Autore Topic: Per chi usa SFD  (Letto 268 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.520
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Per chi usa SFD
« il: Sabato, 17 Novembre 2018, 14:56:02 »
Per chi usa fotografare in SFD anche soggetti in movimento, una piacevole sorpresa: riaprendo oggi con Sigma Photo Pro 6.6.1 una foto sviluppata un anno fa con il Sigma Photo Pro dell'epoca, le parti in movimento vengono sovrapposte un maniera ben più naturale.

Allego la foto intera e la schermata della vecchia e della nuova foto a confronto (crop al 100%).
  • Rino
     

Offline Mariano San

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.127
    • Treviso
  • Foveon User: Sì
Re:Per chi usa SFD
« Risposta #1 il: Sabato, 17 Novembre 2018, 16:43:49 »
Per chi usa fotografare in SFD anche soggetti in movimento, una piacevole sorpresa: riaprendo oggi con Sigma Photo Pro 6.6.1 una foto sviluppata un anno fa con il Sigma Photo Pro dell'epoca, le parti in movimento vengono sovrapposte un maniera ben più naturale.


Con il tempo le parti si avvicinano,hanno il tempo per capirsi,il tempo ripara anche le fratture  :seg:...ergo,basta attendere la maturazione e i vari scatti si sormontano alla perfezione  :prof:

 O:-)
La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità

 :san:

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.520
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Per chi usa SFD
« Risposta #2 il: Sabato, 17 Novembre 2018, 17:59:02 »
Per chi usa fotografare in SFD anche soggetti in movimento, una piacevole sorpresa: riaprendo oggi con Sigma Photo Pro 6.6.1 una foto sviluppata un anno fa con il Sigma Photo Pro dell'epoca, le parti in movimento vengono sovrapposte un maniera ben più naturale.


Con il tempo le parti si avvicinano,hanno il tempo per capirsi,il tempo ripara anche le fratture  :seg:...ergo,basta attendere la maturazione e i vari scatti si sormontano alla perfezione  :prof:

 O:-)

L'effetto dell'anestesia non è ancora passato o leggi troppo AndreaPacific?  :)) :)) :))
  • Rino
     

Offline sergiozh

  • Militant
  • ***
  • Post: 469
  • DP2M
    • Svizzera
  • Foveon User: Sì
Re:Per chi usa SFD
« Risposta #3 il: Sabato, 17 Novembre 2018, 20:46:39 »
Un po' OT:

Quanto ci mette il tuo mac pro a darti la foto partendo dall'SFD ?

Quando cambi i parametri come ombre,... ci mette in seguito lo stesso di quando cambi i parametri di una foto raw ?

Quanta ram hai ?

Online agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.853
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Per chi usa SFD
« Risposta #4 il: Sabato, 17 Novembre 2018, 21:17:28 »
Interessante: secondo me alla Sigma hanno letto il topic di Antonello sulla Sony, che fa miracoli con una funzione simile...
Non ho mai provato SFD, lo farò a breve.

http://forum.foveon.it/index.php?topic=7282.msg59054#msg59054
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline notomb

  • Poster
  • **
  • Post: 178
    • Cesenatico - Romagna
  • Foveon User: Sì
Re:Per chi usa SFD
« Risposta #5 il: Domenica, 18 Novembre 2018, 07:36:11 »
Nell' ultima settimana ho provato molte volte questo SFD. Lo sviluppo diventa una foto insignificante e brutta, bisogna poi saturare molto ed aumentare il contrasto. Alla fine da un nomale Raw esposto bene e lo sviluppo del SFD saturato e contrastato la differenza è quasi irrilevante. Mi riservo di riprovare con l'ultimo aggiornamento FW, appena mi arriva quella di Elerum. La mia la tengo rigorosamente ferma alla 1.08 file A. Opinione che va' presa con le molle, non sono esperto in queste "diavolerie" e anche l'HDR della Olympus EM1 mi fa cagare. Credo che possano rendere qualcosa solo in certe situazioni ed alquanto rare.
  • Davide
     
Sigma SDQ-H/15/14
Sigma 18-35 art - 35 1.4 Art - 50 1.4 Art - 105 Macro EX - 17-50 EX - 18-300 C - 50-150mm EX OS

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.520
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Per chi usa SFD
« Risposta #6 il: Domenica, 18 Novembre 2018, 10:52:41 »
Un po' OT:

Quanto ci mette il tuo mac pro a darti la foto partendo dall'SFD ?

Quando cambi i parametri come ombre,... ci mette in seguito lo stesso di quando cambi i parametri di una foto raw ?

Quanta ram hai ?

Ho 16GB di RAM. Per il resto non so risponderti: ho fatto una scelta precisa tantissimi anni fa - quella di non avere fretta quando scrivo, dipingo, fotografo, lavoro al computer, sono a tavola, sto con gli amici o faccio l'amore - per cui mi limito ad adoperare SPP con la serenità necessaria per pensare alla foto e non al cronometro.
  • Rino
     

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.520
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Per chi usa SFD
« Risposta #7 il: Domenica, 18 Novembre 2018, 11:09:50 »
Nell' ultima settimana ho provato molte volte questo SFD. Lo sviluppo diventa una foto insignificante e brutta, bisogna poi saturare molto ed aumentare il contrasto. Alla fine da un nomale Raw esposto bene e lo sviluppo del SFD saturato e contrastato è quasi irrilevante. Mi riservo di riprovare con l'ultimo aggiornamento FW, appena mi arriva quella di Elerum. La mia la tengo rigorosamente ferma alla 1.08 file A. Opinione che va' presa con le molle, non sono esperto in queste "diavolerie" e anche l'HDR della Olympus EM1 mi fa cagare. Credo che possano rendere qualcosa solo in certe situazioni ed alquanto rare.

Davide, che la foto sviluppata con SPP sia insignificante, piatta e brutta è ormai cosa acclarata sin dalle prime foto sviluppate con questa modalità e fa parte del suo modo di essere - cioè estremamente conservatore - ed una foto che salva alte luci, basse luci e saturazione è per forza una foto piatta ma ricca di informazioni da elaborare a proprio gusto e necessità. La differenza è tutta lì, alle possibilità di recuperare alte luci e ombre impossibili, oltre alla nitidezza ed alla quasi totale assenza di rumore. Di solito la foto scattata normalmente senza SFD è una foto bella, giustamente contrastata e coi colori giusti, ma ha un abisso di rumore in più anche a 100 ISO (almeno, per quanto mi rigurda, lo noto moltissimo, poi ognuno ha le sue soglie personali).
Sviluppando una foto "normale" (intendo come soggetto e luci) alla fine viene spontaneo arrivare ai colori ed ai contrasti della foto proveniente dall'X3F anziché dall'X3I, ma quando si tratta di foto "non normali" come mi è successo due settimane fa, ti garantisco che SFD è l'unica soluzione e, almeno per me, la salvezza. Se non serve, non è necessario adoperarlo.
Le foto "non normali" che ho dovuto fotografare erano in un semplice campo da tennis di sera con (ovviamente) tutte le luci accese. Esponendo per il campo da tennis illuminato, tutto ciò che è al di fuori dell'area del campo scompare nel nero mentre le luci sono le solite chiazze "bucate" con i raggi a stella (tra l'altro d'effetto e stanno bene nella foto). Ma il cliente non era la ditta dei campi da tennis bensì quella che ha fornito gli impianti di illuminazione per cui i "buchi" con le stelline non erano adatti alle loro necessità, giustamente volevano vedere le loro lampade e con SFD sono state recuperate quasi alla perfezione.

Credo che, per ottenere i massimi risultati dalla sd Quattro e da SPP, in questo momento si debbano adoperare le ultime versioni del firmware e del programma, ma SPP mi ha comunque fatto miracoli con le foto scattate in SFD un anno fa, quindi con il vecchio firmware.
  • Rino
     

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.520
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Per chi usa SFD
« Risposta #8 il: Domenica, 18 Novembre 2018, 13:13:53 »
Quando Sigma rilascia le nuove versioni del firmware o di SPP, è sempre molto scarna nelle note di accompagnamento e sembra che le novità siano pochissime, ma in realtà, per una "modifica importante", ce ne sono tantissime "secondarie" che non vengono nominate al contrario di quello che fanno gli altri produttori con elenchi sterminati di bug.
Non so se sia un bene o un male, ma una cosa è certa: quando cerco di vedere come va il nuovo firmware, faccio sempre una foto prima e dopo, cosa senz'altro limitata (ma non potrei fare diversamente) perché la solita foto in casa non mette in evidenza il comportamento in tante situazioni diverse.

Ieri, riaprendo le foto di circa un anno fa, ho scoperto i grandi passi fatti da SPP nello sviluppare i file SFD con soggetti in movimento, ma c'è anche una differenza nello sviluppo di una normale e banale foto di paesaggio (quelle del test Sigma sd Quattro H Vs Hasselblad X1D Vs Nikon D850). Solo nelle foto scattate con la Sigma le montagne sullo sfondo, ricoperte di alberi, erano molto sporche di azzurro e non c'è stato verso di arrivare al verde neanche ammattendomi con Photoshop. Riaprendo la stessa foto oggi con SPP 6.6.1 le montagne sono verdi! ;)

Anche le impostazioni di riduzione del rumore sono ben diverse perché gli alberi sulle montagne all'infinito sono nitidi anziché acquerellati. Insomma, SPP è maturato un bel po' (almeno per quel che riguarda i file del Quattro).
  • Rino