FOVEON > Attrezzature

Sigma fp L ed obiettivi Leica SL

<< < (2/4) > >>

Rino:

--- Citazione da: proto - Giovedì, 02 Settembre 2021, 17:04:40 ---La parte razionale di me non può che darti ragione.

--- Termina citazione ---

Attento alla parte irrazionale: è questa su cui specula Leica, facendola diventare razionale ("Ho la migliore fotocamera e le migliori ottiche del mondo, poco importa se non so fotografare!").


--- Citazione ---Avendo avuto l'occasione di un ottimo (ma comunque costoso) usato Leica, mi sono fatto tentare; mi sembrava che fosse una soluzione più prestigiosa. Ma tu mi hai riportato con i piedi per terra. In fondo, sulla compatibilità totale fra fpL ed Elmarit nessuno ci può giurare...
Grazie infinite per i saggi consigli  :)

--- Termina citazione ---

Non ci si può giurare, ma credo che non ci sarebbero problemi anche se non vedo il motivo per spendere di più per lo stesso obiettivo di seconda mano rispetto allo stesso obiettivo nuovo, ma senza bollino rosso, quando il Sigma comunque è garantito per il funzionamento sulla fp L.

Piuttosto, scusa la domanda che non è "cattiva" o provocatoria, sei sicuro che ti serva uno zoom 24-70? O meglio, ti serve proprio uno zoom? La domanda non è critica (a me manca lo zoom sulla fp L e credo di prendere il 28-70 Contemporary per andare a passeggio), ma... poi ti spiego! :)

proto:

--- Citazione da: Rino - Giovedì, 02 Settembre 2021, 20:11:15 ---Piuttosto, scusa la domanda che non è "cattiva" o provocatoria, sei sicuro che ti serva uno zoom 24-70? O meglio, ti serve proprio uno zoom? La domanda non è critica (a me manca lo zoom sulla fp L e credo di prendere il 28-70 Contemporary per andare a passeggio), ma... poi ti spiego! :)

--- Termina citazione ---
Rino, io amo molto le ottiche a focale fissa ma poiché, per motivi di budget, prevedo di rimanere un po’ di tempo con un unico obiettivo ho scelto uno zoom medio per non sentirmi troppo limitato in termini d’impiego e, nel contempo, poter contare – nonostante si tratti di uno zoom – su di una qualità medio-alta. Poiché il Vario-Elmarit 24-70 l’ho provato a fondo – grazie a quel conoscente di cui ti parlavo e che ora me lo venderebbe – e poiché si tratta di un obiettivo che amo molto, mi sono messo alla ricerca di una fotocamera degna di ospitare quell’ottica, cercando però di non spendere i 6000 euro di un corpo Leica. Ecco, in estrema sintesi, come sono arrivato alla fpL.

Inizialmente, dunque, non pensavo alle ottiche Sigma ed ecco perché il mio primo post era unicamente incentrato sulla compatibilità dell'accoppiata prescelta. Al 24-70 Art ci sono arrivato per caso, solo per analogia con l’Elmarit, avendo letto in rete – e tu me lo hai confermato – che i due obiettivi sono di fatto identici. Ora tu mi stai proponendo una terza soluzione di cui io, conoscendo poco l’offerta Sigma, non ho mai sentito parlare. Di sicuro, per il tipo di foto che scatto, i 4 mm di escursione focale in meno non sarebbero un problema. Ma non vorrei allontanarmi troppo dagli standard di qualità a cui – sia pure con attrezzature altrui  :) – sono ormai abituato.

Rino:
Nel tuo caso non disponendo di altri obiettivi, lo zoom Sigma 24-70 Art è la scelta migliore: è un ottimo zoom e non fa rimpiangere le ottiche fisse come nitidezza e aspetto generale. L'unico punto non esaltante è la resa dello sfocato, molto "nervoso" (anche se del tutto normale per la maggior parte degli zoom di quella generazione). Sullo sfocato si prende la rivincita il più economico 28-70 C che fa parte della nuova generazione Sigma, ma resta comunque uno zoom di livello (e prezzo) inferiore.
Io userei il 28-70 come obiettivo "da passeggio", quindi di supporto al corredo di ottime ottiche fisse quando voglio uscire leggero e senza complicarmi la vita con continui cambi di obiettivo, specialmente se insieme ad amici non fotografi.

Con la fp L c'è da restare a bocca aperta comprando i nuovi obiettivi della Serie I, piccoli, leggeri, ben fatti, tutti in metallo e con ghiera dei diaframmi. Molta nitidezza e sfocato di prima classe. Guarda i miei test e capirai perché me ne sono innamorato. Però tre obiettivi Serie I costano senz'altro di più del solo 24-70/2.8 Art che resta, probabilmente, la scelta ideale anche se io ormai sono orientato ad avere ottiche piccolissime sul corpo della fp.

Comunque aspetta la presentazione di Sigma del 9 settembre per fare la tua scelta definitiva. :)

proto:
Grazie infinite, Rino. Mi hai dato molti spunti di riflessione e te ne sono grato. Aspetterò l'evento Sigma per vedere le ultime novità, ma rischio di perdere l'opportunità del 24-70 Leica usato che è comunque in vendita e che può svanire da un momento all'altro. Ma non fa nulla, meglio fare una scelta ponderata. A presto e grazie ancora.

Rino:

--- Citazione da: proto - Venerdì, 03 Settembre 2021, 11:37:41 ---Grazie infinite, Rino. Mi hai dato molti spunti di riflessione e te ne sono grato. Aspetterò l'evento Sigma per vedere le ultime novità, ma rischio di perdere l'opportunità del 24-70 Leica usato che è comunque in vendita e che può svanire da un momento all'altro. Ma non fa nulla, meglio fare una scelta ponderata. A presto e grazie ancora.

--- Termina citazione ---

Avevo capito che il Leica usato costava di più del Sigma nuovo e quindi optavi per quest'ultimo visto che, di sicuro, garantisce la massima compatibilità sul corpo Sigma fp L e godrebbe della garanzia. Se ho capito male, prendi il 24-70 Leica al volo e non pensarci più.
I due nuovi obiettivi che verranno presentati il 9 sono già stati "scoperti" e ne parlano dappertutto quindi posso dirlo anch'io: sono due ottimi obiettivi "Serie I", piccoli, leggeri, interamente in metallo (anche il paraluce ed il tappo), con una splendida ghiera dei diaframmi, qualità eccezionale, risolvenza molto elevata dal centro ai bordi e bokeh favoloso.
Le focali sono 24/2 e 90/2.8 (piccolissimo).
Alle 14.00 Kazuto Yamaki presenterà i due obiettivi ed alle 14.30 io pubblicherò l'articolo su Nadir e la videorecensione su YouTube.
Il problema - per te - non è "come andranno" perché andranno benissimo, non c'è da dubitarne, ma se tre ottiche fisse possano essere convenienti economicamente (non credo proprio) e come praticità operativa. Gli zoom sono insuperabili da questo punto di vista, ma - per colpa della "Serie I", sono tornato al vecchio modo di fotografare, cioè adattando la mia visione della realtà alla lunghezza focale dell'obiettivo (salvo specifiche necessità). Ai tempi dell'analogico suggerivo ai miei allievi di fare l'esperienza di uscire con un solo obiettivo, per giunta non facile come l'85mm, e scoprivano un nuovo modo di vedere. :)
Al momento non riesco a togliere il Sigma 65/2 dalla fp L (ci faccio tutto, anche i video), ma il 90mm è quello che mi mancava mentre mi manca ancora un piccolo 20mm della stessa serie.

Navigazione

[0] Indice dei post

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente

Vai alla versione completa