Autore Topic: OLED per postproduzione Foveon  (Letto 780 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Acheo

  • Poster
  • **
  • Post: 100
    • Italia
  • Foveon User: Sì
OLED per postproduzione Foveon
« il: Venerdì, 09 Aprile 2021, 03:04:01 »
Qualcuno del forum possiede o ha visto funzionare il monitor ASUS PQ22UC ?
Ho una voglia matta di comprarlo ma anche dei dubbi  :-\.


Online Tino84

  • Militant
  • ***
  • Post: 409
  • Foveon User: No
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #1 il: Venerdì, 09 Aprile 2021, 07:12:08 »
Beh, senza prima vederlo dal vivo, anche a me verrebbero quei 4.000 dubbi  :wow:  :wow: :!:

La cifra è impegnativa, non hai nessuna possibilità di vederlo e far dei confronti?

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.104
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #2 il: Venerdì, 09 Aprile 2021, 09:30:44 »
Qualcuno del forum possiede o ha visto funzionare il monitor ASUS PQ22UC ?
Ho una voglia matta di comprarlo ma anche dei dubbi  :-\.

fatico a trovare una collocazione ad un prodotto del genere, in pratica paghi il taglio non standard di un pannello oled, che alla fine però ben poco di ddiverso può avere rispetto ad un pannello oled pilotato da una buona elettronica come quella di Sony o Panasonic (anzi, per me Asus non arriva alla raffinatezza elettronica di sony o pana in ambito oled).

Sul mio Panasonic OLED da 55, dopo una attenta calibrazione e disattivando tutte le porcherie fittizie (HDR ed altri artifici), si può tranquillamente lavorare allo sviluppo delle foto, l'importante è rispettare la giusta distanza di visione.
Ocio però, che gli OLED con il loro contrasto perfetto, potrebbero rendere diversamente se riguardi la medesima foto ad un monitor convenzionale a Led, oppure in stampa.
www.moroph.eu

Sigma SD14 + Sigma 18-200 C
Ricoh GR2

Offline Rino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.038
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #3 il: Venerdì, 09 Aprile 2021, 17:17:04 »
Qualcuno del forum possiede o ha visto funzionare il monitor ASUS PQ22UC ?
Ho una voglia matta di comprarlo ma anche dei dubbi  :-\.

Credo che sia stupendo avere la voglia matta di comprare qualcosa e poterla soddisfare: cosa aspetti? :)
  • Rino
     

Offline Pino Scarfone

  • Junior
  • *
  • Post: 91
    • Pavia
    • Renord Immobili
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #4 il: Sabato, 10 Aprile 2021, 13:55:07 »
Il problema maggiore è rappresentato dal fatto che non vi è uniformità.
Le foto che vedo sul mio monitor sono diverse dal mio telefonino e da quelli di mille altri  dispositivi di parenti, amici e colleghi.
Quindi...fino a che punto vale la pena investire così tanto?
  • Pino
     
Sd1 Merrill - Sigma 10-20, 17-70 f. 2.8-4 C macro, 24-70 Ex (ma non si sono innamorati...sigh...)

Offline Italo

  • Moderator
  • HONOR POSTER
  • ****
  • Post: 7.640
  • May Foveon be with you!
    • RIMINI
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #5 il: Domenica, 11 Aprile 2021, 16:09:03 »
Anch'io, all'inizio, mi ero entusiasmato per la qualità immagine dei monitor oled ma, se possono essere adatti come uso TV, non lo sono altrettanto per immagini statiche a causa del difetto di "burning", per cui lo schermo ha la tendenza a "memorizzare" un'immagine persistente (soprattutto nel colore rosso) creando così una macchia "fantasma" (anche come somma di più immagini persistenti).   https://www.rtings.com/tv/learn/real-life-oled-burn-in-test

In effetti mi sembra che, dopo una prima "euforia", i produttori non abbiano più lo stesso interesse iniziale per la tecnologia OLED.
Nel panorama 2020 dei migliori monitor per Photo Editing non mi pare ci siano OLED:
https://www.fotocamerapro.it/miglior-monitor-fotografia-fotoritocco/
  • Italo
     
Sigma DP2m+SD10_17-70:2,8-4,5__Summicron 50:2__1800:6 autocostruito.
Mitsubishi 10x15-20x30 sublimation printers.

Offline EXCEL

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.104
    • Germany
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #6 il: Lunedì, 12 Aprile 2021, 13:31:36 »
Anch'io, all'inizio, mi ero entusiasmato per la qualità immagine dei monitor oled ma, se possono essere adatti come uso TV, non lo sono altrettanto per immagini statiche a causa del difetto di "burning", per cui lo schermo ha la tendenza a "memorizzare" un'immagine persistente (soprattutto nel colore rosso) creando così una macchia "fantasma" (anche come somma di più immagini persistenti).   https://www.rtings.com/tv/learn/real-life-oled-burn-in-test

In effetti mi sembra che, dopo una prima "euforia", i produttori non abbiano più lo stesso interesse iniziale per la tecnologia OLED.
Nel panorama 2020 dei migliori monitor per Photo Editing non mi pare ci siano OLED:
https://www.fotocamerapro.it/miglior-monitor-fotografia-fotoritocco/

vero quel che dice Italo, anche se le ultime 2 gen di pannelli hanno diversi sistemi di protezione per le macchie "fantasma" (in pratica di tanto in tanto traslano l´ immagine a schermo di pochi pixel e introdotto sistemi di refresh dei pixel all'avvio e spegnimento).
Comunque  resta valido l'assunto, sono pannelli cinematografici, che accendi per guardarti un ben film e lo spegni, farci sviluppo foto è fattibile ma bisogna stare attenti ai menù che sono statici e si trovano sempre nella medesima posizione, ma quel che ha frenato l'adozione di questa tecnologia su diagonali da monitor PC, è la resa produttiva e conseguenti costi. LG produce pannelli da 55 pollici a salire (in verità esiste un solo taglio minore che arriva a 48), gli scarti sono enormi per questo costano ancora un botto e il mercato giustifica TV da 1500€ solo da una certa diagonale in su.
www.moroph.eu

Sigma SD14 + Sigma 18-200 C
Ricoh GR2

Offline marco c.

  • Newbie
  • Post: 28
    • italia
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #7 il: Mercoledì, 14 Aprile 2021, 09:01:03 »
io per quella cifra consiglio EIZO coloredge. Da quando ho preso un EIZO con cal hardware i colori in stampa sono come li vedo al monitor. Un altro mondo davvero.

Offline notomb

  • Senior
  • ****
  • Post: 697
    • Cesenatico - Romagna
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #8 il: Mercoledì, 14 Aprile 2021, 10:02:39 »
Comprando un Eizo senza rispettare la catena, ovvero abbinare una scheda video che supporti i 10bit non è un grande affare. La stessa cosa vale per un Benq 10bit etc. Poi andrebbero calibrati in base all'ambiente di lavoro. Il tutto per sfruttare l'ampia gamma di copertura dell'Adobe RGB. Un investimento non indifferente.
Se invece si ha una scheda video che non supporta i 10bit come le Quadro-Fire o alcune serie di GeForce che sono state "sbloccate" è sufficiente un buon pannello, possibilmente 16:10 che supporti il 100% Srgb. Un semplice Asus Proart che costa 1/3 e da gli stessi risultati dell'Eizo in questa configurazione.
  • Davide
     

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.526
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #9 il: Mercoledì, 14 Aprile 2021, 11:06:57 »
In realtà la scheda video che supporta la profondità colore di 10 bit invece che 8 bit non incide sull'estensione dello spazio colore riprodotto dal monitor, ma sulla riproduzione dei passaggi tonali di un gradiente di colore. Non dico che i 10 bit non servano a nulla, ma per il limite dell'occhio umano nella percezione del colore, i 10 bit non sono percepibili. Poi in internet gira un file in cui la differenza nella riproduzione di un gradiente è evidentissima, ma non è un'immagine corretta. Io avrei una vecchia Quadro che supporta i 10 bit ma non l'ho montata, ho lasciato la scheda più potente da 8 bit. Ad ogni modo, come dice Notomb, i 10 bit non sono più supportati soltanto dalle schede Nvidia Quadro e Radeon Pro, ma anche da alcune Nvidia da gaming che hanno costi un po' più umani.

Gli schermi per fotoritocco Eizo preferibili sono fondamentalmente: CG 2420 e CG 247X. Dico che sono preferibili perché per il fotoritocco non servono schermi 4k e bastano 24 pollici. Questi due schermi sono autocalibranti (sono dotati di sonda interna), e hanno un programma di gestione del colore semplice e efficace. Non serve una competenza enorme sulla gestione del colore.

Sono schermi curatissimi, c'è una soluzione tecnica per avere il contrasto senza essere Oled, sono costruiti con grande attenzione per la dissipazione del calore perché incide sull'uniformità del monitor (per questo gli Eizo sono più voluminosi di altri schermi). Insomma sono strumenti magnifici per il fotoritocco. Costano da 1200 a 1450 euro, che sono molti ma va considerato che non occorre comprare una sonda e che tutto è ottimizzato per la profilazione.

Che cosa significa usare un eccellente schermo profilato come questi due Eizo? significa uscire dal trip della "resa" della fotocamera/obiettivo/sensore che è il cavallo di battaglia attuale del marketing. Significa diventare responsabili dell'immagine. Chi lavora professionalmente al fotoritocco sa benissimo che oggi tutte le buone fotocamere producono file adeguati, la differenza la fa la fotografa, il fotografo e il processo di fotoritocco e di stampa. Però c'è un'implicazione: occorre diventare competenti nel fotografare e nell'usare i programmi di sviluppo, fotoritocco e stampa (occorre anche sviluppare un gusto conoscendo la storia della fotografia come avverte Mallamaci, quindi non è solo una questione tecnica ma anche culturale). Insomma bisogna studiare, non basta come dice il fotoamatore tipo 'scattare' cioè spingere un tasto, bisogna 'fotografare': non scatti ma fotografie.

L'ASUS PQ22UC segnalato da Achille è pensato per il montaggio video e la portabilità, non mi sembra una buona scelta per il fotoritocco.




Mi sono allontanato definitivamente da questo Forum per alcuni post che ho trovato irrispettosi verso alcune minoranze oppresse, soprattutto mi ha infastidito l'indifferenza con cui sono stati accolti. Qualcuno mi ha suggerito che basta essere maturi e non leggerli, ma non so fare. Consiglio a tutt* questo video https://www.youtube.com/watch?v=k3YzoEqx2II

Online mr_mouse

  • Poster
  • **
  • Post: 211
    • trestina
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #10 il: Mercoledì, 14 Aprile 2021, 12:32:35 »
sono 20 anni che mi occupo di computer e monitor (vendo e riparo) e me ne capitano tanti a negozio, di tutti i generi, ma confesso di non aver mai testato il monitor in questione.
Non avendo mai visto questo monitor non posso affermare con assoluta certezza che non serva assolutamente a niente, ma a parte qualche sporadico professionista che deve mostrare un'opera d'arte digitale (magari per strada) ad un cliente milionario, non vedo altro utilizzo pratico e di certo non lo consiglierei a nessuno dei miei clienti.
D'altro canto io tratto in buona percentuale monitor "rigenerati" professionali (che solitamente sono prodotti che rientrano da fiere o noleggi) e un buon monitor DELL Ultrasharp o anche HP magari della serie Z da 24" o 27" posso garantire che dal punto di vista fotografico vanno benissimo e possono soddisfare il95% delle esigenze di chiunque (a parte i Gamer).
Considerando che il prezzo di un prodotto del genere si può aggirare tra i 140€ e i 300€ credo che continuerò a non considerare l'ASUS PQ22UC.
PS un EIZO EV2450, non fantastico, ma decisamente più che sufficiente per qualsiasi fotoamatore, costa sui 200€

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.526
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #11 il: Mercoledì, 14 Aprile 2021, 13:02:58 »
PS un EIZO EV2450, non fantastico, ma decisamente più che sufficiente per qualsiasi fotoamatore, costa sui 200€

Questo può anche essere vero considerando il fotoamatore tipo che non ha idea del fotoritocco (però fa la 'postproduzione' :D), e non stampa.
Fuori da questa ipotesi, comunque diffusissima, va detto che Eizo produce varie linee e quello che indichi non è nemmeno un monitor fotografico, quindi per fotoritocco e stampa è perfino dannoso.
Io usavo il Dell U2413 che è un monitor fotografico col programma per profilarlo con sonda esterna, ma niente a che vedere con uno degli Eizo che ho indicato sopra.

Purtroppo il fotoamatore tipo è imbibito della cultura per cui il dispositivo di visualizzazione non è importante, invece è cruciale comprare carrettate di fotocamere e obiettivi alla ricerca della famosa 'resa'  :D
Mi sono allontanato definitivamente da questo Forum per alcuni post che ho trovato irrispettosi verso alcune minoranze oppresse, soprattutto mi ha infastidito l'indifferenza con cui sono stati accolti. Qualcuno mi ha suggerito che basta essere maturi e non leggerli, ma non so fare. Consiglio a tutt* questo video https://www.youtube.com/watch?v=k3YzoEqx2II

Online mr_mouse

  • Poster
  • **
  • Post: 211
    • trestina
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #12 il: Mercoledì, 14 Aprile 2021, 13:14:19 »
PS un EIZO EV2450, non fantastico, ma decisamente più che sufficiente per qualsiasi fotoamatore, costa sui 200€

Questo può anche essere vero considerando il fotoamatore tipo che non ha idea del fotoritocco (però fa la 'postproduzione' :D), e non stampa.
Fuori da questa ipotesi, comunque diffusissima, va detto che Eizo produce varie linee e quello che indichi non è nemmeno un monitor fotografico,
Io usavo il Dell U2413 che è un monitor fotografico col programma per profilarlo con sonda esterna, ma niente a che vedere con uno degli Eizo che ho indicato sopra.

Purtroppo il fotoamatore tipo è imbibito della cultura per cui il dispositivo di visualizzazione non è importante invece è cruciale comprare carrettate di fotocamere e obiettivi alla ricerca della famosa 'resa'  :D
chiacchiere, solo chiacchiere... teorie e teorizzazioni fine a se stesse... se hai un'azienda grafica e fai stampe professionali, è un conto, ma se sei un fotoamatore, con un buon monitor ci fai tutto e ci stampi perfettamente coi colori che intendevi produrre.
"... quindi per fotoritocco e stampa è perfino dannoso." questa sì invece che è una bella ca...ta.

Offline pacific palisades

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 3.526
  • andrea
    • Forlì
    • Anobi biblioteca personale
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #13 il: Mercoledì, 14 Aprile 2021, 14:21:11 »
chiacchiere, solo chiacchiere... teorie e teorizzazioni fine a se stesse... se hai un'azienda grafica e fai stampe professionali, è un conto, ma se sei un fotoamatore, con un buon monitor ci fai tutto e ci stampi perfettamente coi colori che intendevi produrre.
"... quindi per fotoritocco e stampa è perfino dannoso." questa sì invece che è una bella ca...ta.

Premesso che c'è chi stampa a casa con risultati che non hanno niente da invidiare ai migliori laboratori di stampa professionali, comunque se anche decidessi di rivolgermi a un laboratorio perché posso stampare al massimo in A3+ con la Pro10S, il file dovrei ritoccarlo io, quindi avrei bisogno di un monitor che riproduce con esattezza i colori per fare la soft proof col profilo carta-stampante del laboratorio. Certo che se a uno non importa nulla di quel che fa può anche usare il monitor Eizo da ufficio invece che un Coloredge.
Mi sono allontanato definitivamente da questo Forum per alcuni post che ho trovato irrispettosi verso alcune minoranze oppresse, soprattutto mi ha infastidito l'indifferenza con cui sono stati accolti. Qualcuno mi ha suggerito che basta essere maturi e non leggerli, ma non so fare. Consiglio a tutt* questo video https://www.youtube.com/watch?v=k3YzoEqx2II

Online mr_mouse

  • Poster
  • **
  • Post: 211
    • trestina
  • Foveon User: Sì
Re:OLED per postproduzione Foveon
« Risposta #14 il: Mercoledì, 14 Aprile 2021, 18:06:39 »
comunque il concetto che volevo esprimere è scritto in maniera molto ben comprensibile (ed espresso sempre e solo secondo la mia opinione, personale e, in questo caso, anche professionale): un DELL o un HP professionali di fascia medio alta (anche usati) sono normalmente (leggasi "di norma") più che sufficienti per un uso fotografico amatoriale (e spesso anche professionale).
Ovviamente non voglio dire che un monitor da 200/300€ sia meglio di uno da 2000/3000€ (o anche 5000€) dico solo che ci sono buoni monitor ad un giusto prezzo e che spesso investire cifre esagerate non è che faccia tutta 'sta differenza.

Come direbbe Elmer al mercante di liquore: "Tu che lo vendi cosa ti compri di migliore?"