Autore Topic: ritratto ambientato decentrato  (Letto 288 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.600
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #15 il: Martedì, 18 Dicembre 2018, 18:13:53 »
Analisi delle critiche - Parte I

A parità di inquadratura immaginiamo che la figuretta fosse girata all'interno, con un riflesso di luce atto a illuminarle comunque il volto in modo leggibile (un angelo dall'alto che porta un pannello di schiarita o un flash); poniamo un bimbetto che compaia a sinistra - anche lui ben leggibile soprattutto nel volto - e i due si guardino negli occhi; figuriamoci che la figuretta dica "Pietro, vuoi fare una merenda?"; ipotizziamo che le parole si cristallizzino in lettere che - da destra a sinistra, in maniera leonardesca - rendano leggibile questa frase che si colloca in diagonale tra i due personaggi.

Questa sarebbe la foto perfetta e io sarei AGOSTINO DELLA FRANCESCA.

Qui io avevo fascinazione per la zona d'ombra, la porta, il colonnato e finaco per la lampada in fondo, strambamente rilucente. Il fatto che ci fosse anche la figuretta femminile - che sbilancia il tutto dando le spalle all'inquadrato architettonico e lo sguardo fuori cornice, esattamente all'opposto di come dovrebbe essere - era per me IRRILEVANTE. Anzi: RILEVANTE in seconda battuta.

Detto questo, nulla in contrario che la foto vi faccia schifo.
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Online agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.600
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #16 il: Martedì, 18 Dicembre 2018, 18:46:28 »
Analisi delle critiche - Parte II
Alternative cuts:


dopo che li avete visti accendete il giradischi è ascolate

"...que reste-t-il de ma foto..." sempre del Carletto francese...


Io intanto ascolto:

"Non, rien de rien, non, je ne regrette rien..."
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.564
  • andrea
    • Forlì
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #17 il: Martedì, 18 Dicembre 2018, 19:49:41 »
Analisi delle critiche - Parte I

A parità di inquadratura immaginiamo che la figuretta fosse girata all'interno, con un riflesso di luce atto a illuminarle comunque il volto in modo leggibile (un angelo dall'alto che porta un pannello di schiarita o un flash); poniamo un bimbetto che compaia a sinistra - anche lui ben leggibile soprattutto nel volto - e i due si guardino negli occhi; figuriamoci che la figuretta dica "Pietro, vuoi fare una merenda?"; ipotizziamo che le parole si cristallizzino in lettere che - da destra a sinistra, in maniera leonardesca - rendano leggibile questa frase che si colloca in diagonale tra i due personaggi.

Questa sarebbe la foto perfetta e io sarei AGOSTINO DELLA FRANCESCA.

Qui io avevo fascinazione per la zona d'ombra, la porta, il colonnato e finaco per la lampada in fondo, strambamente rilucente. Il fatto che ci fosse anche la figuretta femminile - che sbilancia il tutto dando le spalle all'inquadrato architettonico e lo sguardo fuori cornice, esattamente all'opposto di come dovrebbe essere - era per me IRRILEVANTE. Anzi: RILEVANTE in seconda battuta.

Detto questo, nulla in contrario che la foto vi faccia schifo.

Macché la foto ci fa schifo. Noi vogliamo proprio denunciarti per disturbo alla quiete pubblica!!!
 :D :)) :bat: :lol: :bb: :boi: :sgrin: :rofl: :pax: ???

A parte gli scherzi il punto è un altro, il mio intervento è da TomTom. Cioè volevo indicarti una possibile svolta, un tentativo verso foto in cui tra la tua fascinazione per qualcosa e l'abbassamento del pulsante di scatto non passa più di un decimo di secondo. Così, quel che viene viene. Fuori dalle regole. E' un tipo di fotografia apparentemente "non pensata". In realtà è soltanto pensata "dopo" lo scatto invece che prima. Ovvero: non si smette di guardare-cercare nella scena ripresa. Si tira fuori nello sviluppo la rappresentazione del proprio sentimento. E' anche il problema di lasciarsi andare, di smettere momentaneamente il controllo e le regole.
Prova, se te la senti...
Purtroppo mi è venuta questa fissa, che tu sia un potenziale "intimista" e io quando mi metto qualcosa in testa...  :idea:
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Online Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • ****
  • Post: 6.727
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #18 il: Martedì, 18 Dicembre 2018, 22:31:27 »
.
Citazione
"Non, rien de rien, non, je ne regrette rien..."
Mia moglie, francese del nord, di tanto in tanto mi accenna questo successo di Edith Piaf. 

Della foto preferisco l'ambientazione più ampia del contesto originale, con le correzioni consigliate da Rino.  :si: 
I tagli in questa pagina sembrano mancare di "aria".  ::)

  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.564
  • andrea
    • Forlì
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #19 il: Martedì, 18 Dicembre 2018, 22:49:05 »
 :si:
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Online agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.600
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #20 il: Mercoledì, 19 Dicembre 2018, 10:45:22 »

PP
Citazione
Prova, se te la senti...
vedo che posso fare...ma è dura per me. Ho appena rotto il tabu' del ritaglio (ma non troppo altrimenti quando rifotograferò in dia rischierò di aver dimanticato la RELIGIONE dell'inquadratura/esposizione definitiva)

Italo
Citazione
Mia moglie, francese del nord, di tanto in tanto mi accenna questo successo di Edith Piaf.

Della foto preferisco l'ambientazione più ampia del contesto originale, con le correzioni consigliate da Rino.  :si:
I tagli in questa pagina sembrano mancare di "aria".  ::)

Italo, dopo quello che ci hai detto sui problemi di salute di tua moglie questa tua annotazione suona intima e delicata e vale più delle foto che non riesci a fare. Grazie per il commento al topic che, alla fine, è diventato utile e divertente con il contributo di tutti!
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.564
  • andrea
    • Forlì
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #21 il: Venerdì, 21 Dicembre 2018, 09:16:30 »
Comunque a parte la diapositiva, il tabù del ritaglio che si sostiene sull'autorevolezza di Cartier Bresson, ha una spiegazione: i fotografi che come lui non stampavano così riuscivano ad avere il controllo sul ritaglio bloccandone appunto la possibilità. D'altra parte "ritagliavano" nella fase della scelta dello stampabile, ovviamente era un ritaglio radicale: escludevano l'intera immagine, non solo una zona di essa.
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline stefano65

  • Poster
  • **
  • Post: 175
    • Germania
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #22 il: Domenica, 23 Dicembre 2018, 09:58:03 »
Stefano

Offline maxtolardo

  • Militant
  • ***
  • Post: 286
    • Lecce
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #23 il: Sabato, 26 Gennaio 2019, 16:23:47 »
Quella corretta è perfetta. Bravo.

Online agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.600
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #24 il: Sabato, 26 Gennaio 2019, 16:57:30 »
Citazione
Quella corretta è perfetta. Bravo.

Mi ero dimenticato di questa foto, grazie (mi sembri che anche tu propendi per "geometrie compiute", a vedere le tue prime foto: io un po' le perseguo, un po' tento di emanciparmene)
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline maxtolardo

  • Militant
  • ***
  • Post: 286
    • Lecce
  • Foveon User: Sì
Re:ritratto ambientato decentrato
« Risposta #25 il: Sabato, 26 Gennaio 2019, 18:47:10 »
Citazione
Quella corretta è perfetta. Bravo.

Mi ero dimenticato di questa foto, grazie (mi sembri che anche tu propendi per "geometrie compiute", a vedere le tue prime foto: io un po' le perseguo, un po' tento di emanciparmene)

Beh sì, sono molto attratto dalla fotografia di architettura.