Autore Topic: Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto  (Letto 147 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Silvia V

  • Senior
  • ****
  • Post: 615
  • - DP3M -
    • milano
  • Foveon User: Sì
Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« il: Venerdì, 28 Settembre 2018, 20:11:31 »
(SdQ con 18-35)

Al tramonto, l'oasi non lontana
1.



Le tracce di vita piano piano lasciano posto all'immensa distesa di sabbia, al silenzio
2.



Balcacem, un nomade del Sahara, impasta del pane che cuocerà poi sotto la sabbia, coperta di braci
3.



La bellezza dell'alba sembra quasi spezzare il silenzio e l'apparente immobilità del deserto
4.



Qualche traccia vita c'è anche in questo luogo, quello che sembra un piccolo miracolo verde spunta solitario
5.




Mi sfrego ancora gli occhi pesanti dalla mancanza di sonno, le prime luci dell'alba illuminano queste prime tracce, piccoli passettini che in questo borotalco mi appaiono come passi di gigante. Che cosa sono Belgacem, cosa sono? Sono impronte di lepri del deserto, risponde. Chissà se avrò capito bene, penso.
6.



Come le mani delle donne sono cosparse di intrichi di nero hennè, in queste terre, anche il deserto pare sia stato disegnato allo stesso modo. Sono i coleotteri, candido dice Belgacem, vedendomi incantata.
7.



E questi sono i Fennec, le volpi del deserto. Li vedi gli artigli?
8.



Penso come poter racchiudere questa immensità di bellezza, capisco che non è possibile, non per me e non ora. Rinuncio. Scatto una foto a queste ombre e luci che si susseguono e continuano a cambiare lasciandomi impotente. Smetti di fotografare, dice Belgacem, guarda.
9.



Belgacem, ma tu, sei felice Belgacem?
Sono libero, risponde.
10.
  • Silvia
     
DP3 Merril
Nikon D700
Olympus OMD em1
Nikon F2

"L'inizio è solo un seguito ed il libro degli eventi è sempre aperto a metà"

Offline Rino

  • Senior
  • ****
  • Post: 727
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #1 il: Venerdì, 28 Settembre 2018, 20:24:21 »
Sono contento di aver fatto in tempo a vedere questo post prima di chiudere il computer per cena: foto stupende, ottimi colori, un racconto di viaggio efficace, avrei visto volentieri qualche foto in più tipo "Balcacem, un nomade del Sahara, impasta del pane che cuocerà poi sotto la sabbia, coperta di braci".
  • Rino
     

Offline Sardosono

  • Global Moderator
  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.611
    • Casteddu
    • Italian Foven Community
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #2 il: Venerdì, 28 Settembre 2018, 21:30:50 »
Semplicemente ECCELLENTE!!!!!  8)
I miei vivi complimenti, Silvia...  :bat:
Congelare in una foto l'istante effimero ci permette di estrarlo dall'eternità, non tanto, o non soltanto, per documentarlo, quanto soprattutto per poterlo "ammirare" (anonimo sardo)

SDQ+SD15+SD10 18-35/1.8+50/1.4+17-70/2.8-4OS+17-35/2.8-4+Elmarit135/2.8
GX7+GX1+GH1 20/1.7+25/1.4+45/1.8+60/2.8+70/2.8+20-40/2.8+Vario-Elmarit-14-50/2.8
X-T10 35/1.4+50/1.2+28/2.8+Sonnar90/2.8+135/2.5+16-50/3.5-5.6OS+70-200/4Macro
LX100  GXR+evf 50/2.5Macro+28/2.5  Alpha65  S3Pro  Digilux-2

Offline agostino

  • Senior
  • ****
  • Post: 834
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #3 il: Venerdì, 28 Settembre 2018, 21:33:35 »
Non saprei che aggiungere. Se le pubblichi in stampa su qualche rivista o libro fammelo sapere, mi piacerebbe acquistarla.
(se hai fatto qualche foto con la DP 3 ce la mostri?)
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline pacific palisades

  • Senior
  • ****
  • Post: 915
  • andrea
    • Forlì
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #4 il: Venerdì, 28 Settembre 2018, 21:34:07 »
Sì, il soggetto è Belgacem. Il deserto lo rappresenti da una comfort-zone (vabè che ultimamente si dice che il borotalco è pericolosissimo) e per te è facile fotografarlo perché hai la tecnica giusta, ma è ancora convenzionale, in realtà riguardando le foto non sono sicuro che sia convenzionale.
Le mani delle donne decorate con l'hennè, mi chiedo però, come sono trattate queste donne, a calci in culo peggio dei cammelli? E' giusto rappresentarle* in questa dimensione di genere, questo stereotipo di genere un po' frou frou della manina? Però se tu mi dici che ruttano, fanno braccio di ferro, guidano i camion, prendono a calci in culo Belgacem e con hennè si dipingono delle tigri e degli scheletri addosso, allora depongo le armi. Sì ha un valore nella didascalia l'analogia tra disegno dei coleotteri e decorazione con l'hennè, eppure c'è qualcosa che non mi torna: sembra comunque uno stereotipo di genere, qualcosa di lezioso e forse ingeneroso verso chi condannata a quelle decorazioni per un ordine di sesso-genere le rifiuta. E' un problema che vedo nella didascalia, nelle parole, non certo nella fotografia.
Quando entri nella vita di Belgacem compi un movimento verticale. Tra l'altro la foto dell'impasto è bella.

Lo so, sono cattivo, oggi è l'ultimo giorno di ferie, mentre la settimana scorsa ero cattivo perché non avevo ancora fatto ferie  :D

* "Rappresentarle" nel senso che intendo la didascalia come una sola cosa con l'immagine.
  • andrea
     
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Offline Joserri

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.413
    • Madrid
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #5 il: Venerdì, 28 Settembre 2018, 22:48:12 »

Belle immagini, perfette in tutto. La prima è quella che mi piace di più (anche se il sensore ha bisogno di pulizia). Grandi soddisfazioni!


Questa è la prima volta nella mia vita che vedo buone foto scattate con una SDQ!

Offline Lorenzo

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.115
    • Trento
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #6 il: Venerdì, 28 Settembre 2018, 23:24:31 »
Una storia emozionante, grazie Silvia! La parte fotografica è davvero eccezionale per essenzialità e forza; le luci sempre ben riprese.
Ci voleva oggi una foto storia! Ne avevo bisogno!
  • Lorenzo
     
Litigo con Sd15 da settembre 2015.

Poi faccio pace...

Online Ginni

  • Militant
  • ***
  • Post: 451
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #7 il: Venerdì, 28 Settembre 2018, 23:45:48 »
Che belle foto.
Buono anche il racconto.

Offline Silvia V

  • Senior
  • ****
  • Post: 615
  • - DP3M -
    • milano
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #8 il: Sabato, 29 Settembre 2018, 09:29:30 »
Sono contento di aver fatto in tempo a vedere questo post prima di chiudere il computer per cena: foto stupende, ottimi colori, un racconto di viaggio efficace, avrei visto volentieri qualche foto in più tipo "Balcacem, un nomade del Sahara, impasta del pane che cuocerà poi sotto la sabbia, coperta di braci".

Grazie Rino! Le foto che ho scattato mentre ero lì sono molto poche perché la macchina era davvero a rischio. Questo bivacco nel deserto non era programmato e non ero ben attrezzata per proteggere la macchina ma a qualche scatto non ho resistito  ::)
Avevo altre due foto che ero indecisa se includere nel racconto, non lo ho fatto perchè mi pareva spostassero l'attenzione dalla storia:





Semplicemente ECCELLENTE!!!!!  8)
I miei vivi complimenti, Silvia...  :bat:

Grazie Antonello!!!  ^-^

Non saprei che aggiungere. Se le pubblichi in stampa su qualche rivista o libro fammelo sapere, mi piacerebbe acquistarla.
(se hai fatto qualche foto con la DP 3 ce la mostri?)

Purtroppo la dp3m mi è stata rubata qualche mese fa, altrimenti avrei sicuramente portato lei in questo viaggio (in moto la sdq è stata davvero scomoda da usare). Grazie mille per il bel complimento ma sono foto per uso personale che ho semplicemente voluto condividere in questo spazio con voi  ;)


Sì, il soggetto è Belgacem. Il deserto lo rappresenti da una comfort-zone (vabè che ultimamente si dice che il borotalco è pericolosissimo) e per te è facile fotografarlo perché hai la tecnica giusta, ma è ancora convenzionale, in realtà riguardando le foto non sono sicuro che sia convenzionale.
Le mani delle donne decorate con l'hennè,

Sì, il deserto lo presento in punta di piedi da una confort zone e infatti ho rinunciato a fotografarlo come classicamente si fa perché non sarei stata capace di dire nulla che avesse un senso, che ne racchiudesse quello che provavo. Ma nel 2019 tornerò e farò un trekking di qualche giorno per capire di più e, se capirò, fotograferò. Mi spiace che nella didascalia possa essere colto un senso che non volevo dare. Il mio è un riferimento estetico e "territoriale", del tutto istintivo e nulla di più di quanto ho scritto. Il mio racconto voleva condividere lo stupore per le piccole cose, è il mio modo di vedere che è così, lo stupore per quelle tracce inaspettate, la bellezza di sentirmele raccontare da una persona così diversa da me, che conosce ogni duna, si orienta con le stelle e riesce ogni giorno a godere tutto quello che la natura gli offre. Non c'erano altri significati sottointesi  :)

Belle immagini, perfette in tutto. La prima è quella che mi piace di più (anche se il sensore ha bisogno di pulizia). Grandi soddisfazioni!

sì è vero Joserri il sensore ha bisogno di pulizia ed io della pazienza di togliere macchie fino a quando non la faccio  O:-)
Grazie!

Una storia emozionante, grazie Silvia! La parte fotografica è davvero eccezionale per essenzialità e forza; le luci sempre ben riprese.
Ci voleva oggi una foto storia! Ne avevo bisogno!


E' il deserto ad essere emozionante.... peccato non avere ripreso le dune illuminate dalla luna, era davvero uno spettacolo incredibile...!
Grazie Lorenzo!

Che belle foto.
Buono anche il racconto.

Grazie Ginni!  :) :)



  • Silvia
     
DP3 Merril
Nikon D700
Olympus OMD em1
Nikon F2

"L'inizio è solo un seguito ed il libro degli eventi è sempre aperto a metà"

Offline pacific palisades

  • Senior
  • ****
  • Post: 915
  • andrea
    • Forlì
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #9 il: Sabato, 29 Settembre 2018, 11:14:54 »
Collauda sempre la scrittura tenendoti il dizionario vicino, di ogni parola esamina il significato e i possibili sinonimi. E' un lavoro artigianale, una specie di "post produzione". Ogni frase ha tante possibilità di scrittura per esempio:

Penso come poter racchiudere questa immensità di bellezza.

Penso come raccogliere questa sconfinata bellezza.

Non voglio dire che sia meglio la seconda versione, ma sicuramente il collaudo va fatto col dizionario: una "messa a fuoco fine" del significato e allo stesso tempo si riflette sulle convenzioni linguistiche, parole, frasi che un po' ci dominano.

  • andrea
     
Se come so sei un marinaio che osserva l’arrivo del tifone, allora aggrappati stretto e forte all’elemento libero che liberamente voli.
Dario Voltolini Forme d'onda

Non tentare di adattarti a questi delicati palati. Puoi tagliare certo, puoi far fuori qualche ridondanza qua e là, ma sei 'raffinato' così, quando sei te stesso. Non farci caso quando ti danno del rozzo, non hanno nient'altro da opporti. Non sei come blateri di tanto in tanto una ciocchetta!
Antonio Moresco Lettere a nessuno

Offline Rino

  • Senior
  • ****
  • Post: 727
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #10 il: Sabato, 29 Settembre 2018, 13:33:13 »
Grazie Rino! Le foto che ho scattato mentre ero lì sono molto poche perché la macchina era davvero a rischio. Questo bivacco nel deserto non era programmato e non ero ben attrezzata per proteggere la macchina ma a qualche scatto non ho resistito  ::)
Avevo altre due foto che ero indecisa se includere nel racconto, non lo ho fatto perchè mi pareva spostassero l'attenzione dalla storia

Molto belle, soprattutto quella del bivacco.
  • Rino
     

Offline Silvia V

  • Senior
  • ****
  • Post: 615
  • - DP3M -
    • milano
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #11 il: Sabato, 29 Settembre 2018, 14:31:53 »
Collauda sempre la scrittura tenendoti il dizionario vicino, di ogni parola esamina il significato e i possibili sinonimi. E' un lavoro artigianale, una specie di "post produzione". Ogni frase ha tante possibilità di scrittura per esempio:

Penso come poter racchiudere questa immensità di bellezza.

Penso come raccogliere questa sconfinata bellezza.


Può essere che tu abbia ragione Andrea, ma se è per questo, in alcune didascalie, manca anche la punteggiatura. Lo lascerò com'è, non perché io pensi sia corretto ma perché lo ho scritto esattamente come lo ho pensato, forse con la suggestione del grandissimo Joao Guimaraes Rosa ed il suo Grande Sertao in mente (imparerei il Portoghese solo per godermi la sua scrittura nella versione originale!)
“Lì non c’è nessuna acqua – solo quella che uno si porta con sé. …. Picchia il sole, in onda forte, picchia a tutt’andare, tanta luce che ammacca. …. Di notte, se è sereno, il cielo è tutto un lucore di sfere luminose ... Com’è bello vistoso, il cielo stellato, verso la metà di febbraio! Ma, a luna spenta, quando è buio fatto, c’è un’oscurità che impastoia e prende. E’ notte di molto volume”
  • Silvia
     
DP3 Merril
Nikon D700
Olympus OMD em1
Nikon F2

"L'inizio è solo un seguito ed il libro degli eventi è sempre aperto a metà"

Offline hobbit

  • Militant
  • ***
  • Post: 293
    • Udine
  • Foveon User: Ex
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #12 il: Sabato, 29 Settembre 2018, 14:44:20 »
Veramente bellissime e coinvolgente. Non saprei cosa dire di più. Complimenti.
Panasonic GX7 + PanaLeica 12-60 + PanaLeica 25mm + Sigma 60mm + Lumix 45-175 (sistema principale)
Panasonic GH1 + 14-45 (per il video)

"Molti di quelli che vivono meritano la morte, e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Tu sei in grado di valutare, Frodo? Non essere troppo ansioso di elargire morte e giudizi. Anche i più saggi non conoscono tutti gli esiti." (J.R.R. Tolkien)

Offline clax

  • Senior
  • ****
  • Post: 866
    • Arezzo
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #13 il: Sabato, 29 Settembre 2018, 17:53:32 »
Belle!! I colori prevalgono sulle forme
bellissima la prima ma, la più bella
trà le belle è la sei (6) con quel colore
che è come una carezza.
Sembra correre come il vento
però il tempo non ha premura.

   Fabrizio De Andrè

Offline Mariano San

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.091
    • Treviso
  • Foveon User: Sì
Re:Dal tramonto all'alba, tracce di vita nel deserto
« Risposta #14 il: Sabato, 29 Settembre 2018, 21:08:33 »
Complimenti Silvia ,davvero un ottimo reportage  :bat: :bat: :bat:
La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità

 :san: