Italian Foveon Community

FOTOGRAFIA => Foto Storie => Topic aperto da: agostino - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 16:37:32

Titolo: Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 16:37:32
Queste foto seguono idealmente queste e quanto scritto qui:

http://forum.foveon.it/index.php?topic=8246.0

Allontanandoci dal tratto urbano, inizia la zona delle fabbriche dismesse e delle nuove aziende, concessionari di auto, poltrone, sofà ecc..
Siamo vicini al G.R.A., poco più avanti ciò che rimane della RCA. Siamo sulla Tiburtina, là dove abbocca via del Casale di San Basilio.

Intorno alla vecchia fabbrica, concessionarie, carrozzerie, un vivaio.
Il lato della Tiburtina è esposto a ovest ma, ora, è mattina e questa è la luce.

Non aggiungo altro.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 16:48:37
San Basilio non gode di ottima fama. Non sono in grado di valutare questa diceria ma, muovendomi nell'ambiente deserto, ho immaginato spaccio di droghe, negozi per riciclare il denaro, occhi che mi spiavano dietro le finestre, la mia auto rubata (o depneumaticizzata) mentre scattavo le foto.

Suggestioni.

E' il quartiere di Zerocalcare.

Dalla foto 8 ipotizzo il significato futuro che verrà attribuito a questo luogo: area di culto della Triplice Croce, il nuovo Cristianesimo che idolatrerà i Tre Crocefissi (uno uguale a uno).


[Non mi parlate di barilotti e cipollotti: quando Sigma correggerà automaticamente le sue storture io farò foto senza storture.

La maggior parte sono jpeg diretti, alcune solo lievemente riviste in SPP e pulite di zozzure in PS.

Domanda: quando sia apre un jpeg in PS per pulirlo da punti ecc.. , come si fa ad ANNULLARE qualsiasi impatto della Maschera di contrasto per tenere il file Foveon puro? Azzero tutti i cursori?]
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: Donalonzo - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 19:31:54
Ho visto per la prima volta il vecchio post di novembre su De Paolis Teatro n.6

questo:

http://forum.foveon.it/index.php?topic=8246.0

e ho letto gli articoli ai vari lnk allegati; emozionante riuscire a vedere come cambiano quei luoghi, ed assistere a questi passaggi attraverso le tue immagini e i racconti mi ha trasmesso una serie contrastante di sensazioni.

Se pensi di riuscire ad organizzare un incontro aperto per raccontare quei luoghi cercherò di non mancare...

Grazie
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: Joserri - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 19:39:24
Citazione

Domanda: quando sia apre un jpeg in PS per pulirlo da punti ecc.. , come si fa ad ANNULLARE qualsiasi impatto della Maschera di contrasto per tenere il file Foveon puro? Azzero tutti i cursori?]

Non fare il bifolco. Lavora al TIFF che ti dà il SPP. Saluti e buon anno!  :D




Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: Joserri - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 19:44:18
Behh! Le foto di Agostino non sono mai state scattate con la macchina fotografica. Sono figlie vertiginose alla ricerca dell'impossibile, nel non possibile.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: Rino - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 20:08:07
Queste foto seguono idealmente queste e quanto scritto qui:

http://forum.foveon.it/index.php?topic=8246.0

Allontanandoci dal tratto urbano, inizia la zona delle fabbriche dismesse e delle nuove aziende, concessionari di auto, poltrone, sofà ecc..
Siamo vicini al G.R.A., poco più avanti ciò che rimane della RCA. Siamo sulla Tiburtina, là dove abbocca via del Casale di San Basilio.

Intorno alla vecchia fabbrica, concessionarie, carrozzerie, un vivaio.
Il lato della Tiburtina è esposto a ovest ma, ora, è mattina e questa è la luce.

Non aggiungo altro.

Non devi aggiungere altro: la serie è molto bella ed il luogo mi attrae particolarmente.
L'unico piccolo appunto che mi sento di fare è quello di stare attento alle verticali (o di raddrizzarle in PP visto che poi passi per Photoshop) quando si tratta di foto quasi perfettamente dritte.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: Rino - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 20:11:45
Citazione

Domanda: quando sia apre un jpeg in PS per pulirlo da punti ecc.. , come si fa ad ANNULLARE qualsiasi impatto della Maschera di contrasto per tenere il file Foveon puro? Azzero tutti i cursori?]

Non fare il bifolco. Lavora al TIFF che ti dà il SPP. Saluti e buon anno!  :D

Sottoscrivo: quando le foto meritano (come queste) e sai che farai comunque un passaggio per Photoshop, salva in TIFF 16bit e poi, dopo le eventuali modifiche, salva in JPG con Photoshop. La differenza è notevole. Prova con un banale cielo azzurro sfumato e vedrai che la JPG di SPP, pur pesando più di quella di Photoshop, ti fa la sfumatura a strisce orizzontali.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: Rino - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 20:18:46
Bella anche questa seconda serie.

Non mi parlate di barilotti e cipollotti: quando Sigma correggerà automaticamente le sue storture io farò foto senza storture.

Quella sarà una grande cosa quando Sigma lo potrà fare in camera o almeno con SPP.

Citazione
La maggior parte sono jpeg diretti, alcune solo lievemente riviste in SPP e pulite di zozzure in PS.

Domanda: quando sia apre un jpeg in PS per pulirlo da punti ecc.. , come si fa ad ANNULLARE qualsiasi impatto della Maschera di contrasto per tenere il file Foveon puro? Azzero tutti i cursori?]

Non ho capito cosa intendi con "pulirlo da punti" (mi sembra quasi un termine da vecchio BN, quando dovevamo spuntinare le foto) e non capisco di quali cursori parli: quelli in ACR? Però Photoshop non mi aggiunge la maschera di contrasto da solo. Se ti riferisci a quella che aggiunge quando salvi per il web, c'è una preferenza da deselezionare atrimenti aggiunge nitidezza.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 20:40:32
Excel è un fotografo camminante ascensionale, Agostino invece segue il filo dell'orizzonte. In ogni caso la fotografia camminante dà importanti risultati.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 20:47:46
Ho un punto centrale dovuto allo sporco sul sensore, se mi cade nel cielo lo tolgo in PS; alcune foto sono buone in jpeg, almeno per un primo livello di uso.
Quando si salva da PS, io credo venga  applicata la maschera di contrasto che hai in quel momento, fatta di tre parametri (raggio ecc.) che mi sono ben studiati per il Bayer ma che vorrei bypassare del tutto.

Ora sono sul telefono, rispndo con calma nei prossimi giorni.
Grazie
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 22:20:24
Agostino, credo proprio che PS applichi la maschera di contrasto soltanto se clicchi OK passando dal menù FILTRO poi NITIDEZZA poi MASCHERA DI CONTRASTO poi si apre una finestra dove appunto scegli fattore/raggio/soglia e hai il tastino OK/ANNULLA.

Eventualmente puoi fare una controprova salvando con PS la stessa foto azzerando prima i valori della maschera di contrasto.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Mercoledì, 01 Gennaio 2020, 22:30:24
La ho fatta: lui, nella mia versione, applica la maschera di contrasto che hai lasciata impostata. Me ne sono accorto perché, i semplici jpeg puliti del brufolo e salvati, cambiavano aspetto. Ora ho messo tutto a 0 e sembra andar bene però devo ragionare se le posizioni base corrispondano a No maschera di contrasto ( ho tutti i miei appunti e libri ancora nei cartoni e non ho voglia di cercare su internet le mille opinioni).
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: edecapitani - Giovedì, 02 Gennaio 2020, 00:30:58
Bella serie!
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: hobbit - Giovedì, 02 Gennaio 2020, 07:37:13
Non aggiungo altro rispetto chi mi ha preceduto ed è più competente di me. Belle belle  :si: :si: :si:
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Giovedì, 02 Gennaio 2020, 09:21:12
Citazione
Non devi aggiungere altro: la serie è molto bella ed il luogo mi attrae particolarmente.
L'unico piccolo appunto che mi sento di fare è quello di stare attento alle verticali (o di raddrizzarle in PP visto che poi passi per Photoshop) quando si tratta di foto quasi perfettamente dritte.
Grazie Rino, mi sembravano quasi perfette da questo punto di vista. E' il quasi che mi ha fregato...
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Giovedì, 02 Gennaio 2020, 09:21:52
Citazione
Behh! Le foto di Agostino non sono mai state scattate con la macchina fotografica. Sono figlie vertiginose alla ricerca dell'impossibile, nel non possibile.
Troppo gentile, grazie Jos.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Giovedì, 02 Gennaio 2020, 09:24:08
Citazione
Se pensi di riuscire ad organizzare un incontro aperto per raccontare quei luoghi cercherò di non mancare...

Donalonzo, grazie: questo non è nella mia capacità: non sono né un sociologo, né uno storico, né un archeologo industriale! Raccolgo info seguendo mie curiosità e ve le rimando qui.

Magari sarà bello incontrarci come Foveonaroli!
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: clax - Venerdì, 03 Gennaio 2020, 19:26:30
A mio giudizio, perchè non dubito che qualcuno
invece le reputerà straordinarie proprio per questo,
nelle prime ci sono troppi elementi "disarmonici".
E' solo una considerazione di tipo estetico, perchè
di sicuro tu volevi documentare anche il contesto.
Ma in questo caso, tutto diventa molto più difficile.
Escono fuori foto da geometri.
Comunque usare "Foveonaroli" con un fiorentino...puzza di bruciato!
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Venerdì, 03 Gennaio 2020, 19:51:03
Scordiamo per un attimo che Ghirri era proprio un geometra.
Il paesaggio ripreso da Agostino è disegnato da geometri, insomma quel che mostra è la realtà.
Leggo tanti discorsi sulla "nitidezza", quindi questa nitidezza dovrebbe servire a produrre un paesaggio che non c'è'?
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Venerdì, 03 Gennaio 2020, 21:14:26
Premesso:
- che non mi reputo un fotografo
- che non faccio arte
- che non faccio fotografia di architettura né di geometria
- che mi piace utilizzare la macchina fotografica perché ho la fortuna di essere nato in un epoca in cui esiste la possibilità di portarsi a casa una qualche rappresentazione visiva del mondo con uno sforzo minimo
- che è fighissimo che ad ogni mia prova si evochi Ghirri di cui ho già detto di considerare una sua foto come la Foto (quella in Romagna, cena all'aperto in preparazione)

il mio interesse era condividere una documentazione di quel contesto con focus sulla fabbrica.

Siete liberi di giudicare ma anche di proporre (= fateli voi) ritagli, addrizzamenti, modifiche.

Buon divertimento.
Savonaroli.


Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Venerdì, 03 Gennaio 2020, 22:03:42
Forse violi i codici estetici dei fotoamatori.
Quindi ti esponi alle critiche del tipo bella ma però (http://smargiassi-michele.blogautore.repubblica.it/2019/12/31/fotografia-erotica-nudo-modelle-pornografia/)  ^-^
Comunque stai diventando un personaggio  :si:


Qui (https://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2012/05/19/news/il-paesaggio-ferito-nell-eta-dell-oro-dei-geometri-1.4812676) un articolo di Salvatore Settis Il paesaggio ferito nell’età dell’oro dei geometri (2012) in cui riprende un'intervista al poeta Andrea Zanzotto del 2005.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Sabato, 04 Gennaio 2020, 09:59:49
Citazione
Comunque stai diventando un personaggio

Ho credutro in te, con il beneficio del dubbio, quando mi appellasti "cantastorie"
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Sabato, 04 Gennaio 2020, 10:10:48
Citazione
Il paesaggio ferito nell’età dell’oro dei geometri (2012)

Ho sempre sostenuto che i tanto decantati anni '60 del Boom rappresentano il punto di non ritorno della distruzione paesaggistica italiana: non so se i palazzinari avessero al seguito geometri, architetti o ingegneri. Resta il fatto che lo Stato ha derogato al suo compito di verificare: la bellezza di quanto prodotto, la qualità in sé, la qualità architettonica e la qualità urbanistica.
C'é un bellissimo doc in cui Pasolini spiega a un ragazzo cos'è lo scempio del paesaggio. Si vede Orte inquadrata in campo stretto: il nucleo urbano è omogeneo, splendido, figlio del monte che lo genera (i materialei dell'edilizia povera ma bella); poi il campo si allarga e compare un palazzo alle pendici che è come un cetriolo su una sacher torte.

