Autore Topic: Siamo ingegneri o fotografi?  (Letto 329 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.526
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Siamo ingegneri o fotografi?
« il: Lunedì, 11 Maggio 2020, 21:49:39 »
Un video molto interessante di Damiano Durante che usa per il suo ragionamento una microstoria dei video pubblicitari di fotocamere.

"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.

Offline hobbit

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.901
    • Udine
  • Foveon User: Sì
Re:Siamo ingegneri o fotografi?
« Risposta #1 il: Lunedì, 11 Maggio 2020, 22:01:53 »
È in risposta al mio messaggio sulla risoluzione?  :))
Francesco

Foveon: DP1Q, DP3Q
4/3: E-1, 14-54, 70-300
m4/3: E-M1 25 f/1.4, 60 DN, 100-300

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.526
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:Siamo ingegneri o fotografi?
« Risposta #2 il: Martedì, 12 Maggio 2020, 00:26:32 »
E per chi se no!!! Vergogna!!!
Nooo, non è vero  :)), volevo postarlo da quando è uscito, poi ce n'è un altro sulle fasi del fotoamatore che magari posto tra qualche giorno.
Credo che se uno è ingegnere va benissimo che faccia discorsi tecnici sull'attrezzatura come hai fatto tu (tra l'altro era un discorso esposto molto chiaramente). Il problema è quando si parla di attrezzatura con considerazioni soggettive e retorica oggettiva, che è ciò che insegna a fare il marketing. Sono convinto che molti non si accorgono di questo, di quanto sia per esempio folle fare 'classifiche' tra le macchine, o farsi dei trip cosmici sulla cosiddetta "QI"... niente di ciò ha a che fare con la fotografia. 

"La fotografia, come la scrittura, ha una sua ambiguità, un suo lessico, una sua logica interna, un suo ritmo, tutti valori che non appartengono a una fotocopia."

Luigi Ghirri, Lezioni di fotografia.