Autore Topic: Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case  (Letto 320 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Donato56

  • Poster
  • **
  • Post: 148
    • Italia
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #30 il: Martedì, 24 Marzo 2020, 14:52:41 »
Beh, noi come famiglia numerosa siamo stati intervistati dal giornale delle mie parti, il "Messaggero Veneto"  con tanto di nome e cognome e quattro foto, di cui questa in prima pagina.
La foto racconta che nel mare di negatività qualcosa di positivo succede, ad esempio noi siamo riusciti a stare più con loro e loro hanno anche imparato a giocare con i giochi in scatola, trovandoli divertenti!
Complimenti, una famiglia unita. Passerà

Offline Donato56

  • Poster
  • **
  • Post: 148
    • Italia
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #31 il: Martedì, 24 Marzo 2020, 14:54:19 »
Giocando con la luce in casa e trovando un inaspettato arcobaleno.


Si dice che alla fine dell’arcobaleno c’è una pentola d’oro, l’hai trovata?

Offline Donato56

  • Poster
  • **
  • Post: 148
    • Italia
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #32 il: Martedì, 24 Marzo 2020, 14:56:06 »
Rino, grazie per l'apprezzamento, comunque la tua foto è bellissima, carta, inchiostri, stilografiche, scrittura e luce, mi appassionano tanto!!!!

Ecco qui una delle stilo (una cinesata), tra gli esercizi di fisica che mando agli studenti:


Visto che non possono fare esercizio fisico fagli fare tanta fisica.

Offline Donato56

  • Poster
  • **
  • Post: 148
    • Italia
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #33 il: Martedì, 24 Marzo 2020, 15:03:59 »
E' un forum aperto a tutte le fotocamere, sensori e supporti anche se spesso (quasi sempre) sarei contento di vedere più foto scattate con il Foveon che con il Bayer! ;)

Regalami una Sigma Rino 😝

Io sono fortunato perché la mia quarantena la passo praticamente in una pineta di fronte casa...
Bella foto annuncia la primavera, mi ricorda il periodo della scuola e la poesia Oh Valentino, ero alle elementari...

Offline agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.324
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #34 il: Mercoledì, 25 Marzo 2020, 12:37:16 »
Citazione
Nel frattempo in giardino è cresciuto il cactus
Ho fatto amicizia con le signore ( molto diffidenti)
La sera aspetto il tramonto.
Auguro a tutti il meglio
Saluti passerà pure questa...
 Se ha senso fatte con dp0 le prime 4 le altre dp3 Merrill

Se dovessi giudicare le foto dal punto di vista dell'appagamento delle resa fotografica in sé, quella delle pecore è perfetta.
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma SDQuattro + 18-35 Art + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline edecapitani

  • Senior
  • ****
  • Post: 796
    • Paullo (MI)
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #35 il: Mercoledì, 25 Marzo 2020, 18:01:25 »
Quante belle foto! Complimenti a tutti. Hobbit anche mia moglie è insegnante e anche lei lavora in continuazione
  • Enrico
     

Offline Ginni

  • Senior
  • ****
  • Post: 645
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #36 il: Domenica, 29 Marzo 2020, 15:38:42 »
Stiamo in tema, appunti dalla scrivania di mia moglie.


Offline agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.324
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #37 il: Domenica, 29 Marzo 2020, 15:53:25 »
1. Studiando...
2. Rubabandiera uno contro uno su terrazzo condominiale
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma SDQuattro + 18-35 Art + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline agostino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.324
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #38 il: Domenica, 29 Marzo 2020, 16:13:13 »
3. tappare i buchi
  • Agostinocantastorie?
     
Fuji xe1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 50 +90 mm; sigma SDQuattro + 18-35 Art + 17-50 mm f 2,8 Ex.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.313
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #39 il: Domenica, 29 Marzo 2020, 16:38:49 »
Ecco la foto 1 e 2... la fotografia è superficiale no?, per forza riporta principalmente delle geometrie, dei rapporti spaziali, allora perché quelle fotografie non sono affatto superficiali nel senso di non avere profondità di sentimento, perché... la verità è in superficie.

Il filosofo Gilles Deleuze (1925-1995) e lo psicanalista Félix Guattari (1930-1993) introducono la figura del rizoma sin dalle prime pagine di Mille plateaux per significare, a partire da essa, un intero diagramma di posizione e movimento di pensiero. Infatti uno degli intenti è quello di delineare una modalità di pensare la superficie che si ponga in maniera alternativa rispetto alla metafisica del fondo. La citazione deleuziana dello scrittore Michel Tournier suona opportuna: “strano pregiudizio che valorizza ciecamente la profondità a scapito della superficie, pretendendo che superficiale, significhi non già di vaste dimensioni, bensì di poca profondità, mentre profondo significa di grande profondità e non di superficie ristretta” (Deleuze 1968a, p. 18).

http://www.studiculturali.it/dizionario/lemmi/rizomatica_b.html


p.s. Hai mai provato a riprendere alla Ozu, con la camera bassa?

"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.001
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #40 il: Domenica, 29 Marzo 2020, 17:31:40 »
Stiamo in tema, appunti dalla scrivania di mia moglie.

Carinissimo il temperamatite a porcellino! :)
  • Rino
     

Offline Rino

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.001
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #41 il: Domenica, 29 Marzo 2020, 17:32:49 »
1. Studiando...
2. Rubabandiera uno contro uno su terrazzo condominiale

Belle tutte e tre, ma la 2 è perfetta per il periodo.
  • Rino
     

Offline Ginni

  • Senior
  • ****
  • Post: 645
  • Foveon User: Sì
  • Madrelingua Estera: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #42 il: Domenica, 29 Marzo 2020, 17:38:52 »
Ecco la foto 1 e 2... la fotografia è superficiale no?, per forza riporta principalmente delle geometrie, dei rapporti spaziali, allora perché quelle fotografie non sono affatto superficiali nel senso di non avere profondità di sentimento, perché... la verità è in superficie.

Il filosofo Gilles Deleuze (1925-1995) e lo psicanalista Félix Guattari (1930-1993) introducono la figura del rizoma sin dalle prime pagine di Mille plateaux per significare, a partire da essa, un intero diagramma di posizione e movimento di pensiero. Infatti uno degli intenti è quello di delineare una modalità di pensare la superficie che si ponga in maniera alternativa rispetto alla metafisica del fondo. La citazione deleuziana dello scrittore Michel Tournier suona opportuna: “strano pregiudizio che valorizza ciecamente la profondità a scapito della superficie, pretendendo che superficiale, significhi non già di vaste dimensioni, bensì di poca profondità, mentre profondo significa di grande profondità e non di superficie ristretta” (Deleuze 1968a, p. 18).

http://www.studiculturali.it/dizionario/lemmi/rizomatica_b.html


p.s. Hai mai provato a riprendere alla Ozu, con la camera bassa?

Solo adesso ho notato il tuo blog.

E che diamine! Un po di pubblicità no?

Offline pacific palisades

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 2.313
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Foto in cattività: 40 giorni nel deserto delle nostre case
« Risposta #43 il: Domenica, 29 Marzo 2020, 18:01:51 »
Macché, la sprezzatura prima di tutto ^-^
"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.