FOTOGRAFIA > Fotografi

Ghirri: Pensiero Paesaggio

(1/5) > >>

agostino:
Oggi ho comperato questo libro che consiglio a tutti facendomi bastare la sola foto di copertina (ho tenuto il cellophane perché ho passeggiato 4 ore nel piovigginio di una Roma che si nega la neve).

Spero di trovare risposta a questa domanda: cosa hanno a che fare le centinaia di seghe mentali sulla attrezzatura che oramai dilagano su questo (purtroppo) e altri siti?

O Ghirri, tu che vivesti al tempo della pellicola e senza forum digitali, puoi salvarci da mille dubbi e poche foto?

Ma fotografare non è scendere in strada e fare foto così come fare l'amore non è parlare per centinaia di ore di pezzi anatomici, preservativi o cose del genere?

O Ghirri, fa' del mio pensiero paesaggio.


hobbit:
Ciao Agostino, mi sento un po' coinvolto dal tuo post!  ::)

Mi dà un po' l'impressione di essere una reazione al mio .....

Non so, tutti ci poniamo delle domande su quello che vogliamo comprare. Lo facciamo ad esempio quando compriamo un auto nuova e decidiamo che la vecchia per qualche motivo non si soddisfa più. Può essere perché abbiamo cambiato esigenze, perché ha troppi chilometri, perché si è rotta, .....

Perciò non vedo niente di male a farlo anche per una fotocamera.

Nell'acquisto di un auto nuova effettivamente non coinvolgo un forum, ma ne parlo fino alla nausea con mia moglie. Valutiamo la capienza, il bagagliaio, problematiche tecniche del motore, ..... fino al colore che ci piace o che è meno critico d'estate.

Nell'acquisto di una fotocamera la relazione che è coinvolta non è più quella di mia moglie, ma quella vostra. E allora se ne discute. Chi ha più esperienza con sistemi diversi la porta, etc.

Sinceramente non ci trovo nulla di male, ....., chiaramente la degenerazione è che si parli solo di quello. Oggi mi prendo un modello, scatto tre foto ai libri, poi il prossimo mese insoddisfatto riprendo a macinare, .....

Capiamoci, capisco benissimo che la fotografia è un processo mentale, che porta ad un certo sguardo sulla realtà e avviene in noi prima che con la fotocamera.

Detto tutto ciò, se posso invocare Ghirri come un cristiano fa con un santo spero che mi porti a scattare di meno, ad essere più consapevole e attento nell'osservare la realtà! Il mio archivio fotografico è già pieno di molto pattume, scattato quotidinamente senza pausa, di cui per fortuna vostra vi risparmio la visione se non di qualche scatto che faccio emergere ogni tanto portandolo a conoscenza della rete tutta.  ^-^

Ginni:
Devo confessare, e son sicuro che qualcuno mi lancerà un anatema, che Luigi Ghirri non é tra i miei preferiti come paesaggisti.
Sicuramente é stato importante per il suo periodo storico ma i colori tenui, pastello a volte dei suoi paesaggi non mi esaltano.
Preferisco i paesaggi alla Salgado.

agostino:
Non ce l'ho con nessuno ma non vedo foto, non vedo foto Foveon (ispiratore del Forum) e mi dico: ma parliamo solo di attrezzatura?
Ognuno di noi ha più "potenzialità espressive" con l'attrezzatura che già ha rispetto a qualsiasi precedente generazione di fotoamatori. Eppure aneliamo a nuovi acquisti.
Facciamo così: ribilanciamo la proposta di fotografie presentate rispetto ai discorsi sugli acquisti e le attrezzature.
Mia proposta. Poi libertà assoluta.
Ciao a tutti.

Tino84:
alcune statistiche utili, magari

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa