Autore Topic: Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente  (Letto 1164 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.526
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« il: Venerdì, 10 Gennaio 2020, 22:55:34 »
Un video divertente e condivisibile di Damiano Durante.

Mi sono allontanato definitivamente da questo Forum per alcuni post che ho trovato irrispettosi verso alcune minoranze oppresse, soprattutto mi ha infastidito l'indifferenza con cui sono stati accolti. Qualcuno mi ha suggerito che basta essere maturi e non leggerli, ma non so fare. Consiglio a tutt* questo video https://www.youtube.com/watch?v=k3YzoEqx2II

Online hobbit

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.943
    • Udine
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #1 il: Sabato, 11 Gennaio 2020, 12:27:17 »
 :bat: :bat: :bat: :bat: :bat: :bat: :bat: :bat: :bat: :bat: :bat: :bat:

Tra i recensori di fotografia è il mio preferito, ..... veramente un grande!
Francesco

Foveon: DP1Q, DP3Q
4/3: E-1, 14-54, 70-300
m4/3: E-M1 25 f/1.4, 60 DN, 100-300

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Offline OneFromRM

  • Senior
  • ****
  • Post: 969
  • Tra il bene e il male, ho scelto male
    • Italia, Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #2 il: Sabato, 11 Gennaio 2020, 12:40:35 »
Damiano forever!

Offline agostino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.346
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #3 il: Sabato, 11 Gennaio 2020, 16:08:44 »
Oramai anche nelle librerie vendono a 30 euro banali borracce in alluminio, molto fighette, dai nomi impegnative tipo: Noplastic, EcoWorld ecc.
C'è ben stampigliato il numero di lattine riciclate che occorrono a produrne una (in genere intorno alle 20).
Ora un lattina di Cola costa al supermercato 45 centesimi; ne compero 20 spendo 9 euro con 6 litri di Cola inclusi.
Alla fabbrica la lattina costerà 3 cent: che ci sarà di ecologico nel rubarmi 30 euro per una stupidata del genere che di alluminio in sé non costa nulla?

Nulla: ma quanto è figo averne TUTTI una. L'omologazione dell'ecologismo, che è l'ultima variante della stupidità collettiva, imperversa sulle nostre vite sempre più povere di idee collettive solide in cui impegnarci e credere per fare bello il mondo.

Niente a che vedere con la tecnologia che avanza e, speriamo*, ci aiuti a inquinare meno; con la raccolta differenziata fatta bene (immaginate se una bottiglia da uso commerciale, prodotta da plastica riciclata, avesse lo stesso costo della borraccia fighetta in alluminio? Quale industria la metterebbe in uso?); con l'attitudine a non sprecare ma a utilizzare bene le nostre risorse personali…

*le luci a led sono molto "sostenibili" (termine insostenibile) perché consumano poco, durano molto e illuminano bene. Vado a comperare dei faretti e il rivenditore mi dice: dura più di tre anni ma se si brucia il led devi buttare tutto e cioè: uno chassis in plastica, un trasformatore e un dissipatore in alluminio. In tutto due etti di materiale duraturo che poteva stare in uso altri dieci anni (magari si brucia il trasformatore: cambio quello. Il dissipatore è eterno). Ho capito che se la tecnologia non la governiamo non c'è idea nuova che ci salvi.

Buona domenica a tutti
  • Agostinocantastorie?
     
Sigma SD Quattro + 18-35 Art; Fuji XE1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 45 +90 mm.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Online hobbit

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.943
    • Udine
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #4 il: Sabato, 11 Gennaio 2020, 16:22:28 »
Come non quotarti .....

Quando ero piccolo c'erano le bottiglie di vetro, non riciclabili, ma riutilizzabili, atossiche (a differenza del pet che è venuto dopo e a differenza dell'alluminio che qualche dubbio lo lascia), impatto ambientale zero, anche se disperse involontariamente in ambiente. È chiaramente solo un esempio.

E le auto che una volta le facevano per durare, non come quelle attuali con le plastiche che si sciolgono, ti avvelenano, ....
Poi con gli euro 0-1-2-3-4-5-6-.... che incedono te le fanno buttare nel giro di pochi anni? Non Sarebbe più logico adattarle man mano che la tecnologia migliora? Quanto costa all'ambiente produrre e distruggere un'automobile? E quelle elettriche? Quanto inquina produrre e smaltire gli accumulatori? Mai provato a toccare una batteria stilo che si è deteriorata o quelle al litio delle nostre care fotocamere? No, ..... meglio!
Francesco

Foveon: DP1Q, DP3Q
4/3: E-1, 14-54, 70-300
m4/3: E-M1 25 f/1.4, 60 DN, 100-300

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Offline agostino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.346
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #5 il: Sabato, 11 Gennaio 2020, 16:24:19 »
Infatti in Islanda hanno scelto le auto a idrogeno, unica vera rivoluzione
  • Agostinocantastorie?
     
Sigma SD Quattro + 18-35 Art; Fuji XE1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 45 +90 mm.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Online hobbit

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.943
    • Udine
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #6 il: Sabato, 11 Gennaio 2020, 16:27:01 »
Per restare in tema:

https://www.dday.it/redazione/33603/vision-s-auto-sony

 :)) :cry: (della serie non so se ridere o piangere)
Francesco

Foveon: DP1Q, DP3Q
4/3: E-1, 14-54, 70-300
m4/3: E-M1 25 f/1.4, 60 DN, 100-300

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Offline Italo

  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 7.640
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #7 il: Sabato, 11 Gennaio 2020, 20:40:34 »
Non c'entra con il topic ma con la qualità e l'efficienza del risparmio energetico.

Citazione
*le luci a led sono molto "sostenibili" (termine insostenibile) perché consumano poco, durano molto e illuminano bene. Vado a comperare dei faretti e il rivenditore mi dice: dura più di tre anni ma se si brucia il led devi buttare tutto e cioè: uno chassis in plastica, un trasformatore e un dissipatore in alluminio. In tutto due etti di materiale duraturo che poteva stare in uso altri dieci anni (magari si brucia il trasformatore: cambio quello. Il dissipatore è eterno). Ho capito che se la tecnologia non la governiamo non c'è idea nuova che ci salvi.
Questo può succedere con i faretti led 12V (bassa tensione alta corrente) alimentati con trasformatore comune.
Da 10 anni uso lampadine led a bulbo (attacco E27 / E14) ma anche qualche faretto 230V GU10 (quindi senza trasformatore).
Ho sostituito 10 lampade tradizionali 40W nel vano scale del palazzo con altrettante versioni a led da 5W di marca affidabile e stessa intensità luminosa consumando così 50W totali invece di 400.
Stessa cosa nel mio appartamento.
Generalmente, quando una di queste lampade smette di funzionare, non è a causa del led che si esaurisce / brucia ma è uno dei componenti del circuito di alimentazione (inseriti nello zoccolo) che subisce gli effetti malefici dell'alta temperatura (tipicamente un piccolo condensatore elettrolitico) per cui è meglio non scegliere prodotti di dubbia origine / qualità.

Come corrispondenza luminosa si possono considerare approssimativamente valori in Lumen 10 volte superiori alla potenza elettrica tradizionale:

400 / 500 Lumen per sostituire lampade a filamento da 40W
1000  "   "             "                  "                                     100W


Le tipiche temperature di colore della luce sono:
2700°K luce calda, per simulare lampade a filamento.
3000°K luce simile a sorgenti alogene (reperibilità limitata).
4000°K luce fredda, simula la luce dei tubi fluorescenti tradizionali.
5000°K luce bassa qualità / basso consumo, indicata per illuminazione esterna.

Per non fare pubblicità gratuita non consiglio nessun marchio, ma potrei dare consigli / indicazioni via Mail / MP.
 
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline agostino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.346
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #8 il: Domenica, 12 Gennaio 2020, 08:31:29 »
Fuori Topic: grazie Italo: dovevo scegliere al volo perché era la fornitura all'interno di lavori di ristrutturazione che incalzavano (sai quando devi scegliere continuamente cose di cui non sai niente e ti devi fare un'idea rapida?), ho scelto faretti in cui si cambiano le lampadine e basta, 2700 K. Sono luci che accenderò pochissimo, poi negli anni avrò tempo di farmi un'idea più chiara. Intanto mi tengo il tuo appunto. Su messaggi mi segnali queste marche?

Grazie
  • Agostinocantastorie?
     
Sigma SD Quattro + 18-35 Art; Fuji XE1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 45 +90 mm.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline Italo

  • HONOR POSTER
  • *****
  • Post: 7.640
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #9 il: Domenica, 12 Gennaio 2020, 09:09:44 »
Citazione
Su messaggi mi segnali queste marche?
Certo, appena avrò un attimo di relax!  ;)
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Online hobbit

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.943
    • Udine
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #10 il: Domenica, 12 Gennaio 2020, 09:19:12 »
Mi spiace per la natura, ma io sono un fan delle vecchie luci ad incandescenza, in particolare di quelle con il vetro blu!
Ne ho 3 o 4 e le tengo come l'oro.
Ne ho messa una in cucina per qualche giorno prima di comprare la lampadina nuova Led. Mia moglie inizialmente mi diceva, "ma che bassa" (con l'introduzione delle nuove luci economiche sono cresciuti i lumen disponibili), poi quando dopo qualche giorno l'ho tolta si è resa conto di come andasse bene e come gli occhi ne guadagnavano. Infatti nonostante fosse più fioca, illuminava in modo perfettamente chiaro tutto con affaticamento visivo zero.

Riguardo le nuove luci dopo averne provate un po', senza pretesa di scientificità, tendo a prendere quella della famosa marca P. di origine olandese. Come temperatura la più equilibrata mi sembra 4000k. Stiamo comunque parlando di lampadine che in maniera artificiosa simulano l'emissione solare e che ci regaleranno una vecchiaia piena di maculopatie in collaborazione con monitor dei nostri dispositivi.

PS anch'io sono interessato alle marche che ritieni migliori Italo, grazie.
Francesco

Foveon: DP1Q, DP3Q
4/3: E-1, 14-54, 70-300
m4/3: E-M1 25 f/1.4, 60 DN, 100-300

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Offline agostino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.346
  • Non sono un fotografo, ma miglioro se mi criticate
    • Roma
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #11 il: Domenica, 12 Gennaio 2020, 10:19:18 »
2 giorni fa si è spenta la mia ultima tungsteno 60 w azzurrata. Mi sono commosso
  • Agostinocantastorie?
     
Sigma SD Quattro + 18-35 Art; Fuji XE1 + Fujinon 18-55 mm + Touit 12 mm; Contax g2 + 28+ 45 +90 mm.
(Al momento silenti: Yashica fx 3 2000 e Contax aria + contax 35mm f2,8 +contax 50 mm 1,4 + contax 80-200 f4)

Offline Tino84

  • Militant
  • ***
  • Post: 408
  • Foveon User: No
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #12 il: Domenica, 12 Gennaio 2020, 22:47:11 »
Un video divertente e condivisibile di Damiano Durante.



Beh, sul divertimento, mi sa abbiamo concetti diversi  :))

Io invece provo a fare l’avvocato del diavolo, e per questo, mi sono pure letto l’editoriale in questione

https://www.vogue.it/moda/article/vogue-italia-gennaio-editoriale-direttore

Dal quale si evince che un servizio fotografico, scattato da due 17enni, era l’eccezione di questo numero ( non so che differenza possa fare, ma non seguo Vogue per capirne le ragioni ). I servizi sviluppati da Vogue invece, sono senza foto. Le immagini restanti suppongo non siano di Vogue, ma inviate dai marchi stessi. Di conseguenza la scelta espressa dal giornale mi sembra rispettata.

Credo quindi che chi ha girato il video non abbia ben compreso l’idea della rivista, e non abbia ben letto l’editoriale in questione ( e magari ne ha letto solo il riporto sulle altre testate ). Non condivido nemmeno l’assunto che la scelta sia una goccia nel mare; o perlomeno, lo è sicuramente, ma ognuno nel proprio piccolo deve iniziare da quello che può, ed è l’insieme di tanti che poi fa grandi numeri.

Se poi questa boutade di Vogue sarà una mossa commerciale o un nuovo inizio, solo il tempo ce lo potrà dire.

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.526
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #13 il: Domenica, 12 Gennaio 2020, 23:27:06 »
L'editoriale l'avevo letto, e diciamo che me la cavo a leggere, cioè so riconoscere delle retoriche al lavoro a cominciare dalle prime cinque righe che servono a disporre il lettore in un certo stato d'animo. Per condensare il giudizio in una frase: lo trovo poco etico sia verso chi vive di fotografia sia verso il pubblico del giornale. Del resto la fotografia del direttore in ghingheri ambientata tra opere d'arte di discutibile bellezza non fa sperare in un discorso splendido.
La risposta di Damiano Durante l'ho trovata divertente perché ha unito critica sensata a una garbata messa in burla.
Mi sono allontanato definitivamente da questo Forum per alcuni post che ho trovato irrispettosi verso alcune minoranze oppresse, soprattutto mi ha infastidito l'indifferenza con cui sono stati accolti. Qualcuno mi ha suggerito che basta essere maturi e non leggerli, ma non so fare. Consiglio a tutt* questo video https://www.youtube.com/watch?v=k3YzoEqx2II

Online hobbit

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.943
    • Udine
  • Foveon User: Sì
Re:Vogue Italia se la prende coi servizi fotografici per salvare l'ambiente
« Risposta #14 il: Domenica, 12 Gennaio 2020, 23:40:09 »
Tino, a me sembra, banalmente, che Vouge stia semplicemente cavalcando l'onda ambientalista. Tanto lo si è capito, all'attuale ambientalismo, quello che ha divinizzato una povera, buona, ma ingenua bambina svedese, della salute del nostro caro pianeta non gliene frega un tubo. Poi scusa da Vogue, rivista della moda e dell'effimero, cosa ti aspettavi se non adeguarsi alla moda del momento?
Francesco

Foveon: DP1Q, DP3Q
4/3: E-1, 14-54, 70-300
m4/3: E-M1 25 f/1.4, 60 DN, 100-300

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino