Autore Topic: Full Frame Miti e Leggende parte 2  (Letto 252 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline notomb

  • Militant
  • ***
  • Post: 398
    • Cesenatico - Romagna
  • Foveon User: Sì
Full Frame Miti e Leggende parte 2
« il: Venerdì, 31 Gennaio 2020, 12:12:47 »
I tanti Megapixel.
Bisogno creato N1. Qui si sono raggiunte cime inarrivabili. Se vuoi stampare in grande formato……
Nonostante non stampi praticamente nessuno Tutti vi risponderanno in questo modo, fantastico. Si và nel sito https://www.blitzresults.com/it/pixel/ e si scopre che per fare un 50x70 serve almeno un 47Mpx. Sui 300 dpi e la qualità di stampa c'è già l'articolo di Antonello "Giusta distanza di visione".
Nessuno si chiede se il 50X70 si stampi solo da oggi o se qualcuno in tempi andati si sia mai spinto a TALI ingrandimenti e chissà che schifezze abbia ottenuto. Ovviamente i tutto viene bene oliato da tutto il "giro". Riviste che chiedono risoluzioni elevatissime che andranno stampate in A4, nella migliore delle ipotesi.
Bisogno creato N2. Il crop.
Con risoluzioni del genere monti un 28 e croppando fai di tutto. Vuoi mettere il non dover fare un passo aventi o indietro? Udite udite, sentirete questo discorso anche da chi dice "uso solo ottiche fisse non mi piacciono gli zoom", mi trattengo a fatica dal commentare.
Anche in questo caso, come nelle comparative FF/Aps-C/M4/3 si dimenticano tutte le elementari regole secolari della fotografia. In pratica ci dicono di "Emulare" un M4/3 :ohi:. Fioriranno i ritratti ritagliati da foto street di una piazza. Ma un 28mm anche ritagliato non sarà mai un 85mm.
VANTAGGI di chi crea il bisogno.
1 Memorie più capienti e veloci. Per pura Coincidenza c'è un noto produttore che le produce da qualche anno senza grossi riscontri. E' un vizio vecchio che ha. Creare nuovi standard e campare di Royalty. Altra coincidenza, è sempre lo stesso che si è accaparrato il monopolio dei sensori e lanciato nei milioni di MPX. Ripeto sono solo coincidenze.
2 Archiviazione. Tanti Hard Disk e sempre più capienti ed i Cloud. Canoni mensile per archiviare online con delle linee fatiscenti in upload, su siti virtuali di non si sa chi e che potrebbero chiudere dall'oggi al domani. Ma vuoi mettere accedere alle foto da ogni luogo e con qualsiasi piattaforma?
3 Hardware. File di tale grandezza da elaborare con un semplice filtro diventano rognosi e non di poco. Aggiornare PC.
VANTAGGI di chi le compra.
NESSUNO ma mi aspetto tante arrampicate sugli specchi.
  • Davide
     
Sigma SDQ-H/15/14
Sigma 18-35 art - 35 1.4 Art - 50 1.4 Art - 105 Macro EX - 24-70 Art - 105mm Art - 8-16mm - 18-300 C - 50-150mm EX OS

Online hobbit

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.254
    • Udine
  • Foveon User: Sì
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #1 il: Venerdì, 31 Gennaio 2020, 12:42:30 »
Mentre con la prima parte non ero totalmente in linea, con la seconda parte sì e la quoto totalmente, è da tempo che lo scrivo quando capita e è da tempo che punto a fotocamere a bassa risoluzione quando è possibile.

 :si: :si: :si:
Francesco

Foveon: DP1 Quattro ---- m4/3: GX7, GH1, 12-60 f/2.8-4, 25 f/1.4, 60 DN, 100-300.

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione. San Tommaso D'Aquino

Offline agostino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.508
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #2 il: Venerdì, 31 Gennaio 2020, 13:09:32 »
ok
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma SDQuattro + 18-35 Art + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline DANYZ

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.764
    • Emilia-Romagna
  • Foveon User: Ex
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #3 il: Venerdì, 31 Gennaio 2020, 14:34:27 »
è da tempo che punto a fotocamere a bassa risoluzione quando è possibile.
:si: :si: :si:

Ricordo che passai dai 10 megapixel della Nikon d60 ai 6 della Fuji s5...ai 3 della sd10  :))
Poi rimasi coi 6 fino ad oggi, aumentando la risoluzione (quando serviva) unendo più foto.
E poi per stampare un 50×70 ne bastavano meno, e col Foveon ancor meno.
Ricordo una stampa 700×100 di una foto fatta con la dp1s...4,7 megapixel...Perfetta
ALOHA

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.750
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #4 il: Venerdì, 31 Gennaio 2020, 14:45:20 »
Mentre con la prima parte non ero totalmente in linea ...

Anche la prima parte è esatta, solo che Notomb a volte è ironico. Per stampare un 50 x 70 ovviamente non servono 47 milioni di pixel. Per la stampa servono 18 milioni di pixel su un A3 circa (che corrispondono ai 300dpi), oltre A3 la distanza di visione deve per forza aumentare se si vuole vedere la foto completamente (in modo che non salti la composizione che è il suo fondamento), quindi occorre una risoluzione inferiore.
Se si utilizzano in stampa  risoluzioni che l'occhio non riesce a risolvere si ottiene una stampa che è percepita con fastidio. Infatti Salgado che stampa grande aggiunge addirittura grana perché aiuta l'occhio.

Il discrimine quindi è 18 milioni di pixel, oltre si deve stampare per ritaglio o ridurre la risoluzione (che comunque è un intervento che manipola il file); sotto i 18 milioni di pixel occorre ingrandire. Il motivo per cui in Leica hanno sostenuto fino a ieri che la risoluzione migliore è quella poco oltre 20 milioni di pixel è appunto il tenere conto del potere di risoluzione dell'occhio umano lasciando una piccola possibilità di crop per aggiustare l'immagine.

Insomma concordo con Notomb, i produttori di fotocamere prima di tutto si preoccupano di produrre bisogni facendo rimbalzare per la rete e nelle riviste e fiere i loro storytelling. 
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Online hobbit

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.254
    • Udine
  • Foveon User: Sì
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #5 il: Venerdì, 31 Gennaio 2020, 15:02:10 »
No no mi riferivo al primo post!  ::)
Francesco

Foveon: DP1 Quattro ---- m4/3: GX7, GH1, 12-60 f/2.8-4, 25 f/1.4, 60 DN, 100-300.

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione. San Tommaso D'Aquino

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.750
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #6 il: Venerdì, 31 Gennaio 2020, 15:18:46 »
 :si:
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline Ginni

  • Senior
  • ****
  • Post: 715
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #7 il: Venerdì, 31 Gennaio 2020, 23:42:26 »
Per il Crop da 28 mm sono d'accordo, ma se monti un 50 mm diciamo che su un 36 megapixel già puoi ritagliare, su rollei 6x6 si ingrandiva  :)) parte del fotogramma.
Di sicuro a parità di densità una full frame ti raccoglie più informazioni.
La corsa ai megapixel di per se non ha senso visto che si stampa sempre meno e la maggior parte della gente fruisce immagini su un monitor da 1k.
Peró il telefonino con cui scrivo ha 42 megapixel.
Il marketing deve fare il suo lavoro.

Offline Tino84

  • Poster
  • **
  • Post: 163
  • Foveon User: No
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #8 il: Sabato, 01 Febbraio 2020, 10:53:06 »
A me sembra, tra le varie cose, che si stia valutando solo un lato della medaglia, dato dalle proprie abitudini /preferenze.

Tutta la tecnologia va usata con un minimo di cognizione di ciò che si fa, ma non per questo tutto deve essere inutile.

Se la tecnologia oggi mi da sensori seppur densi con un buonissimo rapporto s/r, perché non sfruttarlo?
Ci sono molte occasioni dove, piuttosto che avere un secondo corpo con lente, con conseguenti pesi, vale la pena effettuare il crop ( magari di un 85mm o di un 135mm, io l’ho fatto svariate volte ai concerti, dove magari sei già a bordo palco, ed il fatidico “passo in più” è impossibile da fare; non si fanno solo foto a paesaggi ed amici che posano dopotutto..). D’altronde, data la qualità appunto, un crop a 18mpx rimane di elevata qualità.

Se poi le cose si fanno senza pensare, non può essere colpa della tecnologia: conosco gente che vuole memorie sempre più “veloci e capienti”, solo perché ha telefonini/pc intasati da programmi e foto a qualsiasi cosa (milioni di foto, più di quelle che ho scattato io da appassionato), e quindi si prende ciò che, con un po’ di accortezza, potrebbe tranquillamente non servire.

Anche i pc odierni sono sovradimensionati per le necessità più semplici (andare sul web e scrivere qualche documento ). Io con un notebook da 180€ in offerta sviluppo le mie foto senza problemi ( rawtherapee su gnu/Linux), eppure la maggior parte di quelli che conosco, per far girare Photoshop hanno pc da almeno 10 volte il mio budget.
Questione di scelte.

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.750
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Full Frame Miti e Leggende parte 2
« Risposta #9 il: Sabato, 01 Febbraio 2020, 11:42:11 »
Non vengono presentate come crop-camera però, lo storytelling le presenta col titolo altisonante di big-megapixel in cui la caterva di pixel è cruciale per "la qualità dell'immagine" e per "la stampa di qualità", ma è storytelling fasullo da venditore. Tutto destinato ai fotoamatori, perché se guardi le macchine usate dai fotografi della Magnum, sono fuori produzione ma continuano a essere usate, roba che qualsiasi fotoamatore giudicherebbe obsoleta. Del resto la Canon che sta per uscire destinata ai professionisti è una reflex da 20 milioni di pixel... quindi il marketing fa il suo lavoro avendo individuato una categoria di fotoamatori maschi abbienti e 'coglionazzi' mi si passi il termine a colori  :D
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.