Autore Topic: Previsioni sul futuro dei sensori  (Letto 467 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ginni

  • Senior
  • ****
  • Post: 601
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Previsioni sul futuro dei sensori
« Risposta #30 il: Giovedì, 16 Gennaio 2020, 21:14:30 »
Ciao interessante il 3d digitale.
Io avevo preso a suo tempo l.'ottica Panasonic in bundke cin una G2 per scoprire che poi per visualizzare le foto ci voleva un tv Viera e che non andava in video.
Come visualizzi tu le foto?
Grazie.

Online hobbit

  • Senior
  • ****
  • Post: 729
    • Udine
  • Foveon User: Ex
Re:Previsioni sul futuro dei sensori
« Risposta #31 il: Giovedì, 16 Gennaio 2020, 21:43:42 »
Infatti il limite grande del 3D dal mio punto di vista resta quello della difficoltà di fruizione.
Per la cronaca, avendo sia la fotocamera Panasonic, che il TV Panasonic al plasma 3D (mai utilizzato, mai comperati gli occhiali attivi necessari), la tentazione di prendere la lente 3D e fare qualche semplice scatto c'è!
Attualmente scatto con: Panasonic GX7, GH1, PanaLeica 12-60 e PanaLeica 25mm, Sigma 60mm, Lumix 100-300.

"Molti di quelli che vivono meritano la morte, e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Tu sei in grado di valutare, Frodo? Non essere troppo ansioso di elargire morte e giudizi. Anche i più saggi non conoscono tutti gli esiti." (J.R.R. Tolkien)

Online OneFromRM

  • Poster
  • **
  • Post: 102
  • Tra il bene e il male, ho scelto male
    • Italia, Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Previsioni sul futuro dei sensori
« Risposta #32 il: Giovedì, 16 Gennaio 2020, 22:45:46 »
La lente Panasonic aveva un terribile difetto. Intanto dimezzava (ovviamente) la risoluzione. Inoltre non poteva rispettare la regola dei 7cm che dovrebbero rappresentare la distanza ideale fra i due punti di osservazione (corrispondenti grosso modo alla distanza interpupillare dell'essere umano).
La Panasonic aveva in catalago fra le sue compatte la Lumix DMC-3D1 che era nativa con 2 lenti, così come la Fujifilm aveva la W3D, entrambe dedicate alla fotografia stereoscopica.
L'ideale per visualizzare i contenuti 3D, ma anche quelli immersivi come le foto 360°, è l'Oculus Go (180 euro circa), o meglio l'Oculus Quest, che però è più costoso anche se ha una risoluzione più elevata...

Offline Ginni

  • Senior
  • ****
  • Post: 601
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Previsioni sul futuro dei sensori
« Risposta #33 il: Venerdì, 17 Gennaio 2020, 16:19:18 »
Ho visto l oculus, esiste per caso wualche app che con smarphone visore VR permetta di vedere foto 3d?

Online OneFromRM

  • Poster
  • **
  • Post: 102
  • Tra il bene e il male, ho scelto male
    • Italia, Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Previsioni sul futuro dei sensori
« Risposta #34 il: Venerdì, 17 Gennaio 2020, 19:56:04 »
In realtà per vedere foto 3d sullo smartphone basta salvare le foto in modalità SBS (side by side) e poi le lenti separano i due fotogrammi e ricompongono l'immagine. Non c'è bisogno di una app specifica...