News:

Alcuni FAKE ACCOUNT sono stati BLOCCATI e BANNATI

Menu principale

FFF: cattive notizie

Aperto da Marco_M, Venerdì, 23 Febbraio 2024, 11:29:10

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questa discussione.


Rik68MI

Ci stanno lavorando duramente, ottimo.
A me basterebbe l'attuale qualità e risoluzione con la "velocità" della concorrenza.
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

andrea948

Citazione di: Marco_M il Venerdì, 23 Febbraio 2024, 11:29:10https://petapixel.com/2024/02/22/sigmas-full-frame-foveon-camera-is-still-at-least-a-few-years-away/



Letto. Trattasi del solito comunicato che dice tutto per non dire niente... Torno a ribadire quanto già detto in precedenza, il Foveon FF di Sigma è uno specchietto per le allodole (per non dire altro). :-X  Quando Sony farà un comunicato sulla produzione del sensore Foveon allora comincerò a crederci...
  • Andrea
     

hobbit

Boh, faccio un'ipotesi che mi viene in mente.
A Kazuto serve un sensore, aggiornato per testare le ottiche.
È infatti noto che il sensore Foveon è stato fondamentale per l'incremento della qualità nello sviluppo delle ottiche in particolare le Art.
Perciò lui i suoi prototipi se li costruisce, poi se un giorno riesce a metterli in produzione per la massa, tanto meglio.
Infatti mi sembra di capire che il sensore funzioni, il problema è produrlo per la massa e trovare un partner che lo faccia.
Ciò non è detto che avverrà visto che non prevede grossi introiti da questa operazione.
Francesco https://www.instagram.com/hobbitfrank/

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Sigma Dp1q,  Sigma Dp3q
Olympus E-pm1, Panasonic Gx7, Panasonic G90, Zuiko 9-18, Zuiko 14-42, Lumix 20mm, Leica 25mm, Sigma 60mm, Zuiko 75-300

Rino

E' una buona ipotesi anche se temo che il problema sia in buona parte anche nell'inventare e realizzare un nuovo corpo. Sì, noi saremmo contenti anche con un corpo già esistente, ma Sigma - dopo tanti anni - deve far vedere, non fosse altro che per motivi d'immagine, che propone qualcosa di nuovo.

Citazione di: hobbit il Venerdì, 23 Febbraio 2024, 16:58:22Boh, faccio un'ipotesi che mi viene in mente.
A Kazuto serve un sensore, aggiornato per testare le ottiche.
È infatti noto che il sensore Foveon è stato fondamentale per l'incremento della qualità nello sviluppo delle ottiche in particolare le Art.
Perciò lui i suoi prototipi se li costruisce, poi se un giorno riesce a metterli in produzione per la massa, tanto meglio.
Infatti mi sembra di capire che il sensore funzioni, il problema è produrlo per la massa e trovare un partner che lo faccia.
Ciò non è detto che avverrà visto che non prevede grossi introiti da questa operazione.

Rino

Citazione di: tik68mi il Venerdì, 23 Febbraio 2024, 12:53:26A me basterebbe l'attuale qualità e risoluzione con la "velocità" della concorrenza.

Forse volevi dire il contrario. Dal Foveon non mi aspetto la velocità ma la qualità (intesa come "qualità globale dell'immagine"), quindi potrebbe anche continuare ad essere lento rispetto ad una Sony o alla Sigma fp L, ma con una risoluzione adeguata ai tempi e con una qualità che faccia esclamare "WOW!" quando vedi le foto.

sergiozh

Ammettendo che sigma riesce a fare il sensore FFF come desidera e trova chi glielo fabbrica, secondo voi quanti sensori FFF farebbe produrre ?

Suppongo che dicono al fabbricante ad esempio di fargli 10'000 sensori e fatti questi poi per farne altri bisogna di nuovo comandarne un altro blocco o forse progettare un nuovo sensore perche' quello di prima e' diventato vecchio come progetto.

A leggere l'intervista io non sarei pessimista sul FFF. Direi che magari tra 5 o piu' anni ci sara' anche se non e' garantito.

Al momento sono contento che l'anno scorso comprai una dp0 anche se finora non ho potuto usarla per motivi imprevisti.

La mia impressione e' che se sigma non riesce a fare il FFF o un altro foveon di dimensioni minori tanto vale che chiuda il suo reparto che produce fotocamere perche' la maggior parte della gente non sara' motivata a comprare camere bayer sigma in futuro.

Rik68MI

Citazione di: Rino il Sabato, 24 Febbraio 2024, 19:17:44Forse volevi dire il contrario. Dal Foveon non mi aspetto la velocità ma la qualità (intesa come "qualità globale dell'immagine"), quindi potrebbe anche continuare ad essere lento rispetto ad una Sony o alla Sigma fp L, ma con una risoluzione adeguata ai tempi e con una qualità che faccia esclamare "WOW!" quando vedi le foto.
Mantenendo la stessa qualità,  certo.
A me basta stampare in A3 e usare la serie I, in breve.
(e w Sony, sempre Giappone è... e pure Corea e Taiwan:)
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

SierraVictor

Citazione di: tik68mi il Venerdì, 23 Febbraio 2024, 12:53:26Ci stanno lavorando duramente, ottimo.
A me basterebbe l'attuale qualità e risoluzione con la "velocità" della concorrenza.

Infatti,come ho già detto più volte, non capisco questa politica che è totalmente contraria al KAIZEN che è un concetto di origini jap. Facessero una APS-C (o APS-H a questo punto) ma dentro un corpo come si deve. Bah...
  • Simone
     
DP2, Sony A7r2.

EXCEL

 Si sono talmente incaponiti con questa corsa ai megapixel e al FF che ormai la strategia è chiara: far passare talmente tanta acqua sotto ai ponti, da permettere al progresso tecnologico di rendere possibile quello che 10 anni prima era impossibile, ossia un FFF magari con una botta di megapixel inutili.
www.roberto-monachello.com
Sigma SD15 + Sigma 18-200 C

Rino

Citazione di: EXCEL il Lunedì, 04 Marzo 2024, 20:32:11...ossia un FFF magari con una botta di megapixel inutili.

Certamente: inutili quanto gli attuali schermi ad alta risoluzione dove una foto con pochi Mpx non arriva neanche a fare da sfondo scrivania, inutili come i processori dei nostri computer sempre più veloci, inutili come le stampanti ad alta risoluzione, inutili come le nostre auto sempre più veloci nonostante i limiti di velocità, inutili come i nostri televisori sempre più grandi e definiti.
Se mandiamo indietro nel tempo tutto il mondo, qualunque bassa risoluzione o bassa velocità sarebbe adeguata e non ci sarebbe nulla di "inutile" intorno a noi. Andremmo più lentamente e vivremmo meno stressati.

EXCEL

In effetti non sono inutili, ma lesivi, perchè tra i motivi per cui non abbiamo ancora nulla in mano, uno può desiderare quello che vuole, sono il primo a fantasticare, ma poi è la realtà della fisica e dell'ingegneria a decidere cosa si può avere e cosa no. Ma capisco Sigma, non hanno fretta, non fanno soldi con il Foveon e prima o poi il progresso tecnologico consentirà di portare sul mercato quello che 10-12 anni prima era la fantasia del reparto marketing-kazuto.
Ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti, il Foveon attualmente non esiste è "discontinued".
www.roberto-monachello.com
Sigma SD15 + Sigma 18-200 C

andrea948

Su questo tema ho ormai raggiunto la "pace dei sensi" :))  :)) Il mio ragionamento si basa essenzialmente, da un lato, all'utilizzo delle fotografie, per meglio dire foto amatore o professionista, dall'altro, la reale qualità, in primis estetica, di una fotografia. Dal mio punto di vista i 24Mpx sono assolutamente sufficienti , aggiungo, per un foto amatore sono anche troppi, quello che conta veramente è la bontà del file restituito dall'accoppiata sensore/processore a prescindere dai Mpx. Se facessi il ragionamento suesposto finalizzato alla sola stampa (sempre a livello foto amatoriale) il risultato sarebbe ancora più netto in favore dei Low Mpx. Le fotocamere super risolute sono utili essenzialmente per i professionisti e soprattutto per chi fa crop al 90% dei propri scatti (leggi avifauna) per il resto sono perfettamente inutili, in molti casi dannose alla qualità estetica delle foto, il fotoamatore che cambia fotocamera ogni 2 anni per rincorrere l'aumento dei Mpx, oggi come oggi lo fa essenzialmente per una questione "ludica" o ancora peggio "feticistica" , a parte i casi specialistici come l'avifauna, tutti gli altri casi sono puro gusto di possesso del giocattolo nuovo... :))
  • Andrea
     

Met

Citazione di: Rino il Martedì, 05 Marzo 2024, 09:02:03Certamente: inutili quanto gli attuali schermi ad alta risoluzione dove una foto con pochi Mpx non arriva neanche a fare da sfondo scrivania, inutili come i processori dei nostri computer sempre più veloci, inutili come le stampanti ad alta risoluzione, inutili come le nostre auto sempre più veloci nonostante i limiti di velocità, inutili come i nostri televisori sempre più grandi e definiti.
Se mandiamo indietro nel tempo tutto il mondo, qualunque bassa risoluzione o bassa velocità sarebbe adeguata e non ci sarebbe nulla di "inutile" intorno a noi. Andremmo più lentamente e vivremmo meno stressati.

Rino, mi pare che tu ti sia affezionato alla fp L, che di megapixel ne ha da vendere. Non è una polemica, ma una constatazione: sicuramente è un apparecchio più versatile rispetto a quelli con sensore Foveon. Fermo restando, che non sono i megapixel a fare una bella foto (e neppure il sensore Foveon da solo), perché l'hai scelta? Quale è il vantaggio, che te la fa preferire a una semplice fp da 24 mpx? e non mi dire che è solo una questione di maggiore libertà nel croppare l'immagine  ;)

Te lo chiedo, perché hai l'occasione di toccare con mano queste tecnologie. Io mi devo fare almeno 300 km, per entrare in un negozio di articoli fotografici seri, dove provare un corpo macchina di questo tipo. Il mio sapere è basato solo sulle recensioni online.
È bello cio che piace senza concetto.

notomb

CitazioneCertamente: inutili quanto gli attuali schermi ad alta risoluzione dove una foto con pochi Mpx non arriva neanche a fare da sfondo scrivania, inutili come i processori dei nostri computer sempre più veloci, inutili come le stampanti ad alta risoluzione, inutili come le nostre auto sempre più veloci nonostante i limiti di velocità, inutili come i nostri televisori sempre più grandi e definiti.
Se mandiamo indietro nel tempo tutto il mondo, qualunque bassa risoluzione o bassa velocità sarebbe adeguata e non ci sarebbe nulla di "inutile" intorno a noi. Andremmo più lentamente e vivremmo meno stressati.

Mi dispiace ma è un paragone fuori luogo. Certamente la tecnologia può andare avanti ma questo non ha nulla a che fare con i mpx. Non c'è scritto da nessuna parte che il nuovo modello debba avere per forza più mpx ma certamente può aiutare a vendere. Sempre meno utenti e sempre più modelli nuovi e più costosi è l'ultima risorsa che hanno, poi ci pensano i teleimbonitori o fotoscrittori. Ovviamente dobbiamo smettere di far diventare le eccezioni la regola.
Ho la Panasonic S1 e la R,uso sempre meno la R perchè? Perchè è quasi inutile.
Il 99,9% delle foto finisce sul web dove non riconoscono una modella creata da zero con AI con mani da 6 dita o 4 dita ed una reale. Ho fatto la prova recentemente sulla mia pagina.
Perchè dovrei farmi un evento per scaricare 150gb di foto anzichè 60? Oltre al fatto che se devo alzare gli iSO la R è peggio.Per poi postarle sul web tra foto porcherie, selfie ed umanoidi talmente devastati dalla post demenziale da sembrare dei Simpson?
Non contento recentemente ho preso una vecchia Sony A7R, poi rivenduta alla cifra spesa, 350 euro.
Macchina primitiva e scandalosa ma non era questo il punto. Foto fatte con il 14mm Sigma SA con A7R e S1R, risultato? Foto identiche una volta sviluppato il raw come faccio di solito.
In sintesi i sensori Bayer degli ultimi anni danno le stesse foto, hanno certamente migliorato via sofware qualcosina ma è appunto via sofware. Poi si vive si sensore più grande o piccolo, più mpx o meno, fps,peso, ingombro etc. Infinite discussioni da Bar sport ed infatti il fotoamatore oggi è esattamente come il cicloamatore. Può spendere anche 12mila ero nella bici, fermo era e fermo rimane.
  • Davide
     

Rino

Citazione di: EXCEL il Martedì, 05 Marzo 2024, 09:32:54Ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti, il Foveon attualmente non esiste è "discontinued".

Se così sarà, amen. Gli sarò riconoscente comunque per quello che mi ha dato.

Rino

Citazione di: notomb il Martedì, 05 Marzo 2024, 13:28:38Mi dispiace ma è un paragone fuori luogo.

Per te, ma rispetto la tua opinione.

CitazioneCertamente la tecnologia può andare avanti ma questo non ha nulla a che fare con i mpx. Non c'è scritto da nessuna parte che il nuovo modello debba avere per forza più mpx ma certamente può aiutare a vendere.

Verissimo, queste cose servono sempre per vendere il nuovo prodotto ("La nuova auto è più veloce e consuma meno", "Il nuovo computer è di 1/milionesimo di secondo più veloce e vi permetterà di montare 10 video alla volta", "La nuova fotocamera ha maggiore risoluzione, arriva a maggiori sensibilità e scatta sino ad 1/milionesimo di secondo" e così via.
Ci sono le necessità di marketing e si devono vendere i nuovi modelli. I prodotti non si costruiscono più per farli durare una vita, ma - a parte tutto - se durassero una vita starei ancora a fotografare con la vecchia 6x6 di mio padre. Siamo in un'epoca consumistica, ma siamo anche in un'epoca in cui la tecnologia corre molto velocemente: pensa all'AI che c'è arrivata tra capo e collo ed è da vedere come andrà a finire (io ne sono già stufo). Del resto abbiamo accettato (anzi, applaudito) gli effetti speciali e gli attori che recitano davanti ad un fondo verde nel cinema da molti anni, ma i fotografi sono sempre i più brontoloni e conservatori.  :)

CitazioneHo la Panasonic S1 e la R,uso sempre meno la R perchè? Perchè è quasi inutile.
Il 99,9% delle foto finisce sul web dove non riconoscono una modella creata da zero con AI con mani da 6 dita o 4 dita ed una reale. Ho fatto la prova recentemente sulla mia pagina.

Le foto sui Social spesso si guardano distrattamente - e, se si fotografa per pubblicare sui Social, basta davvero poca qualità - a parte l'incapacità di alcuni utenti a riconoscere le foto vere da quelle create con l'AI. Del resto, chi non aveva occhio per riconoscere una bella foto da una brutta foto, una foto mal composta da una ben composta, una modella (vera) in una posa sgraziata ed innaturale da una modella in posa elegante e naturale, non arriverà certo a riconoscere una foto realizzata con l'AI, ma - per quanto mi riguarda - mi sono stufato di guardare ogni foto con il sospetto che sia AI e di vivisezionarla per andare a vedere se lo è davvero. Sto perdendo il piacere di guardare le immagini, vere o false che siano, ma anche quello di guardare le auto storiche (altra mia grande passione) perché ormai pubblicano auto create con l'AI e scrivono "Guardate cosa ho trovato nel garage di un amico, qualcuno la conosce?". Se il soggetto del gruppo sono le auto storiche, devono essere auto vere, mi sembra ci sia poco da discutere.

CitazioneNon contento recentemente ho preso una vecchia Sony A7R, poi rivenduta alla cifra spesa, 350 euro.
Macchina primitiva e scandalosa ma non era questo il punto. Foto fatte con il 14mm Sigma SA con A7R e S1R, risultato? Foto identiche una volta sviluppato il raw come faccio di solito.

Se sai sviluppare bene i RAW e non vai ad esaminare le foto al 100%, tiri fuori ottime cose anche dalla Sony A99 e dalla NEX-5 che ancora posseggo ed utilizzo. Però né la A99 né la NEX-5 mi permettono di fotografare in teatro a 8000 ISO ed ottenere delle foto accettabili. Non è questione di Mpx ma di anzianità. A 100 ISO, se il fotografo sa fotografare e sviluppare, vanno tutte bene.
L'importante è scegliere quello che serve a noi, non quello che dicono gli altri o ci impongono le mode.

CitazioneInfinite discussioni da Bar sport ed infatti il fotoamatore oggi è esattamente come il cicloamatore. Può spendere anche 12mila ero nella bici, fermo era e fermo rimane.

E' sempre stato così anche con l'analogico. Nei club si sbandieravano costosissimi obiettivi superluminosi e poi mostravano solo brutte foto scattate in campagna con il sole alle spalle (non di fronte perché si velavano subito).

Rino

Citazione di: Met il Martedì, 05 Marzo 2024, 11:16:44Fermo restando, che non sono i megapixel a fare una bella foto (e neppure il sensore Foveon da solo), perché l'hai scelta? Quale è il vantaggio, che te la fa preferire a una semplice fp da 24 mpx? e non mi dire che è solo una questione di maggiore libertà nel croppare l'immagine  ;)

Il limite di velocità sulle autostrade è di 130km/h e lo rispetto, ma ho sempre reputato utile (anche per la sicurezza) avere un'automobile che potesse superarlo e farmi viaggiare a quella velocità in maniera più confortevole. La Sigma fp coi suoi 24Mpx era perfetta per me e, in pratica, non mi servono più di 24Mpx, ma la fp L ha la "riserva di potenza in più" e questo mi rasserena. Inoltre, a parte le necessità di croppare delle immagini per inquadrarle meglio o eliminare elementi di disturbo, c'è anche il piacere della "scoperta", come del resto avveniva anche con l'analogico: scoprivo un particolare che mi piaceva, alzavo la colonna dell'ingranditore e stampavo la foto. Posso andare alla ricerca di particolari senza trovarmi con un francobollo.

Di solito le mie foto nascono bene perché ho imparato a fotografare con le diapositive e non coi negativi, ma perché limitarmi? Poi, come dice Notomb, molte foto vanno a finire sul web, ma molte vengono anche stampate (delle mie foto oltre il 50% viene stampato) e quando SIGMA mi invia gli obiettivi da provare, devo verificarne le effettive prestazioni e limiti. Molti obiettivi arrivano a stento a coprire un sensore con risoluzione di 24Mpx, altri (come il 70-200 in oggetto) non ha nessuna défaillance a 61Mpx e, ad occhio, è pronto anche per maggiori risoluzioni che - è vero - non serviranno a nessuno se non a quelli del bar dello Sport per vantarsene, ma io - per la consueta recensione se lo farà Sigma - dovrò provarlo.

EXCEL

Citazione di: Rino il Martedì, 05 Marzo 2024, 14:26:54Se così sarà, amen. Gli sarò riconoscente comunque per quello che mi ha dato.

Però sarebbe un peccato dire addio al Foveon perchè devono mettere tante megapizze in un grosso sensore 24x36mm, cosa è meglio per te? un buon Foven APSC con "pochi" megapixel o nessun Foveon? il punto è questo. Il paragone che fai con auto veloci e televisori 8k non regge, perchè non è tra scegliere auto-lentaVSauto-veloce, ma tra auto-veloceVSandare_a_piedi.
www.roberto-monachello.com
Sigma SD15 + Sigma 18-200 C

Rino

Citazione di: EXCEL il Martedì, 05 Marzo 2024, 18:22:55Però sarebbe un peccato dire addio al Foveon perchè devono mettere tante megapizze in un grosso sensore 24x36mm, cosa è meglio per te? un buon Foven APSC con "pochi" megapixel o nessun Foveon? il punto è questo. Il paragone che fai con auto veloci e televisori 8k non regge, perchè non è tra scegliere auto-lentaVSauto-veloce, ma tra auto-veloceVSandare_a_piedi.

Con il Foveon non servono tantissimi Megapixel, lo sappiamo benissimo, ma dipende da cosa proporrà Sigma e dai risultati che il nuovo sensore sarà in grado di fornire unitamente alla fotocamera, all'elettronica ed al firmware. Aspetto con fiducia.  ;)

andrea948

La butto li, senza dotte pretese...Il "vecchio" Merrill era un APS-C, 23.5×15.7mm con un numero  totale (teorico) di pixel pari a 46MP (4,800×3,200×3 layer),  Pixels totali : 48MP.
Mantenendo, in proporzione, la stessa "popolazione" di fotosensori  in base alla superficie, un ipotetico sensore FF da 24x36 dovrebbe avere 35,9x3= 107MP,  il che è un'enormità!!
A questo punto sarebbero sufficienti anche 72MP totali vale a dire 24MPx3Layer, con il vantaggio di poter utilizzare dei fotodiodi di dimensioni nettamente maggiori,   scelta che potrebbe portare una maggiore pulizia agli alti ISO, oltre ai molteplici vantaggi legati all'uso di fotodiodi di maggiori dimensioni , se poi aggiungiamo 12 anni di evoluzione tecnologica il risultato potrebbe essere veramente notevole...
  • Andrea
     

Pinus

Citazione di: andrea948 il Martedì, 05 Marzo 2024, 19:38:36La butto li, senza dotte pretese...Il "vecchio" Merrill era un APS-C, 23.5×15.7mm con un numero  totale (teorico) di pixel pari a 46MP (4,800×3,200×3 layer),  Pixels totali : 48MP.
Mantenendo, in proporzione, la stessa "popolazione" di fotosensori  in base alla superficie, un ipotetico sensore FF da 24x36 dovrebbe avere 35,9x3= 107MP,  il che è un'enormità!!
A questo punto sarebbero sufficienti anche 72MP totali vale a dire 24MPx3Layer, con il vantaggio di poter utilizzare dei fotodiodi di dimensioni nettamente maggiori,   scelta che potrebbe portare una maggiore pulizia agli alti ISO, oltre ai molteplici vantaggi legati all'uso di fotodiodi di maggiori dimensioni , se poi aggiungiamo 12 anni di evoluzione tecnologica il risultato potrebbe essere veramente notevole...

Secondo me l'optimum per il FF sono 36 MPX

sergiozh

Sigma aveva un sensore foveon merill aps-c. Quel che non riesco a capire e' perche' non possono ampliare quel sensore a un sensore di dimensioni maggiori ma con le stesse caratteristiche di progettazione per i pixel del vecchio sensore.

Sara' un sensore lento ma e' questo un problema per il foveon ? Per me no.

Ok che chi fabbricava fisicamente il vecchio sensore non lo fa piu' e bisogna avere un altro fabbricante, ma non sembra sia questo il problema.

EXCEL

Citazione di: sergiozh il Mercoledì, 06 Marzo 2024, 04:08:35Sigma aveva un sensore foveon merill aps-c. Quel che non riesco a capire e' perche' non possono ampliare quel sensore a un sensore di dimensioni maggiori ma con le stesse caratteristiche di progettazione per i pixel del vecchio sensore.

perchè sembra banale ma è invece estremamente complesso. Il problema n1 del foveon si chiama "calore" e i margini sono minimi, perchè foveon+processori generano una quantità di calore non comparabile a nessun sensore tradizionale ed il foveon è allo stesso tempo anche più sensibile al calore rispetto ai sensori con filtro bayer. Vedi ad esempio come sono curiose le forme delle DPMerrill e DPQuattro? perchè sono veri e propri dissipatori, le DPquattro sono lunghe per dissipare il calore ai mergini e tenerlo lontano da dove crea maggiori problemi. Il sensore Quattro ha una struttura 1:1:4 perchè semplifica i calcoli di linearizzazione degli strati, questi argoritmi sono quello che fanno del foveon il foveon, non certamente il silicio, quando Sigma comprò la Foveon inc, comprò in pratica le formule matematiche per linearizzare gli strati, questi calcoli sono estramemente complessi, merrill e quattro usano un doppio processore e le batterie vengono divorate per alimentare i processori che hanno il loro da fare. La nuova struttura del quattro serviva per semplificare e ridurre le sbavature cromatiche di cui soffriva il merrill a causa di fotodiodi troppo piccoli (anche all'epoca troppe megapizze), questo solo per dare un'idea. Il nuovo progetto prevede di tornare allo schema originario 1:1:1 (più complesso), aumentare le megapizze (difficoltà computazionale maggiore = + calore) e sensore FF (molta più superficie da mantenere fredda). Secondo me poi c'è dell'altro, hanno dovuto rivedere gli algoritmi di linearizzazione perchè la caduta di luce ai margini di un sensore FF è diversa da un APSC/H.
Quando parlo di "dissipare" non si deve pensare a quello che avviene nei computer o smartphone che usiamo, in questo caso hai la fortuna che soc e processori possono anche scaldarsi, poi puoi dissipare il calore in eccesso per evitare che si bruci qualcosa, nel foveon non hai questo margine, perchè se si riscalda e poi raffreddi avresti dei risultati fotografici penosi per via del rumore termico, quindi il sistema di dissipazione deve essere tale da NON FAR MAI SCALDARE i componenti che influiscono al rumore termico,
www.roberto-monachello.com
Sigma SD15 + Sigma 18-200 C

hobbit

@ Rino

La coperta è quella che è. Se aumenti la risoluzione peggiori il rapporto segnale rumore che ogni fotosito restituisce.
È una scelta.
Personalmente preferisco una risoluzione più bassa, più equilibrata per le mie esigenze e della maggior parte delle persone. Meno tempo di elaborazione, minor obsolescenza hardware, ....
L'alta risoluzione non dico che sia inutile o dannosa, ma è funzionale a certe esigenze specifiche che non sono quelle normali per la foto da monitor o piccola stampa.
Antonello poi aveva anche dissertato sulla giusta distanza di visione e perciò della dubbia utilità di grandi risoluzioni anche in caso di grandi riproduzioni.
La verità è che l'alta risoluzione serve per generi molto tecnici, come macro, avifauna, ...., dove il ritaglio spinto è la prassi e serve al marketing per giustificare l'aumento dei margini!
Francesco https://www.instagram.com/hobbitfrank/

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Sigma Dp1q,  Sigma Dp3q
Olympus E-pm1, Panasonic Gx7, Panasonic G90, Zuiko 9-18, Zuiko 14-42, Lumix 20mm, Leica 25mm, Sigma 60mm, Zuiko 75-300

Rino

Francesco, tutto vero e valido ancora oggi, ma - tra allora ed oggi - c'è di mezzo lo sviluppo tecnologico che ha permesso di arrivare a risoluzioni e sensibilità maggiori senza peggiorare la resa ed il rumore. A me non servono risoluzioni pazzesche ed i 61Mpx della Sigma fp L sono fin troppo abbondanti, ma preferisco avere la "riserva di potenza in più" e poter gestire l'immagine come preferisco. Il rumore non è più un problema come in passato. Non mi aspetto 61Mpx dal nuovo FFF (è un Foveon e non un Bayer), ma che superi la risoluzione della SDQH è il minimo sindacale. Ci conosciamo da anni e so bene che tu parti dal presupposto di adoperare le JPG in camera più o meno così come sono, ma - da parte mia - ho sempre preferito tirare fuori il massimo dai RAW e rifinire le immagini in PP come, del resto, facevo in camera oscura ai tempi dell'analogico. Cerco di inquadrare le foto il più perfettamente possibile, ma qualche ritocco ci scappa sempre o, come nelle recenti foto in teatro con il Sigma 70-200, mi sarebbe servita una focale più lunga per arrivare ai primissimi piani. Poco male perché con il 70-200 a 200mm avevo già degli ottimi "mezzi busti" e, croppando da 9520 a 7000px sul lato orizzontale, ho ottenuto i primissimi piani che volevo, restando con una risoluzione più che elevata. Alla fine, tutte le foto sono state unificate a 24Mpx e consegnate alla compagnia teatrale. Per me e tanti altri significa poter lavorare bene e mantenere un'elevata qualità, quindi perché pensare che il nuovo FFF debba essere limitato ad un piccolo numero di utenti che, forse, non lo comprerebbe che dopo qualche anno di seconda mano perché troppo costoso?

hobbit

Considerando la risolvenza superiore del Foveon rispetto il Bayer o Xtrans, quanta risoluzione dovrebbe avere questo nuovo sensore per posizionarsi correttamente sul mercato?

