News:

Nuovi temi disponibili: NameX (scuro e chiaro) e FUSION DARK (solo scuro), anche questi pienamente responsivi.

Menu principale

DP2Q, si o no?

Aperto da cereal-killer, Giovedì, 22 Giugno 2023, 23:18:29

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questa discussione.

hobbit

Io utilizzo poco le mie due DPQ, la 1 e la 3, perché alla fine "mi basta" quello che ottengo dalle Bayer.
Comunque anche se non raggiungono il microcontrasto del Merrill mi sembra quello che producono sia buono, ma ripeto, io sono poco esigente.
Questo ad esempio è un Jpeg non modifica della DP3Q (spero che il server non abbia massacrato l'immagine):


Francesco https://www.instagram.com/hobbitfrank/

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Sigma Dp1q,  Sigma Dp3q
Olympus E-pm1, Panasonic Gx7, Panasonic G90, Zuiko 9-18, Zuiko 14-42, Lumix 20mm, Leica 25mm, Sigma 60mm, Zuiko 75-300

cereal-killer

Citazione di: Tirpitz666 il Venerdì, 23 Giugno 2023, 11:32:29
Così facendo magari non si raggiungerà l'acutanza del Merrill al 100%, ma fino al 50% per me gli scatti sono assolutamente paragonabili come impressione di dettaglio e "croccantezza"

Non e' tanto questione di acutanza, e' che sul Quattro io vedo un dettaglio minore e piu' fake.
I bordi sono meno definiti del Merrill (ma anche di molte Bayer!) e si vede chiaramente l'azione dello sharpening che ai miei occhi ha un aspetto un po' innaturale.
Su Merrill non uso sharpening, quindi non ho artefatti di sorta e il dettaglio e' comunque molto alto.
Su Quattro, alcune immagini hanno un che di "spappolato" che davvero non mi piace.
In queste ore, a sorpresa mi sto arenando su questo aspetto.
Sono impressioni che mi sto facendo osservando alcuni raw, che son pochini quindi piu' di tanto non possono rappresentare la macchina, ma questi ho...

andrea948

Per capire, per queste valutazioni, a che livello di ingrandimento vedi le immagini a video?
  • Andrea
     

cereal-killer

Citazione di: andrea948 il Domenica, 25 Giugno 2023, 14:49:08
Per capire, per queste valutazioni, a che livello di ingrandimento vedi le immagini a video?

Al 100%.
Nessuno sa dirmi come rimuovere lo sharpening aggiunto in SPP su Quattro?
Su Merrill lo metto a -2 (cursore tutto a sinistra), su Quattro pero' ammorbidisce eccessivamente l'immagine.

Eros Penatti

Parti da un presupposto, le migliori DP a parer mio sono la 0 e la 3, poi 2 e poi 1.
Il jpg di Francesco ne è la controprova.
Però, 8-9 anni fa non c’era storia, se lo scatto era fatto con tutti gli accorgimenti del vado, chi sapeva gestir bene l’X3F faceva vedere cose inimmaginabili e diverse a chi usava le reflex o le prime ML…
Il Foveon attuale è rimasto la al 2014/2015.
Tutti hanno grandi aspettative per il nuovo sensore, quello attuale o ti piace o lascia stare… hai già un Foveon non star lì ad incaponirti se fa meglio o peggio del Merrill è una questione molto soggettiva…
Purtroppo non so rispondere alla tua domanda, è un passaggio che non applicavo in SPP preferivo fare in PS   :si:

cereal-killer

Citazione di: Eros Penatti il Domenica, 25 Giugno 2023, 19:36:05
è un passaggio che non applicavo in SPP preferivo fare in PS   :si:

In realta' se tu non intervieni, quel passaggio te lo fa in automatico SPP (che di default aggiunge sharpening che in PS non potrai piu' rimuovere).
Comunque cio' di cui parlavo e' inerente al sensore e all'elaborazione dell'immagine, non alla lente.
Ed e' vero che se non emergono novita', in effetti mi sa che sul Quattro glssero'.
E' che mi era abbastanza chiaro si trattasse di un compromesso, un bel passo avanti su colore e velocita' operativa (si fa per dire) e uno indietro su microcontrasto e soci...
Continuando a leggere dagli utenti il solito riferimento al medio formato, anche sulle fotocamere con sensore Quattro, ero relativamente tranquillo sotto quell'aspetto.
Ma poi e' successo che guardando i file sono rimasto molto deluso su quel fronte.
Insomma, pensavo andasse un po' peggio del Merrill, ma non cosi' tanto!
A sto punto, se le cose stanno davvero cosi',  effettivamente mi evito un acquisto inutile.

pacific palisades

CitazioneComunque anche se non raggiungono il microcontrasto del Merrill mi sembra quello che producono sia buono.

Mah, sì e no. Si sa che tanto più microcontrasto naturale c'è, quanto più la fotografia è bella. Il progresso tecnologico in questo senso è stato impietoso verso il canone della grande fotografia mondiale. Io credo che ci sia più di un direttore di museo che vorrebbe staccare le fotografie di Cartier-Bresson, di Koudelka, di Capa per sostituirle coi prodotti del sensore Foveon, specialmente se a rapporto 1:1:1 perché il microcontrasto è più potente. E' evidente che se ai chiodi dei musei sono ancora affisse quelle fotografie invecchiate tecnologicamente e ormai imbarazzanti è per motivi puramente storici. Dobbiamo trovare il coraggio di gridarlo chiaro e forte: il sensore Foveon è il più grande autore contemporaneo!

Tirpitz666

Non so che files abbia visto tu, ma io nei files prodotti dal Quattro con una lente degna di tal nome davanti, di spappolato non trovo proprio nulla (e sono un grande fan del Merrill).Già il JPEG sopra non mi pare abbia nulla di spappolato o artefatto, e partendo dal X3F si può fare ovviamente ancora di meglio.

Di confronti Merrill-Quattro ne ho fatti a bizzeffe e sono giunto alla conclusione che grazie alla maggior risoluzione del Quattro e del Quattro H alla fine con un'oculata post produzione si riesce a tirare fuori anche più dettaglio che dal Merrill e si riesce anche a replicarne piuttosto bene "la croccantezza" senza introdurre troppi artefatti, ma per esperienza ho visto che il requisito imprescindibile è o usare le macchine con le ottiche fisse come le DPQ oppure le SDQ ma con vetri di assoluta qualità tipo gli Art, altrimenti sì che il sensore non perdona e "spappola" (oltre ovviamente ad una tecnica di scatto che escluda qualsiasi tipo di micromosso).

Personalmente io ritengo che il Quattro riesca comunque a restituire dei files molto "foveoneschi" come aspetto, sicuramente un pò diversi dai Merrill (che restano sicuramente una spanna sopra come "microacutanza", ma lo si vede solo a livelli d'ingrandimento piuttosto spinti) ma ancora decisamente diversi dai Bayer (anche quelli che vengono fuori dalle iperpixellate moderne) e quindi per me vale ancora decisamente la pena utilizzarlo, ma è ovviamente un discorso molto soggettivo  ;)

andrea948

Citazione di: pacific palisades il Lunedì, 26 Giugno 2023, 08:48:44
CitazioneComunque anche se non raggiungono il microcontrasto del Merrill mi sembra quello che producono sia buono.

Mah, sì e no. Si sa che tanto più microcontrasto naturale c'è, quanto più la fotografia è bella. Il progresso tecnologico in questo senso è stato impietoso verso il canone della grande fotografia mondiale. Io credo che ci sia più di un direttore di museo che vorrebbe staccare le fotografie di Cartier-Bresson, di Koudelka, di Capa per sostituirle coi prodotti del sensore Foveon, specialmente se a rapporto 1:1:1 perché il microcontrasto è più potente. E' evidente che se ai chiodi dei musei sono ancora affisse quelle fotografie invecchiate tecnologicamente e ormai imbarazzanti è per motivi puramente storici. Dobbiamo trovare il coraggio di gridarlo chiaro e forte: il sensore Foveon è il più grande autore contemporaneo!

Siccome il mio senso dell'humor non è molto sviluppato, la tua citazione devo supporre e sperare sia provocatoria... :)) Però da il destro a quello che secondo me è il punto fondamentale circa la scelta (ad oggi) di utilizzare ancora  un sensore Foveon 1:1:1 o 1:1:4 rispetto ai vari Bayer, Sony o Fuji , tale scelta si giustifica solo se l'utilizzo è prevalentemente vocato al bianco & nero. La guerra sul colore è praticamente persa ai punti e rimane una nicchia minuscola nella quale ha senso utilizzare il Foveon per foto a colori rispetto al Bayer. Ritengo che il Foveon abbia molto da dire ancora oggi a patto di sfruttarlo proprio nel segmento monochrome a condizione di saper apprezzare le peculiarità a tutto tondo e non solo il microcontrasto o acutanza che dir si voglia, altrimenti è meglio non perdere tempo e soldi e restare "comodi" con una bella e sicura (anche se un pò banale) fotocamera tradizionale....
  • Andrea
     

hobbit

Dirò un eresia, ma la questione Bayer vs Foveon, è la stessa che mi ponevo quando dovevo decidere quale pellicola infilare sulla mia reflex (la Olympus om-10).
Volevo una pasta più fine, più accattivante, con tanti limiti quando andavo ad esporre, mettevo una DIA a 100 ASA e sapevo di aver poco margine.
Volevo esser sicuro di riportare a casa le foto, con una probabilità quasi nulla di non avere niente, mettevo una negativa 400 ASA.
Poi c'è il B/N. Ho una percentuale altissima di scatti B/N rispetto tutte le foto C41 e DIA, ma con il digitale non mi diverte più, forse perché stampo troppo poco. Per apprezzare il B/N c'è bisogno della stampa su monitor per me fa schifo.
Ecco, per me il Bayer è il C41 a 400 ASA, il Foveon è la DIA a 100 ASA e il B/N non ha corrispondenze!
Francesco https://www.instagram.com/hobbitfrank/

