Autore Topic: Un balcone su Firenze  (Letto 200 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 816
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Un balcone su Firenze
« il: Venerdì, 24 Maggio 2019, 13:27:52 »
Tra i posti più suggestivi di Firenze, il ricordo di un bel pomeriggio libero immortalato con la DP1 Merrill.




www.moroph.eu

SD1 Merrill 10-20 EX + 24-105ART + 70mm 2.8 Macro EX
Sigma DP1 Merrill + wider 21mm Ricoh
Ricoh GR II + wider 21mm Ricoh

Online hobbit

  • Senior
  • ****
  • Post: 529
    • Udine
  • Foveon User: Ex
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #1 il: Venerdì, 24 Maggio 2019, 23:53:58 »
Questa foto ha propio il timbro Merrill, iperdettaglio e colori quasi metallici. Bella!
Attualmente scatto con: Panasonic GX7, PanaLeica 12-60 e PanaLeica 25mm.
Vorrei vendere: Sigma 60mm, Lumix 45-175, 14-45 e Panasonic GH1.
Vorrei riprendere: una Sigma DP!!!

"Molti di quelli che vivono meritano la morte, e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Tu sei in grado di valutare, Frodo? Non essere troppo ansioso di elargire morte e giudizi. Anche i più saggi non conoscono tutti gli esiti." (J.R.R. Tolkien)

Offline Marco_M

  • Junior
  • *
  • Post: 76
    • Lido di Camaiore
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #2 il: Sabato, 25 Maggio 2019, 00:59:23 »
Un cinema all'aperto!  :si:
  • Marco
     

Offline edecapitani

  • Senior
  • ****
  • Post: 515
    • Paullo (MI)
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #3 il: Sabato, 25 Maggio 2019, 08:24:41 »
Come sempre da te una bella foto!
  • Enrico
     

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.774
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #4 il: Sabato, 25 Maggio 2019, 09:13:54 »
Excel a me piace sopra tutte questa tua foto:
http://forum.foveon.it/index.php?topic=7004.msg55366#msg55366

fino a oggi non avevo fatto caso che è stata ripresa con sigma DP1X, cioè con un sensore da 4.68 megapixel (per tre strati).
La bellezza di quell'immagine è possibile anche perché la macchina non restituisce immagini 1. iperanalitiche (informazione oziosa), 2. dure (cioè l'impressione di nitidezza). Il significato dell'immagine può alloggiare comodamente nell'immagine, senza essere sopraffatto da un secondo soggetto: iperanaliticità-nitidezza.

In particolare la durezza è il prezzo che si deve pagare per disporre di una tecnologia facile e economica, ma la pellicola resta lo standard per la bellezza dell'immagine.

Ho notato che consapevolmente o inconsapevolmente chi ha l'ambizione di produrre un'immagine bella diciamo così nel "timbro" cerca modi di domare l'iperanaliticità-nitidezza, così secondo me si spiega, per esempio, l'ossessione tutta contemporanea per il "bokeh".
Un altro modo è cercare una grana, un altro sfocare e muovere, un altro croppare, un altro sovraesporre e desaturare. Un altro ancora è scurire lasciando emergere solo quel che si ritiene importante. Però scurire quando quel che emerge è comunque nitido-duro secondo me non funziona. Funziona se si trova un equilibrio - che per esempio la Ricoh GR dà naturalmente - tra nero e visibile, un equilibrio delicato.
Questo è il sermone del giorno  ^-^
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 816
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #5 il: Sabato, 25 Maggio 2019, 11:45:41 »
@Pacific
di fronte a questa scena mi sono ricordato della foto da te segnalata, in effetti hanno in comune l'emento umano che sovrasta il paesaggio urbano, a Firenze manca un terzo componente che fa perdere forza all'immagine (almeno se paragonata a quella di Monaco), ed è la natura, ma questo rispecchia le città italiane dove spesso la natura è un elemento di disturbo, che sporca per non dire che è persino pericolosa (la barbara usanza di tagliare i pochi alberi urbani per paura che finiscano in testa alla gente) che va quindi ghettizzata in posti chiamati "parchi".

Il sensore pre-merrill è fantastico, hai microcontrasto come nel Merrill, senza rischiare la lotteria di un sensore sopraffatto dalle dominanti (ho cambiato due DPnMerrill prima di trovare questa DP1Merrill con un sensore dalla resa cromatica soddisfacente). Però non ti credere che non sia capace la DP1X di restituire un eccesso di informazioni, le foto che posto sul forum sono rimpicciolite e di minore qualità, ma è altresì  vero che spesso col Merrill l'informazione è talmente abbondante che distrae, ma si può sempre togliere, il guaio è quando questa informazione non c'è!

Posto un esempio di foto, sempre di Firenze e sempre scattata in quella giornata, dove l'informazione è un po' eccessiva (bordi taglienti nelle linee verticali e orizzontali, porosità  dei mattoni troppo evidente ecc..) probabilmente perchè ho dimenticato di impostare a -2 la definizione in SPP. Questa iperinformazioni nel Merrill è ancora più evidente nei crop, come nel caso seguente che è appunto un ritaglio di circa 5Megapixel.


www.moroph.eu

SD1 Merrill 10-20 EX + 24-105ART + 70mm 2.8 Macro EX
Sigma DP1 Merrill + wider 21mm Ricoh
Ricoh GR II + wider 21mm Ricoh

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.774
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #6 il: Sabato, 25 Maggio 2019, 12:07:51 »
Excel la foto Un balcone su firenze c'è già tutta, è un'ottima immagine, va benissimo c'è la vita umana nella sua semplicità, gesti banali quotidiani e insieme la relazione con la città attraverso il guardare. Tutto ottimo. La delicatezza sarebbe la morte sua.

Non credo sia così semplice che quando c'è l'informazione si può sempre togliere mentre il problema è quando manca. Innanzitutto quel senso di nitidezza, pulizia si incista nello sguardo e alla fine non puoi farne a meno, rendendoti cieco al resto. Poi è diventato un obbligo sociale, basta guardare i grandi premi fotografici: cercando immagini di quel tipo, stanno per così dire selezionando la specie (solo la Magnum ancora si salva da quella convenzione stilistica). Infine, togliere la nitidezza coi cursori è davvero la stessa cosa che avere un'immagine già nata senza durezza?
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Online Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • ****
  • Post: 6.871
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #7 il: Sabato, 25 Maggio 2019, 15:55:27 »
Citazione
Infine, togliere la nitidezza coi cursori è davvero la stessa cosa che avere un'immagine già nata senza durezza?
Nel Digitale, e tanto più nel foveon, il termine "nato" è quantomeno improprio essendo lo "zero" di ogni controllo in SPP già settato a discrezione del gusto Sigma, tant'è che in "Definizione" è stato dimostrato corrispondere un valore abbondantemente positivo.

Nel seguente topic http://forum.foveon.it/index.php?topic=5245.0 è mostrata, con freccette rosse nelle zone a grande differenza tonale (alto contrasto), la metodica dell'algoritmo che Sigma usa per ottenere uno "scalino" tonale maggiore di quello reale assegnando valori più chiari ai pixel confinanti con perimetri di soggetti scuri o neri, in modo da aumentare il contrasto periferico per un maggiore effetto "pop-up" (che simula una maggiore definizione). La stessa cosa verrebbe eseguita sul perimetro di un soggetto chiaro applicando una serie di pixel più scuri dello sfondo.   
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline Joserri

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.653
    • Madrid
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #8 il: Domenica, 26 Maggio 2019, 01:26:06 »
Foto difficile da analizzare. Ma l'ho visto migliaia di volte. Mi ricorda la mia visione di Firenze. Sono un viaggiatore difficile per i miei amici perché non mi piacciono molto i musei, ho studiato all'università. Preferisco perdermi nei quartieri di questa amata Firenze, o Zagabria, Belgrado..... E i miei amici mi hanno chiesto perché mi piace andare nei quartieri popolari? Perché viaggio con la domanda su come i villaggi sono al di fuori degli itinerari turistici. Ma basta parlare di me:


In questa foto, l'uomo con gli occhiali da sole traccia una diagonale, formando un triangolo perfetto fino al campanile del Duomo. Un modo eccellente per approfittare della banalità per comporre una bella foto. Complimenti, Roberto!  :D

Offline DANYZ

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.677
    • Emilia-Romagna
  • Foveon User: Ex
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #9 il: Domenica, 26 Maggio 2019, 11:16:51 »
Questo "balcone" è straordinario, non deve mancare come tappa passando da Firenze.
Difficile trovarlo sgombero durante il giorno (e la sera durante la bella stagione).
Quando è libero dall'afflusso turistico è ancora meglio! Un gioiello!
ALOHA

Offline stefano65

  • Militant
  • ***
  • Post: 290
    • Germania
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #10 il: Domenica, 26 Maggio 2019, 13:32:13 »
Tra i posti più suggestivi di Firenze, il ricordo di un bel pomeriggio libero immortalato con la DP1 Merrill.



Che bella,bravissimo
Stefano
Il Foveon racconta,il mosaico cataloga

Offline Silvia V

  • Senior
  • ****
  • Post: 761
  • - DP3M -
    • milano
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #11 il: Lunedì, 27 Maggio 2019, 08:57:12 »
Semplice la scena ritratta ma assolutamente non banale ed i colori sono davvero belli  :si:
  • Silvia
     
DP3 Merril
Nikon D700
Olympus OMD em1
Nikon F2

"L'inizio è solo un seguito ed il libro degli eventi è sempre aperto a metà"

Offline EXCEL

  • Senior
  • ****
  • Post: 816
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #12 il: Giovedì, 30 Maggio 2019, 20:00:54 »
@Joserri
ho scattato 3 foto di questo panorama e alla fine ho scelto proprio questa perchè l'uomo con gli occhiali creava un triangolo che a mio parere guida l'occhio dell'osservatore  :si:

@Pacific
Come spiegato da Italo, questa nitidezza non richiesta è aggiunta di default da SPP, spostando  il cursore tutto a sx non si fa altro che ristabilire la naturale definizione del Merrill. In altre parole, introduci dell'artificio se quel cursore non lo muovi!
Sulla Magnum concordo al 100%.

@Dany
Infatti piuttosto che cercare buchi improbabili sgombri da pibedi, mi son detto "ok, fai amico il tuo nemico, come posso fare in modo che le persone da elemento di disturbo diventino elemento di composizione?".
www.moroph.eu

SD1 Merrill 10-20 EX + 24-105ART + 70mm 2.8 Macro EX
Sigma DP1 Merrill + wider 21mm Ricoh
Ricoh GR II + wider 21mm Ricoh

Offline maxtolardo

  • Militant
  • ***
  • Post: 476
    • Lecce
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #13 il: Giovedì, 30 Maggio 2019, 20:03:25 »
Fantastica, mi ricorda la mitica velvia.

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.502
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Un balcone su Firenze
« Risposta #14 il: Venerdì, 31 Maggio 2019, 17:27:56 »
Tra i posti più suggestivi di Firenze, il ricordo di un bel pomeriggio libero immortalato con la DP1 Merrill.

Bella, ma ora ti odio: anch'io ho scattato una foto molto simile anni fa e, dopo aver visto la tua, sono andato a cercarla.

1) Cercando "Firenze" nell'HD, non l'ho trovata. Probabilmente a suo tempo (ora uso diverse parole chiave) l'avevo messa in una cartella con un nome tipo "Viaggio con Pincopallino": non la troverò mai se non per caso.

2) In diverse cartelle col nome "Firenze" ho trovato delle foto che ricordavo belle e di ottima qualità, ma ora sono inguardabili. In 15 anni il digitale ne ha fatta tanta di strada! :)


  • Rino