È vero in genere preferisco utilizzare il JPEG per abbassare i tempi al PC, ciò mi obbliga ad esporre correttamente e a stare attento al bilanciamento del bianco. Il JPEG mi dà poco margine.
Mi sfugge però la pertinenza al discorso sui megapixel utili.
Anch'io croppo spesso le foto per perfezionare la composizione. 20 mpx mi bastano e avanzano per togliere consistenti porzioni di foto e per correggere l'orizzonte.
Per il discorso che ho già fatto nell'altro messaggio la maggior parte delle persone non necessita di tanta risoluzione.
Francesco https://www.instagram.com/hobbitfrank/

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Sigma Dp1q,  Sigma Dp3q
Olympus E-pm1, Panasonic Gx7, Panasonic G90, Zuiko 9-18, Zuiko 14-42, Lumix 20mm, Leica 25mm, Sigma 60mm, Zuiko 75-300

Rino

Citazione di: hobbit il Giovedì, 07 Marzo 2024, 20:36:39Considerando la risolvenza superiore del Foveon rispetto il Bayer o Xtrans, quanta risoluzione dovrebbe avere questo nuovo sensore per posizionarsi correttamente sul mercato?

Facendo i conti della serva, a me bastano ed avanzano i 61Mpx della fp L per cui il nuovo Foveon FF, con una trentina di Mpx, per me sarebbe più che sufficiente. Per il mercato, forse ne dovrebbero essere un po' di più, ma dipende anche dalla data effettiva di commercializzazione.

CitazioneÈ vero in genere preferisco utilizzare il JPEG per abbassare i tempi al PC, ciò mi obbliga ad esporre correttamente e a stare attento al bilanciamento del bianco. Il JPEG mi dà poco margine.

L'ho verificato proprio durante le ultime foto al teatro. Scatto sempre in RAW+JPG ma, alla fine del primo tempo, mi sono reso conto di avere un numero spropositato di foto da archiviare e vedere, quindi ho impostato solo JPG alla massima qualità. Le JPG della fp L sono ottime, ma la situazione le luci erano troppo estreme e solo dal RAW potevo recuperare le alte luci bruciate.

CitazioneMi sfugge però la pertinenza al discorso sui megapixel utili.
Anch'io croppo spesso le foto per perfezionare la composizione. 20 mpx mi bastano e avanzano per togliere consistenti porzioni di foto e per correggere l'orizzonte.

Anche a me non serve fare crop estremi e non parto dal presupposto "scatto a casaccio tanto poi posso tagliare quanto voglio", però - come dicevo - mi fa piacere sapere di poterlo fare ed avere i margini di sicurezza.

CitazionePer il discorso che ho già fatto nell'altro messaggio la maggior parte delle persone non necessita di tanta risoluzione.

Vero in parte.
Una risoluzione maggiore è anche al passo coi tempi. Basta pensare alla risoluzione delle foto di 10 anni fa, microscopiche su un monitor attuale, ma credo che si parta dalla maggiore qualità dei pixel. Lo sviluppo tecnologico non procede solo per un parametro: nel momento in cui riescono a fare dei pixel migliori e più piccoli, credo che venga spontaneo (sottolineo credo) aumentarne il numero visto che sarebbe il caos totale per le lunghezze focali degli obiettivi se decidessero di mantenere invariato numero, quindi il sensore sarebbe più piccolo e di conseguenza aumenterebbe il fattore di crop. Logicamente mi riferisco alle fotocamere ad obiettivi intercambiabili perché con quelle ad ottica fissa il problema non si pone neanche oggi.

Pinus

Oppure farne una veramente ad altissima risoluzione che diventerebbe uno strumento di lavoro per una nicchia, magari 3/400 MPX

EXCEL

Citazione di: Pinus il Venerdì, 08 Marzo 2024, 08:53:26Oppure farne una veramente ad altissima risoluzione che diventerebbe uno strumento di lavoro per una nicchia, magari 3/400 MPX

come dicevo, il problema si chiama calore, lo puoi anche fare (a patto di trovare chi ti produce un sensore simile) ma non potrebbe mai essere qualcosa di più piccolo di una macchina a corpi mobili grande formato a lastra. Però avrebbe sicuramente la sua piccolissima nicchia, ma la devi prezzare come una berlina.
Anche il tempo di elebarazione salirebbe a qualche minuto a raw.
www.roberto-monachello.com
Sigma SD15 + Sigma 18-200 C

Rino

Citazione di: Pinus il Venerdì, 08 Marzo 2024, 08:53:26Oppure farne una veramente ad altissima risoluzione che diventerebbe uno strumento di lavoro per una nicchia, magari 3/400 MPX

In altri tempi ti avrei detto "Magari!", ma oggi so i problemi legati alla progettazione del Foveon ed al calore generato per cui - salvo sorprese - la vedo difficile. Anche da parte mia, non reputo necessario un banco ottico con il sensore Foveon quando, per la qualità che mi serve, mi basta un FFF da 30Mpx con la possibilità di utilizzare il parco ottico già posseduto. Un medio formato Foveon da 100Mpx e ottiche o corpo decentrabili sarebbe un sogno, ma tale resta perché oggi non mi servirebbe più di tanto. L'unica cosa che mi servirebbe davvero, unito al nuovo FFF, sarebbe un supergrandangolare decentrabile di ottima qualità in modo da non dover ricorrere alle correzioni con Photoshop.

Rino

Citazione di: EXCEL il Venerdì, 08 Marzo 2024, 09:06:38Anche il tempo di elebarazione salirebbe a qualche minuto a raw.

Questo non mi spaventerebbe più di tanto: la fotografia di architettura professionale è lenta, si fa solo sul treppiedi ed una volta si usava il grande formato perdendo un sacco di tempo a mettere a fuoco sul vetro smerigliato sotto il panno nero per poi inserire la lastra. E' che oggi non è necessario arrivare a tanto.

Comunque, parlando di tempi lunghi di elaborazione dei dati, ricordo bene il mio ultimo servizio fotografico di architettura con la SD1 Merrill (quello alla villa sul lago di Lugano, se l'avete visto) e l'architetto mi stava sempre dietro per vedere le foto. Ogni volta che doveva apparire l'immagine appena scattata, cominciava a scalpitare ed a chiedermi se la fotocamera funzionasse a dovere. Fu uno stress incredibile.

EXCEL

Citazione di: Rino il Venerdì, 08 Marzo 2024, 10:20:00Questo non mi spaventerebbe più di tanto: la fotografia di architettura professionale è lenta, si fa solo sul treppiedi ed una volta si usava il grande formato perdendo un sacco di tempo a mettere a fuoco sul vetro smerigliato sotto il panno nero per poi inserire la lastra. E' che oggi non è necessario arrivare a tanto.

Comunque, parlando di tempi lunghi di elaborazione dei dati, ricordo bene il mio ultimo servizio fotografico di architettura con la SD1 Merrill (quello alla villa sul lago di Lugano, se l'avete visto) e l'architetto mi stava sempre dietro per vedere le foto. Ogni volta che doveva apparire l'immagine appena scattata, cominciava a scalpitare ed a chiedermi se la fotocamera funzionasse a dovere. Fu uno stress incredibile.

I 12 secondi che impiega la merrill sono un modo per godermi il paesaggio post scatto, quelle poche volte che usavo la raffica fino a saturazione del buffer, ci metteva anche 1 minuto per farmi vedere qualcosa.
www.roberto-monachello.com
Sigma SD15 + Sigma 18-200 C

Rino

Citazione di: EXCEL il Venerdì, 08 Marzo 2024, 10:30:31I 12 secondi che impiega la merrill sono un modo per godermi il paesaggio post scatto, quelle poche volte che usavo la raffica fino a saturazione del buffer, ci metteva anche 1 minuto per farmi vedere qualcosa.

Come hai scritto, da soli il tempo non è un problema: come minimo si guarda il paesaggio o si pensa allo scatto successivo, ma con il cliente alle spalle che ti chiede se tutto funziona, un minuto sembra non passare mai.

Rik68MI

Citazione di: Rino il Martedì, 05 Marzo 2024, 19:06:13Con il Foveon non servono tantissimi Megapixel, lo sappiamo benissimo, ma dipende da cosa proporrà Sigma e dai risultati che il nuovo sensore sarà in grado di fornire unitamente alla fotocamera, all'elettronica ed al firmware. Aspetto con fiducia.  ;)

Questo intendevo, forza Sigma.
Anche perché io non credo nell'auto elettrica, visto che si faceva questo bel paragone; e purtroppo viene da dire credo perché i media non ci spiegano le cose e si segue la moda sempre più (purtroppo) globalizzata.
Viva il Foveon e il suo coraggio di alzare la qualità partendo dalla realtà e non dalla moda o peggio dalla fede.
E cerchiamo di incontrarci, un incontro annuale ovunque diventa sempre più urgente e utile; il restateacasa è da bayeristi.
🤗
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

Rik68MI


[/quote]
Citazione di: EXCEL il Mercoledì, 06 Marzo 2024, 09:14:53perchè sembra banale ma è invece estremamente complesso. Il problema n1 del foveon si chiama "calore" e i margini sono minimi, perchè foveon+processori generano una quantità di calore non comparabile a nessun sensore tradizionale ed il foveon è allo stesso tempo anche più sensibile al calore rispetto ai sensori con filtro bayer. Vedi ad esempio come sono curiose le forme delle DPMerrill e DPQuattro? perchè sono veri e propri dissipatori, le DPquattro sono lunghe per dissipare il calore ai mergini e tenerlo lontano da dove crea maggiori problemi. Il sensore Quattro ha una struttura 1:1:4 perchè semplifica i calcoli di linearizzazione degli strati, questi argoritmi sono quello che fanno del foveon il foveon, non certamente il silicio, quando Sigma comprò la Foveon inc, comprò in pratica le formule matematiche per linearizzare gli strati, questi calcoli sono estramemente complessi, merrill e quattro usano un doppio processore e le batterie vengono divorate per alimentare i processori che hanno il loro da fare. La nuova struttura del quattro serviva per semplificare e ridurre le sbavature cromatiche di cui soffriva il merrill a causa di fotodiodi troppo piccoli (anche all'epoca troppe megapizze), questo solo per dare un'idea. Il nuovo progetto prevede di tornare allo schema originario 1:1:1 (più complesso), aumentare le megapizze (difficoltà computazionale maggiore = + calore) e sensore FF (molta più superficie da mantenere fredda). Secondo me poi c'è dell'altro, hanno dovuto rivedere gli algoritmi di linearizzazione perchè la caduta di luce ai margini di un sensore FF è diversa da un APSC/H.
Quando parlo di "dissipare" non si deve pensare a quello che avviene nei computer o smartphone che usiamo, in questo caso hai la fortuna che soc e processori possono anche scaldarsi, poi puoi dissipare il calore in eccesso per evitare che si bruci qualcosa, nel foveon non hai questo margine, perchè se si riscalda e poi raffreddi avresti dei risultati fotografici penosi per via del rumore termico, quindi il sistema di dissipazione deve essere tale da NON FAR MAI SCALDARE i componenti che influiscono al rumore termico,
Interessanre! Speriamo nei nuovi processori, tipo Snapdragon, che puntano molto al risparmio energetico e quindi alle basse temperature.
Per potersi ritrovare davanti a delle belle foto stampate, magari con tecniche anche da file .x3f (o .fff :).
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

DANYZ

Citazione di: EXCEL il Lunedì, 04 Marzo 2024, 20:32:11Si sono talmente incaponiti con questa corsa ai megapixel e al FF che ormai la strategia è chiara...con una botta di megapixel inutili.

Vero, ma devono vendere. E i megapixel fanno vendere, c'è poco da fare. Te l'immagini una nuova sigma con foveon da 10 megapixel per esempio? Chi la comprerebbe? Pensa che a me piacerebbe una rivisitazione del foveon da 3 megapixel della sd10 con la tecnologia attuale...
ALOHA

EXCEL

Citazione di: DANYZ il Domenica, 17 Marzo 2024, 07:49:32Vero, ma devono vendere. E i megapixel fanno vendere, c'è poco da fare. Te l'immagini una nuova sigma con foveon da 10 megapixel per esempio? Chi la comprerebbe? Pensa che a me piacerebbe una rivisitazione del foveon da 3 megapixel della sd10 con la tecnologia attuale...

se l'obiettivo era vendere, non lo avrebbero mai fatto il foveon.
www.roberto-monachello.com
Sigma SD15 + Sigma 18-200 C

andrea948

Citazione di: DANYZ il Domenica, 17 Marzo 2024, 07:49:32Vero, ma devono vendere. E i megapixel fanno vendere, c'è poco da fare. Te l'immagini una nuova sigma con foveon da 10 megapixel per esempio? Chi la comprerebbe? Pensa che a me piacerebbe una rivisitazione del foveon da 3 megapixel della sd10 con la tecnologia attuale...
E' proprio questo il punto! Come ho scritto più sopra, un FFF da 24 Mpx sarebbe più che sufficiente, 24x3=72Mpx, però con fotodiodi molto grossi e meno propensi a produrre rumore a ISO superiori. Concludo dicendo che i 4,5Mpx della SD15 forse (ma sottolineo forse) erano pochi, ma i 15Mpx del Merrill su un APS-C erano francamente troppi, visto i guai che combinano in certe situazioni. Sul Bayer 24MPx bastano e pure avanzano per chi non fa stampe monumentali  , meglio un 12MPx ma con una resa di colore e sfumature colore eccellente che un 24Mpx che fa bestemmiare in post produzione perché non rende quello che si vorrebbe... ;)
  • Andrea
     

Rik68MI

Citazione di: andrea948 il Domenica, 17 Marzo 2024, 10:35:12E' proprio questo il punto! Come ho scritto più sopra, un FFF da 24 Mpx sarebbe più che sufficiente, 24x3=72Mpx, però con fotodiodi molto grossi e meno propensi a produrre rumore a ISO superiori. Concludo dicendo che i 4,5Mpx della SD15 forse (ma sottolineo forse) erano pochi, ma i 15Mpx del Merrill su un APS-C erano francamente troppi, visto i guai che combinano in certe situazioni. Sul Bayer 24MPx bastano e pure avanzano per chi non fa stampe monumentali  , meglio un 12MPx ma con una resa di colore e sfumature colore eccellente che un 24Mpx che fa bestemmiare in post produzione perché non rende quello che si vorrebbe... ;)
Non ho ancora ben chiaro quanto colori e punti riescano a riprodurre le stampanti a getto con 10 cartucce, per esempio.
😫
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

andrea948

Sicuramente non la risoluzione di un sensore da 36Mpx....
  • Andrea
     

Rino

Credo che in questo forum non si uscirà mai dal dilemma "Botte piena o moglie ubriaca, tanti o pochi pixel, grandi o piccoli".   :))

L'unica cosa certa è che, alle giustissime argomentazioni riportate e ripetute, manca sempre quella dello sviluppo tecnologico che permette di fare pixel più piccoli ed in grado di essere "spremuti" maggiormente per simulare le alte sensibilità. A questo si aggiunge anche l'evoluzione dei software (da quello nella fotocamera a quello nel computer).

Rik68MI

Sì Rino.
Poi, Andrea, dipende molto dalla grandezza della stampa e dalla distanza di visione.
Viva la Dp0q che ti porta... vicino.
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

DANYZ

Citazione di: EXCEL il Domenica, 17 Marzo 2024, 08:45:54se l'obiettivo era vendere, non lo avrebbero mai fatto il foveon.

Anche questo è vero. Probabilmente hai ragione..
ALOHA

Pinus

La rivoluzione avverrà secondo me quando faranno dei sensori che sono in grado di recuperare le luci come con la pellicola.

Ci lascio un video che vi consiglio di guardare tutto attentamente, esplicativo di come la pellicola riesca a catturare dettaglio la dive serve, nella luce, in modo enormemente superiore al digitale.



andrea948

Non credo si possa arrivare oltre con i sensori digitali, almeno per quanto riguarda i sensori per fotocamere, quelli a uso industriale e/o scientifico non si possono comparare per l'uso fotografico normale. Il video è interessante, va detto che comunque nelle situazioni normali con un sensore digitale di qualità puoi sottoesporre in modo importante preservando le luci e recuperando abbondantemente le ombre senza alcun problema, mentre con la pellicola se sottoesponi ti ritrovi negativi difficili da utilizzare, a meno che non fai sviluppi ad Hoc per tentare di "salvare" il salvabile nelle ombre. Poi dipende moltissimo dalla pellicola utilizzata e dal tipo di sviluppo usato. Insomma è vero in parte quello che dimostra il video, è vero però che stampando in CO sui negativi sottoesposti c'è poco da fare, mentre sui negativi sovraesposti ti ritrovi sempre qualcosa di stampabile anche sulle alte luci, questo si...
  • Andrea
     

Pinus

Citazione di: andrea948 il Mercoledì, 03 Aprile 2024, 12:34:18Non credo si possa arrivare oltre con i sensori digitali, almeno per quanto riguarda i sensori per fotocamere, quelli a uso industriale e/o scientifico non si possono comparare per l'uso fotografico normale. Il video è interessante, va detto che comunque nelle situazioni normali con un sensore digitale di qualità puoi sottoesporre in modo importante preservando le luci e recuperando abbondantemente le ombre senza alcun problema, mentre con la pellicola se sottoesponi ti ritrovi negativi difficili da utilizzare, a meno che non fai sviluppi ad Hoc per tentare di "salvare" il salvabile nelle ombre. Poi dipende moltissimo dalla pellicola utilizzata e dal tipo di sviluppo usato. Insomma è vero in parte quello che dimostra il video, è vero però che stampando in CO sui negativi sottoesposti c'è poco da fare, mentre sui negativi sovraesposti ti ritrovi sempre qualcosa di stampabile anche sulle alte luci, questo si...

A me piace l'idea e penso che la miglior resa fotografica si abbia potendo catturare più luce possibile, sottoesponendo ê vero che se ne viene fuori col digitale, ma vado contro questo mio principio. Quanto sarebbe figo poter recuperare così bene le lui? :D

Rino

Sono test/confronti che non hanno troppo senso se non a livello di curiosità e conoscenza storica perché salvare un'immagine enormemente sottoesposta o sovraesposta è utile solo ai fotoreporter che hanno immortalato un momento determinante e devono portare al giornale un'immagine in cui si possa vedere qualcosa, poco importa la qualità, se nitide o sfocate, ed in questo i negativi BN facevano miracoli (provate e farli con le diapositive). Questo per i reporter di qualche decennio fa, perché ora, con le moderne fotocamere digitali (ma anche con le analogiche di ultima generazione), è quasi impossibile sbagliare messa a fuoco e esposizione se non di pochissimo. La fotografia di qualità non ammetteva e non ammette errori di alcun genere.
Ho fotografato la maggior parte della mia vita con la pellicola e, anche se la ringrazio per avermi insegnato a capire la luce, non la rimpiango affatto.

Rik68MI

Citazione di: Pinus il Mercoledì, 03 Aprile 2024, 16:14:15A me piace l'idea e penso che la miglior resa fotografica si abbia potendo catturare più luce possibile, sottoesponendo ê vero che se ne viene fuori col digitale, ma vado contro questo mio principio. Quanto sarebbe figo poter recuperare così bene le lui? :D
Col sistema di esporre a destra ETTR mi pare si dica che i sensori catturano più dati nella zona delle ombre (così, per dire:).
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

Rino

Citazione di: Rik68MI il Giovedì, 04 Aprile 2024, 17:32:31Col sistema di esporre a destra ETTR mi pare si dica che i sensori catturano più dati nella zona delle ombre (così, per dire:).

Moltissimi fotografi amano esporre a destra per migliorare la resa ed i dati nelle ombre e, tra questi, c'è il mio vecchio amico e collega Michele Vacchiano, ma lui lo fa con sapienza mentre i suoi allievi interpretano "esporre a destra" come "sovraesporre" ed il più delle volte perdono tutto quello che era già ai limiti.

Ci dovevano essere due articoli su Nadir, uno generico di Michele Vacchiano sull'ETTR, ed uno scritto da me proprio in seguito alla valanga di sovraesposizioni.
Il primo l'ho trovato, il secondo no (eppure dovrebbe esserci):

https://www.nadir.it/tecnica/ETTR_ESPORRE-A_DESTRA/ETTR.htm

Io concludevo con il consiglio di non esporre a destra o a sinistra, ma di imparare a capire la luce, il proprio sensore e previsualizzare cosa si otterrà e si potrà recuperare a seconda delle nostre scelte.

***

Trovato! Non era in un articolo a parte ma avevo integrato l'articolo di Michele Vacchiano che, appunto, stava provocando una strage degli innocenti (le alte luci). In particolare questa parte era tutta mia:

Un'ultima, indispensabile raccomandazione.
La procedura ETTR non può essere applicata in modo meccanico o eccessivamente semplicistico.
In altre parole, la quantità di sovraesposizione deve essere decisa cum grano salis, valutando attentamente le caratteristiche del soggetto.
Se il soggetto presenta molti toni chiari, una sovraesposizione eccessiva rischia di bruciarli, e quando si raggiunge il livello 255/255/255 (o – in termini di sistema zonale – la zona X) non si recupera più nulla.
Nello stesso tempo, non bisogna nemmeno farsi ossessionare dalla paura delle alte luci bruciate.

andrea948

Come il vecchio adagio in uso per la pellicola "esporre per le ombre - sviluppare per le luci", solo che nel digitale sovente e volentieri ti ritrovi le alte luci in clipping :)) 
  • Andrea
     

Rik68MI

Parlavo solo di una caratteristica della raccolta della luce dei sensori, se avevo capito bene un video.
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

Pinus

Citazione di: andrea948 il Giovedì, 04 Aprile 2024, 18:48:12Come il vecchio adagio in uso per la pellicola "esporre per le ombre - sviluppare per le luci", solo che nel digitale sovente e volentieri ti ritrovi le alte luci in clipping :)) 

Ecco, a me piacerebbe esporre per le ombre e poi fare entrare tutta la luce possibile e immaginabile. @Rini la differenza é sostanziale secondo me

hobbit

Probabilmente per mia ignoranza faccio molta fatica a capire cosa si intende per sovraesporre o sottoesporre.
Cioè a cosa si sta scattando? La scena è contrastata? Qual è il riferimento?
Per chiarire il mio dubbio:
- sto scattando un paesaggio, cosa voglio preservare? Le nubi, le ombre? Sto attento a quello che è il mio soggetto.
- sto scattando ad un concerto o comunque ad una manifestazione? Ho imparato ad esporre sulla pelle, disattivo categoricamente l'esposizione automatica, ma vado o in manuale o a spot.
- sto facendo un ritratto (ai miei figli perché non vado di modelle), se sono in luce ambiente, me ne frego e lascio tutto in automatico, se voglio fare qualcosa di più attento espongo nuovamente sulla pelle e anche se brucio le luci di sfondo non è un problema perché è sfocato generalmente, perciò risulta comunque morbido.

Sto dicendo cavolate? Io ho imparato a fare così e non ho grandi soprese, i miei problemi sono più di carattere compositivo artistico .....
Francesco https://www.instagram.com/hobbitfrank/

La vita dell'uomo consiste nell'affetto che principalmente lo sostiene e nel quale trova la sua più grande soddisfazione.
San Tommaso D'Aquino

Sigma Dp1q,  Sigma Dp3q
Olympus E-pm1, Panasonic Gx7, Panasonic G90, Zuiko 9-18, Zuiko 14-42, Lumix 20mm, Leica 25mm, Sigma 60mm, Zuiko 75-300

Rino

Citazione di: hobbit il Giovedì, 04 Aprile 2024, 21:47:13Probabilmente per mia ignoranza faccio molta fatica a capire cosa si intende per sovraesporre o sottoesporre.
Cioè a cosa si sta scattando? La scena è contrastata? Qual è il riferimento?

Il riferimento per la corretta esposizione è, da sempre, il famoso cartoncino grigio che andrebbe posto vicino al soggetto nella posizione giusta. Ho scritto "vicino" e non "davanti al soggetto" come si dice di solito perché per me non è scontato che la parte che mi interessa sia quella "davanti".
Rispetto a questa misurazione precisa (il grigio viene riprodotto esattamente nella stessa densità nella foto), usiamo i termini "sovraesporre" e "sottoesporre".

Secondo me oggi il problema dell'esposizione è relativo in quanto vediamo il risultato della foto sul display ancor prima di scattare, quindi nessuna difficoltà ad aggiustare l'esposizione nel modo preferito, per non parlare delle mostruose possibilità che abbiamo in PP.


CitazionePer chiarire il mio dubbio:
- sto scattando un paesaggio, cosa voglio preservare? Le nubi, le ombre? Sto attento a quello che è il mio soggetto.
- sto scattando ad un concerto o comunque ad una manifestazione? Ho imparato ad esporre sulla pelle, disattivo categoricamente l'esposizione automatica, ma vado o in manuale o a spot.
- sto facendo un ritratto (ai miei figli perché non vado di modelle), se sono in luce ambiente, me ne frego e lascio tutto in automatico, se voglio fare qualcosa di più attento espongo nuovamente sulla pelle e anche se brucio le luci di sfondo non è un problema perché è sfocato generalmente, perciò risulta comunque morbido.

Sto dicendo cavolate? Io ho imparato a fare così e non ho grandi soprese, i miei problemi sono più di carattere compositivo artistico ...

Non stai dicendo cavolate: faccio così anch'io, in particolare per i figli o le cene con gli amici. Mi affido in buona parte all'esposizione automatica (se non sono in controluce o altre situazioni difficili) e poi correggo in fase di sviluppo, ma oggi sono più "perfezionamenti" che "correzioni" perché i vari automatismi sono sempre più precisi e consentono di dedicarsi maggiormente all'inquadratura o a cogliere il momento giusto.

Rik68MI

Io uso anche molto la correzione degli Ev a 1/3 di stop, certi sentire il clic clic clic sarebbe più bello ☺️
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

Rino

Citazione di: Rik68MI il Sabato, 06 Aprile 2024, 14:30:19Io uso anche molto la correzione degli Ev a 1/3 di stop, certi sentire il clic clic clic sarebbe più bello ☺️

Mi sa che ti ho contagiato per i clic clic!  ;)

Rik68MI

Citazione di: Rino il Sabato, 06 Aprile 2024, 20:17:28Mi sa che ti ho contagiato per i clic clic!  ;)
Già,  ti dovrò bloccare... clic.
Riccardo arch. Battaglia
Dp0 quattro

Rino


Pinus

Esporre col cartoncino grigio é quanto di più sbagliato si possa fare! Quasi mai il soggetto cade nel grigio medio

Rino

Citazione di: Pinus il Lunedì, 08 Aprile 2024, 07:32:46Esporre col cartoncino grigio é quanto di più sbagliato si possa fare! Quasi mai il soggetto cade nel grigio medio

Il cartoncino grigio va posizionato nel posto giusto e corrisponde al valore che si ottiene misurando in luce incidente, ovviamente anche questa orientando l'esposimetro nella direzione giusta. Almeno per me è sempre andato bene sia in esterni che in studio coi flash in decenni di fotografia con le diapositive dal medio al grande formato, ma nonostante questo, per i lavori professionali, effettuavo un'esposizione a forcella. Questo non tanto per evitare errori, ma per avere tre diverse interpretazioni del soggetto ed a volte capitava che l'esposizione perfetta (o quella che mi piaceva di più) non fosse quella giusta (e questo ribadisce il concetto che le scelte migliori non siano necessariamente quelle giuste). Perdonami le ripetizioni eccessive della parola "giusta".  ;)

Ma tutte queste scelte pignole era obbligatorio farle con le diapositive, consapevoli del fatto che non si potesse poi rimediare alle alte luci perse o alle ombre chiuse perché già con le pellicole negative si poteva rimediare in parte e con il digitale si può puntare ad un equilibrio prima impossibile (cosa buona e cosa cattiva perché si pensa di meno).