Autore Topic: Mont Saint Michel alle prime ore del giorno  (Letto 534 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Eros Penatti

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.434
  • "Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo"
    • Gorgonzola ( Mi )
  • Foveon User: Ex
Re:Mont Saint Michel alle prime ore del giorno
« Risposta #30 il: Venerdì, 09 Dicembre 2022, 22:32:06 »
Non so se ho voglia di imparare ad usare un altro sw, Affinity o altro, ormai so usare quelle quattro cose di PS che servono alla mia fotografia… probabilmente per usi pro, andranno meglio altri programmi, ma per la fotografia amatoriale lo sviluppo di un file fa la differenza, è la fine del processo !!
Non vorrei spararla grossa ma saper post produrre un file fa la differenza, ormai le fotocamere si equivalgono ed una volta che si è trovata la quadra non si deve abbandonare il processo perché è quello che caratterizza la foto di X piuttosto che Y, mica il software o la fotocamera   :)
Comunque con le offerte recenti mi sono accaparrato l’estensione di PS fino a Novembre 2024 a circa 7,5 al mese, non mi sembra una follia rispetto a quanto si spende per fotocamere, ottiche e ammnicoli vari…
  • Eros
     

Offline andrea948

  • Senior
  • ****
  • Post: 812
    • Biella
  • Foveon User: Sì
Re:Mont Saint Michel alle prime ore del giorno
« Risposta #31 il: Venerdì, 09 Dicembre 2022, 22:38:09 »
Non so se ho voglia di imparare ad usare un altro sw, Affinity o altro, ormai so usare quelle quattro cose di PS che servono alla mia fotografia… probabilmente per usi pro, andranno meglio altri programmi, ma per la fotografia amatoriale lo sviluppo di un file fa la differenza, è la fine del processo !!
Non vorrei spararla grossa ma saper post produrre un file fa la differenza, ormai le fotocamere si equivalgono ed una volta che si è trovata la quadra non si deve abbandonare il processo perché è quello che caratterizza la foto di X piuttosto che Y, mica il software o la fotocamera   :)
Comunque con le offerte recenti mi sono accaparrato l’estensione di PS fino a Novembre 2024 a circa 7,5 al mese, non mi sembra una follia rispetto a quanto si spende per fotocamere, ottiche e ammnicoli vari…
In effetti le cose stanno proprio così, giusto o sbagliato che sia. Ma la post produzione fa la differenza, ovviamente  a parità di soggetto fotografato. Tutto il resto è noia...haimè.
  • Andrea
     

Offline Met

  • Militant
  • ***
  • Post: 295
    • Merano
    • non solo 3D
  • Foveon User: Sì
Re:Mont Saint Michel alle prime ore del giorno
« Risposta #32 il: Sabato, 10 Dicembre 2022, 00:04:31 »
Delle interfacce Adobe si può dire tutto, tranne che siano intuitive e pratiche. Da sempre. Poi, per chi non conosce altro, questo è lo standard. Allo stesso modo di quei poveri diavoli che si ostinano a usare Autocad: amen.

Conosco altro e trovo eccessiva questa affermazione proprio perché ho provato la maggior parte dei software che giravano sul Mac. Photoshop ha un numero enorme di funzioni, anche superflue, ma ci si muove abbastanza bene.
Non mi piace la scelta dell'abbonamento, ma un po' alla volta sta diventando la scelta di tutti: anche Luminar, dallo slogan "si paga una volta ed è per sempre, aggiornamenti compresi", sta passando all'abbonamento.

Citazione
Un'altra cosa importante è la libertà nelle scelte. Tantissime immagini svuluppate con Lightroom si notano al volo: ci sono una serie di impostazioni predefinite e algoritmi di elaborazione del colore, che risultano evidenti. Quelli veramente bravi, riescono a prevalere su questi vincoli e sviluppano belle immagini, ma il 99% degli altri rimane vincolato a un'estetica preimpostata. Con Affinity, sei da solo davanti all'immagine. Niente scorciatoie e niente cliché.

Frase finale stupenda (sono serio), ma non concordo con la parte iniziale: quando apro i miei RAW con Photoshop, Affinity, Luminar, Capture One e Sigma Photo Pro, non vedo "interpretazioni personali" del colore che mi facciano riconoscere subito la foto sviluppata da Photoshop. Ci sono delle differenze, com'è giusto che sia, ma sono minime e, almeno coi RAW della Sony, continuo a rilevare una migliore nitidezza e miglior trattamento del rumore alle alte sensibilità con Capture One. Non so se con i RAW di altre fotocamere le cose vadano in maniera diversa, ovviamente.
Rino, la prima affermazione è conseguenza del trauma che ho subito quando sono passato da Amiga a PC/Mac. Photoshop mi irritava parecchio, come usabilità (non metto in dubbio, che in giro ci sia molto di peggio). Poi, mi ci sono abituato e ho imparato, come tutti. Per anni Adobe ha avuto il primato assoluto in termini di qualità degli algortimi e matrici di gestione dell'immagine. Non c'era alternativa, ma quelli erano tempi preistorici, prima della fotografia digitale, dove si lavorava su scansioni con schede grafiche incapaci di mostrare più di 256 colori a video.
 
Faccio un inciso: per me Photoshop è sinonimo di fotomontaggio, fotoritocco e matte painting, anche se va benissimo per le regolazioni base delle foto. Preferisco Lightroom per sviluppare i raw, anche se con i suoi limiti, e qui mi riallaccio alla seconda affermazione: è il risultato finale, che ti fa capire con quale programma hai fatto la postproduzione - un certo blu nei cieli è un marchio inconfondibile di Lightroom, per esempio. L'apertura del raw è simile per tutti i software, anche se con delle distinzioni: con la mia vecchia Lumix LX-100, Capture One mi ha sempre aperto un quadro più ampio di Lightroom o Affinity. Panasonic usa la parte periferica del sensore per "calibrare" l'immagine e fa un crop automatico del quadro. Aprendo il raw con Capture One ottengo l'accesso anche a questa parte del raw, che a tutti gli effetti è buona anche per poter essere utilizzata, anche se la distorsione della lente comincia a essere molto evidente. Ma questa è acqua passata: ormai sono schiavo di SPP  ;) :cry:
È bello cio che piace senza concetto.

Offline Rino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 4.139
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Mont Saint Michel alle prime ore del giorno
« Risposta #33 il: Sabato, 10 Dicembre 2022, 03:34:56 »
Rino, la prima affermazione è conseguenza del trauma che ho subito quando sono passato da Amiga a PC/Mac. Photoshop mi irritava parecchio, come usabilità (non metto in dubbio, che in giro ci sia molto di peggio). Poi, mi ci sono abituato e ho imparato, come tutti. Per anni Adobe ha avuto il primato assoluto in termini di qualità degli algortimi e matrici di gestione dell'immagine. Non c'era alternativa, ma quelli erano tempi preistorici, prima della fotografia digitale, dove si lavorava su scansioni con schede grafiche incapaci di mostrare più di 256 colori a video.

Be', è la verità: Photoshop è stato il primo programma "serio" per i fotografi e questo ha alimentato il mito e la fama, ma ciò non toglie che senza di lui forse non saremmo mai arrivati ad un certo livello di fotografia digitale.
Bada bene, non lo dico da "appassionato di Photoshop" (anzi, è il contrario), ma cerco di essere onesto. A suo tempo sperai nella proposta di Apple (che mi piaceva molto e furono i primi ad intuire l'importanza del flusso di lavoro), ma non ha avuto successo.
Del resto molti prodotti orribili hanno avuto successo a discapito di prodotti buoni, sono le leggi di mercato (vedi le cassette VHS e vedi Windows...).

I programmi sono tanti, poi alla fine conviene scegliere quello che sviluppa decentemente i RAW della nostra fotocamera (ho scritto di proposito "decentemente" e non "al massimo" e di fare con facilità le modifiche che ci permettono di arrivare ai risultati voluti. Utilizzo Camera RAW come se fosse la camera oscura e mi trovo benissimo, poi ho una serie di azioni delle quali non potrei fare a meno e la foto è servita.

Se volessi aggiungere un asino che vola o cambiare i cieli potrei usare Luminar, ma non lo faccio e, quando faccio i miei fotomontaggi creativi, continuo a lavorare a mano come 40 anni fa.

Nel nostro piccolo mondo a parte, ovviamente entra SPP che può fare molto di più di quello che si crede e per questo ho preparato una bella lezione pubblicizzata su Facebook e altri canali.


  • Rino
     

Offline Rino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 4.139
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Mont Saint Michel alle prime ore del giorno
« Risposta #34 il: Sabato, 10 Dicembre 2022, 03:57:39 »
Non so se ho voglia di imparare ad usare un altro sw, Affinity o altro, ormai so usare quelle quattro cose di PS che servono alla mia fotografia… probabilmente per usi pro, andranno meglio altri programmi, ma per la fotografia amatoriale lo sviluppo di un file fa la differenza, è la fine del processo !!
Non vorrei spararla grossa ma saper post produrre un file fa la differenza, ormai le fotocamere si equivalgono ed una volta che si è trovata la quadra non si deve abbandonare il processo perché è quello che caratterizza la foto di X piuttosto che Y, mica il software o la fotocamera   :)
Comunque con le offerte recenti mi sono accaparrato l’estensione di PS fino a Novembre 2024 a circa 7,5 al mese, non mi sembra una follia rispetto a quanto si spende per fotocamere, ottiche e ammnicoli vari…

Eros, oggi la buona PP fa la differenza, ma in fondo la faceva tale e quale anche la buona stampa. Ho pubblicato da qualche parte il miliardo di mascherature, bruciature ed esposizioni che fece A.A. per la sua "Moonrise over Hernandez" che oggi verrebbe facilmente criticata come non rispondente alla realtà (lo scatto era addirittura di giorno, con buona pace del punto di azzurro o della tonalità di grigio). In fondo non è cambiato nulla perché la buona PP, come la buona stampa, inizia innanzitutto dalla testa del fotografo e dalle sue capacità, poi dalla carta o dai chimici usati. Gira e rigira si torna, fortunatamente, al punto di partenza: la buona fotografia la facciamo noi, gli strumenti ci possono aiutare. Viceversa, quelli che cercano le scorciatoie, stanno già rinunciando a prescindere alla buona fotografia, ma - cosa peggiore - non ne sono consapevoli e cambiano attrezzatura pensando di migliorare.
  • Rino
     

Offline Eros Penatti

  • TOP POSTER
  • *****
  • Post: 1.434
  • "Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo"
    • Gorgonzola ( Mi )
  • Foveon User: Ex
Re:Mont Saint Michel alle prime ore del giorno
« Risposta #35 il: Sabato, 10 Dicembre 2022, 08:10:00 »
È così Rino, quanti iniziai a fotografare partii a dire tra me e me che i jpg erano meglio, i raw avrebbero occupato troppo spazio nell’HD ^-^
Poi ebbi la fortuna di fare un corso di post produzione e capii l’importanza del raw.
Hai citato A.A. e lo citò prima di iniziare il corso il docente, ora mi grande amico, facendo un bel preambolo per farmi capire come in passato si ottenevano certi risultati e come si potessero ottenere con là post produzione moderna.
In sostanza, quel metodo così efficace, è lo stesso che applico alle mie fotografie, livello dopo livello, fuori e dentro da Camera Raw.
SPP è l’eccellenza per iniziare a sviluppare i raw del Foveon.
C1 è l’eccellenza per i file Fuji.
Par strano ma entrare ed uscire in questi due sw senza toccare nulla i file rinvigoriscono, se poi si sa cosa toccare ed il tuo corso viene ad hoc, meglio ancora.
Qua ci si potrebbe fermare, ma siccome io proseguo, la parte creativa la completo in PS, l’ho detto più volte al secondo livello ho già alterato i colori ed è per questo motivo che sono poco ricettivo ai discorsi sulla fedeltà cromatica ecc ecc…
A.A. è stato a mio avviso il più grande “taroccatore” della storia, e grazie a lui ed al suo metodo è stato precursore della post produzione moderna.
I preset, gli altri sw, i plugin ben vengano ma basta saperli usare…


  • Eros
     

Offline andrea948

  • Senior
  • ****
  • Post: 812
    • Biella
  • Foveon User: Sì
Re:Mont Saint Michel alle prime ore del giorno
« Risposta #36 il: Sabato, 10 Dicembre 2022, 10:43:52 »
Ho notato che i file foveon sono sempre molto suscettibili alle operazioni di contrasto tonale: il banding è sempre dietro all'angolo, in agguato.

E' così, sul Merrill poi non ne parliamo, nei cieli tersi era la regola e non l'eccezione , a volte se non controllavo bene in PP il banding, me lo ritrovavo sulla stampa (parlo sempre di B&W) e quindi stampa da buttare...Nel Foveon 1:1:4  molto raramente e solo quando si esagerava troppo  con la PP nella porzione del cielo.
  • Andrea
     

Offline Rino

  • GOLD POSTER
  • *****
  • Post: 4.139
    • Pescara
    • Nadir Magazine
  • Foveon User: Sì
Re:Mont Saint Michel alle prime ore del giorno
« Risposta #37 il: Sabato, 10 Dicembre 2022, 12:35:32 »
È così Rino, quanti iniziai a fotografare partii a dire tra me e me che i jpg erano meglio, i raw avrebbero occupato troppo spazio nell’HD ^-^
Poi ebbi la fortuna di fare un corso di post produzione e capii l’importanza del raw.

Anch'io, agli inizi del digitale, ho passato una fase in cui ero a favore della JPG, un po' per il timore - come te - di ritrovarmi un archivio mostruoso, un po' perché, scattando foto quasi perfette e evitando le situazioni troppo difficili (scattavo ancora con le dia anche in grande formato), non avevo la necessità di fare miracoli. Poter recuperare di più sia dalle luci che dalle ombre, mi ha aperto un mondo nuovo prima relegato alla sola fotografia in BN autogestita.

Citazione

Hai citato A.A. e lo citò prima di iniziare il corso il docente, ora mi grande amico, facendo un bel preambolo per farmi capire come in passato si ottenevano certi risultati e come si potessero ottenere con là post produzione moderna.
In sostanza, quel metodo così efficace, è lo stesso che applico alle mie fotografie, livello dopo livello, fuori e dentro da Camera Raw.

E' quello che dico spesso quando mi accusano di eccessiva PP: "Non ho fatto nulla che non avrei fatto in camera oscura".

Citazione
SPP è l’eccellenza per iniziare a sviluppare i raw del Foveon.

Eppure è tanto detestato e sottovalutato. Gli utenti Foveon farebbero carte false pur di non usarlo, spesso adducendo il motivo della fretta ma, se si ha fretta, perché usare il Foveon?

Citazione
A.A. è stato a mio avviso il più grande “taroccatore” della storia, e grazie a lui ed al suo metodo è stato precursore della post produzione moderna.

E' anche la mia opinione. :)
  • Rino