Autore Topic: Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.  (Letto 825 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.016
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 11:20:00 »
Ciao a tutti,

purtroppo e´ successo quello che non doveva succedere, ossia che la mia SD1 ha fatto un volo di un centinaio di metri ed e´ finita sfracellata su una roccia. per fortuna che al momento dell´incidente era agganciato un vecchio e poco costoso pentax 80-200 manuale.
 
Ora. vista la penuria di Sigma e complice il fatto che ci sarä da aspettare parecchio per un nuovo Foveon, ho preso una SDQ col suo sensore che avrä sicuramente tanti pregi, ma che non mi garba quanto il Merrill.

Sto cercando di trovare il giusto mix di settings in SPP per rendere la resa del Q quanto piü possibile vicina al Merrill ed evitare la comparsa di macchie cromatiche magenta, nonche lórribile effettto acquerello.
Ecco un elenco di punti che ancora non mi sono chiari in SPP quando lavoro col sensore Q:

- se il cursore di riduzione di rumore cromatico non si trova tutto a DX, non riesco ad eliminare completamente il rumore cromatico. Tuttavia noto che, anche se posizionato sul livello massimo, questo non inificia la QI dellímmagine. Domanda: come vi comportate per eliminare le macchie cromatiche del Q?

- Con il Merrill avevo sempre il cursore definizione (o quantomeno credo che SPP lo traduca cosi´ in italiano) tutto sulla SX, per avere un aspetto piü naturale e con meno artefatti. Con il Q, dalle poche prove che ho fatto, mi sembra che sarebbe meglio lasciarlo sul centrale. Inoltre non mi e´ chiarissima la differenza tra i cursori definizione e dettaglio, ossia il secondo cursore a pallini che si attiva solo col Q (col Merrill era disattivato qundi lavoravo solo su un cursore).

Qualsiasi altro suggerimento e´ benvenuto.
www.moroph.eu

Sigma DP1 Merrill
Sigma DP3 Merrill
Ricoh GR2

Offline notomb

  • Militant
  • ***
  • Post: 399
    • Cesenatico - Romagna
  • Foveon User: Sì
  • Davide
     
Sigma SDQ-H/15/14
Sigma 18-35 art - 35 1.4 Art - 50 1.4 Art - 105 Macro EX - 24-70 Art - 105mm Art - 8-16mm - 18-300 C - 50-150mm EX OS

Offline botrem

  • Poster
  • **
  • Post: 116
    • Marche/Svizzera
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #2 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 12:56:38 »

Avevo rivenduta la mia DP2M .... e ho appena aquistato una DP2 Quattro.

Stò cercando info, come te, sui settings quattro per spp.

L'importante è di utilizzare l'ultimo fw e l'ultima versione di spp.
 
Ecco quello che ho trovato :

https://fotogenerell-international.com/2018/01/25/sigma-photo-pro-what-does-the-detail-slider-do/
https://sigmaphotopro.com/sharpness-noise-and-detail-in-spp/
https://sigmaphotopro.com/processing-portraits/
https://sigmaphotopro.com/tips-for-new-users/

Sigma DP2Q - Panasonic Lumix LX100 II - Lumix TZ100

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.016
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #3 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 13:06:47 »
Proprio in Germania c'è questa
https://www.ebay.it/itm/Sigma-SD1-Merrill-mit-PG-31-Griff/313003668896

Grazie mille per la segnalazione, in Germania ne trovo diverse specialmente su kleinanzeigen e nei negozi di fotografia di monaco di baviera che vendono spesso roba usata, addirittura persino nei mercatini delle pulci. Il Foveon è relativamente conosciuto da queste parti. Per il momento però. complice questo imprevisto vorrei provare ad usare (nuovamente) il Q, sperando di avvicinarmi al Merrill, anche perchè i colori del Q sono fantastici e per me che scatto quasi sempre a colori non e' un plus da poco.
www.moroph.eu

Sigma DP1 Merrill
Sigma DP3 Merrill
Ricoh GR2

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.016
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #4 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 13:08:36 »

Avevo rivenduta la mia DP2M .... e ho appena aquistato una DP2 Quattro.

Stò cercando info, come te, sui settings quattro per spp.

L'importante è di utilizzare l'ultimo fw e l'ultima versione di spp.
 
Ecco quello che ho trovato :

https://fotogenerell-international.com/2018/01/25/sigma-photo-pro-what-does-the-detail-slider-do/
https://sigmaphotopro.com/sharpness-noise-and-detail-in-spp/
https://sigmaphotopro.com/processing-portraits/
https://sigmaphotopro.com/tips-for-new-users/

ottimi spunti, stasera me li leggo con calma.
Per il resto si, macchina e SPP sono aggiornati.
www.moroph.eu

Sigma DP1 Merrill
Sigma DP3 Merrill
Ricoh GR2

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.882
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #5 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 15:21:03 »
Ciao a tutti,

purtroppo e´ successo quello che non doveva succedere, ossia che la mia SD1 ha fatto un volo di un centinaio di metri ed e´ finita sfracellata su una roccia.

ho preso una SDQ col suo sensore che avrä sicuramente tanti pregi, ma che non mi garba quanto il Merrill.


Mi dispiace per la fotocamera, se fosse successo a me probabilmente sarei in terapia... detto questo, a nome del presidente Agostino ti dò il benvenuto nel club dei Fantastici Quattro. Sei un pezzo da novanta, sicuramente farai grandi cose :si:

(Invece io sono un pazzo da novanta).
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.300
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #6 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 15:51:16 »
purtroppo e´ successo quello che non doveva succedere, ossia che la mia SD1 ha fatto un volo di un centinaio di metri ed e´ finita sfracellata su una roccia. per fortuna che al momento dell´incidente era agganciato un vecchio e poco costoso pentax 80-200 manuale.

Accidenti!  :cry:
 
Citazione
Ora. vista la penuria di Sigma e complice il fatto che ci sarä da aspettare parecchio per un nuovo Foveon, ho preso una SDQ col suo sensore che avrä sicuramente tanti pregi, ma che non mi garba quanto il Merrill.

Senz'altro lo rimpiangerai per la definizione all'infinito nel tuo tipo di fotografia. Gli alberi all'infinito vengono resi meglio dal Merrill, mentre per le foto di architettura, soprattutto a distanze medie, va meglio il Quattro che, oltretutto, ma mi ha tirato fuori dai problemi di corrispondenza cromatica con il soggetto originale (gli architetti ci tengono, non posso "inventarmi" i colori).

Citazione
Sto cercando di trovare il giusto mix di settings in SPP per rendere la resa del Q quanto piü possibile vicina al Merrill ed evitare la comparsa di macchie cromatiche magenta, nonche lórribile effettto acquerello.

Onestamente non ho trovato nessuna "ricetta speciale" per il Quattro rispetto alla SD1 Merrill che adoperavo prima. In linea di massima, le mie foto vengono bene e non devo lavorarci troppo, ma probabilmente i limiti del Quattro vengono enfatizzati dal tuo genere di fotografia.
Non so se scatti a mano libera o con il treppiedi, ma - in tal caso - tagli la testa al toro usando la funzione SFD e non rimpiangerai più il Merrill.

Citazione
- se il cursore di riduzione di rumore cromatico non si trova tutto a DX, non riesco ad eliminare completamente il rumore cromatico. Tuttavia noto che, anche se posizionato sul livello massimo, questo non inificia la QI dellímmagine. Domanda: come vi comportate per eliminare le macchie cromatiche del Q?

Non sono sicuro che stiamo parlando della stessa cosa: quando dico "macchie cromatiche verdi o magenta", non riesco ad eliminarle con la correzione del rumore cromatico, ma solo coi cursori "Purple fringing" e "green fringing" (non mi ricordo come vengono chiamati in italiano perché uso SPP in inglese). Non ho dovuto quasi mai usare il cursore di riduzione di rumore cromatico, almeno non nel senso che intendo io (lo stesso che devo correggere spesso con Photoshop per il Bayer).

Citazione
- Con il Merrill avevo sempre il cursore definizione (o quantomeno credo che SPP lo traduca cosi´ in italiano) tutto sulla SX, per avere un aspetto piü naturale e con meno artefatti. Con il Q, dalle poche prove che ho fatto, mi sembra che sarebbe meglio lasciarlo sul centrale.

Vedi tu come ti soddisfa maggiormente, tanto i risultati li vedi sul monitor. Di solito lascio a zero o a -0,5.

Citazione
Inoltre non mi e´ chiarissima la differenza tra i cursori definizione e dettaglio, ossia il secondo cursore a pallini che si attiva solo col Q (col Merrill era disattivato qundi lavoravo solo su un cursore).

Se la foto è giusta, non devi quasi mai ricorrere al cursore dettaglio (quello a pallini) ed a me non piacciono i risultati che, oltretutto, aumentano il rumore nelle ombre. Però so di molti paesaggisti che lo usano al massimo proprio per evitare l'impastamento degli alberi all'infinito. C'è chi diminuisce la nitidezza e aumenta "crispy". Anche qui, devi provare a lungo sulle tue foto ed a tuo gusto. Con alcune foto di paesaggio che ho scattato, le foto diventano piacevolmente "croccanti" mentre non devo adoperarlo mai con le foto di architettura. "Details" somiglia molto al comando chiamato "Struttura" in altri programmi (non corrisponde a "Chiarezza" di Photoshop se non in parte), mentre "Nitidezza" si comporta come "Nitidezza" su Photoshop (aggiunge un bordino bianco tra un'area e l'altra).
  • Rino
     

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.016
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #7 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 16:25:22 »
eee Rino devo inventarmi qualcosa per il problema del dettaglio sull'infinito, o quantomeno fallo avvicinare al Merrill. Non sarà  facile e indolore, ma del resto anche col Merrill ho tirato potenti testate nel muro  :ohi: per imparare a domare i colori totalmente sballati dell'M.
Per il microcontrasto del Q un pochino minore del M, tornerò ad utilizzare alcuni vetri "vintage" ricchi di microcontrasto che con la SD1 avevo messo in un cassetto, non me ne voglia Sigma, ma un vetro come il 30mm pentax f.2.8 del 1975 pesa 215g ha microcontrasto a iosa ed è otticamente stellare.

l'SFD come posso sfruttarlo al meglio al di fuori delle pareti rocciose? anche col treppiede, mi basta un alberello e un pochino di vento per avere del ghost, o sbaglio? Oppure il software è abbastanza "smart" da riconoscere ed eliminare l'effetto ghost? Devo provarlo meglio, su questo non vi è dubbio.
www.moroph.eu

Sigma DP1 Merrill
Sigma DP3 Merrill
Ricoh GR2

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.016
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #8 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 16:36:28 »
Ciao a tutti,

purtroppo e´ successo quello che non doveva succedere, ossia che la mia SD1 ha fatto un volo di un centinaio di metri ed e´ finita sfracellata su una roccia.

ho preso una SDQ col suo sensore che avrä sicuramente tanti pregi, ma che non mi garba quanto il Merrill.


Mi dispiace per la fotocamera, se fosse successo a me probabilmente sarei in terapia...

quando è schiantata a terra ha fatto un fracasso terribile, è stato strano tornare a casa e non dover ripetere il rito della pulizia che segue ogni uscita bagnata di montagna. Almeno posso dire che sia morta in gloria, precipitata da una parete e con il sensore pulito appena una settimana fa.  O:-) Spero che qualcuno non trovi mai la scheda CF (o che si sia rotta), ci sono ancora immagini compromettenti scattate nell'ultimo campeggio  :azz:
www.moroph.eu

Sigma DP1 Merrill
Sigma DP3 Merrill
Ricoh GR2

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.300
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #9 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 17:24:54 »
eee Rino devo inventarmi qualcosa per il problema del dettaglio sull'infinito, o quantomeno fallo avvicinare al Merrill. Non sarà  facile e indolore, ma del resto anche col Merrill ho tirato potenti testate nel muro  :ohi: per imparare a domare i colori totalmente sballati dell'M.

Sicuramente sarà difficile e comunque non arriverai alla nitidezza della SD1 Merrill, ma diversi bravi paesaggisti che conosco alla fine usano il Quattro. Probabilmente hanno smesso di guardare le foto al 100% ed è un peccato perché, nella fotografia di architettura, mi sembra di essere in Blade Runner quando "naviga" nella fotografia. I dettagli all'infinito, anche al 100%, sono spettacolari.

Citazione
Per il microcontrasto del Q un pochino minore del M, tornerò ad utilizzare alcuni vetri "vintage" ricchi di microcontrasto che con la SD1 avevo messo in un cassetto, non me ne voglia Sigma, ma un vetro come il 30mm pentax f.2.8 del 1975 pesa 215g ha microcontrasto a iosa ed è otticamente stellare.

Fai le tue prove e regolati di conseguenza. :)
La mia esperienza personale è che con il Quattro i vecchi obiettivi (Sigma EX, ottimi Zeiss o Minolta - quelli buoni - che siano) fanno pena (e sembra far pena il Quattro), ma in tanti ti diranno il contrario, quindi fai le tue prove, fai il confronto con un Art e valuta coi tuoi occhi.

Citazione
l'SFD come posso sfruttarlo al meglio al di fuori delle pareti rocciose? anche col treppiede, mi basta un alberello e un pochino di vento per avere del ghost, o sbaglio? Oppure il software è abbastanza "smart" da riconoscere ed eliminare l'effetto ghost? Devo provarlo meglio, su questo non vi è dubbio.

Provalo che è la cosa migliore. Ora il software è ben più maturo rispetto agli inizi e riconosce meglio le parti in movimento (addirittura, se c'è una persona che si sposta sui 7 fotogrammi, a volte la elimina del tutto). Prima le parti mosse venivano rese con blocchi di pixel, ora sembrano mosse ed a me non dispiace (sembra, nel caso delle foglie degli alberi, che ci sia il vento mentre, nel caso dell'acqua di un fiume, viene tipo "acqua setosa"). Sono tutte cose che si deve imparare ad utilizzare bene e la Quattro può dare soddisfazioni, altrimenti la si butta via.

Uno scatto con la dp0 Quattro e SFD a Torino. Ovviamente i tempi di esposizione erano lunghi e la gente si muoveva, ma - a fine montaggio - non è avvenuta la tragedia che sembrava.

  • Rino
     

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.016
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #10 il: Venerdì, 28 Febbraio 2020, 19:51:18 »
Rino questa foto è molto bella, ma ha un "MA" veramente grosso, ossia: la resa sembra quella di un rendering fatto al PC. se l'SFD mi permette di scegliere se avere una resa come questa o una più "naturale", allora OK, altrimenti non lo potrò quasi mai usare, perchè al di fuori dell'architettura è una resa che non mi piace.

Discorso lenti, di A che sono usabili ne conosco solo uno, il 30mm 1.4, gli altri pesano e ingombrano troppo, quindi non posso prenderli in considerazione. E' comunque il miglior vetro di ultima generazione che ho, con la SDQ posso metterlo a confronto col vecchio pentax 2.8, anch'esso è un 30mm.
www.moroph.eu

Sigma DP1 Merrill
Sigma DP3 Merrill
Ricoh GR2

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.300
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #11 il: Sabato, 29 Febbraio 2020, 18:37:54 »
Rino questa foto è molto bella, ma ha un "MA" veramente grosso, ossia: la resa sembra quella di un rendering fatto al PC. se l'SFD mi permette di scegliere se avere una resa come questa o una più "naturale", allora OK, altrimenti non lo potrò quasi mai usare, perchè al di fuori dell'architettura è una resa che non mi piace.

La funzione SFD ti fornisce un'immagine brutta e piatta, ma nitida (se l'obiettivo è nitido), senza rumore e con tutte le informazioni nelle alte e basse luci, poi sta a te postprodurre la foto nel modo preferito. Quella che vedi e non ti piace è la mia postproduzione: tu, ovviamente, farai la tua.
  • Rino
     

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.016
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #12 il: Sabato, 29 Febbraio 2020, 18:53:27 »
Fatto un giretto con la SDQ in mano,  centro città e parco, così da avere qualche esempio sia di soggetti rigorosi e geometrici, sia meno rigorosi come erba, alberi e rami. Sui primi nessun problema, non saprei distinguere un M da un Q, ma sui secondi i Q impasta i soggetti all'infinito, nessun problema se sono palazzi, ma gli alberi e l'erba rendono molto meglio con l'M. Agendo  sul selettore "Dettaglio" (quello a pallini) migliora un po', ma è come se volesse simulare il Merrill, riuscendoci in parte. Domani si va in montagna, dove sono un pochino più a mi agio e un test sul campo è altra cosa. Ci sarà da lavorare molto per trovare la quadra in SPP.

Per il momento l'unica cosa certa è che mi ritrovo con le tue parole, ossia il 30mm pentax vintage, pur essendo pregiatissimo, le prende dal 30mm Sigma A, che ha palesemente anche + microcontrasto, c'è poco da fare, sul Foveon per non perderne la magia (microcontrasto), i vetri devono anche essere molto corretti.
www.moroph.eu

Sigma DP1 Merrill
Sigma DP3 Merrill
Ricoh GR2

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 2.882
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #13 il: Sabato, 29 Febbraio 2020, 19:09:16 »
Occhio (letteralmente) che forse lo vedi "rendering" perché è un rendering anche nella realtà a causa dell'illuminazione notturna. Non credo che quell'immagine possa diventare in qualche modo "naturale" e forse non ha nemmeno senso che lo sia.

Più che altro a me pare che in generale gli strumenti che ampliano la gamma dinamica siano pregevoli quando lo scopo è far vedere come nella foto di architettura o comunque quando la documentazione ha come scopo il vedere tutto; ma sono nemici del racconto perché questo ha bisogno anche di nascondimento. Tutto ciò è ancora più strano pensando che la vista umana in effetti è molto più vicina alla gamma dinamica allargata che alla resa fotografica normale; però è anche vero che la fotografia non copia il mondo ma in qualche modo lo rappresenta.
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.016
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:Camera bianca e sensore Q, differenze di trattamento rispetto al Merrill.
« Risposta #14 il: Domenica, 01 Marzo 2020, 21:21:25 »
Fatto qualche prova oggi in montagna, per rendere il test realistico ho fatto finta che non fosse un test! quindi trattamento e flusso di lavoro come se lavorassi ad un file Merrill da stampare, cornici comprese.
Scena difficile, ombre e luci estreme da gestire in pochi secondi, giusto il tempo di non far scomparire il raggio di luce. Sapevo che questo tipo di soggetto esalta il Q e che comunque non ne mostra i limiti ed infatti il risultato mi piace moltissimo e i colori del Q sono splendidi.

SDQ 17-70c (17mm, f4, stabilizzatore ON).

Da prove varie, il cursore a pallini dettaglio è meglio che stia tutto a sx, altrimenti l'immagine perde naturalezza,  ma non sempre, infatti in caso di vegetazione in lontananza è meglio posizionarlo - a mio parere - in mezzo, per mettere una pezza (non risolutiva però) al pasticcio che il  Q crea in questo caso. Cursore definizione a -1
www.moroph.eu

Sigma DP1 Merrill
Sigma DP3 Merrill
Ricoh GR2