FOVEON > Immagini

Corte Sconta detta Arcana [dp0q]

(1/2) > >>

Met:
by matteo bignozzi, su Flickr
 
Il nome di fantasia dato a quest'angolo di Venezia da Hugo Pratt, l'autore di Corto Maltese.
Che sia una corte sconta, ossia nascosta, è indubbio: è un luogo sconosciuto anche a molti veneziani e a chi conosce bene la topografia veneziana. 
Arcana è una tautologia, una licenza poetica di Pratt, che aggiunge un pizzico di mistero e misticismo.
Il nome vero è Corte Botera, perché un tempo ci lavoravano i bottai veneziani.
 
 
by matteo bignozzi, su Flickr
   
Per accedervi, bisogna avere la fortuna di trovare aperto il cancello in ferro battuto, che è stato messo lì per proteggere la corte dai soliti turisti maleducati.
Ci sono entrato in punta di piedi, con un discreto senso di colpa, sperando di non disturbare nessuno; senza treppiede, in una giornata nuvolosa, con polso tremante per l'emozione ed esposizione a 1/15 di secondo: una valida premessa per un autosabotaggio.
Non ho rimpianto l'assenza del sole, che mi ha permesso di non avere contrasti esagerati tra luci e ombre, anche se avrei gradito più rimbalzi di luce indiretta.
 
  by matteo bignozzi, su Flickr
 
Quello che mi colpisce, è la creazione di un piano ammezzato nel porticato: è così basso, che non sembra vero. Mi piacerebbe vedere come hanno risolto gli spazi all'interno.
Archi ribassati in mattoni e travi di legno, che appoggiano antiche colonne bizantine, con finestre che spaccano i conci cesellati degli archi murati.
E superfetazioni che si sovrappongono, nel leggere tra le pietre e i mattoni. 
 
  by matteo bignozzi, su Flickr
 
Quello che era un volume arioso, con una porta d'acqua maestosa, è stato riempito e sfruttato fino a diventare umido, buio e claustrofobico: sarà per questo, che sulla vera da pozzo ho trovato appoggiata una confezione di potassio magnesio? Trovo comunque interessante, come un modello passato di "abusivismo e vandalismo edilizio" resti comunque affascinante e pittoresco.

andrea948:
Bellissimi scatti, ottima la post produzione e le inquadrature, davvero belle, usato cavalletto?  L'obiettivo della DP0 è davvero straordinario per microcontrsto e pulizia del dettaglio.... :si: :si:

Met:

--- Citazione da: andrea948 - Mercoledì, 30 Novembre 2022, 21:36:52 ---Bellissimi scatti, ottima la post produzione e le inquadrature, davvero belle, usato cavalletto?  L'obiettivo della DP0 è davvero straordinario per microcontrsto e pulizia del dettaglio.... :si: :si:

--- Termina citazione ---
Grazie per i complimenti. Come scritto, le foto sono scattate a mano libera e in fretta. Rivedendole, correggrei diverse cose. Per quanto riguarda la postproduzione, ho usato SPP per la regolazione del bianco e nero, con filtro blu/ciano (sempre virtuale) per far risaltare la texture dei mattoni e delle pareti con intonaco rosso. Un paio di scatti sono raddrizzati e ritagliati con affinity photo, sempre in formato 3/2, come gli originali. Raddrizzate è una parola grossa, perché è piuttosto difficile trovare delle linee parallele o perfettamente verticali in queste immagini. L'obiettivo della dp0 spacca il capello in quattro, è vero.

Met:
by matteo bignozzi, su Flickr

tik68mi:
Ottime!, solo un po' scure per me.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

Vai alla versione completa