Autore Topic: Prime due foto con Foveon  (Letto 137 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Donalonzo

  • Newbie
  • Post: 7
    • Firenze
  • Foveon User: Sì
Prime due foto con Foveon
« il: Sabato, 19 Ottobre 2019, 18:28:21 »
Salve a tutti,
vi sottopongo le prime due foto in bianco nero scattate con la SDQuattro, niente di che come soggetti, sono uscito in giardino e ho scattato, ma sono rimasto colpito dai passaggi tonali e dalle sfumature dei grigi, non so forse sono troppo coinvolto per avere un metro di giudizio oggettivo, spero mi aiutate voi con i vostri commenti e le vostre critiche...
Devo ancora capire bene il Sigma Photo Pro sia sul colore che sul BW per poterlo gestire ma così d'acchito mi sembra un pò lento nella risposta ai comendi e quindi ci vuole un pò di pazienza...

Grazie
Gianni

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.944
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Prime due foto con Foveon
« Risposta #1 il: Sabato, 19 Ottobre 2019, 18:54:08 »
Per essere foto di uno che esce in giardino mi sembrano molto interessanti. C'è da dire che non hai specificato qual è il giardino, e potrebbe essere anche anche quello della Genesi... bisogna sempre stare  in campana con quelli che parlano di giardini.
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline Donalonzo

  • Newbie
  • Post: 7
    • Firenze
  • Foveon User: Sì
Re:Prime due foto con Foveon
« Risposta #2 il: Sabato, 19 Ottobre 2019, 19:12:00 »
Lo sai che non ho capito a cosa ti riferisci con la storia del giardino...
Comunque il soggetto erano le due foto le quali non le so giudicare, non sono come detto un esperto in Foveon, per cui sto cercando pareri e opinioni di altri...il giardino invece lo conosco bene, è quello di casa mia...

Offline agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.921
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Prime due foto con Foveon
« Risposta #3 il: Domenica, 20 Ottobre 2019, 07:17:43 »
Mi sembrano foto ben fatte, sul giardino concordo con Andrea*: bisogna capire bene anche latitudine ed orientamento del sole al momento dello scatto



* se ti leggi i precedenti topic si è parlato quasi di tutto: SPP, ad esempio, è lento perché si smazza una quantità di info da far piangere qualsiasi altro RAW converter, stessa cosa fanno i processori nel corpo macchina. Insomma: immagina i tempi per ottenere una foto in camera oscura (sia negativo che stampa) e troverai SPP un razzo.
Se ti leggi i precedenti topic ti farai anche un'idea dei personaggi che si celano dietro i nostri avatar: prendici per quelli che siamo.  :))
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma sd4 + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.944
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Prime due foto con Foveon
« Risposta #4 il: Domenica, 20 Ottobre 2019, 08:19:24 »
Lo sai che non ho capito a cosa ti riferisci con la storia del giardino...

Il giardino è un luogo simbolico, l'hortus conclusus nella tradizione occidentale ma immagino ci sia altrettanto in oriente. Il primo libro di racconti di Giulio Mozzi si intitolava Questo è il giardino e si trova descritto così nella scheda dell'ultimo editore:

"Questo è il giardino", nel 1993, destò stupore per la sicurezza e, insieme, l'ingenuità del dettato. Se nei libri successivi Mozzi ha probabilmente dimostrato di essere un bravo scrittore, tuttavia solo in "Questo è il giardino" è avvenuto del tutto a sua insaputa, il piccolo miracolo: la scrittura e il racconto si rivelano vie di salvezza e felicita della vita. Questo lo scrivo io, che sono Giulio Mozzi, e che quella felicità, da allora, non l'ho più ritrovata."

Queste invece sono le fotografie di Vincenzo Castella presentate quest'anno a Fotografia Europea:

https://www.fotografiaeuropea.it/fe2019/mostra/vincenzo-castella/

sono fotografie del suo giardino, credo vasi che ha in terrazzo, ma non si direbbe, si direbbe piuttosto che ha dato rappresentazione al suo hortus conclusus.


Insomma andare in giardino è andare in giardino più un'immensità. Io volevo dire che le tue due foto non sono consuete perché le foglie non sono più foglie e la corteccia non è più corteccia. Non dico che stanno nella storia della fotografia, ma sono un po' stupito che tu non abbia postato le solite rappresentazioni e per me sono interessanti.

Ecco solo questo, ma non saprei rispondere alla tua domanda che è di tipo tecnico, non ci capisco niente di macchine. Personalmente il giudizio su un'immagine lo ottengo così: la stampo e appendo in uno dei pochi posti dove è possibile in casa mia (sono in mansarda quasi tutti i muri sono a strapiombo), in genere dopo qualche giorno mi stufo di vederla, allora capisco che l'immagine non va bene.

"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline hobbit

  • Senior
  • ****
  • Post: 606
    • Udine
  • Foveon User: Ex
Re:Prime due foto con Foveon
« Risposta #5 il: Domenica, 20 Ottobre 2019, 08:52:37 »
Ciao Gianni.

Se ti stupisci per le incredibili, colte e simpatiche risposte di pacific palisades vuol dire che non hai osservato il forum prima di iscriverti!

Riguardo le due foto proposte anch'io non saprei giudicarle tecnicamente, posso dire che nella prima vedo tante sfumature e contrasti con una profondità ben giocata, la seconda è troppo contrastata e arida, non c'è un punto di attenzione.
Attualmente scatto con: Panasonic GX7, GH1, PanaLeica 12-60 e PanaLeica 25mm, Sigma 60mm, Lumix 100-300.

"Molti di quelli che vivono meritano la morte, e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Tu sei in grado di valutare, Frodo? Non essere troppo ansioso di elargire morte e giudizi. Anche i più saggi non conoscono tutti gli esiti." (J.R.R. Tolkien)

Offline Donalonzo

  • Newbie
  • Post: 7
    • Firenze
  • Foveon User: Sì
Re:Prime due foto con Foveon
« Risposta #6 il: Domenica, 20 Ottobre 2019, 10:35:56 »
Buongiorno a tuttti,

grazie

agostino
pacific palisades
hobbit

i vostri commenti mi sono stati di aiuto, sia per conoscere meglio qualcuno di voi, sia per capire l'effetto che possono avere fatto i miei scatti.

@hobbit: concordo con il tuo commento dal punto di vista tecnico sulle due foto, la seconda, quella della corteccia dell'albero la volevo ricca di passaggi tonali, ma come dicevo prima devo prendere dimestichezza con il SPP e il Foveon ed è risultata piatta e arida e senza punto di attenzione.

Di sicuro farò un giro di approfondimento su questo Forum per capire meglio la filosofia e l'ispirazione del vostro approccio alla fotografia.

Di nuovo grazie a tuttti voi.

Un saluto
Gianni

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • ****
  • Post: 6.978
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
  • Foveon User: Sì
Re:Prime due foto con Foveon
« Risposta #7 il: Domenica, 20 Ottobre 2019, 13:59:41 »
Ciao Gianni.
Si nota, nelle due foto, la voglia di testare in fretta il muovo acquisto: soggetti facilmente disponibili e sviluppo semplificato (bn).
La lentezza di SPP è dovuta al complesso algoritmo di decodifica dei numerosi dati X3F del foveon per tradurli in immagine.

Per approfondire puoi leggere le caratteristiche della SDQ (in italiano): http://foveon.it/biblio/SD1Q/Sigma_SD_Quattro_H.pdf

Per curiosare sulla qualità dei precedenti, classici, foveon:  http://forum.foveon.it/index.php?topic=1826.0
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline Donalonzo

  • Newbie
  • Post: 7
    • Firenze
  • Foveon User: Sì
Re:Prime due foto con Foveon
« Risposta #8 il: Domenica, 20 Ottobre 2019, 18:15:17 »
Grazie Italo,

per i commenti e per le dritte che mi hai dato.

Saluti
Gianni