Credo sia qui ma dal pc del lavoro non riesco a verificarlo:

https://www.youtube.com/watch?v=5vsLML-gn7o

Non sono un ecologista dell'antisviluppo coma va di moda ora,  mi sarebbe piaciuto che l'Italia fosse rimasta, come paesaggio urbano, bella e svilupatta come l'Austria e non come la periferia di Nairobi.

Decantiamo la FIAT e il loro design (bravi ad a edulcorare il nulla) e mi chiedo quante migliaia di operai con le loro famiglie sono morti, non per produrre le auto, ma in qualche incidente degli agosti-fabriche-chiuse-tutti-al-mare su quelle trappole come le '500, le '600 e amenità simili prodotte per noi dai benemeriti Lupelli.
Le uniche auto serie prodotte in Itlia, Lancia e Alfa, sono passate nel tritacarne Fiat a nostre spese, tritacarne che ora è in USA!

In Germania in contemporanea producevano robustissime VW, in Francia le già decantate Citroen.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Sabato, 04 Gennaio 2020, 17:51:24
Sono tornato alla Fabbrica, avevo il cavalletto in auto e non lo usavo da anni.
Riflessione: ho la SDQ dal settembre 2017, è molto intuitiva ma ci ho messo 5 minuti a capire dove era lo scatto ritardato.
Sto pensando alla FF e non ho ancora non conosco lo strumento che ho. Si chiama consumismo interiorizzato.

Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: EXCEL - Sabato, 04 Gennaio 2020, 18:19:28
Citazione
Il paesaggio ferito nell’età dell’oro dei geometri (2012)

Ho sempre sostenuto che i tanto decantati anni '60 del Boom rappresentano il punto di non ritorno della distruzione paesaggistica italiana: non so se i palazzinari avessero al seguito geometri, architetti o ingegneri. Resta il fatto che lo Stato ha derogato al suo compito di verificare: la bellezza di quanto prodotto, la qualità in sé, la qualità architettonica e la qualità urbanistica.
C'é un bellissimo doc in cui Pasolini spiega a un ragazzo cos'è lo scempio del paesaggio. Si vede Orte inquadrata in campo stretto: il nucleo urbano è omogeneo, splendido, figlio del monte che lo genera (i materialei dell'edilizia povera ma bella); poi il campo si allarga e compare un palazzo alle pendici che è come un cetriolo su una sacher torte.

Credo sia qui ma dal pc del lavoro non riesco a verificarlo:

https://www.youtube.com/watch?v=5vsLML-gn7o

Non sono un ecologista dell'antisviluppo coma va di moda ora,  mi sarebbe piaciuto che l'Italia fosse rimasta, come paesaggio urbano, bella e svilupatta come l'Austria e non come la periferia di Nairobi.

Decantiamo la FIAT e il loro design (bravi ad a edulcorare il nulla) e mi chiedo quante migliaia di operai con le loro famiglie sono morti, non per produrre le auto, ma in qualche incidente degli agosti-fabriche-chiuse-tutti-al-mare su quelle trappole come le '500, le '600 e amenità simili prodotte per noi dai benemeriti Lupelli.
Le uniche auto serie prodotte in Itlia, Lancia e Alfa, sono passate nel tritacarne Fiat a nostre spese, tritacarne che ora è in USA!

In Germania in contemporanea producevano robustissime VW, in Francia le già decantate Citroen.

Come non quotarti, la bruttezza e l’invivibilità delle città italiane, credo siano pesate per un buon 40% sulla scelta di andarmene al di là delle Alpi, poi l’altro 60% è stata colpa di una biondina con gli occhi azzurri 😍 . Molti giù sono ormai assuefatti al brutto, fa piacere che non tutti hanno perso la testa.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Sabato, 04 Gennaio 2020, 18:39:44
Primo tentativo sfd
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: clax - Sabato, 04 Gennaio 2020, 19:42:35
Agostino, questa osservazione,
questa riflessione, pone solo la questione della relazione,
imprescindibile, trà l'oggetto della foto e gli elementi
che nella foto compaiono, non per scelta, ma per casualità.
In sostanza, sè quel semaforo non posso escluderlo
posso almeno inserirlo in modo dialettico, anche ai fini
del racconto? (in caso).
Tutto qui.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Sabato, 04 Gennaio 2020, 20:44:00
Bisogna capire una cosa importante: la fotografia non è immagine, è idea, Joel Meyerowitz lo ripete in ogni intervento pubblico.
L'immagine è confinata nella cornice. L'idea è quello che c'è nella cornice più tutto ciò che è fuori. Se Agostino fotografasse in ginocchio penserei: sto vedendo quel che vede una bambina, un bambino. Eppure la bambina o bambino non è nell'immagine, ma c'è: è nell'idea.
l'idea di Agostino è qui: il mio interesse era condividere una documentazione di quel contesto con focus sulla fabbrica.
Se rendesse esteticamente accettabile - che è essenzialmente una accettabilità sociale, cioè convenzionale - quel paesaggio non documenterebbe* più. Quel paesaggio deve disturbare, perlomeno non deve nascondere il brutto, altrimenti si ritornerebbe all'indagine del paesaggio anni ottanta che è un'operazione incredibilmente bella, elegante di portare il paesaggio verso la liricità, di trasformarlo. Ma è già stato fatto, e soprattutto rispondeva a bisogni di una società di quarant'anni fa.


*Documentare significa anche capire quale tipo sguardo incontra quel paesaggio, occorre vedere con gli occhi di chi abita lì, che non sono quelli di Gabriele Basilico o di Robert Adams o di Stephen Shore.


 
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Sabato, 04 Gennaio 2020, 20:53:38
Sono tornato alla Fabbrica.

Non ricordo se era Ivo Saglietti o Alex Majoli a sostenere che il vero fotografo è quello che ritorna sul luogo. Quello che ci passa una volta non è un fotografo perché non ha conoscenza (siamo ovviamente dentro un'idea molto molto alta della fotografia).
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: EXCEL - Sabato, 04 Gennaio 2020, 21:32:35
Sono tornato alla Fabbrica.

Non ricordo se era Ivo Saglietti o Alex Majoli a sostenere che il vero fotografo è quello che ritorna sul luogo. Quello che ci passa una volta non è un fotografo perché non ha conoscenza (siamo ovviamente dentro un'idea molto molto alta della fotografia).

È un po’ come quando dicono “ah! Ma tu sei appassionato di fotografia” no, sono appassionato di ciò che fotografo.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Sabato, 04 Gennaio 2020, 22:28:10
Citazione
Non ricordo se era Ivo Saglietti o Alex Majoli a sostenere che il vero fotografo è quello che ritorna sul luogo.

Pensa, io imitavo te nel ritorno alla casa e l'albero, non conoscendo questi fotografi di cui parli
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Sabato, 04 Gennaio 2020, 22:32:53
Mi ritrovo nel discorso di Excel e rivendico di non essere un fotografo.

Clax: capisco quello che dici; nella foto di oggi ( penultima) che ripropone una inquadratura di domenica, le strisce gialle a terra le ho messe per dare contesto ed equilibrio formale. Non è detto che funzioni.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Domenica, 05 Gennaio 2020, 08:03:18
altro SFD...
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Domenica, 05 Gennaio 2020, 08:16:22
File estrapolato da sequenza SDD: è l'unico con il bus, ho visto che nella fusione, anche se includo QUESTO fotogramma, il bus scompare: forse SFD elimina elementi troppo incongruenti con il resto delle immagini.

Non mi è molto chiara la differenza, nell'edit, ta il comando X3I con il triangolino sotto e quello X3F con i tre quadratini: se leggi le istruzioni andiamo sulla luna.
Qualcuno si ricorda come si estraeva il manuale da SPP? Ne ho una versione 6.6. e volevo verificare ci fossero aggiornamenti...
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Domenica, 05 Gennaio 2020, 10:52:50
Accostando queste ultime due immagini ottieni ulteriore significato. Il programma cancella perché agisce sulla base di una convenzione estetica.
Non so chi di voi abbia provato la sensazione, anzi l'emozione di sviluppare e stampare negativi, il momento in cui appare l'immagine, io non ho mai stampato ma ricordo il bagnetto nella casa a Sesto San Giovanni che mia mamma attrezzava occasionalmente come camera oscura. Era tutto molto misterioso per un bambino, un 'antro di Merlino' per dirla come Rino. Misterioso miracoloso e difficile: non ci ho mai provato! Comunque nell'argentico c'è tutto questo percorso che porta l'immagine a formarsi, a apparire come fosse la materializzazione di un fantasma. Se consideriamo che l'immagine non è confinata nel frame, è un'idea-immagine che continua a interagire col mondo e a produrre significato, come un piccolo vulcano eternamente attivo, se insomma gli diamo modo di non essere chiusa nel recinto del frame, possiamo pensare che anche nel digitale c'è questo miracoloso eterno apparire. Per esempio lavorare a serie di fotografie - invece di cercare 'l'immagine' - è un motore potente di produzione di significato. Allora accostiamo due, tre, quattro fotografie e nella bacinella della mente si forma qualcosa... potremmo chiamare la nostra mente camera grigia, insieme a quella oscura e chiara.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Domenica, 05 Gennaio 2020, 10:57:13

È un po’ come quando dicono “ah! Ma tu sei appassionato di fotografia” no, sono appassionato di ciò che fotografo.

Non c'è modo migliore di dirlo.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: Rino - Domenica, 05 Gennaio 2020, 13:16:22
Molto bella la foto con l'autobus di passaggio: a volte con i 7 scatti della SFD si riesce a cogliere (o ad eliminare) qualche elemento che può fare la differenza nella foto.

File estrapolato da sequenza SDD: è l'unico con il bus, ho visto che nella fusione, anche se includo QUESTO fotogramma, il bus scompare: forse SFD elimina elementi troppo incongruenti con il resto delle immagini.

Non sempre e solo dalle ultime versioni. All'inizio il programma era davvero stupido e magari avrebbe ridotto l'autobus ad una serie di quadratini colorati. La maggior parte dei soggetti in movimento venivano riprodotti come pixel con dei risultati orribili. Basta provare a fotografare l'acqua di un fiume per rendersi conto delle differenze di sviluppo di SPP.

Citazione
Non mi è molto chiara la differenza, nell'edit, ta il comando X3I con il triangolino sotto e quello X3F con i tre quadratini: se leggi le istruzioni andiamo sulla luna.
Qualcuno si ricorda come si estraeva il manuale da SPP? Ne ho una versione 6.6. e volevo verificare ci fossero aggiornamenti...

Il tasto con "X3F e tre quadratini" serve per selezionare il file o i file X3F che vuoi salvare per editarli singolarmente. Stranamente SPP non fa la cosa più scontata del mondo ("Salva l'X3F selezionato"), ma li "copia" e poi ti tocca "incollarli" dove vuoi, anche nella stessa cartella tanto hanno un nome diverso in partenza e non sovrascrivi nulla.

Il tasto X3I salva le preferenze che hai effettuato riguardo le foto che hai selezionato per ottenere il montaggio, altrimenti la volta successiva li seleziona di nuovo tutti.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Domenica, 05 Gennaio 2020, 15:20:07
Grazie Rino, poi ero riuscito ad orientarmi malgrado le istruzioni fuorvianti (ho ritrovato anche un tuo articolo su Nadir).
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: Rino - Domenica, 05 Gennaio 2020, 17:21:41
Grazie Rino, poi ero riuscito ad orientarmi malgrado le istruzioni fuorvianti (ho ritrovato anche un tuo articolo su Nadir).

Credo di averlo scritto agli inizi del Quattro perché c'erano molti dubbi al riguardo, ma anche se relativo alle primissime versioni di SPP (per il Quattro), credo che le cose non siano troppo cambiate per i comandi. Invece sono cambiate - e di molto - per la qualità della sovrapposizione delle foto.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: clax - Domenica, 05 Gennaio 2020, 19:52:09
Mi ritrovo nel discorso di Excel e rivendico di non essere un fotografo.

Clax: capisco quello che dici; nella foto di oggi ( penultima) che ripropone una inquadratura di domenica, le strisce gialle a terra le ho messe per dare contesto ed equilibrio formale. Non è detto che funzioni.
Certo che non è detto!
Hai una macchina fotografica in mano
un idea in testa e cerchi di realizzare una o più foto che
traducano, nel modo più efficace possibile, quello che tu hai
in testa. Alla fine rimane solo una FOTOGRAFIA
Tutto quello che è fuori da quella immagine è niente, zero.
Io invece amo la fotografia, quando ho una macchina fotografica in mano
mi sento proprio un fotografo. Stamattina mi sono levato alle 6,
ho guidato come un pazzo nella notte per..... andare fino ad Asciano
a fare foto e ho scattato centinaia di foto, centinaia di foto tutte,
ma proprio tutte con.... l'autofocus disinserito.
Ho già migliorato rispetto a quando scattavo senza scheda.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Domenica, 05 Gennaio 2020, 20:00:40
Citazione
ho scattato centinaia di foto, centinaia di foto tutte,
ma proprio tutte con.... l'autofocus disinserito.

Anche io faccio così...perché uso il fuoco manuale (o oculare): magari saranno delle ottime foto fuori fuco!
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Domenica, 05 Gennaio 2020, 20:22:36
Possibile che un po' della durezza del digitale sia data da sistemi autofocus ormai perfetti?

Comunque credo che Clax volesse dire che non è stato intenzionale l'autofocus disinserito  :D
Ad ogni modo basta fare come Jim Goldberg che scrive sulle foto, si scrive sulla foto di paesaggio sfocata: ho guidato tutta la notte come un pazzo per... insomma quel che è scritto qui sopra ed ecco che l'immagine subisce uno sviluppo in camera grigia e diventa bellissima.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Domenica, 05 Gennaio 2020, 20:31:50
Mi era chiaro però se lo lasci sempre disinserito mica ti scordi di mettere a fuoco!!
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Lunedì, 06 Gennaio 2020, 06:55:09
Insomma, si capisce che scherzavo!! :P
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: vadogiu - Lunedì, 06 Gennaio 2020, 18:01:55
BEL posto per foto di architettura industriale
dovresti sviluppare a fondo tutte le possibilità che ofre fotograficamente,
fatti accompagnare da qualcuno se non ti senti sicuro
renzo
P.S. ma tutte le volte bisogna fare le parole crociate E GLI INDOVINELLI  per compilare
sta stonzata qui sotto............ perchè????????????
POI RIMANE SEMPRE IL MAIUSCOLO ACCESO.
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: pacific palisades - Lunedì, 06 Gennaio 2020, 22:39:06
Ciao Vadogiù, quella funzione di controllo è attiva soltanto nei primi post...
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: agostino - Sabato, 11 Gennaio 2020, 16:27:05
Dove nasce la Tiburtina…ma questa è un'altra Storia.
Zeiss Touit 12 mm su Fuji
Titolo: Re:Ossessione Tiburtina: ex Fabbrica della penicillina
Inserito da: SierraVictor - Sabato, 25 Aprile 2020, 21:43:34
Belle! Mi piace tutto ciò che racconta dell’attività produttiva e le foto storie. E in quelle foto io ci vedo tanto la SDQ anche se a molti l’1-1-4 non piace.
 :si: :si: :si: