a volte eccessivamente drammatico, ma nulla ci vieta di intervenire sui soliti comandi). Con un precedente SPP avevo anche notato un diverso trattamento del rumore, più simile alla grana fotografica, cosa che non ho più verificato con le ultime versioni.
Ripeto, la modalità Monochrome non garantisce il miglior bianconero in assoluto, ma ha senz'altro una resa diversa - altrimenti Sigma non l'avrebbe aggiunta - e comunque si può arrivare a risultati simili in altri modi.
  • Rino
     

Offline Gregor

  • Newbie
  • Post: 42
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #19 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 11:29:41 »
Sigma, con le impostazioni della versione Monochrome si è voluta avvicinare alla resa del BN della Leica Monochrome ampliando di molto l'intensità dei grigi ottenendo un BN particolarmente corposo (anche se a volte eccessivamente drammatico, ma nulla ci vieta di intervenire sui soliti comandi). Con un precedente SPP avevo anche notato un diverso trattamento del rumore, più simile alla grana fotografica, cosa che non ho più verificato con le ultime versioni.
Ripeto, la modalità Monochrome non garantisce il miglior bianconero in assoluto, ma ha senz'altro una resa diversa - altrimenti Sigma non l'avrebbe aggiunta - e comunque si può arrivare a risultati simili in altri modi.
Sì, certo, nulla vieta di dare in pasto un tiff generato da SPP ad un programma di fotoritocco per realizzare il b&n, avrei voluto però provare questa modalità 'Mococromo' di Sigma di cui avevo sentito parlare. Per quello son rimasto un pò deluso quando non l'ho trovata nei pannelli del SPP.
Sto provando sia desaturando e poi agendo sugli altri parametri del SPP, passando in PS solo per raddrizzare la foto, che partendo dal TIFF del SPP per poi lavorare in LAB su PS, senza spendere più di tanto tempo in post produzione.
I risultati leggermente differenti mi aggradano in egual misura, devo decidere quale adottare. Purtroppo non potendo raddrizzare in SPP devo per forza passare, in tal caso, su PS, altrimenti molto probabilmente mi basterebbe il solo SPP.
Nel tuo esempio preferisco la prima conversione.
Un esempio al volo...
- DP2s -

Online Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.173
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #20 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 11:40:26 »
Nel tuo esempio preferisco la prima conversione.

Con il soggetto scelto a caso perché lo avevo a disposizione sulla scrivania, preferisco anch'io il BN ottenuto azzerando la saturazione, in altri casi, vedi le foto che ho scattato a Varsavia dove preferisco la Monochrome, ma si tratta pur sempre di gusti e di intenti. ;)

http://forum.foveon.it/index.php?topic=6989.0

http://forum.foveon.it/index.php?topic=7009.0
  • Rino
     

Offline Gregor

  • Newbie
  • Post: 42
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #21 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 11:45:11 »
Con il soggetto scelto a caso perché lo avevo a disposizione sulla scrivania, preferisco anch'io il BN ottenuto azzerando la saturazione, in altri casi, vedi le foto che ho scattato a Varsavia dove preferisco la Monochrome, ma si tratta pur sempre di gusti e di intenti. ;)
Ovviamente...
Mi basta sapere che non disporre della modalità Monocromo non sia un handicap... :)
- DP2s -

Online Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.173
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #22 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 12:40:11 »
Con il soggetto scelto a caso perché lo avevo a disposizione sulla scrivania, preferisco anch'io il BN ottenuto azzerando la saturazione, in altri casi, vedi le foto che ho scattato a Varsavia dove preferisco la Monochrome, ma si tratta pur sempre di gusti e di intenti. ;)
Ovviamente...
Mi basta sapere che non disporre della modalità Monocromo non sia un handicap... :)

E' un'opportunità o una comodità in più: si vive benissimo anche senza! ;)
  • Rino
     

Offline Gregor

  • Newbie
  • Post: 42
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #23 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 12:46:41 »
Fixato questo aspetto, che non era banale all'inizio...mi son trovato pure senza RAW+jpg e senza poter settare in macchina il b&n quando era impostato il RAW mi stavo deprimendo...
Adesso potrò dedicarmi solamente alla fotografia :D
- DP2s -

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.182
  • andrea
    • Forlì
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #24 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 14:48:37 »
Comunque il bianconero è divertente perché si può "disegnare" intervenendo localmente sulla foto, e questo si può fare soltanto con Photoshop e simili... usando le bruciature/riserve oppure sovrapponendo livelli e poi intervenendo su alcune zone del livello superiore con la gomma ancora meglio se non tenendola al 100%, così si "gratta" via con delle velature.

Non so se è una cosa scema o no, ma io quando intendo prendere l'immagine in bianconero espongo un pochino di più perché mi sembra che andandosene i colori se ne vada anche parte della luce.
  • andrea
     
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Online Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.173
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #25 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 17:32:55 »
Comunque il bianconero è divertente perché si può "disegnare" intervenendo localmente sulla foto, e questo si può fare soltanto con Photoshop e simili... usando le bruciature/riserve oppure sovrapponendo livelli e poi intervenendo su alcune zone del livello superiore con la gomma ancora meglio se non tenendola al 100%, così si "gratta" via con delle velature.

Anche in camera oscura! ;)

Citazione
Non so se è una cosa scema o no, ma io quando intendo prendere l'immagine in bianconero espongo un pochino di più perché mi sembra che andandosene i colori se ne vada anche parte della luce.

Sovraesponi rispetto alla stessa foto a colori? Io no, mi capita talvolta di farlo solo quando scatto in modalità Monochrome e mi accorgo del problema già in fase di ripresa (il bello delle mirrorless). Con le pellicole negative BN, invece, sovraesponevo sempre un po' in modo da avere più dettagli nelle ombre (la regola era sovraesporre e sottosviluppare, ma io usavo un rivelatore di mia creazione ottimizzato per le foto di architettura e compensare al massimo gli scompensi di luce in modo da ottenere un negativo completo di informazioni nelle luci e nelle ombre, quindi piattissimo a vedersi, ma poi intervenivo in fase di stampa per ripristinare il giusto contrasto).
  • Rino
     

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.182
  • andrea
    • Forlì
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #26 il: Martedì, 18 Settembre 2018, 20:24:43 »
Anche in camera oscura! ;)


Hai ragione, ma rivolti il coltello nella piaga a ricordarmelo. Penso che i procedimenti per trattare il bianco e nero in camera chiara per quanto efficaci (e facili, economici) siano emulazioni del trattamento in camera oscura. Temo che per il bianconero sarà sempre così. Emulazione è qualcosa di un po' più limitato del procedimento emulato. E' il prezzo del progresso.


Sì sovraespongo rispetto alla stessa foto a colori, perché - ma può essere frutto di un mio errore - il raw sviluppato a colori in genere va d'accordo con la lettura dell'esposimetro della macchina a zero, mentre quando sviluppo lo stesso file in versione monochrome trovandolo buio mi trovo sempre ad alzare l'esposizione. Non so, c'è una luce nel colore che si perde nel B/N, o così mi pare.
Esatto in realtà anch'io guardo "il risultato" nel mirino elettronico e mi baso su quello per decidere come esporre, nel mirino lo trovo un po' scuro allora lo espongo di più, ma non tanto.

  • andrea
     
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • ****
  • Post: 6.519
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #27 il: Mercoledì, 19 Settembre 2018, 10:56:13 »
Non so se sia già stato citato in qualche post (non ho voglia di rileggerli tutti) ma, in bn, vorrei ricordare che si può anche simulare l'uso di filtri in ripresa scegliendo, nella ruota colori, quello desiderato tra gli strati del foveon (ovviamente con "Saturazione" a zero) ad esempio:

Blu = 100C + 100M (scelto per il minimo rumore, ma basso contrasto)
Verde = 100C + 100Y
Rosso = 100M + 100Y (il più usato per il massimo contrasto)

Impostare i giusti valori trascinando il punto sulla ruota colori richiede un certo impegno, ma si può fare.  ;)
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Online Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.173
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #28 il: Mercoledì, 19 Settembre 2018, 17:50:16 »
Sì sovraespongo rispetto alla stessa foto a colori, perché - ma può essere frutto di un mio errore - il raw sviluppato a colori in genere va d'accordo con la lettura dell'esposimetro della macchina a zero, mentre quando sviluppo lo stesso file in versione monochrome trovandolo buio mi trovo sempre ad alzare l'esposizione. Non so, c'è una luce nel colore che si perde nel B/N, o così mi pare.

E' così, ma non è "la luce nel colore che si perde nel BN" bensì "la luce che si perde nella modalità Monochrome" che, come senz'altro hai verificato, è diversa da un semplice BN o un BN ad alto contrasto. Quasi sempre mi piace la modalità Monochrome, ma non sempre.

Però c'è un distinguo importante: scattando da 800 ISO in su, il rumore è minore, o meglio, le superfici omogenee sono più pulite rispetto al BN ottenuto dal "colore senza colori". Con il Foveon avviene lo stesso che rilevai nel 2006 con il Bayer (vedi giusto il primo esempio):

https://www.nadir.it/tecnica/BNdigitale/BNdigitale.htm

Ma sono eccessi di pignoleria! ;)
  • Rino
     

Offline Gregor

  • Newbie
  • Post: 42
  • Foveon User: Sì
Re:regolazioni in camera e post produzione
« Risposta #29 il: Mercoledì, 19 Settembre 2018, 17:59:41 »
Ma questo beneficio a 800 iso in bn lo si ottiene anche settando in macchina qualità FINE? Per chi come me non può settare RAW e bn contemporaneamente...
- DP2s -