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Sigma Dp1q,  Sigma Dp3q
Olympus E-pm1, Panasonic Gx7, Panasonic G90, Zuiko 9-18, Zuiko 14-42, Lumix 20mm, Leica 25mm, Sigma 60mm, Zuiko 75-300

andrea948

Citazione di: hobbit il Lunedì, 26 Giugno 2023, 13:14:22
Dirò un eresia, ma la questione Bayer vs Foveon, è la stessa che mi ponevo quando dovevo decidere quale pellicola infilare sulla mia reflex (la Olympus om-10).
Volevo una pasta più fine, più accattivante, con tanti limiti quando andavo ad esporre, mettevo una DIA a 100 ASA e sapevo di aver poco margine.
Volevo esser sicuro di riportare a casa le foto, con una probabilità quasi nulla di non avere niente, mettevo una negativa 400 ASA.
Poi c'è il B/N. Ho una percentuale altissima di scatti B/N rispetto tutte le foto C41 e DIA, ma con il digitale non mi diverte più, forse perché stampo troppo poco. Per apprezzare il B/N c'è bisogno della stampa su monitor per me fa schifo.
Ecco, per me il Bayer è il C41 a 400 ASA, il Foveon è la DIA a 100 ASA e il B/N non ha corrispondenze!

Non posso non essere d'accordo con te Francesco, sarebbe illogico e pretestuoso non esserlo... Va detto tuttavia che la pellicola ti permette di avere una sola fotocamera, dove ogni volta puoi scegliere quale sensore "montare". Per quanto riguarda la metodologia per apprezzare uno scatto in B&N non sarei sicuramente così tranchant nel dire che i B&N fanno "schifo" su monitor, semmai direi che per valutare realmente la qualità/bontà di un bianco&nero è sicuramente imprescindibile la necessità di stampare, questo si. :si:
  • Andrea
     

hobbit

Forse il termine schifo è forte, ma intendo dire che io non riesco a godere del B/N su video, fosse anche Cartier Bresson.
Purtroppo il digitale mi ha intorpidito, troppo spesso gli scatti restano in archivio e non arrivano alla stampa, mentre sarebbe un passaggio importante per chi come me si dice appassionato di fotografia.
Dico questa cosa perché poi quando vado a stampare una foto molti dei castelli che mi faccio sull'osservazione a video cadono, oltre al fatto che perché la foto renda effettivamente su carta ha necessità di uno sviluppo molto più naturale e non esasperato come spesso mi ritrovo a fare per la fruizione a video.
Francesco https://www.instagram.com/hobbitfrank/

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Sigma Dp1q,  Sigma Dp3q
Olympus E-pm1, Panasonic Gx7, Panasonic G90, Zuiko 9-18, Zuiko 14-42, Lumix 20mm, Leica 25mm, Sigma 60mm, Zuiko 75-300

andrea948

Tutte le foto meglio riuscite (quindi una percentuale molto piccola) andrebbero stampate, sia a colori che in B&N, l'archivio digitale è una grande comodità, ma ad un certo punto da quell'archivio vanno fatte delle scelte e riportate su carta, il non farlo significa, a mio avviso, lasciare il lavoro incompiuto. Ho sempre stampato sia con digitale che in CO, ora dopo un'annetto di SD15 sto scegliendo le migliori (B&N) e inizio a stampare, dopo che mi saranno arrivati i test su politenata lucida e opaca e barritata, farò una scelta su quale carta e poi una mezza dozzina, al massimo, di scatti li  farò stampare, i migliori andranno montati e appesi....speriamo tutti  O:-)
  • Andrea
     

Ginni

Ecco perché io amo il foveon, a parte un rullino da 1000 ISO, di solito scattavo con 100 ISO, spesso con Ektar 25 ISO.

La kodak DCS/SRLN aveva di base 160 Iso: sensibilità strepitosa.

Con la Canon 5D mark ii a Venezia avevo tirato fino a 1600 ISO ma non mi piacevano assolutamente, sempre a Venezia con Pentax K1 sono arrivato a 1600 iso ma anche li il colore e la latitudine di posa non mi soddisfa.

Con Sony A7 RII fatico a farmi piacere il 1600 ISO.

Devo provare ancora la S5 ricomprata dopo un usato con Pixel bruciati in attesa del nuovo Foveon per avere già parco ottiche L.

ISO elevati  visto che non ho esigenza di portare a casa uno scatto non me ne faccio nulla, se proprio devo: cavalletto.

andrea948

Citazione di: Ginni il Lunedì, 26 Giugno 2023, 20:24:57

ISO elevati  visto che non ho esigenza di portare a casa uno scatto non me ne faccio nulla, se proprio devo: cavalletto.
:si: :si:
Con 120â,¬ di cavalletto la mia SD15 arriva a 52.000ISO senza un briciolo di rumore.... :))
  • Andrea